Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

28^ giornata – Fagnano e Tradate all’ultimo respiro! L’Arsaghese spera nei playoff, certezza playout

TRADATE– E’ uno dei campi caldi di giornata perché è uno dei campi in cui ci sono in palio punti pesanti che potrebbero anche significare “scacco al re” Fagnano. Si affrontano con queste premesse Tradate – Vanzaghellese dove gli uomini di mister Belvisi sono pronti a collezionare un’altra vittoria per presentarsi vis a vis nel match clou dell’anno mentre Grassi & Co hanno tutte le intenzioni di chiudere in grande spolvero questa stagione.
Un Tradate non bello trova una Vanzaghellese serena e vogliosa, alla fine all’autorete di Moretti del primo tempo risponde Casotto nei minuti di recupero. 1 a 1 e campionato aperto, si deciderà tutto all’ultima giornata.

TradatePRIMO TEMPO – E’ una partenza a ritmi blandi quella che prende avvio al fischio d’inizio del signor Bacchetta, ma ad essere più fluida è la Vanzaghellese di mister Trubia, sgombra nella testa e frizzante come spesso ha dimostrato. Un paio di belle incursioni di Gandolfo, poi la chance è sul destro di Vacirca che da posizione defilata stoppa e tira ma Menescardi blocca in tranquillità. Serie di calci d’angolo conquistati dai nerazzurri con palle creano scompiglio dinanzi al numero uno di casa. Dalle tribune invocano grinta, i locali sembrano partiti con qualche timore, ci prova Galluzzo a scuoterli con una staffilata su punizione dal limite, Mainini prontamente respinge. Al 28’ è ghiotta la chance per Gandolfo dopo l’ottima sponda di Vacirca, ma il numero dieci da appena dentro l’area spara il suo sinistro oltre la traversa. Qualche errore di troppo in fase d’impostazione per il Tradate, che al 38’ la combina grossa: punizione conquistata e battuta da Gandolfo, il numero dieci la scodella in area, Moretti inspiegabilmente ci mette la testa per il più clamoroso degli autogol. 0 a 1. C’è da reagire per i tradatesi che tentano di farlo con Re, bravo l’attaccante a saltare il diretto avversario e ad andare al tiro dai sedici metri, blocca ancora Mainini. Al 43’ è ancora il Tradate a recuperare palla con Basaglia, sfera poi nei piedi di Knouzi che calcia dalla distanza, conclusione potente ma centrale. La Vanzaghellese gestisce gli ultimi minuti del primo tempo, Tradate appare meno compatto del solito. Duplice fischio e squadre negli spogliatoi. Mister Belvisi deve riuscire a pungolare un po’ di più i suoi se non vuole veder svanire tutto sul più bello.

VanzaghelleseSECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi ma con il Tradate che prova da subito a spingere ma senza rendersi particolarmente pericoloso, troppo i cross fuorigiri e i triangoli non chiusi. In compenso la Vanzaghellese non si fa pregare, Gandolfo è lucido e la palla servita a Negri è un assist al bacio, l’attaccante però dall’altezza del dischetto non trova il palo lungo di un soffio. C’è spazio per gli ospiti, non raddoppiano prima per un fuorigioco di Negri e poi perché Menescardi chiude lo specchio a Gandolfo. Al 16’ un sofferente Paolillo lascia il campo a Gariboldi, il terzino si mette sulla fascia sinistra e Crosti viene spostato al centro. Altro cambio tra le fila biancorosse: fuori Basaglia spazio a Broggi. I Belvisi boys faticano, baricentro troppo basso e squadra troppo lunga, il mister cambia ancora, fuori Moretti dentro Del Vecchio. Al 32’ squillo Knouzi che lanciato a rete cerca la zampata, piedone di Mainini che gli dice di no. A tenere a galla il Tradate ci pensa Menescardi che vola sul colpo di testa di Foglia da corner. Cosentino cerca gloria dalla distanza ma il suo destro secco sorvola la traversa. La benzina della Vanzaghellese non è ancora finita, sulle ripartenze dà sempre l’’impressione di poter colpire, il Tradate è in affanno, non trova gioco ma nemmeno il jolly che varrebbe un pareggio e che quindi rimanderebbe il discorso campionato all’ultima giornata. Il gol arriva al 46’ con Casotto che approfitta di un’uscita non perfetta di Mainini e trova un 1 a 1 pesantissimo. Gli altri quatto minuti di recupero scorrono via senza altri intoppi, ma al triplice fischio arriva un grosso sospiro di sollievo. E’ pareggio, il Tradate è ancora vivo.

