Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Le pagelle: Avramovic, Scrubb e Moore trio delle meraviglie

Archie: 6 Subisce per tutta la gara la verve di McCree che rimane un problema a livello difensivo. Non è una delle sue serate migliori, ma il punteggio evidenzia che non c’era bisogno di lui.
Avramovic: 8 E’ l’ariete che sfonda il muro pesarese e crea la breccia in cui si infilano tutti i suoi compagni di squadra. Le sue penetrazioni seminano il panico nel decisivo terzo quarto (dopo l’1/7 al 20′, chiude con 5/12 da 2 al 40′). In più è un’iradiddio in difesa e ritrova anche il tiro pesante: di giocatori completi così, in Italia, ce ne sono pochi. Illegale.
Iannuzzi: 7 Fa male a Pesaro in attacco dove dà fastidio sia profondo in area che aprendo il campo e colpendo da fuori. Buona anche l’intesa con Moore. Gara di qualità.
Natali: 6,5 Entra a freddo al 25′, difende forte, segna subito e poi offre un bell’assist a Salumu per una tripla. Cosa volere di più?
Salumu: 6,5 Prova finalmente convincente del belga che fattura 12 punti in 14′ e dimostra, una volta di più, di essere un tiratore. Ancora da settare la difesa, ma questo è un primo passo sulla retta via.
Scrubb: 8 Come sempre le fortune di Varese passano dalle sue mani. E’ nel quintetto della morte che uccide la gara con 5′ di altissima intensità difensiva a inizio ripresa, ma sa anche deliziare con giocate d’attacco di livello assoluto. In mezzo trova il tempo per arpionare 8 rimbalzi, distribuire 4 assist e servire anche le patatine fritte al bar. Superman.
Tambone: 6 Poco spazio oggi per Matteo che spende 4 falli in 7′ sul parquet. Peccato, perchè non era dispiaciuta la sua gestione del ritmo nel secondo quarto.
Cain: 7,5 Limitato dai falli, si ferma a 8 punti e 8 rimbalzi, ma vi diamo un solo dato per valutare la sua prova: il temuto Mockevicius è tenuto al minimo di punti in campionato. Secondo voi di chi sarà la causa?
Moore: 8 A inizio terzo quarto Ronnie sembra un folletto che gira di qua e di là in difesa a infastidire e recuperar palloni mentre dall’altro lato del campo affoga Pesaro con due bombe filate. Fa girare la squadra alla perfezione e chiude con 4 assist, ma il suo volume di gioco è esageratamente più grande. Incredibilmente Ronnie.

Matteo Gallo

- LA PARTITA

- SALA STAMPA