Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

1^ giornata – Parte bene il Gavirate, Morazzone sconfitto di misura. Scoppola Fagnano

GAVIRATE – Buona la prima per il Gavirate, che comincia con il piede giusto il campionato battendo la Besnatese tra le mura amiche per 2-1. Una gara piena di emozioni specialmente nel finale, sbloccata dall’estro di Tartaglione, che prima si procura il calcio di rigore e poi lo realizza. Nella ripresa arriva il pareggio degli ospiti con un gran tiro di Bonizzoni, ma nel recupero Bertani riesce a regalare i tre punti ai suoi.

gaviratePRIMO TEMPO: la partita è animata fin dai primi minuti, con il Gavirate che esercita un efficace pressing sulla prima costruzione avversaria, mentre la Besnatese costruisce bene sulla destra grazie all’attività di Bonfante e Caccia. Bisogna aspettare però il decimo minuto per vedere il primo tiro in porta della gara, quando i movimenti in area del Gavirate liberano la conclusione di Carretta in area, la cui respinta è seguita dalla botta dal limite di Comani, con Caputo che si fa trovare pronto. Anche gli ospiti si rendono pericolosi, quando Caccia resiste contro Esteri e mette in mezzo un pallone insidioso sul quale non riesce ad arrivare Bonfante. Intorno al quarto d’ora un bel cross di Cortez permette a Tartaglione di colpire di testa, ma la palla è alta sopra la traversa. La parte centrale del primo tempo non regala particolari emozioni, anche se con il passare dei minuti gli ospiti acquistano coraggio e concludono più di una volta verso la porta difesa da Teseo, senza però essere eccessivamente pericolosi. Su una punizione dal limite il Gavirate effettua uno schema quasi perfetto: Caon pesca il taglio verso l’esterno di Lercara, che mette un filtrante rasoterra in mezzo all’area sul quale Carretta non riesce ad arrivare. Sembra che la gara debba sbloccarsi con un episodio, e questo arriva al 37’, quando Tartaglione scatta in area, controlla il pallone e sposta la palla causando l’intervento da rigore su di lui da parte di Caputo. Sul dischetto si presenta il numero 7, che insacca senza problemi per il vantaggio del Gavirate. Qualche minuto dopo ci prova Carretta da fuori area, ma il suo sinistro è alto. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 1-0.

besnateseSECONDO TEMPO: la ripresa comincia su ritmi molto bassi, con il Gavirate a dettare il ritmo con il suo palleggio mentre gli ospiti aspettano. Una bella iniziativa di Bonfante porta una punizione dal limite per la Besnatese, ma Dall’Omo non riesce a centrare la porta difesa da Teseo. L’occasione più grossa per gli ospiti arriva grazie ad una enorme incomprensione tra Esteri e Teseo, con Vendemmiati che ne approfitta e colpisce il pallone quanto basta per indirizzarlo verso la porta, ma la sfera accarezza il palo ed esce fuori. Anche il Gavirate ha una grande opportunità quando una grande palla di Comani libera Tartaglione in area, ma un gran riflesso di Caputo evita il raddoppio dei padroni di casa. Dopo un paio di minuti gli ospiti sfiorano ancora il pareggio con una gran discesa di Brivio sulla sinistra, capace di mettere in mezzo un gran pallone che Vendemmiati spara alto a due passi dalla porta. La parte centrale della ripresa è confusionaria, molto fisica, con tanti lanci lunghi e qualche occasione per entrambe le squadre, specialmente una per il Gavirate quando Carretta controlla in area ma non riesce a superare Caputo. Ancora Caputo, decisamente meglio tra i pali che in uscita, ferma il guizzo di Lercara che era scattato alle spalle dei difensori centrali della Besnatese. Nel finale si sente la stanchezza della Besnatese, che lascia spazio alle iniziative offensive del Gavirate, incapace però di raddoppiare, anche perché la manona di Caputo salva la porta da una bellissima punizione di Caon. Quando la gara sembra ormai segnata, ecco che arriva la solita discesa sulla sinistra di Brivio, che mette in mezzo una palla insidiosa, sulla quale non ci arriva Teseo in uscita, ma bensì Bonizzoni, che con una gran botta di sinistro regala il pareggio ai suoi. La gioia della Besnatese dura poco, perché il Gavirate riprende il vantaggio quando Seno tira una gran botta da fuori, e sulla ribattuta Bertani solo soletto insacca, prima di essere festeggiato da tutti i compagni. La gara si conclude sul punteggio di 2-1.

