Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Eccellenza girone A

23^ giornata – Pari Verbano, Cavenago capolista. Bene il Busto 81, un punto per Cassano e Sestese

CASSANO MAGNAGO – Union Villa Cassano e Sancolombano stanno attraversando un grande momento di forma: ne risulta una partita sostanzialmente equilibrata, maschia, che forse il Cassano avrebbe meritato di portare a casa, ma al triplice fischio del direttore di gara  il risultato finale è di 1-1. Troppi errori tecnici per i padroni di casa nel primo tempo che, dopo un buon inizio, capitolano al 28’ quando Bianchi finalizza nel migliore dei modi il contropiede avviato da Piccolo. Nella ripresa l’Union Villa Cassano alza il baricentro e trova il pari al 28’ con il neoentrato Ceci. Al 35’ una follia di Fumasoli condanna il Sancolombano alla sofferenza finale con l’inferiorità numerica, ma il risultato non cambia.

Angolo SancolombanoPRIMO TEMPO – Mister Antonelli cerca il quinto successo di fila in campionato e per farlo si affida ad un coriaceo 5-3-2 che in fase offensiva si trasforma in un 3-5-2 in virtù della discesa sulle fasce di Pisoni e Pozzobon; linea mediana composta da Comani, Augliera e Scaccabarozzi, mentre in attacco prendono posto Malaspina e Ghidoli. Completano l’undici titolare Di Graci tra i pali e il trio di difesa Della Volpe, Puka, Pacifico. Il Sancolombano vuole invece continuare la sua rincorsa ai primi posti e la risposta di mister Aquilante è il tradizionale 4-4-2 con Piccolo riferimento più avanzato supportato da Bianchi; Fumasoli, Molinelli, Milani e Stroppa vanno a comporre il centrocampo, mentre la linea difensiva con Ioance, Dragoni, Locatelli e Pignatiello protegge il portiere Valsecchi. Fase iniziale di studio per le due compagini, attente a non concedere spazi agli avversari. Il primo sussulto al 10’ con la discesa sull’out di Pisoni e il preciso cross per Ghidoli, che però perde l’attimo e si fa scippare il pallone dalla retroguardia ospite. Al 17’ occasione clamorosa per Malaspina che dopo una conclusione sporca di Augliera si trova a tu per tu con Valsecchi, ma incredibilmente spara alto. Il Sancolombano fatica ad esprimere il proprio gioco e cerca di sfruttare gli errori dei padroni di casa: al 23’ Puka perde ingenuamente palla e innesca l’offensiva ospite con Piccolo che prova la girata mancina da dentro l’area, ma viene ottimamente contrastato da Pacifico. L’episodio dà coraggio al Sancolombano che al 26’ colleziona l’occasione più nitida del match: angolo di Molinelli e inzuccata di Piccolo la cui conclusione dà solo l’illusione del gol, spegnendosi sull’esterno della rete. È il preludio al gol ospite: al 28’ Piccolo parte in contropiede e premia l’inserimento di Bianchi, freddo nel controllo e spietato nel diagonale che trafigge Di Graci. Il Sancolombano insiste e un paio di minuti dopo rischia di concretizzare l’ennesimo contropiede, ma questa volta Piccolo sbaglia l’ultimo passaggio per Fumasoli e l’occasione sfuma. È anche l’ultima occasione del primo tempo, perché negli ultimi quindici minuti il ritmo della partita crolla  drasticamente a scapito del nervosismo; tante interruzioni e, ovviamente, ne risente la spettacolarità del match.

