Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

20^ giornata – Il Gorla supera il Cas, pari tra Arsaghese e Valceresio. Fagnano ko contro l’Ispra

GORLA MAGGIORE – Gorla–Cas non è mai una partita come le altre e non lo sarà nemmeno quest’anno, visto che a mettere un po’ di pepe in più ci penserà anche la presenza dell’ex di turno Fabrizio Alessi: dopo un anno e mezzo in grigiorosso, l’attaccante nell’ultimo mercato invernale ha deciso di sposare la causa bustocca. Ma Alessi a parte, per due squadre che puntano in altissimo, e dotate di tanti giocatori di qualità, quelli in palio oggi sono tre punti importantissimi. I punti li strappa il Gorla con un ottimo primo tempo e qualche rischio nella ripresa, ma alla fine il 2 a 1 vale il successo.

GorlaPRIMO TEMPO – I primi minuti sono poco entusiasmanti, le squadre sono più propense a studiarsi e a farla girare, fraseggi però interrotti spesso da entrambe le parti. La prima chance al 10’ arriva dal destro di Saramin che però manda alto dai sedici metri. Al 14’ un Gorla, che soprattutto sulla fascia destra sta creando scompiglio, passa grazie ad un’azione da manuale: Falsaperna – Ippolito – Felice, quest’ultimo di prima intenzione finalizza su cross del capitano. 1 a 0. Gli ospiti avrebbero la palla buona per il pareggio con un contropiede fulmineo, Falvella però si fa rimontare da Coppola e trova solo il calcio d’angolo. Quando attacca il Gorla fa sempre paura e la difesa biancoblù patisce un po’ tanto che al 26’ arriva anche il secondo gol il colpo di testa di Felice da calcio d’angolo si stampa sulla traversa, il più lesto sulla ribattuta è Falsaperna che da zero metri non può sbagliare, 2 a 0. Iorfida e compagni sono un po’ in bambola, ma Gorla con un’altra buona azione non ne approfitta perché il tiro di Felice è troppo centrale. Mister Cau opta per un cambio e manda in campo Negri al posto di Macchi, ma il nervosismo si fa già sentire ed è tutto a vantaggio dei padroni di casa che giocano con più lucidità. Deve provare a rimettersi in carreggiata il Cas, ci prova dopo una manovra insistita con l’ottima apertura di Alessi per Falvella, quest’ultimo trova ancora un attento Coppola a chiuderlo. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Negli ultimi frangenti pare essere più ordinato il Cas, ma il vantaggio dei gorlesi è legittimato da 45 minuti di grande efficacia, vedremo se nel secondo tempo si invertiranno le sorti del match.

CasSECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi e con i bustocchi più decisi nel provare quanto meno ad accorciare le distanze, ma i biancorossi ci mettono più testa mentre il Cas appare più vivo ma arrembante. Corre un rischio enorme la squadra ospite quando al 13’ su filtrante di Ippolito Mireku non è fortunato nel rimpallo e a tu per tu la sfera carambola di poco a lato. La risposta biancoblù è nella punizione di Agrello, ma il numero dieci da buona posizione manda alto. Al 19’ però arriva puntuale il gol dell’ex che riapre il match: su una palla lunga Alessi se la vede con Bernasconi, nell’uno contro uno la spunta il centravanti che a tu per tu con Marrazzi non fallisce. 2 a 1. Bernasconi rimane però a terra, il Gorla reclama un fallo ma per l’arbitro è tutto regolare, gli animi sono sempre più accesi, mister Cau ne fa le spese e finisce negli spogliatoi. Gli uomini di Piana tentano di riguadagnare metri, la serpentina di Falsaperna, però, non trova interpreti alla mezz’ora, il numero undici fa tutto benissimo, nessuno devia in porta. Squadre stanche e lunghe, il Cas ha una chance con Negri, un po’ velleitario il suo esterno destro. La girandola di cambi si fa sentire da entrambe le parti. Al 40’ arriva l’episodio che potrebbe cambiare la gara: dopo un’azione confusa, Re colpisce Falsaperna in area, non ci sono dubbi è calcio di rigore. Sul dischetto di presenta Falsaperna, ma Ferni tiene a galla i suoi dicendogli di no con la manona. Ci si avvia così a 5’ minuti di fuoco. A questi se ne aggiungono 4’ di recupero, il Cas perde anche Cavaleri che si fa espellere dalla panchina, Gorla gestisce ma c’è tempo per un ultimo corner. Marrazzi esce bene con i pugni e non c’è più tempo: Gorla – Cas finisce 2 a 1.

