Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

22^ giornata – L’Arsaghese vince il big match contro il Gorla, pari del Fagnano. L’Ispra vede i playoff

GORLA MAGGIORE – Gorla – Arsaghese non è mai banale, e non potrebbe esserlo nemmeno oggi visto che si affrontano seconda e quarta forza del campionato. A condire il match anche l’ex di turno mister Piana che lo scorso anno arrivò fino ai playoff con la banda di Arsago.
In una partita dal duplice volto dove il primo tempo è ad appannaggio del Gorla, nel secondo tempo sale in cattedra l’Arsaghese che la ribalta in toto e vince per 3 a 1.

ArsaghesePRIMO TEMPO – I ritmi sono buoni fin da subito e la prima chance è per gli ospiti con Palese che da appena dentro l’area manda alto. Risposta del Gorla con il pallonetto di Felice ma la sfera sorvola la traversa di non molto. Dopo qualche minuto di assestamento, i ragazzi di mister Piana, oggi in maglia nera e rossa, provano a guadagnare metri, la gara, però, è piuttosto frammentata. Al 22’ il tentativo è di Bonizzi, ma il centrocampista perde un po’ l’attimo e alla fine col mancino non trova il bersaglio. Nell’azione seguente i biancorossi recuperano una palla in mezzo con Mai, il capitano scodella per Caimano che dalla destra si accentra per calciare col piede preferito, ma anche lui perde l’equilibrio e manda a lato. I padroni di casa provano a prendere in mano il pallino del gioco, nonostante gli ospiti siano comunque reattivi soprattutto sulle seconde palle, ma alla mezz’ora ci vuole la manona di Cardi per dire di no al colpo di prima intenzione di Felice. Al 31’ invece viene premiata l’azione insistita di Falsaperna che sulla destra è abile a saltare il diretto avversario e a sfornare l’assist vincente per Mazzon, incornata del centrocampista e palla nel sette. 1 a 0. I rossoneri ora spingono e per poco non trovano il raddoppio con Ippolito, ma questa volta Cardi è perfetto in uscita. I ragazzi di Marsich optano per uno scherma su punizione, Sciarini serve Caimano, ma la conclusione del numero sette viene respinta dalle retroguardia gorlese. La partita è viva, c’è molto agonismo in campo, ma rimane comunque aperta su tutti i fronti. E al 45’, dopo un minuto di recupero, tutti negli spogliatoi a bere un tè caldo. Con queste premesse, ci si aspetta una ripresa avvincente.

Gorla MaggioreSECONDO TEMPO – Si ricomincia senza cambi e con l’Arsaghese intenta nel voler giocare la palla e nel volerla ribaltare. Ci riesce bene in un paio di frangenti e per poco non trova la via del gol, ma l’arbitro rileva un fuorigioco di Sciarini. Lo stesso numero quattro poco dopo ci prova da fuori, ma il suo destro non ha fortuna. Gli spazi non mancano ma sembra sfruttarli meglio l’Arsaghese che però sotto porta pecca di precisione per due volte con Caimano: nel primo caso l’attaccante è un po’ egoista e manda alto, nel secondo su assist di Palese ci prova in semirovesciata, la sporca un po’, le dita di Marrazzo sono provvidenziali per toglierla da sotto la traversa e mandarla in angolo. In questo secondo tempo i biancorossi sono molto più propositivi, il Gorla pare aver perso un po’ il bandolo della matassa. Anche Lo Bello sfiora la rete ma il suo colpo di testa esce per questione di centimetri. Al 20’ succede però un episodio che potrebbe cambiare la gara: fallaccio di Nebuloni su Ippolito, per il direttore di gara è giallo mentre i locali chiedono qualcosa in più. Nel parapiglia ne fa le spese Bernasconi che finisce sotto la doccia forse per aver dato qualcosa di troppo al direttore di gara, ma anche Ippolito non riesce più a rientrare in campo per il colpo preso al ginocchio e viene sostituito da Di Simone. Non è tutto: quando il gioco riprende ecco il pareggio: imbucata di Palese che a tu per tu non sbaglia. 1 a 1. Ma non è certo finita qui perché al 33’ viene ristabilita la parità numerica: fallo di Nebuloni su Falsaperna in area, il difensore rileva il secondo giallo e finisce anche lui sotto la doccia. Sul dischetto va proprio Falsaperna ma il centravanti la stampa sulla traversa. Non cambia quindi il risultato. Cambia invece al 38’ quando Sciarini pesca con un cambio gioco Palese, il numero dieci ben appostato sul secondo palo beffa un Hushi non perfetto in chiusura e trova la zampata che vale il sorpasso: 1 a 2. La stanchezza si fa sentire, squadre spaccate e lunghe, Gorla non riesce più ad incidere, l’Arsaghese punisce ancora nei minuti di recupero con il neoentrato Rossi che in contropiede sfrutta un errato disimpegno e davanti a Marrazzo sigla il 3 a 1 facendo scorrere i titoli di coda.