SECONDO TEMPO – I primi dieci minuti della ripresa sembrano ricalcare appieno la parte finale dei primi 45’: tanto nervosismo in campo, soprattutto dei padroni di casa, e gioco continuamente spezzettato. L’Union Villa Cassano prova ad alzare il pressing offensivo, ma raramente riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Valsecchi; di contro il Sancolombano si limita a difendere, appoggiandosi al prezioso lavoro di Piccolo e Bianchi nel far salir la squadra. Al 21’ il neoentrato Ferrari prova a vivacizzare la manovra offensiva dei suoi, ma il suo tiro strozzato è facile preda dell’estremo difensore ospite. Al 28’ acuto improvviso del Cassano che centra il pareggio: cross dalla sinistra di Pisoni e zampata volante di Ceci che trova l’angolino lontano, superando un incolpevole Valsecchi. L’episodio dà coraggio ai padroni di casa e trenta secondi dopo Ferrari rischia addirittura di firmare un micidiale uno-due, ma questa volta Valsecchi non è d’accordo e con un intervento tanto spettacolare quanto efficace nega il gol. Immediata la risposta ospite con il siluro dalla distanza di Fumasoli che però non trova lo specchio della porta. Ferrari sembra particolarmente ispirato e al 34’ serve Pisoni che da buona posizione scarica un destro potente; ancora una volta Valsecchi si oppone egregiamente. Al 35’ intervento folle di Fumasoli a centrocampo che abbatte Pisoni: l’arbitro non ha dubbi ed estrae il rosso diretto. Con la superiorità numerica a suo favore Antonelli rischia il tutto per tutto e toglie Comani a centrocampo per mettere Sidki in attacco. È assedio dei padroni di casa: occasione d’oro al 40’ per Ferrari che da buona posizione non riesce a centrare lo specchio della porta, mentre un minuto dopo è ancora Valsecchi strepitoso su Ceci. Il muro difensivo del Sancolombano regge fino al triplice fischio, con le due squadre che si dividono la posta in gioco.

I MIGLIORI IN CAMPO
Ceci (Union Villa Cassano) – voto 7
: il suo ingresso in campo insieme a Ferrari dà nuova linfa al Cassano; sigla l’1-1 con una zampata da vero rapace d’area
Piccolo (Sancolombano) – voto 7: ispira ogni manovra d’attacco dai suoi e propizia il provvisorio vantaggio di Bianchi; prezioso nel lavoro per far salire la squadra.

I COMMENTI
Gianluca Antonelli (allenatore Union Villa Cassano)
: “Abbiamo cercato di vincerla fino alla fine e si è visto, per cui non posso reputarmi soddisfatto del punteggio, ma il bicchiere lo vedo mezzo pieno perché quella di oggi era una prova per noi: eravamo andati sotto, ma siamo stati bravi a restare in partita, a differenza di altre volte. Ho sempre detto che la strada era quella giusta e i risultati di adesso lo stanno confermando. La prossima contro il Saronno? Sarà una grande emozione per me perché a Saronno ho vissuto due anni stupendi, ma è chiaro che andremo là per vincere”.
Luca Aquilante (allenatore Sancolombano): “Ottimo primo tempo, poi ci siamo disuniti nella ripresa e abbiamo subìto un po’ troppo; pareggio che ci può stare. L’episodio del rosso? Diciamo che è stato un fallo di frustrazione e secondo me poteva bastare un giallo; l’arbitro ha deciso diversamente e dobbiamo rispettare la decisione. Chiaramente con l’inferiorità numerica abbiamo sofferto molto, ma portiamo a casa un buon punto”.

IL TABELLINO
UNION VILLA CASSANO – SANCOLOMBANO 1-1 (0-1)
Union Villa Cassano
: Di Graci 6, Pozzobon 6, Della Volpe 5, Puka 5.5, Augliera 6, Pacifico 6.5, Scaccabarozzi 6, Comani 6 (dal 39’ st Sidki sv), Malaspina 5 (dal 12’ st Ceci 7), Ghidoli 5.5 (dal 19’ st Ferrari 6.5), Pisoni 6.5. A disposizione: Rota, Martini, Oliveira, Macias. Allenatore: Antonelli
Sancolombano: Valsecchi 6.5, Ioance 6, Pignatiello 5.5, Milani 6, Locatelli 6, Dragoni 6, Fumasoli 6, Molinelli 6.5, Piccolo 7, Bianchi 7, Stroppa 6.5. A disposizione: Bossi, Pernice, Gazzaneo, Geamanu, Fogu, Squintani, Odi. Allenatore: Aquilante
Arbitro: Di Venti di Sesto San Giovanni (Casati di Treviglio – Madaschi di Bergamo)
Marcatori: pt: 28’ Bianchi (S). St: 28’ Ceci (U).
Note: nuvoloso, campo in discrete condizioni. Spettatori: circa 100. Ammoniti: Puka (U). Espulsi: al 35’ st Fumasoli (S) per intervento scomposto su Pisoni. Angoli: 5-4. Recuperi: 1+3

