Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Prima Categoria girone A

2^ giornata – Valceresio show. Due su due per Gorla, SolbiateseInsubria e CantelloBelfortese

ARCISATE – La Valceresio, dopo la prima frazione chiusa in vantaggio per una rete a zero, grazie alla marcatura di Iori, straripa nella ripresa, facilitata anche dall’espulsione di Cavaleri nelle fila degli ospiti, andando a segno ancora quattro volte. Successo meritato per gli uomini di D’Onofrio. Amici dello Sport troppo brutti per essere veri.

ValceresioPRIMO TEMPO – Inizio di partita all’insegna dell’equilibrio, con le due formazioni che non affondano i colpi e si studiano. Alla prima occasione passa la Valceresio, traversone basso dalla sinistra di Bosio che viene catturato da Ambrosoli, sponda del numero nove neroverde per l’accorrente Iori che con un destro violento e preciso spedisce la palla all’incrocio della porta difesa dall’incolpevole Fermi. Il vantaggio dei padroni di casa accende l’incontro. La reazione degli ospiti non si fa attendere, al 24’ su cross dalla sinistra di Nardone, sinistro di prima intenzione di Cavaleri e palla alta di poco. Sul ribaltamento di fronte, Ambrosoli ha la palla buona, ma il suo destro a giro al limite dell’area è nettamente fuori misura. Pressing nero verde sulla costruzione bassa della formazione di Cau, Iori ruba palla a Nardone, serve in profondità Ambrosoli che calcia alto da buona posizione. Nei minuti finali della prima frazione ancora padroni di casa vicini alla rete, ma Ambrosoli, solo poco dentro l’area, chiude troppo il destro con palla che finisce a lato.

CasSECONDO TEMPO – Alessi per Caccia nelle fila ospiti alla ripresa del gioco, nessun cambio invece per D’Onofrio. Errore nella costruzione dell’azione da parte degli ospiti, Piccinotti gioca palla per un solissimo Ambrosoli che indugia nel tiro e poi, dall’altezza del dischetto di rigore, calcio alto. Al 10’ su punizione per fallo di Vacirca su Piccinotti, Bosio, da posizione defilata con un interno collo non irresistibile trafigge per la seconda volta un Ferni, questa volta non esente da colpe. Al 14’ un fallo di gioco a centrocampo nei confronti di Iori finisce con l’espulsione diretta di Cavaleri: ospiti in dieci. La terza rete per la Valceresio arriva su azione di contropiede con Bosio che serve in profondità Picinotti, il numero dieci neroverde punta Oldani, lo supera e batte da posizione ravvicinata supera l’estremo difensore ospite. La Valceresio passeggia sul velluto e, approfittando degli ampi spazi concessi dai bustocchi, firma il poker con Ponti che mette in rete un assist di Bosio. La partita non ha più niente da dire, la reazione degli uomini di Cau è apprezzabile, ma impalbabile in termini di occasioni da rete. Rete che firma invece ancora la Valceresio con Rigoni, il giovane classe 1999, appena entrato ha la palla buona e solo davanti a Fermi lo batte con un preciso destro rasoterra.

I MIGLIORI IN CAMPO
Iori (Valceresio) 7
– apre le marcature con un grande destro. Partita di quantità e qualità.
Nardone (Amici dello Sport) 6 – in una giornata negativa di tutta la squadra prova a non perdere la bussola, ma naufraga con tutti i suoi compagni.

I COMMENTI
D’Onofrio (allenatore Valceresio)
: “Oggi è andato tutto bene. Abbiamo raccolto il duro lavoro fatto in queste settimane. Complimenti ai ragazzi“.
Cau (allenatore Amici dello Sport): “Tante cose da migliorare se vogliamo stare nei piani alti della classifica, a cominciare dalla costruzione del gioco“.