I MIGLIORI IN CAMPO
Ippolito 7 – Gorla Maggiore:
Felice e Falsaperna pungono, Ippolito ci mette tutta l’esperienza e la qualità giusta per strappare 3 punti fondamentali. Capitano.
Alessi 6.5 – Amici dello Sport: le palle che tocca se le va a cercare, quella più nitida la trasforma in gol.

I COMMENTI
Piana (allenatore Gorla maggiore): “Dopo un primo tempo così bello abbiamo un po’ staccato la spina e loro hanno riaperto la gara in una delle poche occasioni avute, ma al di là di questo penso che la vittoria sia più legittima. Il Fagnano ha perso? Sinceramente per noi non cambia nulla, dobbiamo pensare solo a noi stessi e continuare sulla nostra strada”.
Cau (allenatore Amici dello Sport): “E’ un periodo così, arrivi qui con un po’ di pressione perchè non fai risultato da tre settimane ed è normale non essere così sereni, forse la colpa di tutto ciò è mia e della società che abbiamo caricato questa squadra di qualche responsabilità di troppo, ma al di là di questo apprezzo la reazione sotto 2 a 0, l’averla riaperta, non è bastato, dobbiamo tornare a lavorare tranquilli perchè questa società merita i playoff e dobbiamo fare d tutto per raggiungerli”.

FOTOGALLERY gorla-cas_18 gorla-cas_20 gorla-cas_22

 

 

 

IL TABELLINO
Gorla Maggiore – Amici dello Sport 2-1 (2-0)
Gorla Maggiore:
Marrazzo 6.5, Hushi 6.5, Coppola 6.5, Mazzon 6.5 (dal 31’ st Strazzella 6), Bernasconi 6.5 (dal 25’ st Caristina 6), Di Simone 6, Mireku 6.5, Saramin 6, Felice 7, Ippolito 7, Falsaperna 6.5. A disposizione: Savastano, D’Amore, Caristina, Strazzella, Sangiorgi. Allenatore: Piana.
Amici dello Sport: Ferni 6.5, Zaroli 5, Cavaleri 5.5 (dal 16’ st Azimonti 6.5), Dugnani 5.5, Iorfida 6, Re 6, Falvella 5.5 (dal 33’ st Nardone 6), Macchi 6 (dal 32’ pt Negri 5), Alessi 6.5, Agrello 6, Turconi 6. A disposizione: Melchiorre, Borsani, Nardone, Panarese, Bolognini, Azimonti, Negri. Allenatore: Cau.
Arbitro: Maurello di Sesto San Giovanni.
Marcatori: pt: 14’ Felice (G), 26’ Falsaperna (G); st: 19’ Alessi (A)
Note: Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni, spettatori 60 circa. Ammoniti: Turconi (A), Agrello (A), Iorfida (A), Falsaperna (G), Bernasconi (G). Angoli 4-4.

Inviata Mariella Lamonica

Cairate – Finisce 2-0 per il Tradate, che regola il Cairate  con un gol per tempo, partita non bellissima e che alla fine si incattivisce anche. Vittoria esterna meritata.

Cairate-TradatePRIMO TEMPO – Calcio d’inizio battuto dagli ospiti. Al 5’ prima occasione è loro con un colpo di testa di Del Vecchio, nato da un calcio piazzato sulla trequarti,  intercettato da Piuri, sulla respinta Moretti la mette sul fondo. all’8’ ci provano ancora gli ospiti con Del Vecchio, stavolta direttamente da calcio piazzato, ma il pallone fininsce alto sulla traversa. Al 15’ casotto sfiora il palo lungo con un tiro ad incrociare dal veertice dell’area di rigore. Al 20’ si vedono per la prima volta i padroni di casa con un tiro dalla distanza di Mirabella, che finisce però alto sulla traversa. Al 22’ passa il Tradate con un ottimo colpo di testa di Paolillo su cui Piuri non può nulla. Al 25’ nel Cairate fuori Binda e dentro Diedhiou. Al 28’ ottima chiusura di Paolillo su De Luca, solo corner per i padroni di casa. Al 29’ Galluzzo da punizione calcia di poco alto, si resta quindi sull’1-0.

