Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

10^ GIORNATA – Il Morazzone passa a Gorla. Poker Gavirate. Union Villa Cassano, secondo successo di fila

GORLA MAGGIORE – Sei punti nelle ultime due partite per Gorla Maggiore e Morazzone, entrambe a quota 11 punti nella seconda metà della classifica insieme a Besnatese, Accademia Calcio Vittuone e Amici dello Sport. Dopo un primo tempo intenso e ricco di occasioni, il risultato è ancora bloccato sullo 0-0. Dopo le reti di Bosetti e Ghizzi, al triplice fischio finisce 0-2.

gorla maggiorePRIMO TEMPO – Mister Contaldo mette in campo un 4-3-1-2 con il capitano Ippolito dietro alla coppia d’attacco Callini-Falsaperna. Rispondono gli uomini di Lorenzi con un 4-4-2, con Ghizzi e Giordani davanti, sostenuti da Pirello e Petruzzellis alti a centrocampo. La prima opportunità della partita è a favore del Morazzone dopo appena due minuti di gioco, quando Ghizzi riceve un pallone un po’ diffivile da gestire davanti a un Novello uscito dai pali. L’attaccante cerca la porta con un pallonetto ma non trova lo specchio. Subito dopo nell’altra metà campo è Ippolito a provare la conclusione dalla distanza, ma il pallone finisce di poco sopra la traversa. Siamo al 12′ quando Chiarion apre bene dalla sinistra per Falsaperna, che cerca la conclusione di prima ma trova il rimpallo della difesa avversaria che mette la sfera in calcio d’angolo. Il match è piuttosto equilibrato in questa prima fase della partita, con i due schieramenti ben allungati e frequenti ribaltamenti di fronte verso la porta. Al 18′ Giordano scarica un rasoterra da fuori area, ma manca di precisione e il pallone finisce lontano dai pali. Calcio di punizione per la formazione di casa al 22′ alla destra dell’area di rigore Si prepara al tiro Caristina, che non prende bene le misure e spara lontano dalla porta. Potenziale occasione da goal per il Gorla al 36′, quando Ippolito si smarca sulla fascia sinistra e mette al centro un buon cross per Falsaperna, che colpisce di testa a distanza ravvicinata da Martignoni ma non riesce a indirizzare la sfera in porta. Punizione per il Morazzone al 30′ dalla trequarti. Prende la rincorsa Petruzzellis, che mette al centro un pallone morbido per la testa di Bosetti che appoggia davanti a lui per Picetti, che a sua volta colpisce di testa, ma non imprime abbastanza forza e Novello blocca senza problemi. Dopo un contropiede mancato del Morazzone, nell’altra metà campo Falsaperna prova il tiro dal limite dell’area, ma il suo rasoterra finisce fuori dal palo destro di Martignoni. Dopo un minuto anche il Morazzone ci prova dalla distanza con Ghizzi, che però spara alto sopra la traversa. È sempre Ghizzi che colpisce di prima un buon pallone proveniente da centrocampo: respinge Novello ma il direttore di gara aveva già fermato tutto per fuorigioco. Calcio di punizione per il Gorla al 38′, da posizione centrale a dieci metri dal limite dell’area. Martignoni schiera la barriera a quattro; Chiarion si prepara al tiro e colpisce bene di destro superando gli avversari, ma il tiro è troppo centrale e il portiere blocca senza problemi. Brivido nell’area del Morazzone al 43′, quando Antonini dalla destra incrocia con un rasoterra e per poco non trova la porta. Insiste ancora il Gorla quasi allo scadere, questa volta con Falsaperna, che impegna Martignoni costringendolo ad allontanare in calcio d’angolo. Dopo il corner non c’è più tempo e il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi senza minuti di recupero.