I MIGLIORI IN CAMPO
Mazzon 6 – Gorla Maggiore:
è autore di un bel gol e di un ottimo primo tempo, ma nella riprea come il resto della squadra va un po’ in affanno.
Palese 7.5– Arsaghese: al posto giusto al momento giusto per ben due volte risultando letale.

I COMMENTI 
Bin (vice allenatore Gorla Maggiore):Dopo un buon primo tempo che avremmo potuto chiudere anche con qualche gol in più, nella ripresa ci siamo abbassati e non è la prima volta che ci succede, dobbiamo lavorare di più sui primi 10/15 minuti della ripresa perchè poi finiamo col pagarla, per quanto riguarda gli episodi trovo abbastanza inspiegabile l’espulsione di Bernasconi perchè non ha detto nulla di che all’arbitro, in quel frangente abbiamo perso due giocatori fondamentali uno per espulsione e l’altro, ovvero Ippolito, per il colpo ricevuto“.
Marsich (allenatore Arsaghese):Nel primo tempo ha giocato meglio il Gorla, senza ombra di dubbio, ma all’intervallo ci siamo parlati e ci siamo detti che avremmo dovuto fare di tutto per ribaltarla, ci credevamo e sinceramente si è visto subito quando siamo rientrati in campo, abbiamo giocato a viso aperto ed abbiamo vinto, sono molto contento di questi ragazzi“.

IL TABELLINO
Gorla Maggiore – Arsaghese 1-3 (1-0)
Gorla Maggiore
: Marrazzo 6, Hushi 5.5 (dal 41’ st Saramin sv), Coppola 6, Bonizzi 5.5, Bernasconi 6, Caristina 6, Mireku 5.5, Mazzon 6, Felice 6, Ippolito 6 (dal 22’ st Di Simone), Falsaperna 5.5, A disposizione: Savastano, Di Simone, Favaretto, Strazzella, Saramin, Bernacchi, Bene. Allenatore: Piana.
Arsaghese: Cardi 6.5, Conserva 6.5, Castoldi 6, Sciarini 7, Mai 6.5, Nebuloni 5.5, Caimano 7 (dal 47’ st Rossi 7), Lo Bello 6.5, Guidali 5.5 (dal 42’ st Bernasconi sv), Palese 7.5, Fontana 5.5 (dal 35’ st Mantovan 6). A disposizione: Franishta, Colombo, Bernasconi, Mantovan, Tamborini, Rossi, Pacchion. Allenatore: Marsich.
Arbitro: Ceri di Milano.
Marcatori: pt: 31’ Mazzon (G); st: 24’ 38’ Palese (A), 47’ Rossi (A).
Note: Giornata fredda e ventosa, terreno in discrete condizioni, spettatori 50 circa. Espulsi: Bernasconi (G), Nebuloni (A). Ammoniti: Sciarini (A),  Caristina (G), Ippolito (G), Bonizzi (G). Nebuloni (A), Castoldi (A). Angoli 5-2 . Recupero 1′+5′.

Inviata Mariella Lamonica

 

RISULTATI E CLASSIFICA

Union Tre Valli – Tradate
Partita rinviata causa campo impraticabile per per neve.