Genovesi (all. Gavirate): “Sicuramente per il lavoro che stiamo facendo è il giusto premio, c’è felicità da parte di tutti, ci sono delle cose da migliorare, siamo partiti bene. Dopo l’1-0 abbiamo avuto altre occasioni e non siamo stati cattivi al punto giusto, la partita si è riaperta e siamo stati bravi a chiuderla. Noi cerchiamo di portare avanti il nostro lavoro, oggi non abbiamo sfruttato molte occasioni, la Besnatese gioca a calcio e crea molto difficoltà. La società ha creato una rosa che ci permette di affrontare bene due competizioni, nella gara infrasettimanale daremo più spazio ai giovani che hanno dimostrato di saper fare tanto. Ci credevamo nella vittoria, noi cerchiamo sempre di vincere.
Rasini (all. Besnatese): “Fa sicuramente male, perché i ragazzi hanno dimostrato di giocarsela contro una della favorite. Prendere gol a 2 minuti dalla fine fa male per il morale. Mettere in difficoltà il Gavirate su questo campo è già qualcosa, ci rimane una grande prestazione. Abbbiamo fatto 25 minuti molto buoni dove li abbiamo messi in difficoltà, poi nel secondo tempo abbiamo rischiato qualcosa e abbiamo avuto le nostre chance, dobbiamo rialzare subito la testa, mercoledì c’è la coppa, proviamo a passare il turno e vediamo cosa accadrà. L’obiettivo è quello di salvarsi, poi vedremo se riusciamo a fare qualcosa di più. Credo che la rosa sia questa, aspettiamo un paio di giocatori che devono recuperare ma siamo a posto così.”

I MIGLIORI
Gavirate: Tartaglione 6.5: il più attivo nel reparto offensivo del Gavirate. Bravo sia nel raccordare il gioco che nel dettare la profondità, si procura il rigore e lo realizza.
Besnatese: Brivio 6.5: il terzino sinistro della Besnatese garantisce una spinta costante e, specialmente nel secondo tempo, si rende pericoloso con le sue proiezioni offensive. Suo anche l’assist per il gol di Bonizzoni).

GAVIRATE – BESNATESE  2-1 (1-0)
Gavirate: Teseo, D’Amico, Nyanzu Aka (13’ st Scotti), Esteri, Comani, Candeliere, Tartaglione (31’ st Seno), Caon (45’ st Bertani), Carretta (40’ st Montagner), Cortez Aguirre (24’ st Masinari), Lercara L. A disposizione: Massacra, Masinari, Scotti, Clerici, Lercara A. , Montagner, Seno, Pezzi, Bertani. All: Genovesi.
Besnatese: Caputo, Bonizzoni, Brivio, Mancuso (29 st Delodovici), Passafiume, Comani, Bonfante, Dani (1’ st Cesaro), Caccia, Dall’Omo (40’ st Randon), Vendemmiati. A disposizione: Tortorella, Gennari, Delodovici, Cova Caiazzo, Cesaro, De Angelis, Randon, Martignoni, Lanzo. All: Rasini
Arbitro: Viola di Abbiategrasso (Alimani-Turra).
Marcatori: pt: Tartaglione r. 37’ (G) st: Bonizzoni 42’ (B), Bertani 47’ (G).
Ammoniti: Pt: Caon 22’ (G), Vendemmiati 33’ (B) St: Passafiume 29’ (B).

Inviato Marco Mastrorilli

____________________________________________________________________________

fagnanoFAGNANO – In questa prima giornata di campionato, il Fagnano guidato da Mattavelli ospita i neo-promossi del Sadriano. Dopo un primo tempo ad alta intensità, il risultato è di 0-1. Al triplice fischio del direttore di gara, il match termina 1-4.