morazzoneSECONDO TEMPO – Rientrano in campo gli stessi ventidue uomini del primo tempo. Si smarca al 2′ Callini ma da bordo campo si alza la bandierina del guardalinee. Buona conclusione di Giordano al 7′, quando riceve un buon pallone da centrocampo e da dentro area colpisce in porta a tu per tu con Novello, che è bravo a parare. Il Morazzone mostra un altro passo rispetto al primo tempo, quando aveva sofferto maggiormente il pressing degli uomini di Contaldo. Buon corner di Ippolito al 10′, che cerca direttamente la porta, non sorprendendo, però, un attento Martignoni. Calcio di punizione per gli uomini di Contaldo al 10′: prende una breve rincorsa Petruzzellis, spizzica di testa Bosetti e blocca Novello. Buona verticalizzazione per Ghizzi al 14′: l’attaccante si invola verso la porta ma il direttore fischia il fuorigioco. Miracolo di Bernasconi al 17′, quando ferma quasi sulla linea di porta una buona conclusione del pericoloso Ghizzi. Il pallone finisce in calcio d’angolo e subito dopo è Novello a salvare i pali su un tiro di Loielo. Nell’altra metà campo siamo al 20′ quando Paolillo da fuori area scarica un destro preciso, che per un soffio non centra lo specchio della porta. Punizione per il Morazzone al 22′ da posizione defilata sulla destra: calcia Colavito per la testa di Bosetti, che gonfia la rete a pochi centimetri dalla porta. 0-1 a Gorla in un momento in cui gli uomini di Lorenzi stavano costruendo molto. Il gioco si interrompe momentaneamente al 27′ per un fallo su Bernasconi, che rimane a terra dolorante, ma riesce poi a rimettersi in piedi e a proseguire la partita. Calcio di rigore per il Morazzone al 37′ per un fallo di Ferro su Gerevini. Va al dischetto Ghizzi, che spiazza Novello e porta il risultato sullo 0-2. Il Gorla continua a fare il proprio gioco negli ultimi minuti di gioco, ma il Morazzone mantiene i due goal di scarto, portandosi a casa tre punti importanti per migliorare la posizione in classifica.

I COMMENTI

Contaldo (allenatore Gorla Maggiore): “Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma purtroppo non abbiamo concretizzato. Alla ripresa loro hanno fatto quindici minuti molto buoni e hanno avuto la bravura e fortuna di fare goal. La sconfitta è giusta perché se non riesci a sbloccare il risultato dopo un primo tempo di superiorità, poi diventa difficile raddrizzare la partita quando si subisce goal. Infatti oggi è mancata proprio la reazione.”

Lorenzi (allenatore Morazzone): “Nel primo tempo non siano riusciti a interpretare bene il campo e abbiamo subito la loro aggressività. Non riuscivamo a palleggiare e abbiamo sbagliato vari passaggi in uscita. Però siamo stati bravi a reggere l’impatto fisico e a tenere l’equilibrio. Stando bene fisicamente nel secondo tempo avevamo ancora tante energie e siamo riusciti a impostare il gioco e a portare a casa il risultato.

I MIGLIORI IN CAMPO
Bernasconi (Gorla Maggiore) 6.5 – 
Autore di una prestazione pulita e puntuale, con tanto di salvataggio provvidenziale sulla linea di porta.
Bosetti (Morazzone) 7 – Segna il goal che porta in vantaggio la sua squadra, è preciso in difesa e sempre attivo sui calci piazzati.

