Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Eccellenza girone A

24^ giornata – Busto81 e Cassano a valanga, pari del Verbano. Legnano ko, al “Mari” passa la Lomellina

LEGNANO-  Il Lomellina espugna il Mari, partita di furbizia e di sacrificio per i ragazzi di Civeriati. Per il Legnano poco da dire , oggi male tutti. Nel primo tempo il Lomellina si è messo in mostra, andando in gol per due volte . Secondi 45’ poche emozioni, i lilla non hanno mai impegnato seriamente Basso. È inutile il bel gol di Romano, lavori in corso per il Legnano, il Lomellina invece si gode la meritata vittoria.

LegnanoPRIMO TEMPO- Prima conclusione in porta al 1’ con Grasso, sinistro alto sopra la traversa. Al 15’ colpo di testa di Guido, ampiamente a lato. Al 19’ Casula porta in vantaggio il Lomellina, cross di Kolaj e tutto solo il numero 6 segna indisturbato. Ancora Grasso al 22’ , palla fuori di qualche metro. Al 24’ destro piazzato di Bottone, Basso para facilmente. Al 29’ Grasso su punizione sfiora il gol, grande parata di Basso. Al 35’ Calvio calcia male da buona posizione, brivido per i lilla. Al 41’ Crimaldi calcia da quasi metà campo vedendo Anedda fuori dai pali, la palla esce di molto. Al 42’ raddoppio di Farina , Anedda non trattiene la palla e Farina lo buca, 0-2.

LomellinaSECONDO TEMPO-   Al 1’ Grasso mette in mezzo per Myrteza, Basso si supera e salva sulla linea di porta. Al 10’ ancora su cross di Grasso, Romano devia leggermente ma non impatta bene il pallone. Al 18’ Bottone calcia male, il Legnano non riesce a trovare buone trame di gioco. Al 25’ Bottone non riesce a calciare bene su cross di Marcolini. Al 28’ tiro di Crea, tiro velleitario, facile per Basso. Al 29’ Panigada sciupa da buona distanza, tiro di qualche metro. Al 42’ Crea calcia di sinistro, risponde coi piedi Basso. Al 45’ Romano accorcia le distanze, tocco sotto che beffa Basso. Al 46’ spara alto da posizione defilata.

I MIGLIORI IN CAMPO:
Farina (Lomellina)  7,5: partita impegnativa del numero 9 classe 85’. Segna un gol e impegna seriamente la difesa del Legnano, insieme a lui migliore in campo anche Cabella.Bianchi (
Legnano) 6,5: l’unica macchiolina positiva del Legnano è il difensore centrale arrivato a gennaio. Tiene bene la posizione e cerca sempre il gol di testa, bella partita.

I COMMENTI
Munafó (presidente Legnano): “
Abbiamo avuto un colloquio col mister, il risultato di oggi è vergognoso, dobbiamo lavorare tanto. Sono deluso, la maglia del Legnano va rispettata. Sono arrabbiatissimo con i giocatori, le cose devono cambiare e in fretta anche”.

IL TABELLINO
Legnano-Lomellina 1-2 (0-2)
Legnano:
 Anedda, Ortolani, Scarcella (dal 45’ st. Marcolini),  Bianchi, Mavilla (dal 22’ st. Bottone),  Mele, Myrteza (dal 23’ st. Crea),  Bonomi (dal 45’ st. Trenchev),  Romano, Provasio (dal 14’ st. Provasio),  Grasso. A disposizione: D’ippolito, Borghi. Allenatore: Tomasoni.
Lomellina: Basso, Bardone, Guido, Sala, Severino, Casula( dal 32’ st. Ivaldi),  Calvio (dal 30’ st. Susbenso),  Crimaldi, Farina (dal 45’ st. Beccaris),  Cabella( dal 35’ st. Rignanese), Kolaj. A disposizione :  Marchesotti,  Santarossa, Rignanese, Amello. Allenatore: Civeriati.
Arbitro:  Volta di Brescia( Morotti-Gervasoni).
Marcatori: pt: 21’ Casula (Lo), 42’ Farina (Lo); st: 45’ Romano (Le).