I MIGLIORI IN CAMPO
Casotto 6.5 – Tradate:
in una giornata così così trova un gol che vale tantissimo e che tiene vivo il Tradate fino all’ultimo.
Vago 7 – Vanzaghellese: è padrone del centrocampoo, recupera un sacco di palloni e li gioca sempre con intelligenza.

I COMMENTI 
Belvisi (allenatore Tradate):Il nostro obiettivo erano i playoff e lo abbiamo raggiunto, ora però sappiamo che possiamo mettere la ciliegina sulla torta e ci proveremo domenica prossima nello scontro diretto con il Fagnano; sarà durissima, loro hanno fatto un grande campionato e sono favoriti, io però sono orgoglioso di questi ragazzi e del lavoro fatto, al 20 agosto non sapevamo nemmeno che facce avessimo. Oggi non è stata certo la nostra miglior partita, troppo attendisti, siamo anche un po’ stanchi, ma abbiamo dimostrato di non mollare mai, ripeto da martedì testa all’ultimo decisivo scontro dell’anno, comunque andrà siamo consapevoli di aver fatto una grande stagione“.
Trubia (allenatore Vanzaghellese):Questa partita è lo specchio della nostra stagione, abbiamo costruito tante palle gol nitide per chiudere il match, non lo abbiamo chiuso e come al solito abbiamo peccato di inesperienza pagando dazio negli ultimi minuti. Anche oggi, però, abbiamo dimostrato che la Vanzaghellese non fa sconti a nessuno e che non guarda in faccia a nessuno, non mi sono piaciute le frasi della scorsa domenica che ci hanno riservato quelli del Fagnano, e anche oggi qualche insinuazione c’è stata, ripeto noi giochiamo e giocheremo sempre fino alla fine a prescindere dagli obiettivi“.

IL TABELLINO
Tradate – Vanzaghellese 1-1 (0-1)
Tradate:
Menescardi 6.5, Casotto 6, Crosti 6, Galluzzo M. 5.5, Paolillo 5 (dal 16’ st Gariboldi 6), Turcato 5.5, Re 5.5, Basaglia 6 (dal 20’ st Broggi 6), Cosentino 5.5, Knouzi 5 (dal 37’ st Guerrini sv), Moretti 5 (dal 28’ st Del Vecchio 6). A disposizione: Nidoli, Del Vecchio, Gariboldi, Broggi, Guerrini, Seiti, Verna. Allenatore: Belvisi.
Vanzaghellese: Mainini 6, Grassi 7, Pisoni 7 (dal 27’ Bonina 6), Vago 7, Finato 7, Foglia 7, Pisoni 7, Ghelfi 7, Marazzi 6 (dal 7’ st Negri 6.5), Gandolfo 7, Vacirca 7 (dal 33’ st Bellin 6.5). A disposizione: Trubia, Bonina, Bellin, Negri, Quaini. Allenatore: Trubia.
Arbitro: Bacchetta di Monza
Marcatori: pt: 38’ aut. Moretti (T); st: 46’ Casotto (T).
Note: Giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni, spettatori 50 circa. Ammoniti: Negri (V), Cosentino (T), Grassi (V) Angoli 1-6. Recupero: 1’+5’.

