Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallamano

Alessio Moretti è motivatissimo: “Non esiste sfida migliore che giocare un campionato così”

Al termine della seconda settimana di allenamenti, è Alessio Moretti a parlare della stagione 2018-2019 con la maglia della Pallamano Cassano maschile di Serie A1. Dopo una straordinaria esperienza di un anno a Bolzano, è ritornato a Cassano.

Com’è andato il rientro in squadra? “Rientrare in squadra è stato piuttosto facile, tanti degli attuali compagni erano anche 2 anni fa componenti della prima squadra o delle squadre giovanili quindi conoscevo già tutti. Ho notato fin da subito che c’è più maturità e più consapevolezza rispetto appunto a due stagioni fa quando me ne ero andato”.

Gli allenamenti come stanno procedendo? “Abbiamo completato due settimane di allenamenti molto intensi. I carichi di lavoro sono stati gestiti molto bene da Davide e Carlo e adesso entreremo nella settimana che ci porterà al Memorial che sarà il nostro vero banco di prova per capire a che punto siamo (e sono soprattutto) con l’amalgama di squadra e le collaborazioni d’attacco e di difesa”

Sei e sarai uno dei cardini fondamentali di questo Cassano e mister Kolec si è già espresso per far in modo di metterti nelle migliori condizioni possibili per dare il meglio. Cosa rispondi? “Sono molto contento che Kolec e la società mi reputino uno dei cardini e non vedo l’ora di dimostrare di meritarmi questi apprezzamenti. In questa squadra credo sia parola d’ordine il gruppo. Siamo 15-16 giocatori che possono intercambiarsi senza far mai scendere il livello di gioco (tecnico e atletico). Sicuramente serviranno anche i punti di forza dei singoli ma quello che farà la differenza sarà la coesione e l’unità che riusciremo a mantenere nelle partite e nei momenti decisivi della stagione”.

Cosa pensi di questo Cassano in un campionato d’élite? “Penso che non esista sfida migliore per essere motivati a giocare un campionato così. Questo Cassano può sorprendere e lo farà. È un campionato molto difficile, con partite che saranno giocate in palazzetti importanti contro squadre e giocatori storici ma la motivazione non ci manca. Siamo consapevoli della nostra forza e dei nostri punti deboli soprattutto e credo che questo sia già un passo fondamentale per questa squadra. Giocheremo ogni settimana come se fosse una finale, vogliamo sorprendere e divertirci. Non vogliamo fare un campionato ad aspettare la salvezza e accontentarci. Punteremo sempre al meglio perché allenarsi con un obiettivo alto durante la settimana sarà molto più motivante e stimolante. C’è già adrenalina per l’inizio e siamo nell’ambiente ideale per giocare a pallamano, adesso arriva il bello”.

Federica Scutellà