Inviato Niccolò Crespi

BUSTO ARSIZIO – Il Busto 81 si tiene a due punti di distanza dalla capolista Cavenago Fanfulla dopo una straripante vittoria per 6-2 sull’Alcione. I bustocchi vincono mostrando un buon gioco e la personalità di una squadra che punta alla promozione in Serie D, mentre l’Alcione dovrà ripartire basandosi sul primo tempo di oggi dove ha messo in pensiero i padroni di casa.

Busto 81PRIMO TEMPO – Il Busto 81 si presenta davanti ai propri tifosi con l’obiettivo di mantenere la scia del gruppo di testa, mentre l’Alcione vuole sorprendere i padroni di casa per cementare la propria posizione di metà classifica. Al 12’ sono proprio gli ospiti ad andare vicini al vantaggio con Razzari che riceve pallone sulla destra, avanza e prova a sorprendere Brescello con un tiro che costringe l’estremo difensore del Busto 81 a toccare il pallone per spedirlo contro la traversa. C’è più Alcione che Busto in questi primi minuti di gioco, ma i bustocchi si fanno comunque vedere in avanti al 15’: D’Ausilio riceve la palla sulla fascia e la mette in mezzo per Becerri che colpisce di testa impegnando il portiere, ma in posizione irregolare. Al 18’, l’Alcione è ancora ad un “palo” dal vantaggio: Mangiarotti sfonda per vie centrali e innesca Senesi che in area stoppa il pallone e lo calcia contro il palo alla destra di Brescello. Il Busto 81 soffre, ma sa concretizzare e ciò avviene al 22’, infatti un lancio lungo dalla retroguardia trova D’Ausilio in posizione regolare: il numero 7 del Busto 81 si trova la strada spianata e rimane freddo davanti ad Angeleri insaccando con un bel tiro di piatto. L’Alcione non perde animo nonostante il gol subito e al 32’ ha un’altra clamorosa occasione per segnare: il cross in mezzo degli ospiti trova l’inserimento di uno smarcatissimo Soto che al volo da posizione favorevole spedisce il pallone sopra la traversa. Nell’azione successiva, però viene rispettato il detto del “gol sbagliato, gol subito”: difatti il Busto 81 riparte velocemente in contropiede con Casorati che serve con un passaggio filtrante Berberi il quale nell’uno contro uno trafigge Angeleri con un tiro potente e piazzato per il 2-0 al 35’. L’Alcione torna però in partita grazie a un regalo di Brescello che al 39’ perde il pallone sul pressing di Senesi che una volta recuperata la sfera deve solo depositarla in rete per riaprire l’incontro.

AlcioneSECONDO TEMPO – L’Alcione rientra in campo senza la stessa mentalità del primo tempo e il Busto 81 ne approfitta per assumere un atteggiamento offensivo: al 4’, un cross di Scapinello dalla destra buca tutta la difesa dell’Alcione e trova Anzano che prima si aggiusta il pallone col petto e poi firma il 3-1 per il Busto 81. L’Alcione è completamente in palla e all’8’ il Busto va vicino a chiudere la partita: in contropiede viene servito nuovamente Berberi che appena entrato in area prova un tiro che però termina alto. L’Alcione sembra rimasto con la testa negli spogliatoi, ma sempre all’8’ riapre nuovamente la partita: D’Arbenzio si libera sulla fascia sinistra e crossa trovando l’inserimento di De Semeis che con un preciso colpo di testa batte Brescello per portare il punteggio sul 3-2. Con la rete del 3-2, la partita diventa più veloce e intensa: il Busto 81 prova a sorprendere gli avversari tramite le azioni in contropiede, mentre l’Alcione costruisce il proprio gioco dalle fasce come nel caso del gol di De Semeis, ma entrambe le squadre si annullano: al 14’, Soto avanza e prova a cambiare le cose, ma il suo tiro dal limite dell’area è altissimo e non preoccupa Brescello. Il Busto 81 prova a rispondere al 21’ con un cross che trova il colpo di testa di Berberi il quale viene bloccato da un difensore dell’Alcione: i giocatori e tifosi del Busto 81 chiamano a gran voce il rigore, ma per il direttore di gara è solo calcio d’angolo. Al 25’, la formazione bustocca è ancora in avanti con D’Ausilio che trova un varco sulla fascia e prova il cross basso per Berberi che però viene anticipato all’ultimo istante da Mangiarotti. Il Busto 81 tiene il pallino del gioco e questo dominio si concretizza al 29’: Mangiarotti non riesce a contenere Berberi che riceve il pallone in area e lo scarica su Scapinello che con un tiro nel sette batte Angeleri per il 4-2 del Busto 81. L’Alcione è completamente ko e non riesce a contenere l’attacco del Busto 81 che un minuto dopo, al 30’ firma anche il quinto gol: Berberi prende palla da metà campo e avanza saltando Mangiarotti e D’Arbenzio per poi alzare il pallone per Scapinello che firma la doppietta personale in due minuti e mette ipoteticamente in cassaforte la partita. L’Alcione prova a rendere il risultato meno pesante al 40’: da fuori ci prova Pellegatta, ma la conclusione si spegne largamente sul fondo. Il Busto 81 non si accontenta del 5-2 e fa pure il sesto gol complice una difesa avversaria ormai spenta: Berberi e D’Ausilio si scambiano veloci uno-due sino ad entrare nell’area dell’Alcione dove D’Ausilio trova poca resistenza avversaria e insacca nuovamente per il 6-2 finale che chiude definitivamente una partita che nel secondo tempo è stata totalmente dominata dal Busto 81.