Inviata Mariella Lamonica

ARCISATE – Il Fagnano espugna il ‘Peppino Prisco’ di Arcisate superando 2-1 la Valceresio, ma complice il pareggio del Tradate non può ancora festeggiare la vittoria del campionato che si deciderà all’ultima giornata con lo scontro diretto. Bell’avvio dei padroni di casa che passano al 18’ con Piccinotti, ma calano nella seconda metà di tempo e vengono raggiunti al 32’ da un tiro sporco di Manuzzato M., deviato da Carini. Nella ripresa zampata di Manuzzato D. per il 2-1, con un espulso per parte: Azzolin per i padroni di casa e Di Nola per gli ospiti.

FagnanoPRIMO TEMPO – Al fischio d’inizio Valceresio disposta col 4-2-3-1 con Furlan, Italiano e Piccinotti alle spalle di Turri; Ndzie e Bosio diga davanti alla difesa composta dai terzini Giardino e Azzolin insieme alla coppia di centrali Soave-Carini. Tra i pali Dicara rileva Ambrosetti. Risponde il Fagnano con un più classico 4-4-2 con Badji vertice basso del rombo a centrocampo e Di Nola punta di diamante alle spalle delle due punte Manuzzato D. e Spadaccino. Manuzzato M. e Beltemacchi completano la mediana mentre a difesa del portiere Bertagnoli ci sono Vacirca, Badji, Cicchetti e Terzi. Pronti via e la Valceresio ha una buona occasione con la punizione dal limite di Italiano, ribattuta però dalla barriera. La squadra di D’Onofrio vuole riscattare la brutta prestazione di domenica scorsa e continua con una forte pressione offensiva. Al 12’, sugli sviluppi di un’altra punizione sull’out di sinistra, Ndzie non arriva per questione di centimetri sul pallone messo in mezzo da Italiano, facile preda di Bertagnoli. Al 18’ passano i padroni di casa: su un campanile in area il più lesto ad avventarsi sul pallone è Piccinotti che con un tocco di punta beffa l’estremo difensore ospite. Partita nervosa e fioccano i cartellini gialli, tre in poco meno di dieci minuti. Al 25’ si registra il primo sussulto offensivo del Fagnano, ma la punizione dal limite di Di Nola è respinta dalla barriera. Al 32’ il Fagnano acciuffa il pareggio: Manuzzato M. entra in area da sinistra e dopo una serie di doppi passi scarica un tiro-cross di sinistro che, complice la deviazione decisiva di Bosio, s’insacca alle spalle di Bertagnoli. È un buon momento per gli ospiti e Di Nola aggiusta la mira da calcio piazzato; questa volta tocca a Dicara allungarsi alla sua sinistra per respingere l’insidiosa conclusione. Italiano prova a dare una scossa ai suoi con un bolide dai venticinque metri, ma non trova lo specchio della porta. Nei minuti finali la fa da padrone il nervosismo e si arricchisce la lista degli ammoniti; dopo tre minuti di recupero le due squadre guadagnano gli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

ValceresioSECONDO TEMPO – Avvio di ripresa dai ritmi decisamente più scialbi rispetto al primo tempo con le due squadre che cercano di affidarsi più ai lanci lunghi che alla manovra palla a terra. Al 12’ dopo un batti e ribatti in area a seguito di un corner Ranieri S. prova di punta a sorprendere Dicara che è bravo però a chiudere le gambe e a far sua la sfera. Al 17’ fallo netto di Azzolin, già ammonito che abbatte Vacirca e si guadagna ingenuamente un rosso che poteva evitare. D’Onofrio prova ad aggiustare la squadra inserendo Di Carluccio al posto di Turri, ma sugli sviluppi della punizione battuta da Di Nola è Manuzzato D. il più reattivo e con un tocco sporco infila da due passi Dicara. La panchina ospite esplode di gioia perché da Tradate giungono notizie più che positive e i risultati attuali consentirebbero al Fagnano di vincere matematicamente il campionato. Alla mezzora il Fagnano si complica la giornata: Di Nola, già ammonito, perde troppo tempo al momento del cambio e il direttore di gara gli mostra il secondo giallo, andando così a ristabilire la parità numerica. La Valceresio sembra però non averne più e non riesce quasi mai a rendersi pericolosa; di contro anche il Fagnano sembra aver esaurito la benzina e si limita a difendersi. Al 45’ partono i cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro e Nigro spreca la migliore occasione della ripresa non centrando la porta da distanza ravvicinata su assist di Piccinotti. Nel frattempo il Tradate pareggia contro la Vanzaghellese per cui a quattro minuti dalla fine arriva l’ufficialità: il campionato si deciderà all’ultima giornata.

