Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Eccellenza girone A

Buona Varesina contro il Lecco. Di Caro: “Ripescaggio? Situazione surreale”

GAVIRATE – Termina con un pareggio l’amichevole tra Varesina e Lecco, disputatasi sul campo del Gavirate. Nonostante la preparazione atletica che grava sulle due squadre, la prestazione è stata complessivamente più che buona. È il Lecco a passare in vantaggio sul finale del primo tempo con Capogna, mentre è Broggi a ridare la parità alla Varesina nel primi minuti della ripresa.

varesinaPRIMO TEMPO: nei primi minuti è la Varesina a cercare maggiormente la manovra, mentre il Lecco si affida di più a passaggi lunghi per le sponde di Franzese. Solo il fuorigioco interrompe un bello scambio tra Segato e Lisai, con quest’ultimo che si era portato in un’ottima posizione nell’area avversaria. Con il passare dei minuti sono i biancocelesti a prendere coraggio e a farsi vedere in avanti, specialmente con una interessante iniziativa personale di Lisai ben coperta da Mapelli. Nella fase centrale del primo tempo la gara diventa più confusionaria, ad eccezione di una bella soluzione della Varesina, con Caldirola che crossa per Cargiolli, la cui conclusione è alta sopra la traversa. Subentra anche del nervosismo in campo, con la partita che si fa sempre più spezzettata. Verso la fine del primo tempo le squadre si allungano e c’è spazio per la manovra offensiva, con il Lecco che trova il gol del vantaggio: Segato sfrutta un rimpallo per servire Capogna tutto solo in area, che si coordina bene e batte un incolpevole Vaccarecci. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 0-1

leccoSECONDO TEMPO: pronti, via e la Varesina pareggia subito con una grande conclusione di Broggi a incrociare, con la pioggia che comincia a scendere impetuosa sul campo di gioco. Nonostante le avverse condizioni climatiche, la partita guadagna di vivacità, anche grazie ai numerosi cambi avvenuti in entrambe le formazioni. Carboni di testa sfiora il nuovo vantaggio del Lecco, ma si fa vedere in avanti anche la Varesina, con una formazione infarcita di giovani che si vogliono mettere in mostra e sfruttare al massimo ogni chance che mister Spilli concede loro. Con il passare dei minuti il ritmo della gara scende, con il terreno di gioco che non permette una facile costruzione offensiva. Nella parte conclusiva del secondo tempo c’è spazio per una grande percussione offensiva di Caraffa, che lascia un ottimo pallone per Lella, fermato però ottimamente da Ghirlandi. Gli ultimi minuti di gara sono quasi totalmente a marchio Lecco, che fa valere la maggior caratura.

I COMMENTI
Marco Taino, difensore Varesina commenta: “Mi hanno chiamato a giugno, Varesina è stata prima scelta, è una società organizzata, sembra di essere fra i professionisti. Avevo una trattativa con il Trapani ma dopo tre giorni hanno mandato via allenatore e DS. Volevo stare più vicino a casa e sono rimasto colpito dalla loro serietà e mentalità. A me non interessa la categoria, a me interessa il progetto e la serietà della società.”
Massimiliano Di Caro, DS Varesina, spiega: “Ripescaggio? Non dipende nulla da noi, noi possiamo solo aspettare e vedere cosa succederà. La situazione è comunque surreale, è qualcosa di scandaloso non solo per noi ma per tutti. Per l’Eccellenza la squadra è a posto così, anche Mantovani e Mapelli dovrebbero essere dei nostri. Per quanto riguarda Mapelli, penso che da Ferragosto avremo una situazione definitiva. Ragazzi come Taino e Cargiolli che sposano il progetto piuttosto che la categoria o la piazza sono un motivo d’orgoglio. Per la seconda settimana di settembre il campo sarà finito. Anche questo investimento è la testimonianza di tutto quello che stiamo facendo come società. La ciliegina sulla torta sarebbe il ripescaggio. Questo è un bellissimo lavoro, mi piace, non è facile ma per ora sono soddisfatto. Sono molto contento del lavoro che sta eseguendo lo staff tecnico.”
Conclude mister Spilli: “Analizzo l’atteggiamento, la voglia, mi è piaciuta la voglia di fare fatica, di soffrire, anche i nostri ragazzini si sono battuti con questa volontà. Da qua si parte per costruire poi i dettami tecnico-tattici. Peccato per il gol subito che nasce da una situazione dove potevamo essere più scaltri, siamo stati migliori nella fase difensiva che in quella offensiva. Indicazioni molto positive, stiamo lavorando bene con i giovani da qualche anno, molti di loro hanno fatto 4-5 anni con le nostre giovanili quindi vedo anche attaccamento alla maglia.”

I MIGLIORI
Varesina
– Mapelli 6.5: schierato in mezzo alla difesa della Varesina, il neo-acquisto garantisce sicurezza negli interventi e un buon piede in fase di impostazione.
Lecco – Capogna 6.5: il centravanti dei biancocelesti disputa una più che buona prima frazione di gioco, sempre pronto a fare sponde e a svariare sul fronte offensivo per dare respiro alla manovra dei suoi. Il gol è soltanto la ciliegina sulla torta.

IL TABELLINO
Varesina – Lecco 1-1 (0-1)

Varesina: Vaccarecci, Barni, Taino, Mapelli, Martinoia, Franzese, Caldirola, Cargiolli, Vitulli, Mantovani, Albizzati. Entrati nel secondo tempo: Ghilrandi, Frigerio, Deodato, Bellacci, Morello, Segalini, Broggi, Menga, Essan, Gottardi. A disposizione: Ghirlandi, Bellacci, Boccadamo, Gottardi. All: Spilli.
Lecco: Guadagnin, Corna, Magonara, Merli Sala, Malgrati, Poletto, Lisai, Segato, Capogna, Perez, Silvestro. Entrati nel secondo tempo: Belladonna, Carboni, Pedrocchi, Moleri, Draghetti, Lella, D’Anna, Alborghetti, Meneghetti, Caraffa A disposizione: Calloni, Caraffa. All: Gaburro.
Marcatori: Pt: Capogna 41’ St: Broggi 3’

 

- LA FOTOGALLERY

 Marco Mastrorilli