I MIGLIORI IN CAMPO
Scapinello (squadra Busto 81) – voto 8:
La difesa dell’Alcione ricorderà lui e Berberi per parecchio tempo: gli avversari non sanno come contenerlo e lui li punisce con assist e gol.
De Semeis (squadra Alcione) – voto 6.5: l’unico giocatore dell’Alcione che non ha dimenticato la testa negli spogliatoi tra primo e secondo tempo. Sempre grintoso e volenteroso anche quando il Busto aveva già chiuso la partita.

I COMMENTI
Tricarico (all. Busto 81):
“Sono molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi, nonostante i due gol che forse potevamo evitare. Abbiamo giocato bene e a tratti benissimo, tanto che ogni volta che avanzavamo davamo l’impressione di poter segnare. Adesso dobbiamo continuare così.”
Pizzi (all. Alcione): “Siamo stati in gara per un’ora dove abbiamo espresso pure un buon gioco, dopodichè abbiamo fatto troppi errori e quando concedi certi spazi a una squadra così forte offensivamente vieni giustamente punito, però prendiamo gli aspetti positivi di questa gara come la prima ora di gioco.”

IL TABELLINO
Busto 81-Alcione 6-2 (2-1)
Busto 81:
Brescello 5.5, Soldi 6 (dal 35’ st Maggiore sv), Dell’Aera 6 (dal 45’ st Rosana sv), Borghesi 6, Volpini 6.5 (dal 38’ st Bisceglia sv), Nocciola 7, D’Ausilio 7.5, Scapinello 8 (dal 38’ st Moroni sv), Berberi 7.5, Casorati 6.5, Anzano 7. A disposizione: De Stefano, Napoli, Bisceglia, Maggiore, Moroni, Agosti, Rosana. Allenatore: Tricarico
Alcione: Angeleri 5, Razzari 5.5, D’Arbenzio 4.5, Mangiarotti 4.5 (dal 38’ st Loperfido sv), Rossi 5 (dal 7’ st Italia 5.5), Campolongo 5.5, De Semeis 6.5, Coppini 6 (dal 38’ st Figoli sv), Senesi 6.5 (dal 23’ st Romano 5.5), Pellegatta 5.5, Soto 5 (dal 38’ st Pelli sv). A disposizione: Aceti, Marinoni, Loperfido, Figoli, Romano, Pelli, Italia. Allenatore: Pizzi
Arbitro: Foresti di Bergamo (Madaschi-Corvino)
Marcatori: pt: 22’ D’Ausilio (B), 35’ Berberi (B), 39’ Senesi (A); st: 4’ Anzano (B), 8’ De Semeis (A), 29’ Scapinello (B), 30’ Scapinello (B), 42’ D’Ausilio (B)
Note – giornata nuvolosa, campo in buone condizioni. Ammoniti: Scapinello (B); Soto, Coppini (A). Recupero pt: 0’ st: 2’. Tiri (in porta): 14(9)-9(6). Angoli: 5-3.

Inviato Lorenzo Valentino

Le altre partite

CAVENAGO FANFULLA – CITTA’ DI VIGEVANO 2-0 (1-0)
Cavenago Fanfulla: Ballerini, Oddone, Colombi, Laribi (Arodi al 41′ st), Zanoni, Romano (Cissé al 15′ st), Zingari (Palmieri al 15 ‘st), Brognoli, Mazzini (Caselli al 37′ st), Battagliano, Fall (Nikolov al 43’ st). A disposizione: Cozzi, Schieppati All. Ciceri
Città di Vigevano: Campironi (Colombo C. al 42′ st), Binda Pienti, Cudicini, Lagonigro, Dalia, Disarò, Bonvini (Aldrovandi al 10′ st), Baratto, Salomoni (Mancin al 41′ st), Sidonio (Martella al 1′ st), Ragusa (El Faria al 31′ st). A disposizione: Cerri L., Favale. All. Pisani
Arbitro: Collier di Gallarate.
Marcatori: Mazzini al 10′ pt, Fall al 35′ st
Tre punti per il Cavenago che batte il Vigevano in casa per 2-0. Ad aprire le marcature è il solito Mazzini al 10’ del primo tempo. Nella ripresa raddoppia e chiude Fall al 35’. Con questa vittoria i bianconeri balzano in testa alla classifica con due punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice Busto 81.

CASTELLANZESE – SANCOLOMBANO 4-2 (1-2)
Castellanzese: Heinzl, Tatani, Ghilardi, Rota, Zingaro, Fiore, Greco (27′ st Porchera), Bigioni, Colombo (31′ st Arrigoni), Pedergnana, Urso. A disposizione: Pasiani, Battista, Cesaro, Lombardi, Rondanini. All.: Palazzi
Sancolombano: Valsecchi, Ioance, Pignatiello, Milani, Locatelli, Dragoni, Albertini (19′ st Squintani), Molinelli, Piccolo, Odi, Stroppa (38′ st Fogu). A disposizione: Bossi, Pernice, Ricciardi, Gazzaneo, Geamanu). All.: Aquilante
Arbitro: Campagni di Firenze (Arizzi e Arshad di Bergamo)
Reti: 12′pt su rigore,36′ st Piccolo, 34′ pt Zingaro, 36′ pt, 14′ st Colombo, 1′ st Urso
Parte con il piede giusto il Sancolombano che passa in vantaggio al 12’ con Piccolo su calcio di rigore. La Castellanzese però ribalta il risultato con il colpo di testa di Zingaro al 34’ e il tapin vincente di Colombo che firma il sorpasso neroverde. Pronti via e sul nascere della ripresa Urso è ancora Colombo a mettere a segno il tris. Il numero 11 neroverde poi serve uno splendido assist a Colombo che al 14’ mette in cassaforte i tre punti firmando la doppietta personale. Nel finale arriva un altro gol di Piccolo che però non basta ad evitare la sconfitta al Bano.

VERBANO – CALVAIRATE 1-1 (0-0)
Verbano: Spadavecchia, Micheli, Gecchele, La Marca, Bratto, Scurati, Oldrini, Dal Santo, Licciardello (26 st. Giardino), Verde, Amelotti. A disposizione: Perna, Sorrentino, Malvestio, Casalinuovo, Monteverdi, Caliman. All. Celestini.
Calvairate: Casanova, Paloschi, Paduano, Cecere, Barazzetta, Manzoni, Gentile, Fronda, Lolli (1st. Montanari), Sarina (43’ st. Conte), Zappettino. A disposizione: Ciaralli, Baiardo, Conte, Cisa Asinari, Montanari, Sbertoli. All. Quattromini.
Marcatori: 23 st. Montanari (C) – 30’ st. Verde (V)
Arbitro: Limonta di Lecco.
Dopo una prima frazione in sordina, Verbano e Calvairate segnano un gol ciascuno nella ripresa dividendosi la posta. Al 23’ Montanari porta in vantaggio gli ospiti sfruttando una disattenzione difensiva avversaria. Poco dopo al 30’ Verde tutto solo davanti al portiere ristabilisce la parità che resiste fino alla fine.

ACCADEMIA PAVESE – ARDOR LAZZATE 1-2 (1-2)
Accademia Pavese: Binaschi, Bottini, Coppini, Dolce, Filadelfia, Lallo, Maggi, Baroncelli (35’ st Carbone), Guarda, Cellari (17’ st Castoldi), Negri (26’ st Dade). A disposizione: Flommi, Costas, Alessi, Civardi. All: Albertini.
Ardor Lazzate: Mauri, Spanò, Carrafiello, Ferrari, Bernello, Sal, Passoni (42’ st Ingribelli), Martegani (38’ st Azzimonti), Iacovelli (45’ st Giglio), Villa, Di Vito (30’ st Grassi). A disposizione: Quadranti, Marchese, Pizzi. All: Campi.
Arbitro: Rossoni di Sesto San Giovanni (Nicosia – Siciliano)
Marcatori: pt: Passoni (A), 25’ Guarda (L)
Vittoria esterna di misura per l’Ardor Lazzate che batte 2-1 l’Accademia Pavese. Decide la doppietta di Passoni che segna entrambi i gol su calcio di rigore. Non basta la rete di Guarda al 25’ del primo tempo su rigore ai padroni di casa che accorciano le distanze ma si devono arrendere ai gialloblu.

FENEGRO’ – ACCADEMIA GAGGIANO 4-1 (1-0)
Fenegrò: Giocarolli, Arcuri, Djibo, Candolini, Bello, Panzetta, Nodari, Mercorillo, Pizzini, Gestra, Nardi. A disposizione: Intorre, Cassina, Dell’Acquila, Bertelli, Laraia, Curia, Torraca. All: Broccanello.
Accademia Gaggiano: Amadori, Spadaccino, Maisto, Abbate, Davenia, Allegretti, Checcchi, Conti, Bertocchi, Ventura, Casiraghi. A disposizione: Moro, Carta, Cozzi, Davenia, Manolio, Scavine, Taverniti. All: Iannotti.
Arbitro: Zirafa di Bergamo (Mezzalira – Calabrese).
Marcatori: pt: 38’ Gestra (F); st: 53’ Pizzini (F), 85’ Nardi (F), 86’ Mercorillo (F), 90’ Davenia (G).
Poker del Fenegrò in casa con il Gaggiano. I biancoblu mettono subito in chiaro le cose chiudendo la prima frazione in vantaggio grazie al gol di Gestra al 38’. Nella ripresa raddoppia Pizzini al 53’. Poi Nardi e Mercorillo chiudono i conti. Nel finale Davenia mette a segno il gol della bandiera per il Gaggiano.

FBC SARONNO – UNION VILLA CASSANO 0-6 (0-2)
Fbc Saronno: Frigerio, Pagani (40’ st Cakollari), Pisoni G, Lardera, Galimberti, Favero (30’ pt Bruno), Alanga, Murari (22’ st Borghi), Costantino (10’ st Marzorati), Scavo, Surace. A disposizione: Crivelli, Zoni. All.: Pilia.
Union Villa Cassano: Rota (42’ st Seitaj), Pozzobon, Della Volpe, Oliveira, Augliera (34’ st Shala), Pacifico, Scaccabarozzi, Comani (40’ st Daggiano), Ceci (29’ Sidki), Ghidoli (20’ st Ferrari), Pisoni S. A disposizione: Martini, Brebbia. All.: Antonelli.
Arbitro: Aloise di Lodi (Ferrara – Ercolani).
Marcatori: pt: 19’ Ceci (U), 26’ Ghidoli (U); st: 11’ Oliveira (U), 16’ Aguilera (U), 29’ Ferrari (U), 39’ Pisoni (U)
Il Cassano fa cappotto in casa del Saronno. 6-0 tennistico dell’Union Villa. Al 19’ i rossoblu passano in vantaggio con Ceci. Il raddoppio al 26’ è di Ghidoli su calcio di punizione leggermente deviato da un avversario. Nella ripresa gli ospiti dilagano: all’11 Oliveira firma il tris di testa. Augliera fa poker al 16’ spiazzando il portiere dal dischetto. Sempre dagli undici metri, Ferrari piazza la manita al 29’ e Pisoni chiude i conti con un pallonetto, mettendo il punto esclamativo al 39’.

- FOTOGALLERY cesate fbc saronno union villa cassano calciocesate fbc saronno union villa cassano calciocesate fbc saronno union villa cassano calcio

 

 

RISULTATI E CLASSIFICA

In redazione Alessio Colombo