PRIMO TEMPO – La formazione di casa scende in campo con un 4-3-2-1, con Mattia Manuzzato e De Rosa alle spalle della punta Denis Manuzzato. Rispondono gli ospiti con un 4-3-3, con il trio d’attacco Rossi-Ghidoli-Savarese. Il match inizia in modo equilibrato, con entrambe le squadre allungate e impegnate in un buon pressing. Nella metà campo di casa, dopo un rimpallo su calcio d’angolo, Di Davide da fuori area spara un sinistro potente, che però manca di precisione e finisce fuori dai pali. Insiste il Sedriano, abile a ripartire a centrocampo. Siamo al 9′ quando Di Davide, smarcatosi al limite dell’area, riceve un buon pallone e calcia un rasoterra che colpisce il palo alla sinistra di Bertagnoli. I ritmi sono alti e il gioco è molto offensivo da parte dei due schieramenti. La partita si sblocca al 21′ su un corner a favore degli uomini di Galli. Savarese, libero in area a pochi passi da Bertagnoli, colpisce di testa e gonfia la rete. Il Fagnano cerca di reagire subito per raddrizzare la partita. Al 23′ si segnala una buona azione di Salatino, che ruba palla a centrocampo e si invola sulla fascia sinistra superando gli avversari. Cerca poi la porta ma il tiro è troppo debole e Cukaj para senza problemi. Sedriano vicino al raddoppio al 29′, quando un errore di Bertagnoli serve un pallone d’oro a Ghidoli, che calcia a tu per tu con il portiere, bravo in quest’occasione a respingere in calcio d’angolo. Dopo una manciata di minuti, Savarese dalla fascia destra si accentra pericolosamente e con un sinistro preciso trova Rossi solo davanti a Bertagnoli, che tira fuori dal cappello un gran salvataggio. Nell’altra metà campo, siamo al 35′ quando Mattia Manuzzato prova la giocata individuale e scarica un buon destro da fuori area; il tiro, tuttavia non impensierisce Cukaj, che para con sicurezza. Sempre Manuzzato dopo un paio di minuti cerca il fratello Denis con un pallonetto, ma il passaggio è troppo lungo e Cukaj fa sua la sfera. Insiste ancora il Fagnano in quest’ultima fase della partita, che vede anche una traversa di Lepori dai venti metri circa. Ci tenta anche De Rosa al 41′, dopo una buona verticalizzazione di Mattia Manuzzato, ma la sua conclusione finisce alta. Dopo un minuto di recupero, il direttore di gara manda gli uomini negli spogliatoi sul risultato di 0-1.

sedrianoSECONDO TEMPO – Un cambio alla ripresa tra le fila del Fagnano, con Abati che entra al posto di De Rosa. Nessuna sostituzione, invece, nella formazione milanese. Dopo solo 2 minuti di gioco Compagnone salva sulla linea, sventando il pericolo del raddoppio. Riparte subito il Fagnano con un buon contropiede: Mattia Manuzzato accelera e prova la conclusione dalla distanza, che esce davvero di poco. Siamo al 6′ quando Di Davide mette in difficoltà Bertagnoli con un rasoterra che rimbalza infidamente a pochi centimetri dalla porta. Buona giocata di Bonomelli al 10′ che entra pericolosamente in area ma non riesce a concretizzare. Nell’altra metà campo Abati cerca di aprirsi un varco in area, ma al momento di concludere colpisce male e il pallone schizza lontanissimo dalla porta. A partire dal primo quarto d’ora, iniziano a percepirsi segnali di nervosismo nei due schieramenti, che si lasciano scappare qualche intervento falloso di troppo. Siamo al 18′ quando Bonomelli dalla fascia destra serve in area con un gran pallone Savarese, che colpisce sicuro e insacca per la seconda volta la porta di Bertagnoli. Il Fagnano, però, non ci sta e prova subito a ridurre le distanze. Bernasconi trova Denis Manuzzato a pochi passi dalla porta, ma l’attaccante si lascia sfuggire questa ghiotta opportunità e il pallone finisce fuori di poco. Dopo pochi minuti è il fratello Mattia a far rabbrividire l’area del Sedriano con un colpo di testa in torsione, parato da un ottimo Cukaj. Nell’altra metà campo, invece, Rossi spiazza Bertagnoli portando il risultato sullo 0-3. Nonostante lo svantaggio, gli uomini di Mattavelli non perdono la grinta e dopo pochi minuti Mattia Manuzzato spiazza Cukaj da dentro area con un tiro di potenza. C’è ancora tempo per altre emozioni in questa prima giornata: siamo al 43′ quando Groe chiude definitivamente il match inserendo anche il suo nome nel tabellino. 1-4 sul campo del Fagnano.

