Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro

Serie D – Tabù sfatato, i Draghi Gorlazy ce l’hanno fatta: “Giochiamocela”

Non c’è il due senza il tre? Mica vero, risponde con un coro tonitruante la “famiglia” dei Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore che, poche settimane fa, facendo a pezzi l’antico proverbio, ha vinto i playoff nel campionato di Promozione e per la prima volta nella sua storia 2.0 la prossima stagione affronterà la Serie D.
Marco Canavesi basket Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore“Dopo due anni di cocenti delusioni e di finalissime perse rispettivamente contro Busto Basket, nel 2016, e Wiz Legnano, nel 2017, nel giugno scorso – dice Marco Canavesi (in foto a sinistra), assistente allenatore di coach Roberto Marcato -, abbiamo sfatato il tabù e rimandato al mittente i messaggi dei “gufi” che, appunto, in ossequio al famoso detto ci vedevano già sconfitte per terza consecutiva. Invece, nella serie finale giocata e vinta contro Lonate Pozzolo la squadra ha realizzato il sogno e conquistato, con pieno merito, il passaggio in categoria superiore coronando nel migliore dei modi un’annata vissuta tutta al vertice e col passo dei protagonisti”.

Adesso, però, viene il bello, ma anche il difficile: con quali programmi e prospettive affronterete la Serie D?
“Il primo obiettivo nell’allestire la squadra per la nuova categoria è stato quello di confermare, laddove possibile, gran parte dei giocatori che ormai da qualche anno sono con noi e – continua Canavesi -, hanno formato un gruppo eccellente che vive in totale sintonia tra campo e spogliatoio. A conti fatti ci siamo riusciti e per questo dobbiamo ringraziare soprattutto i ragazzi che hanno risposto “No grazie!” a qualche “sirena” tentatrice sotto il profilo economico preferendo continuare il percorso iniziato con noi. Così, a parte la defezione di Luca Canavesi, il quale si è sfilato dal gruppo per ragioni di studio, tutti gli altri componenti che formano l’ossatura portante della squadra – Gallazzi, Manto, Bernasconi, Aspesani, Rappoldi, Aldizio, Damonti, Barbazza e Crespi – sono stati confermati. Poi, in sede di mercato, peraltro complicato sia per la penuria di giocatori, sia soprattutto per le richieste economiche decisamente folli, a questo nucleo abbiamo aggiunto i nuovi arrivi di Esposito, ala grande classe 1994 prodotto delle giovanili Legnano Basket; Bardelli, esterno in uscita da Gallarate e Marco Agostinelli, ala classe ’98 che rappresenta un gradito ritorno in maglia Gorlazy”.

Quindi, a squadra completata, quali potrebbero essere i vostri obiettivi per il campionato di debutto in Serie D?
basket Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore
“Il primo obiettivo sarà offrire ai nostri giovani l’opportunità di capitalizzare l’esperienza al piano di sopra e misurarsi con giocatori di livello superiore. Invece, dal punto di vista strettamente sportivo, pensiamo di aver costruito una squadra dinamica, in possesso di atletismo e fisicità in tutte le zone del campo, con punti nelle mani ben distribuiti e, per queste ragioni, in grado di lottare per stare nella fascia medio-alta della classifica. Insomma: entrare stabilmente nelle prime otto e conquistare la zona-playoff è qualcosa più di un sogno. Poi – conclude fiducioso “Nazz” –, sono sicuro che l’entusiasmo profuso dai ragazzi, la mentalità vincente acquisita in questi anni e la loro voglia di giocarsela a viso aperto ci daranno ancora più carica”.

 
IL ROSTER
Umberto Gallazzi – play – 1998 – 178 cm
Alessandro Aldizio – play – 1998 -177 cm
Michael Manto – guardia – 1998 – 186 cm
Luca Damonti – guardia – 1992 – 196 cm
Marco Dall’Acqua – ala – 2000 – 186 cm
Marco Agostinelli – ala – 1998 – 196 cm
Filippo Rappoldi – ala – 1998 – 188 cm
Manuel Aspesani – ala forte – 1998 – 188 cm
Jonathan Bardelli – ala forte – 1998 – 188 cm
Federico Bernasconi – ala forte – 1984 – 188 cm
Edoardo Esposito – centro – 1994 – 195 cm
Leonardo Crespi – centro – 1989 – 195 cm
Edoardo Barbazza – centro – 1994 – 195 cm

STAFF
Coach: Roberto Marcato
Vice: Marco Canavesi
Dirigente: Diego Cecconello
Medico: Sabrina Luoni

Massimo Turconi