Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Serie D, Varese Calcio

Il Varese Calcio chiude? Ufficiale: Basile lascia tutto al sindaco

Tanto tuonò che piovve! In questo caso è una pioggia amara, molto amara. La vicenda Varese Calcio non sta avendo l’epilogo che tutti ci aspettavamo. I contatti con gli imprenditori coinvolti da Sauro Catellani non hanno avuto esiti positivi e così, l’Amministratore Unico Paolo Basile ha deciso di rimettere tutto nelle mani del Sindaco Davide Galimberti.

Questo il comunicato ufficiale diffuso pochi minuti fa dalla società biancorossa:

Varese Calcio comunica che Paolo Basile, nella sua qualità di Amministratore Unico della Società Varese Calcio srl e Proprietario delle relative quote sociali, comunica che le trattative svoltesi con imprenditore individuato dal sig. Catellani Sauro non si sono concluse positivamente, stante la inconciliabilità delle reciproche esigenze nonostante l’offerta della cessione a titolo gratuito dell’intera Società. In conseguenza e considerato:
- che il signor Catellani Sauro, benché abbia accettato la carica di Presidente il 21 dicembre 2017, non ha mai consentito la formalizzazione dell’incarico, pur comportandosi a tutti gli effetti come tale, gestendo l’attività tecnica, economica e amministrativa della società; né ha manifestato interesse ad acquisire le quote della Società offertegli gratuitamente;
- che, benché a conoscenza della esposizione debitoria pregressa della Società, non ha avviato il necessario ripianamento;
- che tale situazione, anche alla luce dei recenti fatti, sta determinando la paralisi operativa della Società con conseguenti effetti gravemente pregiudizievoli per essa e per il personale;
- che lo scrivente, oltre ai gravosi impegni economici già personalmente assunti, non è in grado di destinare ulteriori risorse alla società;
- che la incontrollata divulgazione di notizie non corrette, lo ha esposto ad inaccettabili offese personali;
comunica
che rimetterà al Sindaco le decisioni ritenute più opportune sulla attività sportiva futura, anche in ordine alla cessione delle quote detenute alle stesse condizioni di gratuità.
Paolo Basile

[email protected]

(Seguono aggiornamenti)