FOTOGALLERY Valceresio-Fagnano 03Valceresio-Fagnano 07Valceresio-Fagnano 11

 

 

I MIGLIORI IN CAMPO
Italiano (Valceresio) – voto 6.5
:  dietro le punte si trova a suo agio; smista la manovra offensiva dei suoi ed è sempre insidioso su calcio piazzato.
Badji (Fagnano) – voto 7: instancabile tuttofare a centrocampo. Argina ogni controffensiva della Valceresio e dice la sua anche in fase di impostazione.

I COMMENTI
Basso D’Onofrio (allenatore Valceresio)
: “Non è arrivato il risultato che speravamo, ma più che altro volevo una reazione a livello mentale; e c’è stata. Oggi abbiamo giocato alla pari contro la prima della classe e sono stati gli episodi a penalizzarci, ma del resto loro hanno giocatori fatti apposta per risolvere le partite. Sono molto soddisfatto del mio percorso fin qui alla Valceresio: quando sono arrivato c’era un ambiente a pezzi mentre ora la situazione è completamente diversa, e il merito è tutto dei ragazzi. Raza arrabbiato? Noi abbiamo semplicemente giocato la partita che dovevamo giocare, come del resto abbiamo sempre fatto”.
Ulisse Raza (allenatore Fagnano): “Non servono commenti se avete visto la partita. Immagino che nessun abbia visto il rigore netto che l’arbitro non ci ha fischiato nel primo tempo quando uno di loro ha bloccato un cross col braccio. E vogliamo parlare dell’espulsione di Di Nola? Semplicemente ridicola e a livello europeo credo non sia mai successa una cosa del genere. Adesso dovremo giocare lo scontro diretto senza uno dei nostri migliori interpreti, ma del resto è da un mese e mezzo che dico che vogliono farci perdere il campionato e vedendo queste partite credo di non essermi sbagliato. Siamo ancora davanti, è vero, ma va anche detto che il Tradate è li grazie ad aiutini sparsi qua e là. Ripeto: c’è un’atmosfera attorno a noi che non mi piace e non mi stupirei se domenica prossima mandassero un arbitro per farci perdere il campionato”.

IL TABELLINO
VALCERESIO – FAGNANO 1-2 (1-1)
Valceresio
: Dicara 6, Giardino 6 (dal 35’ st Nigro sv), Azzolin 5, Ndzie 5, Soave 6, Carini 6, Furlan 5.5 (dal 24’ st Cinieri 6), Italiano 6.5 (dal 42’ st Iori sv), Turri 5.5 (dal 18’ st Di Carluccio 6), Piccinotti 6.5, Bosio 5.5. A disposizione: Ambrosetti, Cantelmo, Iori. Allenatore: D’Onofrio
Fagnano: Bertagnoli 5.5, Vacirca 6, Terzi 6, Badji 7 (dal 38’ st Crea sv), Cicchetti 6.5 (dal 34’ st Cancian sv), Ranieri S. 6, Manuzzato M. 6.5, Beltemacchi 6.5, Spadaccino 5.5 (dal 33’ st Moretta sv), Di Nola 5.5, Manuzzato D. 6.5 (dal 19’ st Ranieri A. 6.5). A disposizione: Riganti, Adamo, Crea, Fiumicelli. Allenatore: Raza
Arbitro: Barlocco di Legnano
Marcatori: pt: 18’ Piccinotti (V), 32’ autogol Bosio (F); st: 18’ st Manuzzato D. (F)
Note: nuvoloso, campo non in perfette condizioni. Spettatori: circa 60. Ammoniti: Azzolin (V), Ranieri S. (F), Soave (V), Di Nola (F), Carini (V), Ndzie (V), Spadaccino (F), Piccinotti (V), Italiano (V). Espulsi: al 17’ st Azzolin per doppio giallo; al 29’ st Di Nola per doppio giallo. Angoli: 4-9. Recuperi: 3+5.

