Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

7^ giornata – Gorla e Cas non si fanno male, tris CantelloBelfortese. Brebbia di misura, Arsaghese ok

CANTELLO – Undici punti conquistato fino ad oggi per il Cantello Belfortese, dieci per la neopromossa Aurora Cerro Cantalupo: potrebbe bastare questo per descrivere il match di oggi. Gli uomini di Saporiti devono assolutamente riscattare il passo falso della scorsa domenica contro il Luino, stesso discorso per i Senziani boys, caduti in casa contro l’Ispra ed oggi privi anche di bomber Ruggeri e proprio del mister; nemmeno i biancorossi se la passano meglio con Arena Y. e Ossola ai box. È una gara bella e combattuta, ben giocata da entrambe le parti, ma il predominio biancorosso alla fine riesce ad avere la meglio nonostante un’Aurora Cantalupo mai arrendevole. Al triplice fischio è 3 a 0.

AuroraPRIMO TEMPO – Squadre a viso aperto fin dalle prime battute, è un pressing costante quello degli ospiti, pressing che produce anche un paio di palle tese ed invitanti dinanzi a Boschini, si salva senza troppi affanni la difesa. L’Aurora è più reattiva in questo inizio gara e ci prova con insistenza, tanto che dopo una serie di tiri ribattuti per poco non va al gol quando Virili di testa impatta di testa un tiro-cross di D’Ascanio, palla fuori di un niente. È in difficoltà la squadra di casa, i blu cerchiati viaggiano ad alta velocità, muovono la sfera mentre i varesini aspettano un po’ troppo l’avversario. Al 22’ l’apertura di Bortignon è da manuale, D’Ascanio ringrazia e cerca con il sinistro l’angolino basso, Boschini blocca in tuffo. E Boschini blocca anche poco dopo il tentativo dalla sinistra di Tapinetto, Cenni di risveglio quando Italiano scodella sulla testa di Giacopinelli, l’attaccante a pochi metri dalla porta sfiora soltanto. I padroni di casa ora hanno iniziato a ricambiare con la stessa moneta, quindi pressing alto e velocità di gioco, ed è così che iniziano a farsi vedere in fase offensiva, come nel caso di Giacopinelli quando, dopo una palla recuperata, cerca gloria da fuori, mancino deviato da Pansera quanto basta per impedirgli la gioia del gol. Si gioca a ritmi alti, qualche imprecisione ma è una partita pimpante e combattuta. C’è più Cantello ora, bravo a creare scompiglio soprattutto con la velocità di Lazzarini. Al duplice fischio è a 0 a 0. Dopo una partenza veemente degli ospiti, nella seconda metà del primo tempo è invece venuta fuori di più la squadra di casa, ci si aspetta quindi un secondo tempo assolutamente all’altezza.

CantelloSECONDO TEMPO – Si ricomincia con gli stessi ventidue. Le chance non fioccano ma i ritmi restano comunque alti. Al 6’ però la gara si sblocca dopo una bella manovra varesina, con Fontana che conquista il primo gol del match. E proprio al primo corner la premiata ditta Pantelis – Italiano va a segno, grazie al gol proprio di quest’ultimo di testa. I ragazzi di Cerro non ci stanno e si riservano in avanti costruendo subito un’occasione d’oro: D’Ascanio a tu per tu con Boschini trova la risposta provvidenziale del portiere di casa. È accesissima, formazioni a viso aperto. Aurora cerca contromisure pescando dalla panchina, Italiano va a caccia della doppietta con un destro di prima intenzione, pallone alto sopra la traversa. Gli ospiti non rinunciano affatto a giocare, i Saporiti boys però sfruttano a dovere un’incertezza di Bortignon quando non ci arriva di testa , sbuca da dietro Lazzarini, controllo, occhiata al portiere e tocco sotto. Gol tanto bello quanto pesante. 2 a 0. Il tecnico Senziani, dalle tribune, continua a chiedere movimento, girandola di cambi da una parte e dall’altra, squadre un po’ più lunghe ma comunque vive, sarà un finale in cui non si mollerà un centimetro né da una parte né dall’altra. Al 35’ è bello il filtrante di Markaj per Lazzarini, solo angolo però per la squadra di casa. I biancorossi non alzano il piede dall’acceleratore e trovano anche il tris dopo una bella azione insistita ed il tocco beffardo di Fontana che vale 3 a 0. Non c’è più tempo, Cantello Belfortese batte un’Aurora mai doma.