IL TABELLINO
Valceresio-Amici dello Sport 5-0 (1-0)
Valceresio: Ambrosetti 6, Giardino 6 (dal 30’ pt Dell’Orto 6), Azzolin 6.5, Robustellini 6.5, Soave 6, Carini 6, Iori 7 (dal 30’ st Lorenzi 6) , Ambrosoli 5.5 (dal 14’ st Ponti 6), Picinotti 6.5 (dal 37’ st Cinieri sv), Bosio 7 (dal 39’ st Rigoni 6.5). A disposizione: Dicara, Visconti, Di Carluccio, Ndizie. Allenatore: D’Onofrio.
Amici dello Sport: Fermi 5.5, Vacirca 5, Bolognini 6, Suman 5.5, Chirelli 5.5 (dal 26’ st Panarese 6), Oldani 5.5, Caccia 5.5 (dal 1’ st Alessi 5.5), Nardone 6, Turconi 6, Agrello 5 (dal 21’ st Azimonti 5.5), Cavaleri 5.5. A disposizione: Melchiorre, Lodedo, Macchi, Iorfida. Allenatore: Cau.
Arbitro: Sig. Francesco Feneri di Milano.
Marcatori: pt: 21’ Iori (V); st: 10’ Bosio (V), 20’ Piccinotti (V), 25’ Ponti (V), 39’ Rigoni (V).
Note - Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 100 circa. Ammoniti: Turconi (A) . Espulsi: Cavaleri (A) . Angoli: 2-1 . Recupero: 2’+4’.

Inviato Marco Gasparotto

BUSTO ARSIZIO – L’anno scorso furono due partite avvincenti e sorprendenti, quest’anno potrebbe non essere da meno la sfida della 2° giornata tra San Marco – Gorla Maggiore, con tanta voglia di mettere in cassaforte i primi punti della stagione da parte dei primi e con la volontà di dar seguito alla bella manita di domenica scorsa da parte dei gorlesi. Questa volta il Gorla non si lascia mettere i piedi in testa, o meglio non nei momenti cruciali, va sotto, la ribalta, si fa acciuffare e la chiude. Gorla batte San Marco 3 a 2.

San MarcoPRIMO TEMPO – La partenza è disordinata da entrambe le parti, ma al 7’ arriva già il primo episodio che potrebbe indirizzare la gara. Il direttore di gara, dopo una punizione, vede una trattenuta di Bernasconi su Migliore in area, non ha dubbi e fischia il calcio di rigore. Lo stesso Migliore s’incarica della battuta e non sbaglia: 1 a 0. I biancorossi accusano il colpo e faticano ad essere lucidi e reattivi, i bustocchi invece appaiono più solidi. La prima fiammata del Gorla arriva al 20’ con un’azione in ripartenza di Di Simone – Hushi – Ippolito ma questi ultimi due perdono entrambe l’attimo al momento del tiro.  La conclusione del capitano invece arriva poco dopo, ma il destro è troppo centrale per impensierire Polimeni. Non ha vita difficile il numero uno gialloverde nemmeno alla 2° conclusione di Ippolito e in quella di Falsaperna poco dopo, quando tutte le volta riesce a bloccare senza problemi, i cenni di risveglio del Gorla però ora sono più evidenti. È una partita frammentata, l’arbitro lascia correre davvero poco, chi ci “rimette” è il Gorla che deve recuperare ed invece così fa ancora più fatica. È una gara molto nervosa, gli ospiti guadagnano metri ma sono troppo statici, non pungono e non inventano. La prima frazione si prolunga di tre minuti, ma non succede nulla di particolare. Al duplice fischio è 1 a 0.

Gorla MaggioreSECONDO TEMPO – Il minuto sette è letale anche nella ripresa ma questa volta in favore del Gorla Maggiore che con un’azione corale perfetta firmata Bernasconi – Ippolito, trova il pari. Passano tre minuti e la situazione è completamente ribaltata: stacco imperioso dell’ex Caristina che trasforma in gol una palla da calcio d’angolo. 1 a 2. La partita si potrebbe chiudere virtualmente appena sessanta secondi dopo quando Falsaperna si beve Primi ma a tu per tu trova il riflesso del numero uno di casa. Al 16’ mister Marchiorato sceglie Diouf per Napolitano, il neoentrato conquista una punizione dal limite. Gallo va col destro, la palla non scende abbastanza. Il numero dieci si riscatta però al 24’ quando trova la zampata su una palla che filtra e rimette tutto in parità 2 a 2. Mister Contaldo non ci sta e opta per un Gorla trazione anteriore: fuori Di Simone, dentro l’attaccante Morelli. Al 32’ gli ospiti lamentano un fallo di mano di Principato, per l’arbitro tutto regolare. Ma subito dopo Gallo un po’ ingenuamente fa fallo su Caristina, rimedia il secondo giallo e finisce anzitempo la sua gara. Ora i ragazzi di Contaldo vanno alla caccia del bottino pieno mentre i bustocchi si chiudono e si difendono con le unghie e con i denti. Ippolito tenta ancora una volta di lasciare il segno, se la mette sul destro e spara, Politano si allunga e con i pugni gli dice di no. Sono minuti caldissimi gli ultimi ed infatti al 44’ arriva il tris Gorla con una punizione di Caristina che beffa un Politano questa volta non impeccabile. I locali trovano le forze per giocarsi ancora una palla su cui Diouf non arriva, e dopo 5’ di recupero arriva al triplice fischio. In rimonta il Gorla strappa altri tre punti pesanti.