Inviato Matteo Carraro

 

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Le altre partite

 

Gorla Maggiore – Folgore Legnano 2-0 (0-0)
Gorla Maggiore: Savastano, Favaretto, Coppola (dal 38’ st Flora), Bonizzi, Di Simone, Caristina (dal 40’ pt Bernacchi), Bernasconi, Mazzon, Felice, Strazzella (dal 32’ st Lamperti), Falsaperna. A disposizione: Marrazzo, Bernacchi, Hushi, Ippolito, Lamperti, Flora, Ferrario. Allenatore: Riccio.
Folgore Legnano: Bertuola (dal 1’ st Garghetti), Colombo F. 96, Favareto, Russo (dal 33’ st Sowe), Cattaneo, Giglio, Ciocia, Chiodini (dal 15’ st Catalano), Bosco (dal 25’ st Colombo F 94), Tagliabue, Scandroglio. A disposizione: Garghetti, Gadda, Ristori, Maggio, Colombo F. 94, Sowe, Catalano. Allenatore: Fontana.
Arbitro: Vismara di Lecco
Marcatori: st: 21’ Felice (G), 30’ Falsaperna (G)
Primo tempo povero di emozioni, Gorla ci prova ma senza troppa convinzione, La Folgre tiene bene e si affaccia dalle parti di Savastano, che però si fa trovare pronto.
Nella ripresa i padroni di casa prendono in mano il pallino del gioco e colpiscono prima con Felice, che raccoglie un tiro da fuori di Bonizzi stampatosi sul palo, e poi con Falsaperna che servito da Felice si incunea in area e fa secco l’estremo difensore ospite. I gorlesi potrebbero colpire ancora ma al triplice fischio è 2 a 0.

Luino Maccagno – San Marco 3-1 (0-1)
Luino Maccagno: Crugnola, Iozzino, Cerinotti (dal 21’ st Vigano P), Pollio, Vigano, Castorino, Abdel, Ferrini (dal 16’ st Silipo), Cortez (dal 17’ st Belkhadir), Tansini, Vallejo (dal 39’ st Ghelfi). A disposizione: Braccio, Vigano P., Galbiati, Ghelfi, Matranga, Belkhadir, Silipo. Allenatore: Albertoli.
San Marco: Polimeni, Bellin, Petenà (dal 31’ st Cortellaro) , Possoni, Principato (dal 33’ st Gallarati), Primi, Diouf (dal 14’ st Cascelli), De Vita (dal 31’ st Vendemmiati), Andreolli, Lambertini, Antonello (dal 19’ st Bugini). A disposizione: Roncato, Cortellaro, Bugini, Cascelli, Virili, Gallarati, Vendemmiati. Allenatore: Rasini.
Arbitro: Zamagna di Saronno
Marcatori: pt: 40’ Diouf (S); st: 10’ Pollio (L), 20’ rig Castorino (L), 35’ Belkhadir (L)
Colpaccio del Luino Maccagno che vince in rimonta con la San Marco e si garantisce i playout.
Gli ospiti passano con un colpo di testa di Diouf al 40’ su cross di Lambertini ma nella ripresa sono i padroni di casa a fare la voce grossa. Prima Pollio risolve in mischia, poi sempre Pollio raddoppia su rigore ed infine a 10’ dal termine ci pensa Tansini con un tiro da fuori a far calare il sipario.

Ispra – Antoniana 1-1 (0-1)
Ispra: Khingava, Volorio, Lamorte, Palatrasio, Lombardo, Mazzotta, Ambrosoli, Della Torre, Reggiori, Golisciano, Magistri. A disposizione: Mattioni, Cerutti, Dardha, Molinari, Fagnani, Sottocorna, Verde. Allenatore: Colombo.
Antoniana: Salvadori, Niang, Moro, Lo Piccolo, Negri, Pastanella, Macchi, Cuviello, Zaro, Pignataro, Monticelli. A disposizione: Paroni, Di Bari, Bongiorno, Maneggia, Bertolotti, Corbetta, Ana Petre. Allenatore: Airoldi.
Arbitro: Taborelli di Abbiategrasso
Marcatori: pt: 30’ Zaro (A); 40’ rig. Ambrosoli (I)
L’Antoniana si fa acciuffare a pochi minuti al termine conquistando così un solo punto in casa dell’Ispra.
Gli ospiti passano al 30’ con Zaro che da fuori area beffa Khingava su passaggio di Macchi.
Per il pareggio bisogna aspettare il 40’ della ripresa con Ambrosoli che non sbaglia dal dischetto e fissa il punteggio sull’1 a 1.

Cairate – Arsaghese 0-1 (0-1)
Cairate: Piuri, Diomande, Cattini, Diedhiou (dal 37’ st Piazzoni), Algeri, D’Alessandro, Pedotti, Guffanti, Cattagni Alberto, Mura (dal 16’ st Zoso), Papaleo (dal 1’ st Logioia). A disposizione: Prederi, Zoso, Logioia, Piazzoni, Cattagni Alessandro., D’Amore. Allenatore: Curatolo.
Arsaghese: Cardi, Cagnetta, Castoldi, Nebuloni, Conserva, Colombo, Sciarini, Mantovan, Caimano, Fontana, Palese. A disposizione: Franishta, Carnaghi, Manfredi, Guidali, Malick, Collenghi, Carù. Allenatore: Marsich.
Arbitro: Ronchi di Monza
Marcatori: pt: 18’ rig. Fontana (A)
Basta Palese all’Arsaghese per battere il Cairate e tenere vivo il discorso playoff.
Al 18’ del primo tempo il fallo di mano in area di Pedotti vale un penalty che l’attaccante biancorosso concretizza. Il primo tempo è soft, nella ripresa le squadre di allungano un po’, qualche occasione per parte soprattutto il palo su punizione di Alberto Cattagni, ma il risultato non cambia più. 0 a 1.

Union Tre Valli – Club Amici dello Sport 3-1 (1-0)
Union Tre Valli: De Leo, Trizio, Campana, Touilli, Roca, Gilardi, Bellini, Dozzio (dal 16’ st Bouraya), Testa (dal 19’ st Follis), Binda, Frigeri (dal 32’ st Sandoval). A disposizione: Lucisano, Sandoval, Bouraya, Follis. Allenatore: Rasini..
Club Amici dello Sport: Melchiorre, Borsani, Bolognini, Macchi, Zaroli, Re, Nardone, Azimonti, Alessi, Cavaleri, Turconi. A disposizione: Ferni, Castiglioni, Mariani, Lodedo, Agrello, Falvella, Iorfida. Allenatore: Cau.
Arbitro: Bacarella di Gallarate
Marcatori: pt: 23’ Testa (U); st: 5’ Nardone (A), 20’ Binda (U), 46’ Touilli (U)
Passa il Tre Valli contro il Cas di mister Cau, 3 a 1 il risultaro al 90’.
La sblocca Testa che con un’incornata su cross di Trizio trova l’1 a 0.
Il pareggio arriva all’inizio della ripresa con Nardone che raccoglie da calcio d’angolo e con un tiro dalla distanza trova lo spiraglio giusto. Ma lo spiraglio giusto lo trova anche Binda che in area al 20’ non perdona. L’ultimo sigillo è Touilli nei minuti di recupero con un preciso diagonale.

In redazione Mariella Lamonica