I COMMENTI
Mattavelli (allenatore Fagnano): “Un risultato pesante a vedere il tabellino perché i quattro goal sono stati esagerati, ma cerco sempre di vedere il lato positivo di ogni match. La partita di oggi ha evidenziato le nostre mancanze, quindi in settimana dovremo lavorare su tutto quello che non è andato bene. Abbiamo tanti ragazzi fuori quota che devono crescere e avere più personalità. Sono comunque contento della prestazione: i miei giocatori hanno dimostrato carattere fino alla fine”.
Galli (allenatore Sedriano): “Oggi la partita era un grande punto di domanda perché venivamo a giocare fuori casa su un campo difficile contro una squadra che lotta con grande determinazione. Gli avversari, infatti, ci hanno messo in difficoltà, ma siamo stati bravi a concedere poco e a concretizzare le azioni, quindi sono contento di questa vittoria meritata. Ora ci aspetta la Coppa in settimana: ci teniamo ad andare avanti e fare bella figura in casa. Poi domenica attendiamo il CAS che già l’anno scorso ci ha dato battaglia”.

I MIGLIORI IN CAMPO
Manuzzato M. (Fagnano) 7.5 – 
Un vero e proprio trascinatore dal primo al novantesimo minuto. Ottima prestazione in fase di costruzione, coronata da un goal più che meritato.

Savarese (Sedriano) 8 –  Segna una doppietta ed è una presenza possente in attacco, un vero e proprio punto di riferimento per la sua squadra.

IL TABELLINO
FAGNANO – SEDRIANO 1-4 (0-1)
Fagnano
: Bertagnoli 5, Compagnone 6.5 (dal 30′ Caprioli 6), Salatino 5.5, Lepori 6.5, Paolillo 6, Garzonio 6, Manuzzato M. 7.5, Mastromarino 6 (dal 24′ st Beltemacchi 6), Manuzzato D. 5.5, De Rosa 6.5 (dal 1′ st Abati 6), Bernasconi 6. A disposizione: Gajeta, Caprioli, Pecoraro, Beltemacchi, Abati, Panizza, Guarino, Gagliardi. Allenatore: Mattavelli.
Sedriano: Cukaj 6.5, Oliva 6.5 (dal 32′ Di Benedetto), Vitagliano 6.5, Rossi M. 6.5, Di Davide 7, Raimondi 6.5, Bonomelli 6.5, Citro 6.5 (dal 40′ st Criscione sv), Rossi A. 7, Ghidoli 6.5 (dal 24′ st Groe 6.5), Savarese 8 (dal 28′ Paoluzzi 6). A disposizione: Bertolotti, Luci, Di Benedetto, Gentile, Criscione, Groe, Trezzi, Galbiati, Paoluzzi. Allenatore: Galli.
Arbitro: Sacchi (Letterio, Zanichelli)
Marcatori: pt: 21′ Savarese (S); st: 18′ Savarese (S), 26′ Rossi A. (S), 36′ Manuzzato M. (F), 43′ Groe (S).
Note: Giornata inizialmente serena, poi piovosa. Terreno in condizioni soddisfacenti. Spettatori circa 150. Ammoniti: Compagnone (F), Rossi (S), Salatino (F), Mastromarino (F), Di Benedetto (S). Calci d’angolo: 4-6. Recupero: 1’+3’

Inviata Silvia Alabardi

______________________________________________________________

MORAZZONE – Esordio col botto per Ivan Stincone sulla panchina dell’Universal Solaro che espugna 2-1 il campo del Morazzone. Partita all’insegna dell’equilibrio: apre Cisse al 21’ su un brutto errore di Colavito e tocca a Bosetti al 28’ rimettere in carreggiata i padroni di casa. Nel secondo tempo bel gioco, ma poche occasioni da gol: a decidere il match ci pensa all’83’ la zampata di Lancellotti appena entrato in campo. Morazzone rimandato al prossimo esame.