IL TABELLINO
GORLA MAGGIORE – MORAZZONE 0-2 (0-0)
Gorla Maggiore
: Novello 5.5, Chiarion 6.5, Bernasconi 6.5, Di Simone 6, Caristina 6, Paolillo 6, Antonini 6.5 (dal 24′ st Mahracha 6), Ferro 5.5, Falsaperna 6.5 (dal 20′ st Gallo 6), Ippolito 6, Callini 6 (dal 37′ st Coltraro 6). A disposizione: Ceveli, Rivoltella, Coltraro, Voltan, Mahracha, Macchi, Ostuni, Gualtieri, Gallo. Allenatore: Contaldo.
Morazzone: Martignoni 6, Canazza 6, Colavito 6.5 (dal 25′ st Vezzoli 6), Libralon 6.5, Picetti 6, Bosetti 7, Petruzzellis 6.5 (dal 34′ st Pascale 6), Loielo 6.5 (dal 43′ st Pozzi sv), Ghizzi 7, Pirello 6 (dal 24′ st Dal Molin 6), Giordano 6 (dal 14′ st Gerevini 6). A disposizione: Zerboni, Corti, Costa, Dal Molin, Pozzi, Pascale, Bovo, Vezzoli, Gerevini. Allenatore: Lorenzi.
Arbitro: Saffioti (Casale, Ricciardelli)
Marcatori: st: 22′ Bosetti (M), 37′ Ghizzi (M).
Note: Giornata soleggiata. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 120. Ammoniti: Di Simone (G), Ferro (G), Gallo (G). Calci d’angolo: 7-3. Recupero: 0’+3’

 

Inviata: Silvia Alabardi
_____________________________________________________________________________________________________________________

 

gavirateGAVIRATE – Partita che vede scontrarsi faccia a faccia la prima e l’ultima in classifica, Gavirate – Fagnano allo stadio “Vittore Anessi” di Gavirate. Il Gavirate arriva da 2 vittorie consecutive mentre la squadra ospite ha raccolto 1 solo punto in tutta la stagione, conquistato alla 7^ giornata contro il Meda. La partita si indirizza a favore dei padroni di casa che fanno notare il divario tra le due formazioni nonostante una buona prova del Fagnano.
Il match si conclude con il risultato di 4-1.

PRIMO TEMPO – Il Gavirate scende in campo con Riva, D’Amico, Nyanzu Aka, Esteri, Broggini, Clerici, Tartaglione, Caon, Seno, Miele, Comani. Il Fagnano risponde con Gajeta, Savoldi, Tosetto, Garzonio, Gabri, Compagnone, Wafo Foka, Beltemacchi, Manuzzato D, De Rosa, Panizza. La partita inizia subito forte per il Gavirate che si fa vedere con un cross di Nyanzu Aka al minuto 2’ che si spegne sul fondo. Al 10’ Miele si rende pericoloso con un tiro dal limite dell’area di rigore che esce di poco alla sinistra di Gajeta. Al minuto 11’ arriva la prima ammonizione della partita per Gabri del Fagnano che contrasta duramente D’Amico in ripartenza. La partita si sblocca grazie a Broggini che insacca di testa su corner di Comani e porta in vantaggio il Gavirate al minuto 12’. Il Gavirate continua a pressare sulla fascia destra dove trova più spazi. Altra occasione da gol per i padroni di casa, Esteri crossa forte e teso in mezzo ma nessuno impatta. Intorno al minuto 18’ il Fagnano prova a reagire con Panizza, l’unico ad impensierire il Gavirate. Al 22’ il Gavirate raddoppia con Tartaglione su assist di Miele che scavalca la difesa. Al 24’ bel tiro su punizione di Beltemacchi respinto in angolo dal portiere del Gavirate Riva. Brutto fallo al minuto 27’ di Comani e prima ammonizione per il Gavirate. I padroni di casa vanno sul 3-0 al 32’ sfruttando sempre la fascia destra: D’Amico la mette sui piedi di Comani che concretizza. Il Fagnano reagisce bene e conquista un calcio di rigore al 34’ grazie al solito Panizza. Realizza Manuzzato che spiazza Riva. Nel finale il Gavirate torna a spingere e ancora Tartaglione va in gol, questa volta grazie all’assist di Comani al 45’, sfruttando una ripartenza dopo un’azione offensiva degli ospiti. L’arbitro si perde qualche fallo e lascia giocare. Si coclude 4-1 il primo tempo con 2 minuti di recupero.