SECONDO TEMPO – Batte il  Cairate, al 3’ ottima girata al volo di Mirabella, che termina però larga alla destra di Manescari. Al 24’ miracolo di Manescari sulla girata di De Luca sugli sviluppi di un corner. Al 27’ si ripropone il duello De Luca – Manescari, con il 10 di casa che da solo davanti al portiere gliela spara addosso. Al 30’ ammonito Paolillo per proteste. Al 32’ Knouzi risolve una mischia in area del Cairate con una rovesciata che vale il 2-0.

I MIGLIORI IN CAMPO:
De Luca (Cairate) – voto 6.5 : Prova sempre a far qualcosa di buono, ma spesso non viene seguito dalla squadra, si divora il pari a tu per tu con Manescari, e alla fine dopo l’infortunio si innervosisce e rischia l’espulsione.
Manescari (Tradate)– voto 8: Due ottimi interventi nel momento di massima pressione del Cairate regalano la vittoria ai suoi.

I COMMENTI 
Curatolo (allenatore Cairate): “Siamo una squadra giovano, senza una guida d’esperienza, ci disuniamo troppo facilmente e davanti ci siamo mangiati un gol.”
Belvisi (allenatore Tradate): “Ottima vittora, siamo stati compatti, umili e abbiamo mosstrato la giusta voglia

IL TABELLINO
Cairate – Tradate 0-2 (0-1)
Cairate:
Piuri 6, Pedotti 6, Cattini 6, Curatolo A. 6, Algeri 6, Barbagallo 6, Cattagni 6 (22’ st Mura), Curatolo F. 6 (1’st Cobianchi 6) , Binda sv (25’ pt Diedhiou), De Luca 6.5, Mirabella 5.5. A disposizione: Prederi, Cobianchi, D’Alessandro, Diomande, Shabaj. All: Curatolo P.
Tradate: Manescari 8, Casotto 6,5, Gariboldi 6, Galluzzo M. 7, Paolillo 7.5, Galluzzo D. 6, Re 7,5, Basaglia 5.5, Del Vecchio 6, Moretti 5.5, Broggi 6 (30’ st Knouzi 7). A disposizione: Nidoli, Guerrini, Crosti, Berna, Verna, Turcato, Sementa. All: Belvisi
Arbitro: Colitti di Sesto San Giovanni
Marcatori: pt: 22’ Paolillo (T); st: 32’ Knouzi (T)
Ammoniti: st: 30’ Paolillo (T), 39’ st Mirabella (C), 41’ De Luca (C), 45’ Galluzzo D (T), Knouzi (T).

Inviato Riccardo Gamberoni

ARSAGO SEPRIO – Tra i diversi big match della ventesima giornata di campionato, è vibrante l’attesa per Arsaghese-Valceresio. Le due squadre si trovano nella zona alta della classifica e il match promette una sfida senza esclusione di colpi per conseguire importanti punti playoff. In realtà, il match non regala grosse emozioni e diversi errori individuali favoriscono i pochi lampi della partita. Termina 1-1 e il pareggio accontenta entrambe le squadre per ciò che hanno mostrato in campo.

CairatePRIMO TEMPO –  L’Arsaghese si presenta senza il solito Sciarini in mezzo al campo e con il trio di attacco Palese-Carù-Fontana, da subito insidioso per la difesa avversaria. Già al 5’ il lavoro di Carù sulla fascia riesce a favorire l’inserimento di Palese in area di rigore, il quale a tu per tu con Dicara calcia e colpisce il palo interno. Gli ospiti si salvano e il segnale di allarme porta la partita in equilibrio per tutta la durata del primo tempo. I duelli si combattono prevalentemente a centrocampo, mentre in attacco i biancorossi faticano a trovare altri spazi e vengono tenuti a bada dalla coppia di difesa avversaria. I padroni di casa gestiscono il possesso palla, ma sul finire della prima frazione la Valceresio riesce a trovare più spazio. Al 41’ una serie di tiri in area viene respinta dalla difesa arsaghese, poi un minuto più tardi si concretizza la beffa: dopo un corner respinto, la palla spiove nuovamente in area e Furlan riesce a sfruttare il ritardo di Conserva per finalizzare e chiudere momentaneamente la partita in vantaggio.

TradateSECONDO TEMPO –  La ripresa è di tutt’altro ritmo per entrambe le squadre. A sfruttare l’iniziale impreparazione è la squadra di casa, che riesce a riequilibrare il match al 5’: la punizione dalla trequarti di Colombo trova l’impeccabile tocco di Nebuloni, inseritosi indisturbato in area. A questo punto, gli avversari si riversano nella metà campo avversaria soprattutto con le proposizioni di Italiano ed alcuni tiri di Turri. Nonostante le continue spinte avversarie, l’Arsaghese avrebbe l’occasione di chiudere il match al 32’, quando un colpo di testa di Lo Bello viene prontamente parato da Dicara. Gli ospiti continuano a spingere per il vantaggio e si scoprono nel finale. Al 45’ Piccinotti entra in slalom in area e inventa un passante pericoloso che non trova nessun compagno pronto alla conclusione. Al 47’ Mai sbaglia un semplice disimpegno e rischia di inviare Di Carluccio verso la porta, ma l’offensiva si esaurisce in un nulla di fatto, seppur gli ospiti chiedano un rigore molto generoso che non viene concesso.

I MIGLIORI IN CAMPO
Conserva (Arsaghese) – voto 6:
Spinge e lotta sulla fascia destra per tutto il match. Anticipa spesso e chiude con interventi precisi e puliti. Peccato per l’errore che costa il gol ai suoi.
Italiano (Valceresio) voto 6,5: Metronomo in mezzo al campo, detta i ritmi ai suoi e prova più volte la conclusione da fuori, senza trovar successo.

I COMMENTI
Marsich (allenatore Arsaghese):
“Dovremmo sfruttare meglio le occasioni che ci capitano, altrimenti rimpiangeremo queste partite”.
D’Onofrio (allenatore Valceresio): “Bene il primo tempo, poi ci siamo persi. Potevamo chiuderla nel finale, ma il pareggio mi sembra un risultato giusto”.

IL TABELLINO
Arsaghese – Valceresio 1-1 (0-1)
Arsaghese:
Cardi 6, Conserva 6, Castoldi 5,5, Lo Bello 6, Mai 5,5, Nebuloni 6, Colombo 5,5 (19’st Guidali 6), Mantovan 6 (32’st Cagnetta 5,5), Carù 5,5 (20’st Caimano 5,5), Palese 6, Fontana 6. A disposizione: Franishta, Manfredi, Tamborini, Pacchioni. Allenatore: Marsich
Valceresio: Dicara 6, Giardino 6, Favaretto 6, Bosto 5,5, Soave 6, Cariol 6, Di Carluccio 6, Italiano 6,5 (40’st Iori sv), Turri 6 (30’st Nigro 6), Piccinotti 6, Furlan 6 (32’st Cinieri 5,5). A disposizione: Lania, Ndzie, Cantelmo, Rizzo. Allenatore: D’Onofrio
Arbitro: Colombo di Legnano 6.
Marcatori: 42’pt Furlan (V), 5’st Nebuloni (A).
Note: giornata serena e campo in buone condizioni, spettatori 60 circa. Ammoniti: Conserva, Lo Bello, Nebuloni, Mantovan (A); Italiano, Furlan (V). Tiri (in porta): 8(3) – 8(3); calci d’angolo: 10-2; fuorigioco: 2-1; recupero: 1+4.