Amici dello sport – Fagnano 2-2 (1-1)
Amici dello Sport:. Ferni, Zaroli, Bolognini, Dugnani, Iorfida, Re (dal 25’ pt Panarese), Falvella (dal 43’ st Alessi), Azimonti (dal 10’ st Cavaleri), Turconi, Agrello, Nardone. A disposizione: Melchiorre, Lodedo, Macchi, Cavaleri, Borsani, Palese, Alessi. Allenatore: Cau.
Fagnano: Bertagnoli, Terzi, Vacirca, Mastromarino (dal 23’ st Fiumicelli), Bacchion, Cancian, Manuzzato M., Badji, Manuzzato D., Di Nola (dal 40’ st Beltemacchi), Crea (dal 20’ st Ranieri). A disposizione: Riganti, Adamo, Beltemacchi, Moretta, Ranieri A., Spadaccino, Fiumicelli. Allenatore: Raza.
Arbitro: Marini di Seregno.
Marcatori: pt: 9’ rig Di Nola (F), 25’ Falvella (A); st: 15’ Agrello (A), 38’ Fiumicelli (F).
Era big match e non ha deluso le aspettative Cas – Fagnano. Il primo episodio chiave arriva già al 2’ minuto quando Zaroli commette fallo da ultimo uomo su Manuzzato D., per l’arbitro non ci sono dubbi e lo spedisce subito sotto la doccia. Oltre il danno anche la beffa perché al 9’ arriva un calcio di rigore per il Fagnano che passa grazie a Di Nola. I padroni di casa non ci stanno e la ribaltano: prima con Falvella di testa al 25’, poi con Agrello che al quarto d’ora della ripresa si procura un penalty che lui stesso trasforma. Ma a pareggiare i conti ecco la pennellata di Fiumicelli su punizione che vale il 2 a 2 e che divide la posta in palio.

FOTOGALLERY BUSTO ARSIZIO VARESE AMICI DELLO SPORT VS. FAGNANO PRIMA CATEGORIA SACCONAGOBUSTO ARSIZIO VARESE AMICI DELLO SPORT VS. FAGNANO PRIMA CATEGORIA SACCONAGOBUSTO ARSIZIO VARESE AMICI DELLO SPORT VS. FAGNANO PRIMA CATEGORIA SACCONAGO

 

 

 

Cairate – San Marco 2-2 (0-0)
Cairate: Piuri, Algeri, Cattini M., Curatolo A., Barbagallo, Ghiringhelli, Pedotti, Diedhiou, De Luca, Mirabella, Mura. A disposizione: Prederi, Shabaj, Cattagni A., Diomande, Binda, D’Alessandro, Cobianchi. Allenatore: Curatolo.
San Marco: Martignoni, Bellin, Landonio, Possoni, Principato, Roncato, Diouf (dal 41’ st Andreolli), Gallarati, Virili (dal 34’ st Bugini), Lambertini (dal 30’ st Salmoiraghi), Antonello (dal 25’ st Vendemmiati). A disposizione: Polimeni, Vendemmiati, Petenà, Primi, Andreolli, Salmoiraghi, Bugini. Allenatore: Rasini..
Arbitro: Sommaruga di Como
Marcatori: st: 10’ Diouf (S), 25’ Possoni (S), 40’ Barbagallo (C), 48’ Ghiringhelli (C)
Primo tempo senza reti poi ne arrivano quattro tutte nella ripresa.
La sblocca Diouf al 10’ che dopo uno schema su punizione trova il tiro vincente in area e fa 0  a 1. Nell’occasione ci sono le proteste dell’allenatore del Cairate Curatolo che l’arbitro allontana dalla panchina. Al 25’ arriva anche il raddoppio firmato Possoni: il numero quattro fa centro direttamente da punizione. L’orgoglio dei padroni di casa, per, si fa sentire negli ultimi 5’. Al 40’ accorcia le distanze Barbagallo con una splendida rovesciata, mentre nei minuti di recupero, Martignoni si eleva per afferrare un cross ma si scontro con un avversario, la palla arriva sulla testa di Ghiringhelli che dall’altezza del dischetto non può sbagliare e strappa un 2 a 2 in extremis.