fagnanoSECONDO TEMPO – La ripresa si apre sulla falsa riga del primo tempo, infatti i primi 10 minuti sono favorevoli ai padroni di casa che si fanno vedere con qualche timido tentativo offensivo. Occasione per Miele al 13’ che impegna Gajeta. Gavirate che spinge e crea diverse occasioni. Al 15’ Bertani tira in porta da posizione defilata ma il portiere del Fagnano è attento. Intorno al 20’ il gioco è fermo per le varie sostituzioni e per l’infortunio di Caon che lascia il campo dolorante. Vi sono diversi ribaltamenti di fronte ma si inizia ad accusare la stanchezza e i ritmi si abbassano. Al minuto 26’ Gagliardi del Fagnano prende il posto di Panizza, sfinito dopo l’ottima prova. Al 27’ non viene concesso un rigore piuttosto eclatante al Gavirate. Questo episodio ridà carica ai rossoblu che 2 minuti più tardi si rendono insidiosi con Bertani; davanti al portiere apre troppo il piattone e non trova l’angolo basso. Al 34’ Esteri calibra male il cross su punizione; il pallone arriva comunque sulla testa di Clerici che non riesce ad indirizzare verso la porta. L’arbitro lascia giocare fin troppo come nella prima metà di gioco, accendendo così le proteste dei giocatori. Al minuto 40’ il Fagnano conquista una punizione dal limite, Beltemacchi calcia poco sopra la traversa. All’ultimo minuto De Rosa viene espulso e la partita si conclude senza recupero.
I MIGLIORI IN CAMPO
Tartaglione (Gavirate) – voto 8: Con la sua doppietta si conferma bomber della squadra. Non solo concretizza ma aiuta la squadra nelle palle scomode.
Panizza (Fagnano) – voto 7: Il migliore del Fagnano è sicuramente Panizza, uno dei pochi che si rende pericoloso e che trascina la squadra. Grazie ai suoi dribling conquista vari calci di punizione e soprattutto il rigore.

IL TABELLINO
GAVIRATE – FAGNANO 4-1
Gavirate: Riva,D’Amico, Nyanzu Aka (st: 13’ Masinari), Esteri, Broggini, Clerici, Tartaglione (st: 16’ Radisavlievic), Caon (st: 20’ Testa), Seno (pt: 39’ Bertani), Miele, Comani (st: 31’ Pinorini). A disposizione: Teseo, Candeliere, Montagner, Lercara, Bertani. Allenatore: Caon Cristian
Fagnano: Gajeta, Savoldi, Tosetto, Garzonio (st: 36’ Caprioli), Gabri, Compagnone (st: 20’ Pecoraro), Wafo Foka, Beltemacchi, Manuzzato D, De Rosa, Panizza (st: 26’ Gagliardi) . A disposizione: Bertagnoli, Manuzzato M, Castiglioni, Guarino. Allenatore: Piana Claudio
Arbitro: Mirko Pelaia (Cinotti Vittorio, Camelia Giorgio)
Marcatori: pt: Broggini (G), 2 Tartaglione (G), Comani (G), Manuzzato (rig) (F).
Note: Giornata soleggiata, terreno di gioco scivoloso. Spettatori 80. Ammoniti: Wafo Foka (F), Comani (G), Esteri (G) Espulsi: De Rosa 45’st (F) Angoli: 7-3 Recuperi: 2+0

Inviato Simone Castellano

FOTOGALLERY Gavirate-Fagnano 13 Gavirate-Fagnano 12 Gavirate-Fagnano 05


_____________________________________________________________________

- RISULTATI E CLASSIFICA

LE ALTRE PARTITE:

