Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Serie D, Varese Calcio

Varese-Como, una “guerra” di quasi cent’anni

Il 10 settembre scorso, un gol di testa di Daniele Molino a 7’ dal 90’ gelò Masnago e consegnò al Como la vittoria nel derby, interrotto per un quarto d’ora per i prevedibili scontri tra gli ultrà delle due squadre, nella “terra di nessuno” lasciata impresidiata. Il blitz della squadra azzurra, ancora in cantiere, al “Franco Ossola” face capire che il Varese di mister Iacolino, reduce dal pareggio ottenuto allo scadere nell’esordio in campionato sul campo del Borgaro, non avrebbe disputato una stagione da protagonista. Domenica i biancorossi tornano al “Sinigaglia”quasi nove anni dopo il pareggio ottenuto il 30 agosto 2009, nel campionato di serie C, grazie a una rete di Giulio Ebagua al 24’ del primo tempo, pareggiata al 14’ della ripresa, con un tiro dal dischetto, da Michele Franco, il terzino “diesel” che in seguito avrebbe vestito la casacca biancorossa.

LA PRIMA VOLTA QUASI CENT’ANNI FA – Correva l’anno 1920 quando a Saronno, l’8 febbraio, Varese e Como si disputarono in uno spareggio la permanenza nella massima serie, dopo che avevano terminato il girone di qualificazione regionale appaiati all’ultimo posto.  All’andata i varesini ancora biancoviola avevano vinto 2-0 ma al ritorno, in terra comasca, erano stati sconfitti per 5 reti a 3. I tempi regolamentari dello spareggio-salvezza si conclusero in parità: ai lariani passati in vantaggio su rigore al 20’ aveva risposto, al 34’, il varesino Marelli. Il successo arrivò a 2’ dalla fine del secondo tempo supplementare, quando Vedani II fiondò nella rete comasca un preciso cross dalla destra di Garofani. Le due compagini si ritrovarono di fronte due stagioni dopo nella stessa categoria e in terra comasca I biancoviola uscirono sconfitti per 7 a 1.

UN BILANCIO IN EQUILIBRIO -  Le due squadre hanno incrociato le armi in campionato ben quarantacinque volte dal 1928, quando il Como, che si era appena fuso con l’Esperia, si chiamava Comense, fino al 10 settembre scorso. Tirando le somme di questa sfida infinita diciamo che il “bilancio” è sia pur lievemente favorevole ai biancorossi, usciti vincitori 16 volte contro le 14 dei lariani, mentre per 15 volte il derby si è chiuso in parità. Tra il 1928 e il 1942, biancorossi e azzurri diedero vita a sette doppi confronti nel campionato di Prima divisione poi divenuto serie C. Nettamente favorevole ai colori varesini il “bilancio”, con 9 successi, 4 sconfitte e un solo pareggio. Memorabile la serie dei quattro consecutivi tornei di terza serie in cui le due compagini si affrontarono tra il 1938 e il 1942: otto successi biancorossi tra cui va ricordato un 3-0 inflitto agli avversari sul loro campo.

NOVE DOPPI CONFRONTI IN SERIE B  – Dopo la guerra biancorossi e azzurri disputarono il campionato di serie B per due stagioni consecutive: nella prima (1946/47) il Varese impose ai comaschi il pareggio (1-1)  in riva al Lario mentre nella seconda gli azzurri prevalsero per tre reti a due. Varese e Como hanno poi incrociato le armi in altri sette campionati di serie B fino al 1984. Nella stagione 1969/70, al “Sinigaglia” il Como s’impose per 2 reti a zero (Pietro Pittofrati al 65’ e Michele Solbiati, su rigore, all’85’); gli azzurri avevano di fronte il Varese di Niels Liedholm e del giovane bomber Roberto Bettega. Nella stagione 1972/73,  i biancorossi pareggiarono sul campo comasco (Lionello Massimelli portò in vantaggio il Varese al 29’ e Alessandro Turrini segnò la rete del pareggio lariano al 73’); la stagione successiva, gli azzurri vinsero in casa con un gol di Nicola Traini. I lariani ottennero una sonora vittoria casalinga (3-0) nel campionato 1976/77: una doppietta di Antonio Bonaldi (al 26’ pt su rigore e al 15’st) inframmezzata dalla marcatura di Alessandro Scanziani (14’st). Successo comasco anche nella stagione successiva: Ezio Cavagnetto, al 3’, portò in vantaggio i padroni di casa che, dopo la rete del pareggio di Antonino Criscimanni al 53’, riuscirono ad agguantare la vittoria con una marcatura di Carlo Trevisanello al 75’. Nella stagione 1982/83, la sfida in riva al Lario finì 2-2, un pareggio fissato dall’autorete dell’azzurro Roberto Soldà (6’), pareggiata da Giuseppe Maria Butti (15’) e dai gol di Livio Pin (48’) e del biancorosso Stefano Strappa 85’).

I DERBY DI TERZA SERIE – Da allora solo confronti in terza serie. Nella sfida di fine secolo (campionato di C1 1999/2000), il Varese uscì con un punto dal “Sinigaglia” (Davide Saverino, al 16’ st,  pareggiò la rete segnata da Filippo Masolini al 32’ del primo tempo); nella stagione successiva, firmò la vittoria del padroni di casa Cristian Stellini (17’pt).  Dopo un intervallo di otto anni, Varese e Como  si ritrovarono in Seconda divisione. Curioso l’esito del doppio confronto: entrambe le sfide finirono con il risultato di 3 a 2. Al “Sinigaglia” passarono in vantaggio gli azzurri grazie al figlio d’arte Luca Facchetti (43’ pt), alla cui rete rispose un minuto dopo il nostro Lorenzo Crocetti. Matteo Guazzo riportò in vantaggio il Como al 1’ del secondo tempo e la doppietta di Facchetti fissò il risultato sul 3-1, che cambiò solo allo scadere dell’overtime, grazie a un gol di Giuseppe Casisa.

Fausto Bonoldi