Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Vince Torino, passo indietro per l’OJM

Pavia - Torna in campo per il Memorial Di Bella la Pallacanestro Varese che cerca ulteriori buone conferme a quanto mostrato sul parquet di Desio con una crescita corale, ma anche dei vari singoli all’interno del sistema di coach Caja. Di fronte una Torino non ancora al completo con Taylor appena arrivato e Wilson che deve ancora aggregarsi al gruppo mentre McAdoo non ha giocato per un problema a una caviglia. Gara disputata sull’anomala distanza dei 36′ anzichè 40′, ma ciò non toglie che si è vista una Varese spenta in terra pavese. Troppi errori e mancanza di fluidità in attacco per i biancorossi che nella ripresa han pagato dazio anche in difesa subendo 38 punti in 16′. Insomma, un passo indietro lungo e ben disteso rispetto a Desio con la possibile attenuante della stanchezza: 3 gare in 5 giorni non sono certo facili da assimilare per nessuno.

FOTOGALLERY 02 pall va-torino 08 pall va-torino scrubb 15 pall va-torino

 

 

LA DIRETTA

Primo quarto
Ci vogliono quasi 3′ per il primo canestro che arriva per Varese mentre Torino fatica a trovare non solo il canestro, ma anche il ferro. Un bel passaggio dentro di Bertone per Cain vale il 4-0 del 4′. Fuga biancorossa già al 6′ con Ferrero che imbuca la tripla piedi a terra: 9-2 con una difesa spietata che costringe Torino già a due infrazioni di 24″. E’ una OJM magari non bellissima da vedere, ma che dietro non concede nulla a Torino che non ha mai un tiro libero e quando Iannuzzi recupera il rimbalzo e segna il tabellone recita 13-4 al 9′.

Secondo quarto
Quintettone con Natali e Scrubb esterni insieme a Ferrero, Iannuzzi e Tambone col capitano che sigla subito il massimo vantaggio: 15-4 all’11′. Gara dai molti errori su ambo i fronti con Varese che spreca parecchio in attacco e al 14′ il punteggio recita 15-6. Fiat che insiste nel tiro da fuori con risultati pessimi mentre Varese sfrutta la superiorità a rimbalzo per trovare secondi possessi: su uno di questi Tambone realizza dai 6,75 il 18-6 del 17′. Finisce 21-12 il secondo periodo con una Varese che si è in sostanza adeguata al basso contenuto tecnico di Torino.

Terzo quarto
Parte forte Torino con uno 0-4, ma poi Varese fa girare la palla e Moore colpisce dall’angolo dai 6,75: 24-16 al 21′. Mani che, però, non vogliono proprio saperne di scaldarsi e al 23′ siamo sul 25-18. Varese che si ferma con palle perse e altri errori e Torino risale con un contropiede di Stojanovic: 25-22 al 24′. Parziale aperto di 0-9 pro Torino con sempre Stojanovic che infila bomba dall’angolo per il primo vantaggio piemontese: 25-27 al 26′. Rottura che viene stoppata da parte di Ferrero in uno dei rari sprazzi di buon basket: palla che gira veloce e tripla del capitano replicata subito dopo da Tambone: 31-27 al 27′. Particolare: il quarto è durato solo 8′, non sappiamo se per errore o altro.

Quarto quarto
Anche l’ultimo periodo dura 8′: probabile, a questo punto, un accordo tra le due formazioni visto anche che Torino ha solo 7 giocatori in rotazione. Torino mette nuovamente la freccia, ma un sussulto di Scrubb dall’arco vale il 34-33 del 30′. Serie di sorpassi e controsorpassi con la difesa bosina leggerina in questo frangente: 38-37 al 32′. OJM che deraglia anche in attacco con scelte sbagliate e tante, troppe palle perse in questo periodo: Cotton segna in penetrazione il 38-43 del 34′ che sembra già decisivo. Negli ultimi 2′ un antisportivo sfruttato a metà per Varese, ma su un errore difensivo biancorosso Torino punisce con la tripla che decide il match e permette ai piemontesi di aggiudicarsi il Memorial Di Bella.

Openjobmetis Varese – Fiat Torino 43-50 (13-4, 21-12, 31-31)
Varese: Archie 1 (0/2, 0/3), Iannuzzi 2 (1/2), Natali (0/1, 0/1), Scrubb 7 (1/3, 1/5), Verri ne, Tambone 6, Cain 9 (4/4), Ferrero 11  (1/4, 3/6), Moore 5 (1/2, 1/5), Bertone 2 (1/4), Borsato ne. Allenatore: Caja.
Torino: Anumba 6, Carr, Poeta ne, Delfino 10, Stojanovic 13, Cotton 11, Demetrio 10, Cusin, Guaiana, McAdoo ne. Allenatore: Brown.

Matteo Gallo