Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Altri Sport, Fotogallery

Cheerleading, lo scudetto è della Polisportiva Virtus Solbiate – FOTO

La Polisportiva Virtus Solbiate è Campione d’Italia di Cheerleading (Sen. Team Cheerleading All Girl Lev. 5). La società ha conquistato il gradino di più alto del podio in Italia domenica 27 maggio al termine della due giorni del campionato italiano cheerleading – cheerdance – performance cheer che si è disputata al Pala San Quirico di Asti e che ha visto in gara 117 team per un totale di 550 atleti che si sono esibiti davanti ad oltre 1200 persone.
Si tratta di un risultato storico per il club e, in generale, per un’associazione sportiva di Solbiate Olona che mai prima d’ora aveva raggiunto un traguardo così importante in una disciplina riconosciuta dal CONI. Dopo un anno di pausa, le Red Cheer sono ripartite come meglio non avrebbero potuto e, grazie all’impegno e al costante lavoro in palestra con i coach Umberto Maiolani, Anna Lucca e Marco Tomasini e alla collaborazione con la Gym Art di Silvana Ballerio, hanno ottenuto l’ambito tricolore.

“E’ una grandissima soddisfazione – spiega Tomasini, che è anche il presidente della Polisportiva Virtus Solbiate e presidente federale Cheerleading e Cheerdance -. Siamo la prima società in Italia ad essersi laureata campione prima con il settore paralimpico tre anni e due anni fa e ora con quello olimpico che da novembre scorso è stato ufficialmente riconosciuto dal CONI. Saremo sempre nell’albo d’oro sia della FISDIR, sia del Cheerleading olimpico, per altro al suo primo anno di attività, e ne andiamo orgogliosi”.

La squadra è formata da 10 ragazze dai 16 anni in su che, in soli 3′ di tempo (30” di cheer e 2’30” di acrobazie sulla musica), hanno ben impressionato la giuria e si sono laureate campionesse. “Ci si gioca tutta una stagione in soli tre minuti e bisogna essere perfette – continua Tomasini -. Noi lo siamo state e ci siamo guadagnate l’accesso agli Europei di Cheerleading che si svolgeranno in Olanda; purtroppo non vi prenderemo parte per questioni di budget, ma contiamo di ripeterci l’anno prossimo e di conquistare di nuovo il pass per la manifestazione continentale alla quale puntiamo a partecipare”.
Ma i traguardi non finiscono qui: “Da settembre ci piacerebbe formare una squadra di piccole cheerleader. In generale, per fare cheerleading ci vuole tanta passione e un po’ di dimestichezza con gli elementi di acrobatica. Poi il lavoro in palestra fa il resto e consente di arrivare in alto, ne siamo la dimostrazione”, conclude. La base di appoggio della Polisportiva Virtus Solbiate è la palestra di Buguggiate.

Laura Paganini