Inviato Matteo Carraro

SESTO CALENDE – Getta veramente il cuore oltre l’ostacolo la Sestese che proprio allo scadere, e grazie all’estro di Fioroni, agguanta il pareggio al cospetto del Fenegrò. Il risultato rappresenta un crocevia importantissimo per i ticinesi, che peraltro si sono presentati all’appuntamento dell’”Alfredo Milano” privi di alcune pedine importanti per lo scacchiere tattico di mister Roncari. I ragazzi del presidentissimo Alberto Brovelli hanno dunque dovuto fare di estrema necessità virtù. Mastica molto amaro il Fenegro invece, che ha visto sfumare proprio sul filo di lana un successo che comunque, e va sottolineato, per quanto  fatto vedere nella ripresa non avrebbe meritato.

Punizione FenegròPRIMO TEMPO – Il trainer locale Fiorenzo Roncari dispone i suoi inizialmente con il 3-5-2. Sull’altro fronte i comaschi si schierano con il 4-3-3. Al 9′ primo squillo ospite. Errore di Bonizzoni, Pizzini intercetta la sfera ma viene anticipato da Boari al momento della conclusione in uscita. Il Fenegrò protesta, però il direttore di gara non avvisa alcuna irregolarità. Il cronometro segna quindi il 18′ quando la compagine di Broccanello si porta in vantaggio. La conclusione di Nardi viene intercettata dal mobilissimo Pizzini, il quale dentro l’area in diagonale, implacabile, fa secco Boari. 3′ dopo rispondono i locali: Blanda serve Mehmetaj ma il pallone per la punta sestese è troppo lungo. Al 25′ corner di Gestra, Pizzini si gira mettendo la sfera di poco alta sopra la traversa. Poco dopo la mezzora sbaglia Bonizzoni, ancora Pizzini intercetta la sfera che finisce non lontana dall’incrocio dei pali. Al 34′ poi nuovamente un errore della difesa di casa vede Pizzini a tu per tu con Boari, ma è bravissimo Leontini a negargli la gioia del raddoppio.

 

Sestese-FenegròSECONDO TEMPO – I padroni di casa vanno vicinissimi al pareggio. Al 10′ Blanda dalla mancina vede Mehmetaj che di testa mette alto sopra la traversa. Nel match regna grande equilibrio per i minuti centrali della ripresa. Ma al 27′ Gestra si divora letteralmente lo 0-2 dopo una percussione dalla destra del rapido Nodari. 1′ più tardi Fioroni calcia al volo dal limite dell’area però la risposta di Giocarolli è da vero campione. Alla mezzora quindi calcio di punizione di Gestra per la testa di Bello che mette fuori da buona posizione. La Sestese cresce, e soprattutto capisce che può raggiungere un pareggio che varrebbe davvero oro colato. E il 45′ quando Fioroni recupera un pallone vacante in area comasca, effettua una girata spettacolare sfruttando un errore dei centrali ospiti e trafigge così imparabilmente Giocarolli sulla propria sinistra. L’1-1 va in ghiaccio.

 

I MIGLIORI IN CAMPO
Fioroni (Sestese) – voto 7: La zampata del pareggio vale più di qualunque commento. Fa il suo e colpisce proprio quando nessuno se lo aspettava più. Come tutta la Sestese cresce in modo significativo nella ripresa.
Nardi (Fenegrò) – voto 7: Vivace nel primo tempo, si trasforma in uomo-assist in occasione del vantaggio ospite. Fornisce supporto fondamentale al reparto avanzato finché rimane in campo.

I COMMENTI
Fiorenzo Roncari (allenatore Sestese):
“Avevamo delle assenze importanti ma la squadra scesa in campo oggi ha messo in campo impegno e determinazione. Il pareggio per quanto fatto nell’arco dei 90′ è il risultato più giusto. Abbiamo disputato una partita maschia poiché siamo una squadra che si deve salvare, e nella ripresa devo dire che abbiamo fatto meglio. Avevamo diversi giovani sul terreno di gioco che si sono dimostrati all’altezza. Ora guardiamo avanti con fiducia”.
Simone Broccanello (allenatore Fenegrò): “Non abbiamo giocato nel secondo tempo. E questo è un peccato perché noi giochiamo sempre per vincere. L’arbitro ha lasciato troppo correre, spesso ha preso alcune decisioni francamente discutibili. Questa era una partita maggiormente incentrata sulla fisicità e noi dovevamo adattarci all’avversario. Peccato per avere subito il pareggio fondamentalmente su un episodio sfortunato”.

