Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Ippica

Ippodromo, stop alle corse. La denuncia di Borghi raccolta dal sindaco

La crisi del mondo dell’ippica non è una novità, ma attualmente è a serio rischio anche l’attività di quella varesina e Guido Borghi denuncia l’ultima problematica.  Mentre si attende la risposta del Ministero per programmare il periodo di corse autunno-inverno, stamattina il patron della Società Varesina Incremento Corse Cavalli ha incontrato il sindaco Davide Galimberti a Palazzo Estense per spiegare la situazione.

Il problema è l’impianto di Varese è passato da struttura istituzionale a commerciale, “secondo una misurazione sbagliata” precisa Borghi, e questo ha comportato un taglio di ben 9 corse. Una mazzata terribile dal punti di vista economico.

BORGHI GALIMBERTI155“La nostra struttura merita una valutazione migliore nella classificazione degli ippodromi e stiamo battagliando da mesi. Per le scommesse, il nostro impianto è a livello nazionale strategico. Ci hanno imputato la mancanza della larghezza della pista nelle diritture, ma la misurazione è stata effettuata 7 anni fa e non c’era la larghezza minima di 20 metri perché avevamo spostato lo steccato. Adesso la larghezza è di 20,5 metri e lo stiamo comunicando da mesi invano. Varese ha un ippdoromo che produce, il giro di affari è rilevante e quando un ippodromo produce, non bisogna penalizzarlo. Parliamo di corse che rendono 120mila euro al mese e sono il pane per 200 cavalli. Siamo in difficoltà e le corse per noi sono un guadagno. Abbiamo chiesto di correre il sabato, in concomitanza solo con Siracusa, nel caso di risposta positiva, in 10-12 giorni sarebbe possibile correre. Già lunedì potrebbe arrivare la risposta”.

“Un incontro voluto proprio perché vogliamo capire meglio la situazione delle Bettole – ha spiegato il sindaco -, una struttura che ad oggi è ancora una delle più importanti in Italia. Siamo sensibili sul tema in quanto l’impianto è comunali ed è un punto di ritrovo per la città”.

e.c.
(foto di Angelo Puricelli, Agenzia Blitz)