OLIMPIA CALCIO – SEDRIANO 3-0 (2-0)
Olimpia Calcio: Rossi, Calizzi, Martinoia, Silva, Zecchin, Visconti, Ovalle (41’ st Pradelli), Confeggi (35’ st Chiurato), La Iacona (44’ st Keller), Sassi (45’ st Lovergine), Balconi (31’ st Piazza). A disposizione: Rinaldi. Allenatore: Rinaldi
Sedriano: Bertolotti, Groe (31’ st Galbiati), Vitagliano, Oliva (3’ st Luci), Di Davide, Raimondi, Trezzi (6’ st Citro), Moscatelli, Rossi (12’ st Paoluzzi), Micciche (18’ st Bonomelli), Savarese. A disposizione: Cervelli, Allegretti, Criscione. Allenatore: Galli
Arbitro: Gabbio di Crema (Zanichelli-Calini di Legnano)
Marcatori: pt: 26’ Confeggi (O), 45’ Balconi (O); st: 31’ La Iacona (O)

Con una grande prova di forza l’Olimpia di mister Rinaldi schianta il Sedriano e si piazza al secondo posto in classifica, all’inseguimento del Gavirate. Match mai in discussione con i padroni di casa che passano in vantaggio al 26’ quando Confeggi dai venti metri spedisce in rete la respinta dell’estremo difensore avversario su un cross dalla destra. In chiusura di tempo è la splendida punizione mancina di Balcone a firmare il raddoppio. Nella ripresa il copione non cambia con l’Olimpia che continua a fare la partita e a spingere. Al 31’ lancio lungo di Silva, Ovalle pizzica di testa favorendo La Iacona che si presenta davanti a Bertolotti e cala il tris. Qualche minuto dopo è la traversa a negare il poker a Piazza, ma poco cambia perché ciò che conta sono i tre punti che i padroni di casa mettono in cascina.

FOTOGALLERY LAVENA PONTE TRESA CALCIO PROMOZIONE OLIMPIA PONTE TRESA VS. SEDRIANONELLA FOTO LAVENA PONTE TRESA CALCIO PROMOZIONE OLIMPIA PONTE TRESA VS. SEDRIANONELLA FOTO LAVENA PONTE TRESA CALCIO PROMOZIONE OLIMPIA PONTE TRESA VS. SEDRIANO NELLA FOTO

_________________________________________________________________

UNION VILLA CASSANO – VIGHIGNOLO 2-1 (0-0)

Union Villa Cassano: Rinaldi, Magini, Giberti, Brebbia, Toma, Vesco, Fusco (22’ st Muharemi), A. Shala, Qosaj (22’ st Montemurro), Ruggia, Rondanini. A disposizione: Dosoli, Omodei, Russo, Martignoni. D. Shala, Marzetta, Gashi. Allenatore: Visentin
Vighignolo: Amadori, Lavano (1’ st Crippa), Airoldi, Drago, Tanzi, Ambroso (30’ st Lardera), Sala, Bascape, Maraschio, Maccarone, Lolli. A disposizione: Bruschi, Cota, Filiberti, Mazzoleni, Guerrini, Scala, D’Angelo. Allenatore: Pistone
Arbitro: Cisternini di Seregno (Carletti-Rigiretti di Como)
Marcatori: st: 5’ Brebbia (U), 20’ Qosaj (U), 35’ rig. Maraschio (V)
Note: espulso Brebbia (U) per doppio giallo

Seconda vittoria consecutiva per l’Union Villa Cassano che frena la rincorsa del Vighignolo alle zone nobili della classifica. Primo tempo controllato dai padroni di casa che non riescono però a superare Amadori. La rete del vantaggio arriva a inizio ripresa quando un filtrante mette Brebbia solo contro il portiere che non riesce ad opporsi al tocco sotto dell’avversario. Al 65’ arriva anche il raddoppio firmato Qosaj, bravo nel saltare due uomini e chiudere l’azione personale con un diagonale imparabile sul secondo palo. Poco dopo però i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione, doppia ammonizione, di Brebbia e a dieci minuti dalla fine il Vighignolo riapre il match: Toma colpisce il pallone con il braccio in area e Maraschio accorcia le distanze dal dischetto. Il forcing finale degli ospiti non porta comunque al risultato sperato, dato che la difesa dell’Union Villa Cassano regge bene fino al triplice fischio.