morazzonePRIMO TEMPO – Battesimo di fuoco per mister Stincone che sfida subito la sua ex squadra, e lo fa scegliendo un compatto 4-4-2: tra i pali Piuri che con Franco e Cetti terzini e la coppia di centrali Greco-Parisi completa il pacchetto difensivo ospite. Mercorillo e Capelli a centrocampo sono affiancati da Carà e Somaini larghi che in fase offensiva danno man forte a Niesi e Cisse. Mister Lorenzi al debutto sulla panchina del Morazzone opta invece per il 4-2-3-1 con bomber Ghizzi supportato da Vezzoli, Petruzzellis e Sanfilippo; in mezzo al campo Libralon e Loielo schermano la linea difensiva composta da Colavito, Egnoletti, Bosetti e Corti. Parte forte il Morazzone con Ghizzi che al 3’ viene pescato in area piccola, ma è bravo Piuri in uscita a chiudere ogni spiraglio e a bloccare il tentativo in extremis di tacco. L’Universal Solaro risponde al 12’ con la punizione di Mercorillo, che però è respinta dalla barriera. Cinque minuti più tardi buono scambio sull’out di sinistra fra Vezzoli e Corti che porta il terzino al cross basso per Ghizzi, con Greco che respinge col corpo la violenta conclusione dell’attaccante. Sembra un buon momento per il Morazzone, ma al 21’ passano gli ospiti: disastro difensivo di Colavito che prova ad appoggiare di testa al portiere, ma calibra male e sul pallone si avventa Cisse che non ha difficoltà a scartare Martignoni e a depositare in rete. Sulle ali dell’entusiasmo il Solaro continua ad attaccare e sfiora l’immediato raddoppio: Cisse supera un troppo morbido Bosetti e serve a rimorchio per Capelli che però svirgola malamente dall’altezza del dischetto. Qualche istante dopo Martignoni fa suo i tentativo di punta di Niesi. Ma proprio nel momento di maggior difficoltà il Morazzone trova il pari con Bosetti al 28’ che ribadisce in rete di testa la respinta di Piuri sulla girata di Sanfilippo, ottimamente innescato da Vezzoli. Alla mezzora comincia un’intensa pioggia con qualche chicco di grandine, ma il match non ne risente e il terreno tiene alla perfezione. La partita nel complesso è equilibrata e al 38’ è Martignoni a mantenere l’equilibrio compiendo una spettacolare parata sulla girata di testa di Greco. In chiusura di tempo squilli Morazzone con Vezzoli che dopo un’ottima transizione offensiva scarica un destro deviato in angolo dalla difesa ospite. Dopo un minuto di recupero il direttore di gara rimanda le squadre negli spogliatoi e nello stesso istante smette di piovere.

solaroSECONDO TEMPO – Nuovo scroscio di pioggia in avvio di ripresa. I padroni di casa sudano freddo quando Colavito appoggia di testa a Martignoni, ma questa volta è preciso nel retropassaggio. Il Morazzone prova a farsi avanti al 12’ con la conclusione di Sanfilippo su sponda di Ghizzi e al 13’ con Petruzzellis dalla distanza senza però impensierire Piuri. L’Universal Solaro comincia ad alzare la pressione offensiva e il Morazzone arretra, provando a colpire in contropiede. Proprio in ripartenza arriva la miglior occasione della ripresa per gli uomini di Lorenzi, con Ghizzi che lancia Petruzzellis in area, ma il suo diagonale strozzato finisce largo sul palo. Proprio quando sembra che la partita sia destinata ormai a concludersi in pareggio, Cisse si gira improvvisamente dal limite e scarica un sinistro sporco che attraversa tutta l’area sul quale si avventa il neoentrato Lancellotti che tocca il suo primo pallone scaraventandolo alle spalle di Martignoni per il 2-1 ospite. Il Morazzone accusa il colpo e non riesce a reagire, mentre Lancellotti cerca addirittura la doppietta nel recupero, ma colpisce l’esterno della rete. Dopo quattro minuti di extra-time arriva il triplice fischio che sancisce definitivamente la vittoria dell’Universal Solaro che espugna il sintetico di Morazzone.

I MIGLIORI IN CAMPO
Vezzoli (Morazzone) 6
: partita equilibrata, Vezzoli prova ad accendere la scintilla, ma non riesce a trovare l’intuizione giusta.
Cisse (Universal Solaro) 7: con la sua fisicità è la spina nel fianco della difesa avversaria: da vero rapace d’area si avventa sul retropassaggio errato di Colavito e fulmina Martignoni, poi propizia il gol di Lancellotti. La vittoria porta la sua firma.