Ispra – Folgore Legnano 2-0 (0-0)
Ispra: Khingava, Volorio, Dardha, Palatrasio, Mazzotta, Ambrosoli (dal 30’ st Della Torre), Lombardo (dal 32’ st Lamorte), Reggiori, Golisciano, Verde (dal 44’ st Sottocorna). A disposizione: Mattioni, Cerutti, Lamorte, Della Torre, Magistri, Sottocorna, Fagnani. Allenatore: Colombo.
Folgore Legnano: Bertuola, Morelli, Maggio (dal 40’ st Gallostampino), Russo, Cattaneo, Corizzo, Ciocia, Chiodini (dal 12’ st Colombo Federico), Qaku (dal 30’ st Scandroglio), Colombo Federico (dal 30’ st Tagliabue), Catalano. A disposizione: Garghetti, Gadda. Allenatore: Garantola.
Arbitro: Colitti di Sesto San Giovanni
Marcatori: st: 15’ Ambrosoli (I), 25’ Reggiori (I)
E’ un periodo d’oro per l’Ispra che riesce a passare anche contro la Folgore Legnano.
Dopo un primo tempo soporifero, unico guizzo la punizione di Golisciano ben parata da Bertuola, nella ripresa arrivano le due marcature dei padroni di casa. Al 15 Ambrosoli riceve da Reggiori dopo un’azione solitaria di quest’ultimo, batti e ribatti in area l’attaccante non perdona. Dieci minuti più tardi è già raddoppio con le parti che si invertono fra i due centravanti: Ambrosoli salta il diretto avversaria, entra negli ultimi sedici metri va al tiro, respinta del numero uno legnanese, Rggiori si fa trovare pronto e sigla il 2 a 0 che vale altri tre punti.

Antoniana – Vanzaghellese 1-0 (0-0)
Antoniana: Paroni, Cuviello, Saporiti, Lo Piccolo, Di Bari, Negri, Macchi (dal 3’ st Santaniello), Corbetta (dal 1’ st Pignataro), Ana Petre (dal 7’ st Lualdi), Zaro (dal 5’ Gorletta), Monticelli. A disposizione: Salvadori, Pastanella, Santaniello, Gorletta, Lualdi, Bongiorno, Pignataro. Allenatore: Airoldi.
Vanzaghellese: Mainini, Grassi, Pisoni, Vago, Finato, Foglia, Vacirca P., De Fazio, Marrazzi, Gandolfo, Rivolta. A disposizione: Pitaro, Battiston, Bonini, Pisoni S., Bellin, Ghelfi, Gadji. Allenatore: Trubia.
Arbitro: Leo di Como
Marcatori: st’ 35’ Pignataro (A)
Una partita un po’ disordinata e confusionaria alla fine la risolve un neo entrato ovvero Pignataro. A 10’ dal termine lo scambio Gorletta – Santaniello vede quest’ultimo metterla in area dove si avventa proprio Pignataro che di sinistro al volo non lascia scampo a Mainini. Il gol è l’ 1 a 0 che vale vittoria e tre punti per l’Antoniana.

Luino Maccagno – Valceresio 0-3 (0-1)
Luino Maccagno: Braccio, Viganò, Iozzino, Ferrini, Pollio, Castorino, Galbiati, Tansini, Silipo, Diana, Cerinotti. A disposizione: Crugnola, Bosetti, Rudi, Lucchini, Granaj, Cortez, Vecchio. Allenatore: Albertoli.
Valceresio: Dicara, Giardino, Di Carluccio, Bosio (dal 44’ st Rigoni), Soave, Carini (dal 36’ st Favaretto), Furlan, Italiano, Turri, Nigro (dal 29’ st Iori), Cinieri (dal 45’ st Cantelmo). A disposizione: Ambrosetti, Cantelmo, Favaretto, Iori, Rigoni, Piccinotti, Ndzie. Allenatore: D’Onofrio.
Arbitro: Colombo di Varese
Marcatori: pt: 15’ Nigro (V); st: 25’ Soave (V), 43’ Turri (V).
Archivia la pratica Luino con un secco 3 a 0 la Valceresio di mister D’Onofrio.
Gli arcisatesi passano al 15’ con Nigro che in mischia trova il colpo vincente grazie anche ad una deviazione della difesa avversaria. 10’ minuti dopo è già raddoppio con Soave, bravo a capitalizzare di testa la punizione di Italiano. L’ultimo sigillo è di Turri: al 43’ l’attaccante riceve su corner di Italiano e in mezza rovesciata castiga il numero uno di casa mandando così i titoli di coda.

In redazione Mariella Lamonica