_________________________________________________________________

BASE 96 – CAS SACCONAGO 1-2 (0-1)

Base 96: Frontino, Serafini, De Petri (31’ st Sanseverino), Cicola, Quitadamo, Arienti, Carraro (40’ st Cossa), Molteni, Filomeno, Panin, Scavo (15’ st Rose). A disposizione: Assanelli, Bosisio, Meroni, Elezi, Vicario, Papa. Allenatore: Castellazzi
Cas Sacconago: Heinzl, Maestri (37’ st Mariani), Finato, Napolitano (12’ st Macchi), Zaroli, Oldani, Brusa (26’ pt Ferrario), Nardone, Berton (42’ st Castiglioni), Cavaleri, Gomaa. A disposizione: Ferni, Raimondi, Amato, Paparazzo, Gallazzi. Allenatore: Caù
Arbitro: Malerba di Sesto San Giovanni (Stangoni di Sondrio – Colitti di Sesto San Giovanni)
Marcatori: pt: 10’ Brusa (C); st: 21’ Filomeno (B), 40’ Nardone (C)
Note: 33’ st espulso Rose (B) per doppio giallo

Blitz del Cas Sacconago su un campo difficile come quello della Base 96; al triplice fischio il risultato finale è 1-2. Partita equilibrata che gli ospiti hanno il merito di sbloccare subito: Brusa riceve palla sulla sinistra, si accentra superando un paio di uomini e libera la conclusione che infila un non impeccabile Frontino. Nella ripresa la Base alza i ritmi e al 21’ trova il pari con Filomeno, il più lesto di tutti a risolvere la mischia creatasi davanti ad Heinzl in seguito a un corner. Tuttavia nel loro migliore momento i padroni di casa restano in 10 a seguito dell’espulsione di Rose (78’) che colleziona due gialli in poco meno di un minuto. E il Cas non perdona, perché poco dopo Nardone dai venticinque metri scarica un siluro imparabile che mette la parola fine al match.

_________________________________________________________________

VITTUONE – BESNATESE 1-3 (0-1)

Vittuone: Mercuri, Bianchi (36’ st Abate), Razzini, Pepe, Pisoni, Foresti, Battaglia, Gemmi, Barbieri, Maugeri, Riva (1’ st Dibitetto). A disposizione: Previtali, Bottara, Granata, Serinelli, Balashi, Polesini, Iacono. Allenatore: Annoni
Besnatese: Caputo, Bonizzoni, Brivio, Randon (1’ st Cesaro), Lanzo, Cotani, Mancuso (22’ st Martignoni), Bonfante (17’ st Dall’Omo), Caccia, Dani, Vendemmiati (24’ st Angelucci). A disposizione: Torterella, Decodavici, Cova, Pozzato, De Angelis. Allenatore: Rasini
Arbitro: Grandi di Bergamo (Sola-Neri di Busto Arsizio)
Marcatori: pt: 28’ Bonfante (B); st: 32’ Angelucci (B), 36’ Pepe (V), 38’ Caccia (B)

Vince ancora la Besnatese che supera 3-1 l’Accademia Vittuone al termine di un bel match. Ospiti in vantaggio al 28’ con il diagonale di Bonfante a chiudere sul secondo palo e padroni di casa che faticano a reagire. Nella ripresa per mezzora regna il più totale equilibrio, ma un sanguinoso pallone perso all’altezza della propria trequarti costa caro al Vittuone dato che Angelucci s’invola verso la porta, scarta Mercuri, e deposita in rete. All’81’ i padroni di casa provano a riaprire il match con Pepe che, sugli sviluppi di corner, infila Caputo dal limite dell’area, ma due minuti più tardi Caccia si mette in proprio, salta mezza difesa e in diagonale firma il definitivo 3-1.

