Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

15^ giornata – Aurora show! Batte il Cas ed è campione d’inverno. La Vanzaghellese tiene il passo

BREBBIA – Ultima giornata del girone d’andata che vede contrapposte il Brebbia e la Vanzaghellese. Finire con un successo per entrambe le squadre sarebbe un ottimo modo per concludere l’anno e per iniziare il girone di ritorno.
Partita con poche occasioni, 90 minuti abbastanza equilibrati anche se alla fine ha la meglio la Vanzaghellese per 1 a 0.

BrebbiaPRIMO TEMPO – Sin da subito si spinge in avanti la squadra di Trubia. Al 12’ primo tiro di Pisoni , ma la palla è alta. Non ci sono state particolari occasioni in questi 25 minuti ma le squadre non si stanno risparmiando di certo. Al 29’ Stefanazzi si gira ma calcia una palla che non trova lo specchio della porta. Mirabella tenta la conclusione con un tiro a giro da fuori area. Cobianchi al 36’ parte da metà campo e si smarca ma il suo tiro, non preciso finisce distante dai pali. Mombrini manda una palla potente che finisce di poco oltre il palo destro. Risponde Milano sempre con una palla di sostanza ma non precisa. Al 43’ rigore, un po dubbio, concesso alla Vanzaghellese. Sul dischetto si presenta Stefanazzi che non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. Finisce così il primo tempo.

VanzaghelleseSECONDO TEMPO – A causa di uno scontro accesso con l’arbitro a fine primo tempo, mister Pizzuti è stato espulso. Al 12’ Rosadini riceve palla da calcio d’angolo ma la impatta male con la testa.Occasione per il Brebbia con Milano che su passaggio di Ruffo trova un tiro che finisce contro la difesa avversaria. Sprazzi di gioco dominati dal nervosismo. Bellin al 33’  vuole chiudere i conti ma interviene il portiere provvidenzialmente. Al 38’ occasionissima per il Brebbia con Cizzico che davanti la porta non riesce a trovare le misure per segnare il pareggio. Ancora Ruffo che lancia i suoi ma l’uscita prodigiosa di Mainini ferma tutto. Al 44’ salvataggio sulla linea di Rosadini. Al 48’ ancora Cizzico spreca l’occasione del pareggio davanti al portiere. Triplice fischio, finisce così questo incontro.

I MIGLIORI IN CAMPO
Mirabella (Brebbia) 6.5
– fa girare la squadra e recupera in fretta. Nota di merito a Ruffo per la buona prestazione.
Pisoni Stefano (Vanzaghellese)6.5 – importante per l’equilibrio della squadra, partita giocata bene.

I COMMENTI
Mister Trubia: “Mi aspettavo di più in fase realizzativa,ci sono mancati gli ultimi 10 metri. Abbiamo creato tanto. Nelle ultime 4 partite abbiamo avuto molti  infortuni e siamo arrivati tirati e con la pausa speriamo di tornare con tutta la rosa”.

IL TABELLINO
Brebbia – Vanzaghellese 0-1 (0-1)
Brebbia:
Stefanelli 6.5, Ventura, Louraini 6 (dal st 42’ Galbignani), Ruffo 6.5, Rosadini 6.5, Squizzato 6.5 (dal st 39’ Stigliani), Cizzico, Marchesotti 6.5 Milano 6.5, Mirabella 6.5, Frattini 6 A disposizione: Traore,Pascalis, Stigliani, Galbignani Allenatore: Pizzuti
Vanzaghellese: Mainini 6, Cobianchi 6,Nisoli 6.5 (dal st 33’ Pisoni), Mombrini6, Daggiano 6.5, Villa 6.5, Spadaccino 6.5 (dal st 23’ Bellin), Suman 6.5 (dal st 23’ Lo Piccolo), Stefanazzi 6.5 (dal st 19’ Izzo), Pisoni Stefano6.5, Vago 6.5 A disposizione: Rogora, Moro, Grassi, Pisoni, Lo Piccolo, Bellin, Izzo, Quaini Allenatore: Trubia
Arbitro: Susini
Marcatori: pt: 43’ Stefanazzi
Note: Giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni, spettatori 20 circa. Ammoniti: pt:35’ Marchesotti  Angoli 2-1 Recupero: 0’+4’