I MIGLIORI IN CAMPO
Lazzarini 7 – Cantello Belfortese:
è un diesel ma quando si accende mette in difficoltà il diretto avversario. Il gol strappa applausi.
Vernocchi 6.5 – Aurora Cantalupo: la qualità è indiscutibile, così come la visione di gioco, sbaglia davvero poco o nulla.

I COMMENTI
Saporiti (allenatore CantelloBelfortese):Ci hanno un po’ sorpreso nei primi venti minuti, loro sono davvero partiti forte, poi quando abbiamo preso le contromisure siamo venuti fuori pian piano ed abbiamo preso in mano le redini del gioco. Siamo stati bravi a sbloccarla nella ripresa e a non farci, poi siamo stati concreti nonostante pecchiamo ancora di lucidità. Comunque faccio i miei complimenti ai ragazzi, era importante mettersi alle spalle Luino e ripartire”.
Senziani (allenatore Aurora Cerro Cantalupo):Dopo una buona partenza abbiamo peccato nella ripresa perché non si può prendere gol su calcio d’angolo così, poi hai la chance per pareggiare  e la sbagli, peccato ma il calcio è anche questo. Dobbiamo sempre ricordarci di essere una neopromossa, dalle stelle alle stelle è un attimo pensiamo a lavorare

IL TABELLINO
Cantello Belfortese – Aurora Cantalupo 3-0 (0-0)
Cantello Belfortese:
Boschini 7, Motta 7, Adamo 6.5, Bianchi 6.5 (dal 22’ st Arena F. 6.5), Da Pos 7, Di Bari 6.5 (dal 30’ st Mariano 6.5), Lazzarini 7 (dal 41’ st Loritto sv), Italiano 7 (dal 45’ st Filippini sv), Giacopinelli 6.5 (dal 32’ st Markaj 6), Pantelis 7, Fontana 7. A disposizione: Diaz, Mariano, Arena F., Lorenzi, Loritto, Martini, Filippini, Markaj. Allenatore: Saporiti
Aurora Cantalupo: Pansera 6.5, Gariboldi 6.5 (dal 20’ st Mpongui 6.5), Villacis 6 (dal 31’ st Elatruchhi 6), Vernocchi 6.5, Banfi 6, Bortignon 6, Cossu 6.5 (dal 30’ st Thoilard 6), Moretta 6, Virili 6.5 (dal 18’ st Pollinzi), D’Ascanio 6.5, Tapinetto 6. A disposizione: Borsani, Gilardengo, Serighelli, Thoilard, Mpongui, Elatruchi, Mencarelli, Pollinzi. Allenatore: Senziani.
Arbitro: Savarese di Saronno
Marcatori: st: 6’ Italiano (C), 24’ Lazzarini (C), 41’ Fontana (C),
Note: Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 50 circa. Espulso Ammoniti: Italiano (C), Pantelis (C). Angoli: 3-1. Recupero: 1’+3’.

Inviata Mariella Lamonica

————————————————————————————————————————————————————

BREBBIA – Banco di prova per la Solbiatese Insubria che dopo le due sconfitte cerca il riscatto in casa del Brebbia che in seguito all’esonero di mister Della Rossa prova ad ottenere 3 punti importanti per salire in classifica. 90 minuti equilibrati, con entrambe le squadre che attaccano ma alla fine ha la meglio il Brebbia che si impone per 1 a 0 con una grande rete di Cizzico.

BrebbiaPRIMO TEMPO – Non passano neanche 3 minuti che il Brebbia si fa vedere con la punizione di Bouraya, uscita provvidenziale del portiere. Risponde Ventura con la palla che finisce sulla traversa. Poco dopo è ancora la squadra ospite che si mostra in area avversaria con Lo Giudice che tira un rasoterra che però non trova la rete. Al 23’ ci provano i padroni di casa a passare in vantaggio con una punizione dal limite di Bouraya ma finisce fuori dal palo. Alla mezz’ora Ana Petre , su un disimpegno di Lo Presti, prova un tiro a giro che finisce alto sopra la traversa. Per il momento partita equilibrata. Al 37’ punizione dal limite tirata da Ventura, la palla attraversa tutta l’area ma trova le mani del portiere. A 5 minuti dalla fine è ancora Ana Petre che prova a portare i suoi in vantaggio con una punizione dal limite, palla lenta che viene lasciata scorrere fuori dal portiere. Al 43’ goal da cinoteca di Cizzico che porta il Brebbia in vantaggio. Al termine dei 45 minuti l’arbitro manda i giocatori negli spogliatoi senza recupero.

SolbiateseSECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco si apre subito con un tiro dalla distanza di Ana Prete che finisce largo . Passano 5 minuti e Quadrelli mette in area una palla ma non trova nessun compagno pronto a concludere l’azione. Al 26’ occasione per il Brebbia che vede il capitano smarcarsi e mettere la palla per Quadrelli che però fallisce l’appuntamento con il goal. Al 34’ ancora punizione per la squadra di casa, Milano stacca di testa, palla alta. Ecco che subito si fa vedere la Solbiatese con un cross di Ferrenti che arriva ai piedi di Cerutti che trova un tiro potente ma che finisce fuori. Partita che scorre con entrambe le squadre che si mostrano in area avversaria. L’ultima chance di pareggio ce l’ha Mattiuz con una punizione, tiro a giro che finisce alto, triplice fischio dell’arbitro.

I MIGLIORI IN CAMPO
Cizzico – Brebbia 6.5: i
l goal vittoria porta la sua firma
Ana Petre – SolbiateseInsubri  7: solido, si fa vedere sempre in area nemica.

I COMMENTI
Pizzuti (allenatore Brebbia):”Partita sofferta,nel secondo tempo abbiamo meritato la vittoria. Venivamo da una brutta sconfitta e questa vittoria ci voleva per il morale”.
Cosenza (direttore sportivo Solbiatese): “Le 3 partite inziali ci hanno messo in una condizioe di sottovalutazioe della categoria.Dobbiamo ritrovarci. Abbiamo regalato punti ,il nostro obiettivo è quello di non retrocedere e dobbiamo vedere cosa mettere in campo per arrivare a quell’obiettivo”.

IL TABELLINO
Brebbia-SolbiateseInsubira 1-0  (1-0)
Brebbia:
Lucisano 6.5, Ventura 6, Marchesoni 6.5, Squizzato 6.5, Rosadini 6.5, Ruffo 6, Bouraya 7(dal 39’ Mirabella), Frattini 6.5, Cizzico 6.5 (dal 45’ st Hassane), Milano 7, Quadrelli 7   A disposizione: Stefanelli, Gambignani,Daverio, Mirabella, Pascalis, Hassane, Comati. Allenatore: Pizzuti
SolbiateseInsubria: Galizia 6.5, Ferrenti 6.5, Cosenza 6.5 ,Bossi A. 7, Lo Presti 7(dal 33’ st Volante), Ventura 6.5(dal st 18’ Volante 6),  Bellumore 6 (dal 29’ Mattiuz), Monticelli 6.5,Lo Giudice 6.5,Bossi L.6. 5 (dal 22’ st Cerutti 6), Ana Prete 7  A disposizione: Cafaro, Castelli, Broggini, Cerutti, Mattiuz,Carantoni, Volante,Visentin         Allenatore: Castiglioni
Arbitro: Taborelli di Abbiategrasso
Marcatori: pt: 43’ Cizzico
Note: Giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni, spettatori 50 circa. Ammoniti: st:18’ Ventura, 43’ Squizzato Angoli 2- 7  Recupero: 0+4’

Inviata Roberta Sgarriglia

 RISULTATI E CLASSIFICA

 

Le altre partite

Gorla Maggiore – Amici dello Sport 0-0 (0-0)
Gorla Maggiore: Savastano, Hushi, Pietroboni, Di Simone, Caristina, Bahamad, Rimoldi, Puricelli, Falsaperna (dal 27’ st Bene), Ippolito, Morelli (dal 36’ st Mahracha). A disposizione: Canavesi, D’Aloia, Flora, Ruggia, Voltan, Bene, Mahracha, Strazzella, Antonini. Allenatore: Contaldo
Cas: Ferni, Panarese, Bolognini (dal 30’ st Castiglione), Nardone, Tirelli, Oldani, Caccia (dal 44’ st Oprandi), Macchi (dal 19’ st Azimonti), Cavaleri, Agrello, Turconi (dal 17’ st Alessi). A disposizione: Melchiorre, Castiglione, Oprandi, Azimonti, Alessi, Zaroli, Iorfida. Allenatore: Cau
Arbitro: Calligher di Como
Big match era tra le due capoliste e le due capoliste, nonostante finiscano col non farsi male, offrono un bellissimo spettacolo.
Nel primo tempo c’è più Cas, in particolar modo con Cavaleri, quando dopo una bordata di Turconi respinta, non riesce a trovare la deviazione vincente sottomisura.
Nella riprese reazione Gorla che costruisce diverse palle gol ma che vede i suoi “sogni di gloria” infrangersi sul palo quando Hushi, al 30’, con un tiro da fuori, non è abbastanza preciso. Alla fine è pari e patta.