 

UNIVERSAL SOLARO – MAGENTA 1-1 (1-0)

Universal Solaro: Piuri, Cetti (46’ st Raineri), Franco, Capelli (28’ st Piccolo), Greco, Poerio, Pizzato, Somaini, Pianta, Sulka (18’ st Cissè), Carà, Scolfaro (36’ st Lancellotti). A disposizione: Aloi, Cattafi, Bachiocchi, Bottan. Allenatore: Stincone
Magenta: Temporiti, Giannì (40’ st Cardia), Pravettoni (19’ st Pellegatta), Chiodini (35’ st Baldelli), Candiani, Turconi, Bencivenga (28’ st Garavaglia), Azzarone (46’ st Dosseni), Ferrario, M. Cotugno, Italia. A disposizione: D. Cotugno, Di Davide, Sacheli, Nebuloni. Allenatore: Gandini
Arbitro: Cravero di Busto Arsizio (Volpe-Candiani di Busto Arsizio)
Marcatori: pt: 26’ rig. Sulka (U); st: 45’ Cardia (M)

Un gol di Cardia a tempo praticamente scaduto gela l’Universal Solaro che vede prolungarsi la striscia negativa di sei partite senza vittorie. Risultato che comunque non riflette quanto fatto vedere in campo, con i ragazzi di Stincone che dominano tutto il primo tempo, ma non riescono a chiudere la partita. Pianta stampa il palo poco dopo il fischio d’inizio e al 26’ Greco si guadagna il rigore che Sulka trasforma. Lo stesso Sulka, insieme a Carà e Pianta manca il raddoppio in parecchie circostanze, e nella ripresa gli ospiti alzano progressivamente il baricentro fino a centrare il pari con il neoentrato Cardia a seguito di un calcio d’angolo.

_________________________________________________________________

MEDA – UBOLDESE 2-5 (1-1)

Meda: Cassina, Martino, Bottos (1’ st Fraternali), Bonacina, Orsenigo, Ronzoni, Pozzoli, Di Noto, Maugeri, Battaglino, Porta. A disposizione: Biffi, Di Pentima, Castella, Perani, Bernareggi, Cesarotti, Shcherbaniuk, Sala. Allenatore: Cairoli
Uboldese: G. Giglio, Maggioni, Bartucci, Besati (43’ st Garri), Valenzano, Sponga, De Milato, Fiore, Emiliano (8’ st M. Giglio), Di Dio (41’ st De Carlo), Arrigoni (47’ st Masserini). A disposizione: Trubia, Naldi, Colombo, Marangoni, Turconi. Allenatore: Maestroni
Arbitro: Verrastro di Mnatova (Zanibelli-Rivetti di Brescia)
Marcatori: pt: 15’ Trotta (M), 40’ rig. Arrigoni (U); st: 10’ Di Dio (U), 25’ Bonacina (M), 30’ Arrigoni (U), 39’ Di Dio (U), 43’Arrigoni (U)

Continua il momento no del Meda che incappa nella seconda sconfitta consecutiva, la terza nelle ultime quattro, e viene scavalcata in classifica proprio dall’Uboldese e dall’Olimpia. Primo tempo equilibrato con il rigore di Arrigoni in chiusura di tempo che pareggia i conti dopo il gol di Trotta. Nella ripresa Di Dio porta in vantaggio l’Uboldese con una gran conclusione dal limite, ma Bonacina al 70’ ristabilisce la parità. Nell’ultimo quarto d’ora blackout totale dei padroni di casa: prima Arrigoni parte palla al piede, scarta un paio di avversari, e di piatto trova il 3-2, poi Di Dio firma il poker e quasi allo scadere è ancora protagonista Arrigoni, lanciato da M. Giglio, con la sua personale tripletta che vale il poverissimo finale. Uboldese seconda in classifica, buio totale per i padroni di casa.

In redazione Matteo Carraro