I MIGLIORI
Principato 7 – San Marco: con le buone o con le cattive, difficile passare da queste parti.
Caristina 7.5 – Gorla Maggiore: uno stacco imperioso, ed una punizione beffarda, doppietta pesantissima.

I COMMENTI
Marchiorato (allenatore San Marco):Mi fa arrabbiare l’atteggiamento più del risultato, ma voglio essere più preciso l’atteggiamento del reparto d’attacco perchè la fase difensiva parte da lì e se non ti sacrifichi per la squadra non va bene, per il resto sono contento della difesa che ha tenuto benissimo contro avversari di una qualità eccelsa, abbiamo anche avuto le nostre occasioni anche se il Gorla lo conosciamo tutti, dobbiamo lavorare tanto e farci trovare pronti quando affronteremo squadre che hanno i nostri stessi obiettivi“.
Ippolito (capitano Gorla Maggiore):Sono contento della vittoria e dei miei compagni nonostante un primo tempo in cui l’approccio non è stato dei migliori. Questo è un campo ostico e la San Marco una squadra rognosa, lo sapevamo, l’anno scorso insegna, però credo che abbiamo avuto un’ottima reazione e abbiamo meritato la vittoria“.

San Marco– Gorla Maggiore 2-3 (1-0)
San Marco: Polimeni 5.5, Principato 7, Bellin 6, Migliore 6.5, Primi 6, Roncato 6 (dal 45’ st Vergari), Gallarati 6, Possoni 5.5 (dal 20’ st Bugini 6), Vendemmiati 6, Gallo 5.5, Napolitano 5.5 (dal 16’ st Diouf). A disposizione: Pitaro, Affinito, Vergari, Petenà, Corno, Bugini, Salmoiraghi, Diouf, Stagnitti. Allenatore: Marchiorato
Gorla Maggiore: Ferrario 6, Di Simone 6 (dal 30’ st Morelli), Bernasconi 7, Bahamad 6.5, Caristina 7.5, Puricelli 6.5, Voltan 6, Hushi 6 (dal 36’ st Pietroboni sv), Falsaperna 6.5, Ippolito 7, Mahracha 6. A disposizione: Savastano, Pietroboni, D’Aloia, Bene, Morelli, Strazzella, Ruggia. Allenatore: Contaldo.
Arbitro: Criscimanna di Milano
Marcatori: pt: 7’ rig. Migliore (S): st: 7’ Ippolito (G), 10’ 43’ Caristina (G), 24’ Gallo (S).
NOTE - Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 70 circa. Espulsi: Gallo (S). Ammoniti: Voltan (G), Roncato (S), Bahamad (G), Gallo (S), Angoli: 2-8. Recupero: 3’+5’.

 Inviata Mariella Lamonica

 

Le altre partite

Tradate – Union Tre Valli 2-0 (0-0)
Tradate: Drago, Casotto, Basaglia, Galluzzo Marco, Galluzzo Davide, Akpolat, Verna, Guerrini (dal 1’ st Battiston), Rossato (dal 35’ st Calderaro), Dama, Traore. A disposizione: Giuliano, Bossi, Battiston, Calderaro, Crivellari, Marrazzi. Allenatore: Belvisi.
Union Tre Valli: La Sala, Pastorelli, Trizio, Touli, Girardi, De Maddalena, Campello, Grosset, Tafuri, Binda, Frigeri. A disposizione: Vecchietti, Sandoval, Borella, Accetta, Sorrentino, Londino, Vallini. Allenatore: Vincenzi.
Arbitro: Lucchini di Varese
Marcatori: st: 5’ Verna (T), 40’ Calderaro (T)
È un Tradate cinico quello che batte l’Union Tre Valli.
2 a 0 con i gol tutti nel secondo tempo. Al 5’ ci pensa Verna a beffare La Sala grazie ad una conclusione da fuori area. I conti li chiude il neoentrato il neoentrato Calderaro quando dopo 5’ dal suo ingresso, dopo una bella manovra da destra a sinistra, trova un altro tiro vincente dai sedici metri. 2 a 0, Tre Valli ancora fermo a quota zero punti.