Arsaghese – Luino Maccagno 3-1 (1-2)
Arsaghese: Franishta, Conserva, Castoldi, Diedhiou, Mai, Nebuloni, Fontana, Lo Bello, Gueye, Gandolfo, Palese. A disposizione: Cardi, Bernasconi, Carnaghi, Brivio, Tamborini, Guidali, Mantovan, Caimano, Carù. Allenatore: Marisch
Luino: 
Braccio, Ghelfi, Karam, Pezzi, Iozzino, Arioli, Matranga, Bellini, Marku, Tansini, Silipo. A disposizione: Passera, Pizzuti, Caputo, Granai, Notturno, Pittella, Folisi, Testa. Allenatore: Caporali
Arbitro: Demasi di Milano
Marcatori: pt: 6’ Matranga (L), 23’ Gandolfo (A), 25’  rig. Fontana (A); st: 44’ Gandolfo (A)
Torna a vincere l’Arsaghese di mister Marsich e lo fa ribaltando una situazione che non si era messa bene.
Dopo 6’, infatti, il gol di Matranga gela tutti. Ci pensa Gandolfo prima e Fontana poi (dal dischetto) a rimettere in carreggiata i biancorossi.
Nella ripresa i padroni di casa non si scompongono troppo fin quando Gandolfo chiude definitivamente i conti ad un minuto dal termine fissando il puntegigo sul 3 a 1.

Vanzaghellese – Union Tre Valli 4-0 (2-0)
Vanzaghellese: Mainini, Cobianchi, Moro, Lo Piccolo (dal 35′ st Grassi), Daggiano, Villa, Vago, Mombrini (dal 20’ st Bellin), Izzo (dal 38’ st Quaini), Pisoni, Spadaccino (dal 20’ st Stefanazzi). A disposizione: Rogora, Grassi, Pastanella, De Paoli, Stefanazzi, Bellin, Quaini, Ascente. Allenatore: Trubia
Tre Valli: La Sala, Gilardi, Roca (dal 1’ st Sorrentino), Demaddalena, Londino, Pastorelli, Borella (dal 39’ st Sandoval), Touili, Tafuri (dal 32’ pt Campello) , Binda (dal 33’ st Belkadir), Grosset (dal 31’ pt Trizio). A disposizione: Zullo, Campello, Belkadir, Sandoval, Sorrentino, Accetta, Trizio. Allenatore: Iori
Arbitro
: Targa di Como
Marcatori: pt: 18’ Pisoni Stefano (V), 26’ rig Lo Piccolo (V); st: 15’ Pisoni Stefano (V), 34’ Stefanazzi (V)
Punteggio rotondo per la Vanzaghellese che senza troppi giri di parole castiga l’Union Tre Valli con un secco 4 a 0.
Al 18’ è bravo Stefano Pisoni a sfruttare un cross dalla destra di Izzo, anticipa l’avversario e fa 1 a 0. Il raddoppio lo firma Lo Piccolo implacabile dal dischetto dopo che Vago era stato steso in area.
Nella ripresa è ancora Vanzaghellese ed è ancora Stefano Pisoni a gioire. Il numero dieci cerca una mezza rovesciata ma non impatta bene il pallone, poi però da per terra è il più lesto a trovare la palla e ad insaccare sotto la traversa. Chiude i giochi Stefanazzi con sfrutta al meglio un assist di Vago e con un pallonetto batte ancora La Sala.

