Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Motori, Personaggio

Paolo Palanti al giro di boa della Seat Leon ST Cup: “E’ ora di alzare l’asticella”

Siamo esattamente a metà della Seat Leon ST Cup, un campionato lungo sei gare che è scattato a Imola nell’ultimo weekend di aprile e che avrà il suo epilogo finale a Monza il primo fine settimana di ottobre.
Dopo le prime tre prove, il pilota varesino dell’A.S.D. Living Kart Club Paolo Palanti, che guida la Seat Leon Cupra ST TCS2.0 Seat Motorsport Italia numero 69, è decisamente soddisfatto: “Ho già rispettato l’obiettivo stagionale che mi ero posto, ossia quello di salire almeno una volta sul podio. Ci sono riuscito diverse volte e solo in due occasioni non sono arrivato in fondo ad una gara: all’esordio a Imola quando non mi è partita la macchina e domenica scorsa in gara-2 al Mugello quando sono uscito a tre giri dal termine”.
E domenica la delusione provata è stata tanta, come racconta: “Stavo forzando per conquistare la prima posizione e superare Guido Sciaguato, ma sono andato un po’ oltre il limite e ho perso il controllo della vettura. Se tutto fosse andato come speravo, sarei arrivato al giro di boa del campionato in testa alla classifica, ma così non è stato. Ma ho tutto il tempo per recuperare perchè ho solo otto punti di distacco dal leader Guido Sciaguato; posso ancora farcela”.

paolo palanti autoA tal proposito, Palanti vuole ringraziare il suo team e soprattutto il suo ingegnere: “Ho iniziato a lavorare con Giulio da questa stagione e il feeling sta crescendo di gara in gara. Sono contento di quanto fatto assieme e degli assetti che riusciamo a preparare ogni volta. Non posso non spendere belle parole anche per i miei amici e i tifosi che domenica mi hanno confortato dopo l’uscita di strada e mi hanno dato la spinta per fare meglio nei prossimi appuntamenti”.

La corsa al titolo ricomincerà sabato 28 e domenica 29 luglio a Imola: “Ora che ho collezionato secondi e terzi posti, voglio alzare l’asticella e vincere almeno una gara. Per riuscirci ci vuole condizione fisica, bravura, un assetto perfetto e un pizzico di fortuna che non guasta mai. Ad Imola si correrà sullo stesso tracciato della prova di fine aprile e lo conosco ormai molto bene. Mi è sempre piaciuto e spero di ottenere un buon risultato. Vallelunga è una pista che apprezzo particolarmente e Monza, con il suo circuito pieno di insidie, farà da cornice al gran finale. Sono pronto a battermi”, conclude Palanti.

IL CALENDARIO:
27-29 aprile: Imola
15-17 giugno: Misano
13-15 luglio: Mugello
28-29 luglio: Imola
14-16 settembre: Vallelunga
5-7 ottobre: Monza

Laura Paganini