Arsaghese – Cantello Belfortese 1-2 (0-1)
Arsaghese: Franishta, Cagnetta (dal 1’ st Baratelli), Castoldi, Carnaghi (dal 24’ st Brivio), Mai, Guidali (dal 33’ st Tamborini), Fontana, Lo Bello, Palese, Gandolfo, Mantovan (dal 8’ st Caimano). A disposizione: Cardi, Bernasconi, Baratelli, Gueye, Brivio, Tamborini, Conserva, Caimano, Carù. Allenatore: Marsich.
Cantello Belfortese: Boschini, Loritto, Adamo, Bianchi (dal 4’ st Arena Y.), Di Bari, Ossola, Montoli (dal 40’ st Arena F.), Italiano, Giacopinelli (dal 35’ Calemme), Pantelis, Fontana. A disposizione: Diaz, Bianchi, Filippini, Arena Y., Arena F., Calemme, Alessi, Pucci. Allenatore: Saporiti.
Arbitro: Grignani di Saronno
Marcatori: pt: 29’ Giacopinelli (C); st: 16’ Italiano (A) , 36’ Lo Bello (A).
Cantello Belfortese a pieno ritmo anche dopo l’insidiosa trasferta sul campo di Arsago.
Mentre Boschini dice di no a Mantovan e Gandolfo, la prima rete la firma Giacopinelli al 29’, che da così seguito alla rete di settimana scorsa. Per il raddoppio bisogna attendere il 16’ della ripresa quando Italiano tira fuori dal cilindro un gol da circa 35 metri, battendo un Franishta che non può nulla. I padroni di casa accorciano in mischia con Lo Bello, ma non c’è più tempo e alla fine sono i ragazzi di Saporiti a festeggiare.

Aurora Cerro Cantalupo – Folgore Legnano 0-0 (0-0)
Aurora Cerro Cantalupo: Pansera, Banfi, Simone, Vernocchi, Villacis, Gilardengo, Thoillard (dal 41’ pt Moretta), Busatto, Pollinzi (dal 1’ st Virili), Papinetto (dal 35’ st Mpongui), Mencarelli (dal 12’ st Cossu). A disposizione: Borsani, Castelli, Bortignon, Mpongui, Cossu, Moretta, Cerighelli, Gioeli, Virili. Allenatore: Senziani.
Folgore Legnano: Bertuola, Panozzo, Castellotti, Cattaneo, Monti, Corizzo, Colombo F. (dal 28’ st Scandroglio), Gagliardi, Gazzardi, Ristori (dal 23’ st Ciocia), Catalano. A disposizione: Colombo A., Gadda, Chiodini, Cascelli, Giglio, Scandroglio, Ciocia, Maggio, Moretta. Allenatore: Colombo.
Arbitro: Grassi di Gallarate
Piovono occasioni per la Folgore Legnano ma la più eclatante è il calcio di rigore che Gazzardi manda out dopo esserselo procurato. Pansera è sempre pronto in ogni occasione, la Folgore per poco non va vicino al colpo del ko a poco dal termine, ma alla fine dal derby ne esce uno 0 a 0 che divide la posta in palio fra le due squadre.

Brebbia – Ispra 1-2 (1-0)
Brebbia: Stefanelli, Louraini, Tasco, Rosadini, Marchesotti, Cunati L., Ruffo, Squizzato, Cizzico, Mirabella (dal 10′ st Pascalis), Milano (dal 35′ st Quadrelli). .A disposizione: Galbignani, Ventura, Daverio, Bouraya.. Allenatore: Dalla Rossa.
Ispra: Ottolini, Cerri, Zaniboni (dal 25’ st Volorio), Modde, Lombardo, Dardha, Fagnani (dal 30’ st Magistri), Lamorte (dal 1’ st Francocci), Verde (dal 40’ st Cerutti), Reggiori, Marzetta. A disposizione: Mattioni, Cerutti, Bina, Montemezzo, Francocci, Sottocorna, Volorio, Magistri, Petri. Allenatore: Colombo.
Arbitro: Bacarella di Gallarate
Marcatori: pt: 23’ Cizzico (B); st: 15’ Marzetta (I), 33’ Francocci (I)
La ribalta l’Ispra Calcio e si aggiudica i primi punti di questo campionato mentre il Brebbia resta al palo.
Nel primo tempo passano i padroni di casa con un tiro da fuori di Cizzico e rimangono in vantaggio fino al 15’ della ripresa. Qui ci pensa Marzetta con un gol direttamente da calcio d’angolo a rimettere in equilibrio la gara, ma non è tutto perché al 33’ il neoentrato Francocci trova il tapin vincente al volo  e consegna ai suoi compagni il derby.