IL TABELLINO
Sestese-Fenegrò 1-1 (0-1)
Sestese: Boari 6,5, Bonizzoni 5,5 (dal 44′ st Degradi ng), Lonardi 6,5, Roncari 6 (dal 28′ st Pozzi 6), Folcia 6, Leontini 6,5, Ventola 5,5 (dal 7′ st Kate 6), Nalesso 6, Mehmetaj 5,5, Blanda 5,5, Fioroni 7. A disposizione: Martignoni, Ciambelli, Corbani, Mantegazza. Allenatore: Roncari.
Fenegrò: Giocarolli 6,5, De Vincenzi 6,5, Djibo 6,5, Candolini 5,5, Bello 5,5, Putignano 6,5, Nodari 6 (dal 31′ st Curia 6,5), Panzetta 6, Pizzini 6,5 (dal 39′ st Torraca ng), Gestra 5,5, Nardi 7 (dal 20′ st Laraia 6). A disposizione: Intorre, Arcuri, Cassina, Mercorillo. Allenatore: Broccanello.
Arbitro: Barmasse di Aosta (Ameruoso di Milano – Minieri di Lomellina).
Marcatori: pt 18′ Pizzini (F); st 45′ Fioroni (S).
Note: Giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni. Ammonito: Putignano (F). Calci d’angolo: 3-3. Recupero: pt 1′, st 5′.

Inviato Andrea Paleari

Le altre partite

ACCADEMIA GAGGIANO – ACCADEMIA PAVESE
Sospesa per infortunio all’arbitro.

CITTA’ DI VIGEVANO – VERBANO 0-0
Città di Vigevano: Campironi, Favale, Cudicini, Binda Pienti, Dalia, Disarò, Bonvini, Baratto, Salomoni, Sidonio, Ragusa. A disposizione: Colombo C, Cerri, Targa, Cicala, Aldrovandi, El Faria, Martella. All. Pisani.
Verbano: Spadavecchia, Micheli, Gecchele, Scurati (Caliman al 34′ st), Bratto, Sorrentino, Oldrini (Giardino al 15′ st), Malvestio, Licciardello, Verde, Amelotti. A disposizione: Perna, La Marca, Dal Santo, Lo Vergine, Monteverdi. All. Celestini.
Arbitro: Bignami di Cremona (Marra – Bonicelli)
Pari senza reti tra Vigevano e Verbano che si dividono la posta. Partita all’insegna dell’equilibrio. Un buon punto per entrambe: per i padroni di casa che rimangono incollati alla zona salvezza; per gli ospiti che muovono un ulteriore passo verso la vetta che dista solo una lunghezza.

ARDOR LAZZATE – LEGNANO 1-1 (0-0)
Ardor Lazzate: Mauri, Marchese, Carrafiello, Ferrari, Bernello, Sala, Passoni, Martegani, Iacovelli, Villa (92’ Ingribelli), Grassi (72’ Proserpio). A disposizione: Quadranti, Spanò, Azzimonti, Pizzi, Giglio. All: Campi.
Legnano: Anedda, Ortolani, Azzolin, Bottone, Mavilla (70’ Panigada), Mele, Myrteza (82’ Borghi), Trenchev, Romano (79’ Bianchi), Provasio, Grasso (76’ Crea). A disposizione: Dippolito, Marcolini, Rinaldi, Crea. All: Tommasoni.
Arbitro: Marin di Portogruaro (Cucinotta – Cossovich)
Marcatori: st: 62’ Villa (A), 89’ Bianchi (L)
Dopo una prima frazione scialba, Ardor Lazzate e Legnano danno vita ad una ripresa emozionante. Al 62’ passa in vantaggio Cross basso per Villa che batte il portiere. Risponde all’ultimo respiro il Legnano con Bianchi che di testa supera Mauri all’89’. E sfiora il gol vittoria poco dopo, salvataggio sulla linea provvidenziale da parte di un difensore dell’Ardor che mantiene l’equilibrio.

LOMELLINA – FBC SARONNO 1-1 (1-0)
Lomellina: Basso, Severino, Guido, Bardone, Crimaldi, Casula, Calvio, Santarossa (25’ st Rignanese), Farina, Cabella, Caputo (45’ pt Ivaldi). A disposizione: Marchesotti, Sala, Beccaris, Kolaj, Amello. All: Civeriati.
Fbc Saronno: Frigerio, Bruno (39’ pt Cantoni), Pisoni, Roberto (34’ pt Lardera), Galimberti, Favero, Alanga (39’ st Viera), Ferraro, Surace, Scavo, Costantino. A disposizione: Crivelli, Kakollari, Marzorati, Murari. All: Pilia.
Arbitro: Sangalli di Treviglio (Morini – Leonetti)
Marcatori: pt: 13’ Cabella (L); st: 25’ Surace (S)
Botta e risposta tra Lomellina e Saronno che non vanno oltre l’1-1. Al 13’ del primo tempo apre le marcature Cabella, sfruttando una disattenzione di Bruno che manca il rinvio: il numero 10 dei padroni di casa batte agevolmente il portiere. Nella ripresa, dopo aver colpito già due legni nella prima frazione, il Lomellina colpisce la traversa con Farina. E si fa poi recuperare dalla rete di Surace che sulla respinta corta di Basso insacca il pari al 25’. Nel finale gli uomini di Civeriati trovano la ritornano in vantaggio, ma l’arbitro annulla il gol a Farina che commette fallo in attacco.

CALVAIRATE – BUSTO 81 0-1 (0-1)
Calvairate: Casanova, Paloschi, Paduano, Stefania, Fronda, Barazzetta, Zappettini (41’ st Corti Va), Sarina, Galtarossa (10’ st Gentile), Cecere (13’ st Montanari), Lolli (46’ st Cisa Asinari). A disposizione: Corti Vi, Zini, Conte. All: Quattromini.
Busto 81: Brescello, Soldi, Dell’Aera (5’ st Napoli), Borghesi, Volpini, Nocciola, Moroni (13’ st D’Ausilio), Scapinello, Berberi, Casorati, Anzano (39’ st Bisceglia). A disposizione: Bianucci, Maggiore, Rosana, Agosti. All: Tricarico.
Arbitro: Casali di Crema (Annoni – Lo Calio)
Marcatori: pt: 10’ Scapinello (B)
Note – Espulsi: Stefania
Basta un gol al Busto 81 per superare il Calvairate. A segnarlo è Scapinello su punizione per fallo dubbio al 10’ del primo tempo. Il numero 8 biancorosso regala a Tricarico tre punti fondamentali con cui i bustocchi accorciano sulla seconda forza del campionato Verbano, rimanendo aggrappati alla lotta per la prima posizione.

 

CAVENAGO FANFULLA – CASTELLANZESE 4-1 (0-1)
Cavenago Fanfulla: Ballerini, Oddone (Laribi, 45′), Nikolov (Romano, 65′), Palmieri, Zanoni (Schieppati, 90′), Patrini, Zingari, Brognoli (Cisse’, 88′), Mazzini (Caselli, 87′), Battaglino, Fall. A disposizione: Cozzi, Arodi. All. Andrea
Castellanzese : Heinzl, Zingaro, Lombardi (Greco, 20′), Fiore, Ghilardi, Tamai (Battista, 50′), Rota, Bigioni, Colombo (Rondanini, 55′), Pedergnana, Urso. A disposizione: Pasiani, D’Aloia, Porchera, Tatani. All. Palazzi
Arbitro: Longoni di Seregno (Abdennaime – Tinelli)
Marcatori: Pedergnana 33′ (C), Zingari 46′ (F), Fall 60′ e 86′ (F), Caselli 94′ (F)
Il Cavenago fa poker contro la Castellanzese. Padroni di casa che iniziano male e passano in svantaggio al 33’ con il gol di Pedergnana che regala il vantaggio ai neroverdi. Poi si abbatte l’uragano Fanfulla. Il Cavenago ribalta il risultato con Zingari al 46’, la doppietta di Fall al 60’ e 86’. Chiude i conti e mette il punto esclamativo Caselli in pieno recupero al 94’.

In redazione Alessio Colombo

RISULTATI E CLASSIFICA