I COMMENTI
Alessandro Lorenzi (allenatore Morazzone): “Non è l’esordio che immaginavo. È mancata attenzione nei dettagli e soprattutto nella ripresa abbiamo perso il contatto visivo con l’uomo. Avremmo potuto concretizzare qualche occasione, ma anche qui è mancata attenzione. Abbiamo registrato anche un calo fisico, che può starci in questa fase, ma sul quale dobbiamo lavorare. In ogni caso chiedo più attenzione e cattiveria, dato che mi aspetto che i giocatori tecnici diano la svolta alla squadra nei momenti di equilibrio. Non dobbiamo comunque fasciarci la testa: il primo gol subìto è stato un infortunio, il secondo è stato un episodio che ci ha detto male. In ogni caso ci sono anche segnali positivi ed è da quelli che dobbiamo partire, considerando anche che la squadra si conosce ed è già consolidata”.
Ivan Stincone (allenatore Universal Solaro): “Volevamo iniziare con una vittoria e lo abbiamo fatto, in una partita che sapevamo essere difficile. Nel primo tempo è mancato qualcosa, sia in fase di impostazione che nei momenti di non possesso; nella ripresa siamo decisamente migliorati, abbiamo alzato il baricentro e siamo riusciti a innescare l’episodio del gol. Probabilmente sarebbe stato più giusto un pari, ma abbiamo avuto il merito di cercare questa vittoria fino in fondo. Obiettivi? Il primo passo è diventare una squadra, cosa che ancora non siamo perché ci vuole tempo: dobbiamo avere più personalità, essere consapevoli delle nostre potenzialità e sfruttare i nostri punti di forza. Chiaramente i risultati danno fiducia e aiutano a crescere, ma dobbiamo ragionare partita per partita. Ho una rosa ampia, tecnica e fisica, dal potenziale ancora inespresso e potremo toglierci grandi soddisfazioni”.

IL TABELLINO
MORAZZONE – UNIVERSAL SOLARO 1-2 (1-1)
Morazzone
: Martignoni 6, Colavito 5, Corti 6 (43’ st Giordano sv), Libralon 6, Egnoletti 6 (18’ st Canazza 6), Bosetti 6, Petruzzellis 6 (30’ st Gerevini sv), Loielo 6, Ghizzi 5.5, Vezzoli 6, Sanfilippo 6 (28’ st Pinna sv). A disposizione: Zerboni, Dal Molin, Pascale, Pozzi, Bovo. Allenatore: Lorenzi
Universal Solaro: Piuri 6, Franco 6, Cetti 6, Capelli 6, Greco 6 (33’ st Quaglia sv), Parisi 6, Somaini 6 (37’ st Lancellotti 7), Mercorillo 6.5, Cisse 7 (40’ st Pianta sv), Carà 6, Niesi 5.5 (16’ st Pizzato 6). A disposizione: Scolfaro, Aloi, Ranieri, Piccolo, Marineiello. Allenatore: Stincone
Arbitro: Longhi di Crema (Martin-Stracquadaini di Seregno)
Marcatori: pt: 21’ Cisse (US), 28’ Bosetti (M); st: 38’ Lancellotti (US)
Note: nuvoloso con scrosci di pioggia, campo in ottime condizioni. Spettatori: circa 150. Ammoniti: Ghizzi (M), Carà (US), Pizzato (US), Martignoni (M). Angoli: 4-3. Recuperi: 1’+4’

Inviato Matteo Carraro

______________________________________________________________________

RISULTATI 1^ GIORNATA E CLASSIFICA

LE ALTRE PARTITE 

CAS SACCONAGO – UBOLDESE 1-1 (1-0)
Cas Sacconago
: Heinzl, Maestri (43’ st Grimaldi), Finato, Napolitano, Tirelli, Oldani (1’ st Cavaleri), Brusa, Nardone, Berton (47’ st Negri), Caccia (31’ st Adejumobi), Gomaa (44’ st Amato). A disposizione: Ferni, Gallazzi, Mariani, Castiglioni. Allenatore: Cau
Uboldese: Giglio, Sponga, Roccheggianni (7’ st Besati), Colombo, Valenzano, Bartucci, Di Dio, Maiorano, De Milato, Martucci, Arrigoni (44’ st Emiliano). A disposizione: Trubia, Naldi, Masserini, Schiattarella, De Carlo, Cusimano, Sorrentino. Allenatore: Maestroni
Arbitro: Gabbio di Crema (Casale-Grimaldi di Legnano)
Marcatori: pt: 31’ Gomaa (C); st: 15’ Sponga (U)
Note: st: 35’ espulso Nardone (C) per doppio giallo.