Inviata Roberta Sgarriglia

————————————————————————————————————————————————————

CERRO MAGGIORE – È big match a tutti gli effetti a Cerro Maggiore dove l’Aurora Cantalupo sfida la capolista Cas. Vincere per i ragazzi di Senziani significherebbe agganciare proprio i rivali al vertice, vincere per i Cau boys varrebbe invece il titolo d’inverno in solitaria. È Aurora show: D’Ascanio, Ruggeri, Pasotti castigano un Cas a cui non basta il gol del 2 a 1 firmato Caccia. I ragazzi di Cerro volano in vetta e sono campioni d’inverno.

AuroraPRIMO TEMPO – Pronti via è già gara vera con Aurora e Cas che tentano di schiacciare subito sull’acceleratore. Le formazioni si presentano più o meno a specchio con da un lato Mencarelli a suggerire per Ruggeri e D’Ascanio, mentre dall’altro c’è Agrello dietro Cavaleri e Berton. Dopo un paio di palle pericolose in area Aurora, attento Pansera in uscita dopo una mischia, alla prima vera manovra biancorossa i padroni di casa passano: Ruggeri si beve Panarese e Tirelli, arriva sul fondo e mette in mezzo per D’Ascanio, per il numero dieci è un gioco da ragazzi. 1 a 0. Gli ospiti tentano la reazione e vanno al tiro da fuori con Caccia, non inquadra lo specchio, poi Oldani calcia a botta sicura in area ma ma sono i locali ad avere le azioni più ghiotte. Al 15’ Oldani salva tutto su D’Ascanio, la palla dell’attaccante stava diventando pericolosissima, poi è Tapinetto che dopo un’ottima azione corale si lascia ingolosire un po’ e tenta un pallonetto che non va a bersaglio. I blues si affidano alle giocate di Agrello, il numero dieci tocca tanti palloni ma non è preciso come al solito. La gara per il Cas si complica ulteriormente alla mezz’ora quando Oldani lascia il campo, al suo posto c’è Nardone che si mette in mezzo al campo, Azimonti arretra in fascia destra e Panarese scala in mezzo. I biancoblù devono scuotersi ma fanno fatica, l’Aurora ha perfettamente in pugno la sfida. Proprio Nardone verticalizza male in uscita, sfera sui piedi Ruggeri che non si fa pregare troppo: si accentra una volta, due, evitando Tirelli e la scaglia là dove Heinzl non più nulla. 2 a 0. Doccia gelata per i bustocchi che al 41’ hanno però l’occasione per riaprire il match c’è ed è sul piede di Agrello che si presenta sul dischetto dopo il fallo generoso di Castelli su Berton: non c’è nulla da fare, il para-rigori si conferma tale, indovina l’angolo e la toglie proprio da lì. Il risultato non cambia, resta 2 a 0.

CasSECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi e con i ragazzi di Busto Arsizio che per poco non causano un’altra frittata visto che il retropassaggio di Azimonti è corto, D’Ascanio scippa palla e poi crossa per Ruggeri, debole il suo colpo di testa. Un minuto dopo la chance è per il Cas con Caccia che raccoglie la sponda di Agrello, sinistro di prima intenzione, deviazione provvidenziale di Pansera. Al 10’ è Berton ad appoggiare per Nardone, ma anche in questo caso il destro del centrocampista è fuori misura. Gli ospiti fanno fatica, ci mettono volontà ma sono inconcludenti, l’Aurora viene fermata solo dal fuorigioco (dubbio) su Ruggeri dopo un filtrante di Tapinetto col contagiri. Al 21′ Panarese si fa coraggio, va in anticipo da centrocampo e cerca un destro pretenzioso, Pansera blocca senza troppi patemi. Al 31’ sul piede di Ruggeri la palla del colpo del ko quando s’invola in porta dopo l’ennesimo retropassaggio errato, a tu per tu con Heinzl sceglie il pallonetto, il numero uno biancoblù devia con la punta delle dita e favorisce il rientro di Tirelli che a quel punto con il fisico impedisce la ribattuta in porta al centravanti. Il Cas prende un pochino di coraggio e cerca di guadagnare qualche metro, ma ogni tentativo è vano, dietro soffrono ed anche Mencarelli potrebbe trovare gloria ma il suo piazzato dal limite è centrale. E della serie gol sbagliato – gol subito, dopo una palla che questa volta Ruggeri non gestisce al meglio sulla mediana, la sfera arriva sul piede di Caccia che non ci pensa due volte e va col destro, palla in buca d’angolo. 2 a 1. Il Cas tenta il tutto per tutto ma conquista solo una serie di calci d’angolo senza sfruttarli a dovere, sfrutta invece a dovere, una palla spazzata da Vernocchi, il solito D’Ascanio che la tiene in campo con un colpo di tacco che scatena un contropiede fulmineo: tre contro uno, il numero dieci dopo un uno-due la gioca per Tapinetto che va anche a saltare il portiere, Heinzl lo tocca e lo ferma, (sarebbe rigore) se non fosse che la sfera resta in gioco e finisce sui piedi del neoentrato Pasotti, a porta sguarnita è 3 a 1 e titoli di coda.
Cinque minuti di recupero, non succede più nulla. Lezione dell’Aurora che aggancia il Cas prendendosi la vetta con una prova eccellente.

I MIGLIORI IN CAMPO
D’Ascanio 7.5 – Aurora Cantalupo:
la gara dell’Aurora è quasi perfetta, chiunque potremmo scegliere come migliore in campo, ma D’Ascanio illumina fino all’ultimo e quel colpo di tacco vale il prezzo del biglietto, nel mezzo, ovviamente, ci mette gol, assist e tutto il resto. Chapeau.
Caccia 6 – Amici dello Sport: non certo la sua miglior prestazione, come del resto per tutta la squadra, ma ha il merito del gol della speranza.

I COMMENTI
Senziani (allenatore Aurora Cantalupo):Abbiamo fatto una gran partita, siamo stati aggressivi come piace a me, abbiamo concesso poco, poi abbiamo un portiere e che anche quel poco lo trasforma in un punto a nostro favore, visto l’ennesimo rigore parato, ora però non montiamoci la testa perché dobbiamo solo guardare noi stessi e giocarcela partita dopo partita. A chi dice che non possiamo più nasconderci io dico solo che non mi basta più vincere ormai, quando arrivo in fondo voglio trovarmi al cospetto di una squadra che è cresciuta a prescindere di come andrà, ricordiamoci di aver costruito una rosa che possa durare negli anni“.
Gallazzi (presidente Cas):Questa sconfitta fa male ma non cambia assolutamente i nostri piani, onore all’Aurora che ha fatto una grande partita e ci ha messo sotto, noi abbiamo sbagliato approccio e purtroppo sbagliato anche il rigore che forse avrebbe potuto riaprirla al momento giusto, i ragazzi nella ripresa ci hanno provato ma non è bastato, ricordiamoci però di tutto quello di buono fatto fino ad oggi e ricordiamoci dove siamo in classifica ed i punti che abbiamo“.

IL TABELLINO
Aurora Cantalupo – Amici dello Sport 3-1 (2-0)
Aurora Cantalupo:
Pansera 7.5, Moneta 7, Villacis 7 (dal 22’ st Thoilard 5.5 – dal 43’ st Pasotti 7), Vernocchi 7, Bortignon 7, Castelli 6.5, Tapinetto 7.5, Busatto 6.5, Ruggeri 7, D’Ascanio 7.5 (dal 47’ st Luraghi sv), Mencarelli 7 (dal 37’ st Cossu 6). A disposizione: Colnaghi, Mpongui, Luraghi, Cossu, Pasotti, El Atrouchi, