Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

2^ giornata – Vergiatese di rimonta, volano Gavirate, Besnatese e Morazzone. Male il Saronno

GAVIRATE – Finisce 2-1 la gara tra due delle squadre più quotate -almeno sulla carta- del girone A, Gavirate e Uboldese, entrambe desiderose di vittoria dopo una sconfitta all’esordio. Il primo tempo vede il Gavirate andare in vantaggio su calcio di rigore, concretizzando una superiorità di gioco vista soprattutto da metà frazione in poi. Nella ripresa esce l’Uboldese, che almeno per  metà tempo è padrona del campo e del gioco, trovando il pareggio e rischiando il vantaggio, ma Moro -subentrato- regala al Gavirate i primi tre punti della stagione.

GaviratePRIMO TEMPO: comincia con ritmi bassi la gara, con le due squadre schierate specularmente sul terreno di gioco e che preferiscono studiarsi e non rischiare troppo nei minuti di apertura del primo tempo. Sono gli ospiti i primi a creare delle buone occasioni, con le conclusioni dalla distanza di Corrado prima e Tartaglione poi, sulle quale è sempre pronto Teseo. Poi anche il Gavirate prova ad essere pericoloso, con una buona intuizione di Miele bloccata dalla difesa avversaria. Dopo il quarto d’ora il ritmo di gara si alza enormemente, con rapidi ribaltamenti di fronte per entrambe le squadre. È ancora Miele a provarci con un sinistro poco preciso dopo un grande lancio di Di Noto per Mendez. Subito dopo è De Milato a mettere alla prova Teseo, ma la sua conclusione parte da posizione troppo angolata per poter impensierire l’estremo difensore del Gavirate. Con il passare dei minuti è il Gavirate a guadagnare campo e costruire azioni ragionate, con l’Uboldese che si difende bene e riparte in contropiede. È il 30’ quando Cinotti sventaglia verso la fascia destra, dove Miele controlla e tira in area, ma Menegon, seppur acciaccato per un problema alla mano destra (per cui si farà sostituire qualche minuto dopo), si fa trovare pronto. Su un rapido ribaltamento di fronte arriva la miglior occasione per l’Uboldese, con Tartaglione che trova Petruzzellis, il cui diagonale è largo ed esce lontano dalla porta di Teseo. È il 42’ quando Papillo atterra nettamente Cinotti in area dopo essere stato saltato: calcio di rigore. È lo stesso Cinotti a portare in vantaggio il Gavirate, spiazzando Ceveli dal dischetto. Il primo tempo termina 1-0.

UboldeseSECONDO TEMPO: la prima occasione del tempo è per l’Uboldese, che prova a raddrizzare il risultato con un bel tiro di Tartaglione. In generale nei primi minuti della ripresa è l’Uboldese a tenere il pallino del gioco, e su un rimpallo in area è Tartaglione il primo ad arrivare sulla palla e battere Teseo per il pareggio dell’Uboldese. Anche dopo il pareggio è sempre l’Uboldese a costruire di più, arrivando anche vicino al vantaggio con Martucci e Petruzzellis. La partita si fa più fisica e spezzettata, con il Gavirate che cambia centravanti inserendo Miele per Moro. È sempre l’Uboldese a rendersi pericolosa con un gran tiro da fuori di Martucci e una risposta altrettanto bella da parte di Teseo. Il Gavirate si divora per due volte il vantaggio su un 2 contro 1, prima con Boldini, poi con Cinotti (dopo un meraviglioso tacco di Mendez) su un grande intervento di Ceveli, mentre è ancora Teseo a salvare la porta del Gavirate.  Qualche minuto dopo il Gavirate torna in vantaggio con Moro, che in due tempi batte Ceveli da distanza ravvicinata su un ottimo assist di Cinotti. La reazione dell’Uboldese non si fa attendere, ma Jammeh e Teseo si fanno trovare pronti. Nell’ultimo quarto d’ora le squadre si allungano e mostrano la loro stanchezza, con il ritmo della gara che si affievolisce notevolmente. Oliverio, appena entrato, mostra tutta la sua rapidità nel rubar palla ai difensori avversari e involarsi verso la porta, ma viene fermato in area da Colombo. Gli ultimi minuti di gara non regalano ulteriori emozioni, con il Gavirate che vince 2-1.

I COMMENTI
Crippa (All. Gavirate): “Sono contento per il gioco che è stato proposto oggi, il risultato rispecchia quello che si è visto, oggi abbiamo giocato un bel calcio. Sembrava che l’Uboldese potesse trovare il vantaggio, ma abbiamo spinto sull’acceleratore e abbiamo trovato il vantaggio. Abbiamo una rosa competitiva, continuiamo per la nostra strada, teniamo anche alla Coppa Italia e cercheremo di andare avanti il più possibile.”
Maestroni (All. Uboldese): “Credo che oggi non ci sia nulla da dire sul piano del gioco, passo in avanti rispetto a domenica, gli episodi hanno fatto la partita. Loro hanno ottimizzato le loro occasioni, forse c’era un rigore per noi su fallo di mano. Siamo a zero punti, speriamo che domenica prossima cominci un nuovo campionato. I giovani stanno crescendo, credo che un punto fosse il minimo per quello che si è visto in campo. Ho detto settimana scorsa che non mi aspettavo così tanta differenza rispetto alla Vergiatese, oggi non ho visto questa differenza con un’altra delle favorite del campionato.”

I MIGLIORI IN CAMPO
Gavirate: Cinotti 7: schierato come esterno a piede invertito, Cinotti è presente in tutte le azioni decisive del Gavirate: nel primo tempo si procura il rigore e lo trasforma, nel secondo trova ottimamente Moro per il gol del nuovo vantaggio.
Uboldese: De Milato 6.5: fare a sportellate per tutta la gara con due colossi come Esteri e Candeliere non è semplice, ma De Milato esegue un buon lavoro in fase offensiva, mostrando alcuni guizzi di qualità. Gli manca solo il gol.

GAVIRATEUBOLDESE 2-1 (1-0)
Gavirate: Teseo, D’Amico, Esteri, Centani, Jammeh, Candeliere, Mendez (26’ st Ricci), Testa (13’ st Boldini), Di Noto (30’ st Pisoni) , Miele (19’ st Moro), Cinotti (38’ st Oliverio). A disposizione: Albe, Broggini, Cervellin, Gaspari, Pisoni, Ricci, Moro, Oliverio, Boldini. All. Crippa.
Uboldese: Menegon (36’ pt Ceveli), Papillo, Fuschi (13’ st Cakolalri), Valenzano (43’ st Marangoni), Colombo, Corrado, Tartaglione, Petruzzellis, De Milato, Martucci, Bartucci (7’ st Mazzupappa). A disposizione: Ceveli, Cakollari, Gallu, Morelli, Marangoni, Omodei, Berti, Amaranto, Mazzupappa. All. Maestroni
Arbitro: Adragna di Milano (Polignano-Sola)
Marcatori: pt: Cinotti 43’ r. (G) st: Tartaglione 8’ (U), Moro 24’ (G)
NOTE – Ammoniti: pt: Fuschi 45’ (U) st: Candeliere 27’ (G), Cinotti 35’ (G), Moro 50’ (G)

Inviato Marco Mastrorilli

VERGIATE – Esordio in casa per la Vergiatese dopo la delusione in Coppa Italia e la sontuosa riscossa a Uboldo settimana scorsa. La squadra di Cavicchia ospita l’Universal Solaro, ancora a 0 punti dopo la sconfitta con la Besnatese. L’anno scorso furono l’ex di turno Emiliano e Sulka a colpire i padroni di casa. La sfida di quest’oggi è ancora più importante: i granata cercano continuità per confermarsi, gli ospiti riscossa dopo la prima caduta stagionale. È principalmente questo l’elemento interessante della sfida odierna: entrambe le squadre arrivano da risultati altalenanti e il banco di prova di oggi darà importanti indicazioni sulle aspettative di entrambe le compagini. Ad avere la meglio è la Vergiatese che riesce ad imporsi per 2-1 contro un Solaro che gioca una buona partita, ma non sfrutta occasioni nitide e viene punita dalla concretezza avversaria. La Vergiatese crea poco, ma ogni azione è pericolosa e questo alla fine paga gli sforzi della squadra di Cavicchia con i 3 punti.

Vergiatese-Universal SolaroPRIMO TEMPO –  I padroni di casa scendono in campo in completo blu, mentre gli ospiti si presentano con la classica divisa giallorossa. La partita inizia con un attimo di ritardo per via di un problema alla rete di una porta. Dopo l’iniziale fase di studio, a rompere il ghiaccio è la Vergiatese che prepotentemente si propone in avanti, in cerca di azioni pericolose. Al 6′ però è l’Universal Solaro ad impegnare Pappa con una punizione di Sulka da zona centrale, troppo debole. Al 13′ una prodigiosa invenzione di Sulka manda in porta Vottari, ma il suo pallonetto è fuori misura. Al 23′ ancora Solaro: cross di Miculi per il capitano giallorosso, ma palla a lato. Gli ospiti danno l’impressione di poter colpire con delle ripartenze ben orchestrate, ma finora la Vergiatese non lascia spazio. Al 27′ Baglio trova spazio per il tiro da lontano, ma la sua traiettoria non può impensierire minimamente Pappa. All’ennesima palla persa dalle retrovie la squadra di Brucoli avanza pericolosamente al 31′ quando Vottari, servito in posizione decentrata, lascia partire un buon diagonale, respinto in corner. Al 38′ la prima occasione dei padroni di casa è consistente: sponda di Maugeri per Falco che dribbla un difensore e da zona ravvicinata trova la pronta risposta di Divenosa. Un minuto più tardi Cantoni tenta un tiro-cross poco insidioso. Al 40′ Sulka perde un pallone importante e regala una punizione pericolosa dal limite, mal sfruttata da Falco che spara centrale. Al 43′ ancora Vottari non riesce a sfruttare un cross morbidissimo di Miculi e impatta di testa sfiorando il palo. Sul finire della prima frazione, Miculi si ricava spazio per tirare dal limite, ma il suo tiro viene respinto dal numero 1 vergiatese.

SECONDO TEMPO –  Il match riprende senza cambi e sulla falsa riga del primo tempo: gli ospiti in avanti e la Vergiatese con pochi spazi. Al 6′ i padroni di casa regalano una punizione dalla lunetta: Sulka calcia forte, ma Pappa si fa trovare pronto. Un minuto più tardi Miculi da destra regala un altro cross invitante, ma il colpo di testa di Mercorillo finisce alto. Al 17′ Sulka disegna una parabola invitante da punizione, ma Vannucchi colpisce sbilanciato e alza la palla. Al 20′ Lombardi lancia lungo per Maugeri, l’attaccante viene colpito al piede al limite dell’area di rigore, il contrasto sembra esserci, ma il direttore di gara decide per la simulazione. Al 23′ la palla arriva in area giallorossa, Maugeri spizza per Falco che non riesce a calciare e decide di assistere Martinoia, il suo tiro impatta un difensore ospite e anche qui restano dubbi sull’intervento regolare, ma la palla termina in corner. Al 28′ il Solaro passa in vantaggio: una punizione innocua giunge in area di rigore e Vottari finalmente riesce a concludere con successo. La squadra di Cavicchia non si dà per vinta e si spinge in avanti con vari tentativi di Arrigoni e Falco, ma senza riuscire a finalizzare. Al 39′ un ottimo cross di Pozzobon trova la testa di Falco, ma l’intervento di Divenosa è prodigioso. Da corner però il portiere non può nulla sul bolide di Fiore che pareggia i conti. Proprio allo scadere Falco ha l’opportunità per ribaltare il match, ma la sua zuccata si stampa sulla traversa. Da corner però il ribaltone avviene e il suo colpo di testa termina sotto il sette. La Vergiatese porta a casa tre punti preziosissimi con una partita di bassa intensità e poche idee. Tuttavia, Cavicchia può contare su un centravanti di spessore e uno spirito da grande squadra, anche nei momenti più difficili. Sconfitta che brucia invece per l’Universal Solaro che avrebbe dovuto sfruttare le occasioni della gara e non abbassare il ritmo dopo il gol realizzato.

I MIGLIORI IN CAMPO
Falco (Vergiatese) – voto 6: è suo il gol partita e merita una menzione particolare. Resta poco servito e troppo spesso isolato, ma con tocca due palloni e cambia il match.
Sulka (Universal Solaro) voto 6: non è ancora in condizione ottimale, ma ogni pallone che tocca può trasformarsi in oro colato. La squadra gira tutta attorno a sue grandi invenzioni; è suo l’assist del momentaneo 0-1.

IL TABELLINO
Vergiatese – Universal Solaro 2-1 (0-0)
Vergiatese: Pappa 6, Pozzobon 6, Cantoni 5,5 (dal 12′st Casas), Fiore 6, Lombardi 5, Tatani 5 (dal 12′st Trionfo 5,5), Arrigoni 5,5, Martinoia 6, Falco 6, Turconi 5,5 (dal 26′st Bertani 5,5), Maugeri 5,5 (dal 34′st Di Dio sv). A disposizione: Giorgetti, Cattaneo, Carbone, Baca e Jnguimbert. Allenatore: Cavicchia.
Universal Solaro: Divenosa 6, Prota 6, Quaglia 5,5, Baglio 5,5, Greco 6, Leoncini 5,5 (dal 25′st Boniardi 6), Bajoni 5,5 (dal 43′st Franco sv), Mercorillo (dal 38′st Marazzi sv), Vottari 6, Sulka 6, Miculi 6 (dal 26′st Paolillo 5,5). A disposizione: Cozzi, Marazzi, Magro, Altobelli, Scherma e Picone. Allenatore: Brucoli.
Arbitro: Corbetta di Como 5,5 (Brambilla – Toniutto).
Marcatori: 29′st Vottari (U), 39′st Fiore e 45′st Falco (V).
NOTE - giornata soleggiata, campo in buone condizioni. Spettatori 60 circa. Ammoniti: Arrigoni e Maugeri (V); Greco e Vottari (U). Tiri (in porta): 9(6) – 11(4); calci d’angolo 12-2; fuorigioco 4-2. Recupero: 1+5.

Inviato Nicolò Bonetti

 

Le altre partite

BASE 96 SEVESO-FAGNANO 1-0 (1-0)
Base 96 Seveso: Redaelli, De Laurentis (dal 21′ st Boniardi), De Petri, Cicola, Quitadamo, Varese, Mainardi, Molteni N., Emiliano (dal 25′ st Tagliabue), Panin (dal 29′ st Troiano), Ponti (dal 21′ st Ballabio). A disposizione: Bonvissuto, Carraro, Arienti, Ceppi, Elezi. Allenatore: Landriani.
Fagnano: Bertagnoli, Terzi, Scali (dal 15′ st Putignano), Mastromarino (dal 5′ st Abati), Cicchetti (dal 10′ st Clerici), Sponga, Manuzzato M., Galbiati (dal 43′ pt Garri), Manuzzato D., Gjoka, Lattuada (dall’11′ st Beltemacchi). A disposizione: Trubia, Plebani, Brun, Garzonio. Allenatore: Raza.
Arbitro: Andrea Valentini di La Spezia (Cappelletti-Monopoli)
Marcatori: pt: 30′ Cicola (B)
Neopromossa Fagnano ancora a secco dopo due partite. Oggi gli uomini di mister Raza si arrendono sul campo della Base 96 Seveso, puniti da una bella punizione a giro dai 25 metri di Cicola al 30′ del primo tempo. Poche le occasioni create dal Fagnano che si vede nel primo tempo e decisamente meno nella ripresa. Nei secondi 45′ la Base 96 Seveso cerca il raddoppio e a dire di no più volte su Panin, Mainardi e Tagliabue sono le decisive parate di un ottimo Bertagnoli.

BESNATESE-LENTATESE 2-1 (0-0)
Besnatese: De Stefano (dal 28′ pt Novello), Bonizzoni, Cimino, Randon, Dal Cortivo, Comani, Corcione (dal 24′ st Berardi), Martignoni (dal 16′ st Picco), Angelucci (dal 18′ Bonfante), Dani, Passafiume (dal 42′ st Russo). A disposizione: Battistello, Cova Caiazzo, Gennari, De Angeles. Allenatore: Rasini.
Lentatese: Calabrò, Perani, Pozzati, Termine, Castelnuovo, Meroni T., Rampoldi (dal 33′ st Scavo), Corti, Innocenti, Salvetti, Malacarne. A disposizione: De Nicolo, Marelli, Meroni, Banfi, Guerrero, Tedesco, Fossati, Sandri. Allenatore: Milazzo.
Arbitro: Kevin Turra di Milano (Ferrari-Maffi)
Marcatori: st: 1′ Malacarne (L), 5′ Angelucci (B), 19′ Bonfante (B)
NOTE – Ammoniti: Martignoni (B), Corcione (B), Dani (B), Russo (B), Innocenti (L), Pozzati (L), Meroni (L). Espulsi: al 15′ st Bonizzoni (B) per fallo a palla lontana, al 39′ st Pozzati (L) per doppia ammonizione.
Partita decisamente vivace (molti ammoniti, due espulsi e veementi proteste degli ospiti nei confronti del direttore di gara) in quel di Besnate, con i padroni di casa che si prendono i tre punti contro la Lentatese grazie al 2-1 finale. Nel primo tempo, le due squadre provano a pungere soprattutto nei primi minuti di gioco quando Salvetti, Corcione, Innocenti, Martignoni e Malacarne, una dopo l’altra, hanno delle preziose chance che non però riescono a concretizzare. E’ nei secondi 45′ che arrivano i gol: dopo 1′ la Lentatese si porta avanti con Malacarne grazie ad un destro violento sul secondo palo appena dentro l’area di rigore. Al 5′ la Besnatese pareggia in mischia con Angelucci sugli sviluppi di un corner; molte le proteste da parte degli ospiti per la palla che, a loro detta, non era entrata completamente in porta. Al 19′ arriva la rete decisiva per la Besnatese: Bonfante salta l’uomo dopo un suggerimento di Dani e punisce Calabrò. Nel secondo tempo, inoltre, le due squadre rimangono entrambe in 10: Bonizzoni è allontanato al 15′ per un fallo a palla lontana, mentre Pozzati guadagna gli spogliatoi anzitempo per doppia ammonizione.

SARONNO-GUANZATESE 0-3 (0-1)
Saronno: Mandelli, Stevanin (dal 27′ st Nappi), Puzziferri, Ortolan, Parisi, Rossi (dal 9′ st De Carlo), Guercilena (dal 25′ st Lardera), Appella, Gueye (dal 21′ st Grandiosi), Cataldo, Scavetta. A disposizione: Come, Conforto, Priolo, Pagani, Maggiore, Francioso Al. Allenatore: Francioso.
Guanzatese: Fumagalli, Borella, Monaco, Corti (dal 31′ De Boni), Bruschi, Sagnella, Coppola, Scaccabarozzi, Lamanna, Colombo (dal 38′ st Paganini), Borghi (dal 13′ st Puggioni). A disposizione: Nava, Imperiali, Pirotta, Raimondi. Allenatore: Vila.
Arbitro: Alessandro Salvo di Monza (Golzi-Maffongelli)
Marcatori: pt: 34′ aut Parisi (S); st: 18′ Colombo (G), 39′ De Boni (G)
Giornata negativa per il Saronno che cede in casa per 3-0 contro la Guanzatese. Al 18′ del primo tempo Puzziferri commette fallo da rigore, ma Mandelli si fa ipnotizzare dagli 11 metri da Scaccabarozzi e il risultato rimane sullo 0-0. Al 34′ la Guazantese passa grazie ad un autogol piuttosto goffo di Parisi. Nella ripresa, al 18′ arriva il raddoppio ospite che porta la firma di Colombo su cross di Coppola. Il Saronno prova a scuotersi ma non riesce a pungere e al 39′ arriva il tris della Guanzatese con l’appena entrato De Boni che di testa concretizza al meglio una punizione di Coppola.

MUGGIO’-MORAZZONE 0-2 (0-1)
Muggiò: Mancuso, Sanfilippo (dal 29′ st Banfi), Brevi (dal 41′ st Ricco), Cesana, Sessi, Ghezzi, Barzan, Alitto (dal 20′ st Tentori), Ghidelli, Gigante (dal 24′ st Norrito), Zambrano. A disposizione: Pungente, Lascala, Lamperti, Bonetti, Greco. Allenatore: Natobuono.
Morazzone: Martignoni, Groppo, Di Stefano (dal 48′ st Sola), Pozzi (dal 39′ st Pascale), Bosetti, Picetti, Bovo, Patella, Ghizzi, Vezzoli (dal 36′ st Romeo), Montalbano (dal 29′ st Libralon). A disposizione: Tomasini, Scuderi, Canazza, Loielo, Boscolo. Allenatore: Stincone.
Arbitro: Alessandro Cisternini di Seregno (Pasinetti-Quitadamo)
Marcatori: pt: 34′ Picetti (Mo); st: 29′ Picetti (Mo)
NOTE – Ammoniti: Ghizzi, Picetti, Bosetti e Martignoni (Mo), Barzan, Gigante e Zambrano (Mu)
Altra vittoria e punteggio pieno per il Morazzone che, sul campo del Muggiò, si impone per 2-0 con una rete per tempo. Nei primi minuti sono i padroni di casa ad avere in mano il pallino del gioco, mentre il Morazzone si affida soprattutto a ripartenze e a lanci sugli esterni. Al 34′ è un eurogol di Piccetti a sbloccare il match: sugli sviluppi di un corner battuto da Vezzoli, Picetti in semirovesciata trova l’angolo e per Mancuso non c’è niente da fare se non raccogliere la palla nel sacco. Nel secondo tempo Ghidelli del Muggiò spreca una chance e, come spesso accade nel calcio, il Morazzone fa valere la regola del “gol sbagliato, gol subito”. Sono i rossoblù ospiti, infatti, poco dopo a pungere di nuovo per il 2-0, nato in mischia e su una palla vagante in area su cui si avventa Picetti per la personale doppietta.

OLIMPIA-COB 91 1-4 (1-2) 
Olimpia: Rossi, Calizzi (dal 38′ st Caliman), Brivio, Zonta (dal 30′ st Piazza), Manara, Pasci (dal 1′ st Qosaj), Sassi, Confeggi (dal 30′ st Monteverdi), La Iacona, Randon, Niesi. A disposizione: Vitareti, Visconti, Montarese, Chiurato, Keller. Allenatore: Rinaldi.
Cob 91: Riboldi, Napoli (dal 13′ st Ghidoni), Genovese D. (dal 43′ st Intravaia), Leone, Genovese S., Andreotti, Bortolotti (dal 23′ st Persone), Pioggia, Turchi (dal 30′ st Devita), Amelotti, Stellari (dall’11′ st Davi). A disposizione: Giannini, Mastrapasqua, Granato, Stella. Allenatore: Provasi.
Arbitro: Giovanni Negri di Legnano (Paredi-Rigiretti)
Marcatori: pt: 15′ La Iacona (O), 32′ Turchi (C), 35′ Stellari (C); st: 20′ Amelotti (C), 41′ Persone (C)
NOTE – Ammoniti: Brivio (O), Andreotti (C), Turchi (C). Espulso: Leone (C)
E’ una sconfitta per 4-1 ma forse troppo severa quella che subisce in casa l’Olimpia di Rinaldi. Sono proprio i tresiani a passare per primi in vantaggio al 15′ del primo tempo con La Iacona che, dopo una bella azione e un’altrettanto positiva palla in profondità di Manara, dribbla il portiere e insacca l’1-0. Alla mezz’ora Turchi pareggia i conti approfittando di un errore del portiere Rossi. Tre minuti più tardi c’è il sorpasso della Cob 91 con Stellari su una ripartenza condotta alla perfezione dopo un errore in mezzo al campo dei padroni di casa. Nel secondo tempo, l’Olimpia ha una ghiotta occasione con Zonta, il cui colpo di testa va clamorosamente fuori; Amelotti e Persone poco più tardi fissano il punteggio sul definitivo 4-1 in favore di una Cob apparsa in ottima forma. Da registrare la difesa dell’Olimpia che subisce troppi gol.

RHODENSE-MEDA 1-0 (0-0)
Rhodense: Mantovani, Tiriolo, Formato, Degiorgio, Meriggi, Zanus, Bonizzi (dal 38′ st Beretta), Castelnuovo, Gentile, Caruso (38′ st Colombo), Battaglia (dal 9′ st Hyso). A disposizione: Torri, Pastori, Lodi, Nosotti, Prada, Incoronato. Allenatore: Raspelli.
Meda: Giraldi, Ronzoni, Orsi, Fumagalli (dal 26′ st Bianco), Cortinovis, Parravicini, Cutuli, Marano (11’st Tavella), Tallarita, Battaglino, Manca. A disposizione: Cassina, Citterio, Busnelli, Frigerio, Viganò, Ballabio, Gatti. Allenatore: Cairoli.
Arbitro: Daniele Dell’oro di Sondrio (Re-Puerto)
Marcatori: st: 1′ Gentile (R)
NOTE – Espulso: Gentile (R)
Primi tre punti della stagione per la Rhodense che stoppa in casa di misura una delle favorite, ossia il Meda. Dopo un primo tempo in cui nessuna delle due formazioni concretizza le occasioni, è agli albori della ripresa che la Rhodense va a segno. Al 1′, infatti, Gentile trafigge Giraldi e dà l’1-0 agli orange di Raspelli. Lo stesso numero 9 si fa espellere poco prima della mezz’ora e lascia in inferiorità numerica i compagni che, però, stringendo i denti, riescono a mantenere il risultato di 1-0 fino al triplice fischio.

 

RISULTATI E CLASSIFICA

LEGGI ANCHE:
- 2^ GIORNATA DI ECCELLENZA
2^ GIORNATA DI PRIMA CATEGORIA
2^ GIORNATA DI SECONDA CATEGORIA

In redazione Laura Paganini