 Inviato Nicolò Bonetti

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Union Tre Valli – Vanzaghellese 0-3

Folgore-San Marco  1-3  (1-1)        
Folgore Legnano: Bertuola, Gadda, Maggio, Russo, Ristori, Morelli, Ciocia (35’ st Chiodini), Colombo F (96), Tagliabue (28’ st Ferrario), Bosco (23’ pt Dembo), Catalano. A disposizione: Garghetti, Giglio, Colombo F (94), Gallostampino. All. Garantola.
San Marco: Martignoni, Bellin, Salmoiraghi, Caccia (48’ st De Vita), Landonio, Roncato Gallarati, Bugini (18’ st Cortellaro), Virili, Lambertini, Diouf (40’ st Vendemmiati). A disposizione: Polimeni, Petenà, Possoni, Andreolli. Allenatore: Rasini.
Arbitro: Sig.  Yassine Chanchoul di Monza.
Marcatori: pt: 4’ Gallarati (S), 44’ Catalano (F); st: 24’ su rig. Virili (S), 49’ Vendemmiati S).
Passano subito in vantaggio gli ospiti con Gallarati che sugli sviluppi di un calcio d’angolo mette in rete sotto misura. Pareggio dei padroni di casa sempre su azione d’angolo, con Catalano che, dopo un palo di Russo ,insacca. Nella ripresa il vantaggio degli ospiti su rigore trasformato da Virili per fallo di Ristori. Nel finale la terza rete del San Marco con Vendemmiati.

Ispra-Fagnano  5-3 (3-3)  
Ispra: Khingava, Cerutti, Dardha, Palatrasio, Oldrini, Mazzotta, Ambrosoli (30’ st Lamorte), Lombardo, Reggiori, Golisciano (38’ st Magistri), Verde (45’ st Sottocorna). A disposizione: Mattioni, Piras, Minchio. Allenatore: Colombo.
Fagnano: Bertagnoli, Adamo, Vacirca, Cancian, Cicchetti, Ranieiri, Beltemacchi, Moretta, Manuzzato, Di Nola, Fiumicelli. A disposizione: Riganti, Gabri, Maso, Ranieri, Crea, Spadaccino, Badj.  Allenatore: Raza.
Arbitro: Sig. Paolo Saffioti di Como.
Marcatori: pt: 5’ e 20’ Fiumicelli (F), 12’ Manuzzato (F), 25’ Mazzotta (I), 30’ Reggiori (I), 38’ Golisciano (I); st: 10’ Reggiori (I), 30’ su rig. Verde (I).
Partita pirotecnica. Ospiti in vantaggio per tre reti a zero dopo 20’ di gioco.  Apre le marcature Fiumicelli che di  interno sottomisura mette in rete. Il numero undici ospite si ripete al 20’ con un tiro a giro fuori area che finisce all’incrocio. In mezzo la rete di Manuzzato con un colpo di testa. Al 25’ inizia la rimonta dell’Ispra con Mozzatta che sigla un gol spettacolare di  tacco su traversone. Dopo 5’ Reggiori conclude in rete una caparbia azione personale. Il pareggio prima del duplice fischio lo firma Golsiciano con un pallonetto. Nella ripresa, il vantaggio dei padroni di casa lo segna Reggiori a termine di un’azione personale. Gli ospiti hanno la possibilità di pareggiare al 25’, ma Ranieri sbaglia un calcio di rigore. Non sbaglia, sempre dal dischetto, 5’ più tardi, Verde che fissa il risultato sul definitivo 5-3.

Luino Maccagno-Antoniana 0-0 
Luino: Braccio, Vigano, Iozzino, Ferrini (25’ st Abdel), Cerinotti (38’ st Rudi), Castorino, Galbiati (18’ st Vallone), Tansini, Cortez C. (25’ st Fusco), Lucchini, Diana. A disposizione: Ferrari, Ghelfi, Silipo. Allenatore. Albertolli.
Antoniana: Paroni, Cuviello, Saporiti (25’ st Niang), Lo Piccolo, Di Bari, Pastanella, Maneggia, Gorletta (35’ st Lualdi), Anapetre, Pignataro (22’ st Zaro), Bortolotti (18’ st Lualdi). A disposizione: Salvadori, Negri,  Buongiorno. Allenatore: Airoldi.
Arbitro: Sig. Alessandro Cisternini di Seregno.
Partita nervosa con tante ammonizioni e un’espulsione di Diana,  nella fila dei padroni di casa, al novantesimo. Poche le emozioni. Dopo un primo tempo equilibrato con i portieri inoperosi, nella ripresa  l’occasione più nitida è per il Luino che con una punizione di Vallone al 38’ sfiora il palo. Per gli ospiti una rete annullata all’inizio della seconda frazione di gioco.

In redazione Marco Gasparotto