Luino Maccagno – Antoniana 1-1 (0-1)
Luino Maccagno: Braccio, Iozzino, Folisi, Bellini, Arioli, Napoli (dal 13’ pt Granai – 18’ st Abdel), Bosetti, Ghelfi, Marku (dal 6’ pt Matranga), Pittella (dal 43’ st Rognoni), Dozzio. A disposizione: Passera, Silipo, Rognoni, Notturno, Pizzuti, Caputo, Granai, Abdel, Matranga. Allenatore: Caporali.
Antoniana: Heinzl, Maneggia, Muggeri, Badji, Larocca, Ranieri S., Macchi, Santaniello, Rondanini (dal 37’ st Maglio), Macretti (dal 3’ st Ranieri A.), Venturelli A (dal 49’ st Negri). A disposizione: Paroni, Venturelli R., Bertoldi, Maglio, Negri, Tirdea, Ranieri A. Allenatore: Canestrale.
Arbitro: Flora di Gallarate
Marcatori: pt: 27’ Macchi (A); st: 10’ Pittella (L)
Boccone amaro per l’Antoniana che nonostante crei tantissimo si ritrova in tasca un solo punto.
Ci pensa Macchi a rompere gli indugi al 27’ del primo tempo quando riceve in profondità da Santaniello, finta e tiro nell’angolino. Gli ospiti creano molto ma sciupano, lamentano anche qualche calcio di rigore non fischiato per fallo di mano, nella ripresa però se la complicano da soli perché al 10’ pasticcia Heinzl che calcola male l’uscita e serve involontariamente Pittella, il numero dieci non può sbagliare e fa pari e patta. L’Antoniana resta anche in dieci per il doppio giallo rifilato a Maneggia e non riesce più a ribaltare la situazione.

SolbiateseInsubria – Vanzaghellese 2-1 (2-0)
SolbiateseInsubria: Bottani, Ferrenti, Cosenza, Bossi, Broggini, Carantoni, Figliolia, Bellumore, Ana Petre, Ventura, Monticelli. A disposizione: Assoumou, Castelli, Lo Presti, Bossi L., Cerutti, Mattiuz, Visentin, Lo Giudice, Volante. Allenatore: Castiglioni.
Vanzaghellese: Mainini, Cobianchi, Moro (dal 21’ st Daggiano), Lo Piccolo, Pastanella (dal 10’ st Stefanazzi), Villa, Bellin (dal 42’ Quaini), Mombrini, Ascente (dal 1’ st Pisoni Stefano), Spadaccino (dal 28’ st Colombo), Vago. A disposizione: Rogora, Pisoni Simone, Nisoli, Daggiano, Pisoni Stefano, Stefanazzi, Quaini. Allenatore: Trubia.
Arbitro: Barbuscio di Como
Marcatori: pt: 4’ Ventura (S), 34’ Cosenza (S); 27’ Bellin (V)
Fa due su due la SolbiateseInsubria di mister Castiglioni che riesce ad avere la meglio di un avversario ostico come la Vanzaghellese.
Fa tutto nel primo la squadra di casa che passa prima con Ventura già al 4’, poi con Cosenza raddoppia al 34’.
I ragazzi di mister Trubia accorciano le distanze con una punizione di Bellin al 27’, poi però non trovano il gol del pari e devono arrendersi al 2 a 1 finale.

- FOTOGALLERY SolbiateseInsubria-Vanzaghellese 01 SolbiateseInsubria-Vanzaghellese 07 SolbiateseInsubria-Vanzaghellese 15

 

In redazione Mariella Lamonica

RISULTATI E CLASSIFICA

LEGGI ANCHE:
- 2^ GIORNATA DI ECCELLENZA
2^ GIORNATA DI PROMOZIONE
2^ GIORNATA DI SECONDA CATEGORIA