Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Hockey

Ora bestia nera, i Mastini cadono in casa

VARESE – Seconda sconfitta di fila per i Mastini Varese, la prima stagionale tra le mura amiche del PalAlbani. Dopo Alleghe sabato scorso, i gialloneri cadono stasera contro Ora che si conferma bestia nera dei varesini e che conquista i suoi primi punti del campionato. Gli altoatesini passano 6-3 al termine di una partita equilibrata per due terzi e decisa nell’ultimo drittel quando le Rane siglano il vantaggio del 3-4 e poi dilagano. I Mastini non hanno la forza di reagire e, dopo aver speso tanto dei primi due periodi, si arrendono.
In previsione di giovedì sera quando, alle ore 20.30, Raimondi e compagni sono attesi a Pergine per la 5^ di campionato, i Mastini dovranno registrare un po’ la difesa, apparsa più in affanno rispetto alle due precedenti sfide casalinghe con Fiemme e Como, e ritrovare anche brillantezza e concretezza sotto porta, cosa che questa sera è mancata.

LA DIRETTA

TERZO PERIODO – La superiorità numerica non dà frutti per Varese che, però, ha una grandissima opportunità per riportarsi avanti ancora con Odoni che fa tutto bene ma poi non riesce a trovare la porta con una conclusione secca. Al 45’32” Massar punisce Varese per la seconda volta in serata sfruttando al meglio una indecisione di Menguzzato e portando i suoi sul 4-3. Poco più di due minuti più tardi (47’52′‘), Ora allunga sul 5-3 con Zelger ben assistito da Selva e approfittando di una difesa varesina poco reattiva. Varese abbozza una timida reazione, ma al 51’44” gli ospiti chiudono i conti con Stimpfl.

SECONDO PERIODO - I primi secondi sono tutti di marca ospite. Varese si fa vedere dopo un paio di minuti con una situazione di 2-1 tra Odoni e Pirro, ma la conclusione del numero 97 è intercettata quasi miracolosamente dal goalie altoatesino. La partita si sviluppa ancora su ritmi molto alti, ma i Mastini in questa fase sembrano meno pungenti in attacco rispetto al drittel precedente e lasciano qualche spazio di troppo dietro. Menguzzato è superlativo sulla conclusione di Tschoell e dall’altra parte a metà tempo lo è altrettanto Giovanelli di nuovo su Odoni, per cui la porta sembra stregata questa sera. Nei due minuti successivi i gialloneri non riescono a sfruttare il power play e il punteggio rimane ancorato sul 2-2 fino al 36”28′‘ quando Massar infila il portiere varesino dopo un batti e ribatti insistito davanti alla gabbia. Il 2-3 è contestato dai Mastini, ma gli arbitri convalidano la rete. Varese rischia tantissimo, pur in situazione di power play, quando Menguzzato consegna il disco pericolosamente a Zerbetto che, fortunatamente, sbaglia la conclusione. A soli 6” dalla conclusione del periodo, ancora con l’uomo in più, Perna dà il meritato 3-3 con un tiro dalla distanza.

PRIMO PERIODO – Dopo soli 4” di gara è Franchini ad andare vicinissimo alla rete, preludio di un inizio di gara che si gioca su ritmi serrati e con continui capovolgimenti di fronte. All’1’30′‘, pur in penalty killing per l’allontanamento di Barban per ginocchiata su Massar, i Mastini passano in vantaggio con una bellissima discesa sulla destra in contropiede di Francesco Borghi che serve al centro Raimondi che non sbaglia. Varese avrebbe subito l’opportunità di raddoppiare, ma è Ora a colpire al 4’07” con Calovi che approfitta di una respinta non perfetta di Menguzzato. Varese non si scoraggia e continua a giocare bene; il match è frizzante e al 6’46” arriva il 2-1 dei padroni di casa con un’azione condotta da Perna e finalizzata da Vanetti. Varese insiste e colleziona chance a ripetizione con Pirro, Vanetti, Michael Mazzacane e anche Francesco Borghi districandosi benissimo e provando a pungere la non irreprensibile difesa bolzanina. Al 13’17′‘, tuttavia, la difesa dei Mastini si dimentica completamente di Zelger che infila Menguzzato su assist al bacio di Hanspeter. Il punteggio torna in parità: 2-2. Il risultato rimane  tale fino alla sirena, nonostante i continui botta e risposta tra le due squadre che hanno palesato qualche indecisione di troppo in difesa.

 

IL TABELLINO
Varese-Ora 3-6 (2-2, 1-1, 0-3)
Varese: Menguzzato (Bertin); Papalillo, Barban, Mazzacane E., Cortenova, Grisi, Borghi F., Belloni; Perna, Franchini, Vanetti, Andreoni, Teruggia, Mazzacane M., Sorrenti, Borghi P., Pirro, Privitera, Raimondi, Odoni. Allenatore: Cacciatore.
Ora: Giovanelli (Dall’ara); Stimpfl, Negri, Zucal, Gamper, Hanspeter, Trentini, Chizzali; Tschoell, Walter, Decarli, Calovi, Zerbetto, Pallabazzer, Selva, Massar, Nagele, Girardi. Allenatore: Anderlan.
Arbitri: Thomas Egger, Turo Samuel Virta (Matthias Cristeli, Antonio Piras)
Marcatori1’30” Raimondi (Andreoni, Borghi F.), 4’07” Calovi (Massar), 6’46” Vanetti (Perna, Borghi F.), 13’17” Zelger (Hanspeter, Walter), 36’28” Massar (Calovi, Zeiger), 39’54” Perna (Franchini, Raimondi), 45’32” Massar (Negri), 47’52” Zelger (Selva), 51’44” Stimpfl (Zelger, Nagele)
Penalità: Varese 10′, Ora 8′.

 

- RISULTATI E CLASSIFICA

Laura Paganini