Ispra – Tradate 1-2 (0-1)
Ispra: Sabatino, Volorio, Cerri (dal 38’ st Montemezzo), Modde, Dardha, Gaballo, Fagnani (dal 17’ st Sottocorna), Lombardo, Reggiori, Golisciano, Marzetta (dal 24’ st Lamorte). A disposizione: Ottolini, Petri, Lamorte, Bina, Sottocorna, Montemezzo, Magistri. Allenatore: Binda
Tradate: Drago, Akpolat, Johnson, Galluzzo M, Galluzzo D, Casotto, Re, Guerrini (dal 35’ st Bossi), Rossato (dal 20’ st Suel), Dama, Crivellari. A disposizione: Giugliano, Verna, Suel, Bossi, Battiston, Bossi, Calderaro, Marazzi. Allenatore: Belvisi
Arbitro: Greco di Seregno
Marcatori: 5’ Re (T); 18’ Crivellari (T), 48’ Sottocorna (I)
Tradate di misura, batte in trasferta l’Ispra per 2 a 1.
Passano gli ospiti al 5’ quando Re approfitta di un errore difensivo e a tu per tu fa secco Sabatino.
La chance più ghiotta per i locali capita sui piedi di Reggiori che al 25’ s’incarica di battere un calcio di rigore ma si lascia ipnotizzare da Drago, bravo a respingere al mittente.
La rete dello 0 a 2 arriva al 18’ della ripresa quando stavolta è Crivellari, dopo un’azione di rimessa ed un bel cross di Guerrini, a farsi trovare pronto in area. La reazione dei padroni di casa è tardiva ed il gol che accorcia le distanze arriva solo al 48’ quando Sottocorna risolve una mischia in area, ma non basta per riportare in equilibrio la sfida. Tradate dunque vittorioso su un campo ostico.

San Marco – Valceresio 1-2 (1-2)
San Marco: Martignoni, Principato (dal 46’ st Salmoiraghi), Bellin (dal 35’ st Bugini), Possoni (dal 39’ st Diouf), Primi, Roncato (dal 7’ st Vergari), Vendemmiati, Gallarati, Napolitano (dal 16’ st Gallo), Migliore, Cortellaro. A disposizione: Pitaro, Vergari, Landonio, Corno, Bugini, Affinito, Gallo, Diouf, Salmoiraghi. Allenatore: Marchiorato
Valceresio: Dicara, Di Carluccio, Dell’Orto, Iori (dal 30’ st Rigoni), Soave, Ndzie, Cinieri (dal 35’ st Visconti), Robustellini, Ambrosoli, Piccinotti (dal 41’ st Rizzo), Bosio. A disposizione: Ambrosetti, Rania, Premoli, Akpa. Allenatore: D’Onofrio
Arbitro: Nisticò di Sesto San Giovanni
Marcatori: pt: 15’ Migliore (S), 22’ Ndzie (V), 38’ Dell’Orto (V)
Vittoria in rimonta per la Valceresio che su un campo ostico come quello della San Marco riesce a vincere per 2 a 1.
La sblocca Migliore dopo un quarto d’ora con un eurogol: raccoglie una respinta sui 20 metri, stop di petto e tiro di controbalzo che toglie la ragnatela del sette. Gli ospiti però reagiscono subito e riportano tutto in parità grazie all’incornata da calcio d’angolo di Ndzie. Ma prima del duplice fischio arriva anche l’1 a 2 con Dell’Orto che realizza una punizione a giro conquistata da Ambrosoli.
Nella ripresa la partita è viva ma nonostante l’arrembaggio finale della San Marco il risultato non cambia più. La Valceresio continua la sua corsa.

Antoniana – Folgore Legnano 1-2 (0-1)
Antoniana: Heinzl, Negri, Venturelli, Badji, Larocca, Ranieri S, Corbetta, Santaniello, Ranieri A, Rondanini, Venturelli. A disposizione: Paroni, Maneggia, Maglio, Macchi, Macretti, Tirdea, Fruttarol. Allenatore: Canestrale
Folgore Legnano: Colombo A., Panozzo, Maggio, Re, Monti, Corizzo, Moretta (dal 39’ st Ristori), Ciocia (dal 27’ st Russo), Gazzardi, Favareto, Catalano (dal 13’ st Colombo F.). A disposizione: Bertuola, Gadda, Chiodini, Cascelli, Bertola, Giglio. Allenatore: Colombo
Arbitro: Bertin di Como
Marcatori: pt: 1’ Gazzardi (F); st: 20’ Rondanini (A) 29’ Gazzardi (F)
Passa la Folgore a Busto Arsizio, continua invece la crisi di risultati dell’Antoniana.
Dopo appena un giro di lancette Gazzardi trafigge Heinzl con un diagonale preciso ringraziando Catalano per l’assist prezioso.
Il pareggio arriva nella ripresa quando Rondanini a sua volta sfrutta la palla di Badji per insaccare. Ma è ancora Gazzardi a riportare in avanti i suoi: questa volta il lancio lungo è di Moretta, il centravanti brucia il diretto avversario e davanti al numero uno di casa non sbaglia.

In redazione Mariella Lamonica