Comincia con un punto l’avventura del Cas in Promozione, ottenuto contro un avversario ostico. Primo tempo dominato dal Cas con Berton, in giornata no, che si fa parare un rigore da Giglio al 7’. Il Cas passa comunque in vantaggio con Gomaa, imbeccato da Brusa, che a tu per tu con l’estremo difensore avversario non sbaglia. Nella ripresa il match si fa più equilibrato e gli ospiti trovano la rete del pari al 15’ con Sponga che in mischia riesce a trovare lo spunto vincente per superare Heinzl. Poco dopo Berton non centra lo specchio di testa da buona posizione, e a dieci minuti dalla fine l’espulsione di Nardone costringe gli uomini di Cau a difendersi. L’Uboldese prova a cercare il gol dei tre punti, ma Bartucci viene fermato dal palo.

_________________________________________________________________

BASE 96 – VITTUONE 0-1 (0-1)
Base 96: Frontino, Serafini, De Petri, Cicola (10’ st Carraro), Quitadamo, Arienti (35’ st Sanseverino), Filomeno (12’ st Scavo), Molteni (16’ st Elezi), Ponti, Panin, Ingribelli (25’ st Giglio). A disposizione: Assanelli, Rose, Vicario, Cossa. Allenatore: Castellazzi
Vittuone: Malerba, Pisoni, Razzini, Pepe (21’ st Musso), Iacono, Foresti, Battaglia (15’ st Fedeli), Granata, Maugeri (21’ st D’Alterio), Gemmi, Dibitetto (37’ st Bottara). A disposizione: Previtali, Bianchi, Abate, Serinelli, Riva. Allenatore: Annoni
Arbitro: Cravero di Busto Arsizio (Gadda di Busto Arsizio – Trotta di Gallarate)
Marcatori: pt: 43’ Maugeri (V)

Esordio amaro per la Base96 che viene superata tra le mura amiche per 1-0 dal Vittuone. Primo tempo equilibrato, anche se sono gli ospiti a gestire il pallino del gioco. L’episodio chiave arriva al 43’ quando il direttore di gara concede un rigore al Vittuone. Dal dischetto si presenta Maugeri, e Frontino para, ma l’arbitro fa ripetere il penalty; ancora una volta Frontino respinge la conclusione, ma il pallone torna fra i piedi di Maugeri che ribatte in rete. Nel secondo tempo emerge con rabbia la Base96, ma complice un Malerba in giornata di grazia il pareggio non arriva: l’estremo difensore è infatti miracoloso sulla conclusione a botta sicura di Carraro a metà ripresa, mentre l’imprecisione nega il gol a Scavo, il cui colpo di testa sfiora il palo.

_________________________________________________________________

MAGENTA – VIGHIGNOLO 2-2 (2-2)
Magenta
: Cotugno, Decio, Pravettoni, Garavaglia, Candiano, Turconi, Rampinini, Azzarone, Ferrario, Cotugno, Italia. A disposizione: Temporiti, Paparella, Gannì, Chiodini, Baldelli, Mazzucchelli, Bencivenga, Cardia, Marise. Allenatore: Gandini
Vighignolo: Amadori, Lavano, Airoldi, Rossi, Drago, Ambroso, Sala, Moi, Maraschino, Lolli, Crippa. A disposizione: Lardera, Cota, Guerrini, Maccarone, Tanzi, Bascafè, Bruschi, Mazzoleni, D’Angelo. Allenatore: Pistone
Arbitro: Saffioti di Como (Camelia-Mazzarella di Gallarate)
Marcatori: pt: 10’ Italia (M), 21’ rig. Rampinini (M), 43’ Ambroso (V), 47′ Maraschino (M)
Note: st: 30’ espulso Airoldi (V) per doppio giallo

Magenta e Vighignolo si dividono la posta in palio al termine di una partita combattuta ma alla fine vincerà a tavolino il Magenta perchè il Vighignolo ha schierato lo squalificato Bascapè. Partono forte i padroni di casa con Italia che, raccolta palla in area, si libera del suo marcatore e trafigge Amadori con un diagonale. Lo stesso Italia si guadagna al 21’ il rigore che Rampinini trasforma per il 2-0. Col doppio svantaggio il Vighignolo inizia a farsi vedere in avanti e nel finale di frazione prima dimezza le distanze con l’inzuccata di Ambroso sugli sviluppi di un corner, e poi pareggia i conti con Maraschino che non spreca il traversone giunto sui suoi piedi. Nella ripresa i padroni di casa provano a tornare avanti, ma Amadori abbassa la saracinesca e nega il gol prima a Rampinini e poi a Cotugno. Nel finale il Magenta cala fisicamente mentre gli ospiti, rimasti in dieci per l’espulsione di Airoldi, si trincerano in difesa e non concedono occasioni.

_________________________________________________________________

UNION VILLA CASSANO – GORLA MAGGIORE 0-0 (0-1)
Union Villa Cassano: De Stefano, Omodei, Giordano, Toma, Mazzotta, Vesco, Fusco, Brebbia, Rondanini, Shala K., Pedroni (35’ st Gashi). A disposizione: Dosoli, Giberti, Magini, Iacovino, Muharemi, Shala D., Mazzuchelli. Allenatore: Visentin
Gorla Maggiore: Ceveli, Ferro, Hushi, Rivoltella, Caristina, Paolillo (21’ st Antonini), Puricelli, Chiarion, Gualtieri (11’ st Gallo), Ippolito, Mahracha (6’ st Ostuni). A disposizione: Novello, Di Simone, Coltraro, Bene, Macchi. Allenatore: Contaldo
Arbitro: Malerba di Sesto San Giovanni (Borella di Saronno – Minniti di Legnano)
Marcatori: st: 43’ rig. Puricelli (G)

Grande risultato per il Gorla che si presenta nella nuova categoria assicurandosi il derby contro un’Union Villa Cassano ancora distante dalla miglior condizione. Match sottotono con i padroni di casa che provano a condurre il gioco nel primo tempo, ma senza particolari occasioni da rete. Brivido a inizio ripresa per il Cassano quando Chiarion si divora un gol, ma anche nella ripresa faticano ad esserci episodi degni di nota. Al 43’ Giordano atterra Puricelli in area: per l’arbitro è rigore, ed è lo stesso Puricelli a spiazzare De Stefano per il gol che vale la vittoria. Nel finale protagonista Ceveli che nega il pari prima a Rondanini e poi a Fusco.

_________________________________________________________________

MEDA – OLIMPIA CALCIO 1-0 (0-0)
Meda
: Cassina, Pozzoli, Martino (29’ st Perani), Di Pentima, Sala, Ronzoni, Cutuli, Di Noto, Porta, Battaglino, Maugeri. A disposizione: Biffi, Bonacina, Orsenigo, Castella, Bernareggi, Cesarotti, Bottos, Fraternali. Allenatore: Cairoli
Olimpia Calcio: Rossi, Calizzi, Silva, Manera, Zecchini, Visconti (27’ st Confeggi), Sassi, Martinoia, La Iacona, Moro (12’ st Cotarelo), Cavallaro. A disposizione: Rinaldi, Lovergine, Keller, Chiurato, Pradelli, Ovalle, Piazza. Allenatore: Rinaldi
Arbitro: Guarino di Abbiategrasso (Ferrais-Adragna di Milano)
Marcatori: st: 43’ Maugeri (M)

Buona la prima per il Meda che inizia il suo campionato mettendo in cascina i tre punti contro una sempre ostica Olimpia. Partita maschia, combattuta, non sono mancati i cartellini gialli, ma sempre nel rispetto dell’avversario. Match comunque equilibrato, con occasioni da ambo le parti, ma a spuntarla sono i padroni di casa che passano al 43’ della ripresa con l’inzuccata di Maugeri.

In redazione Matteo Carraro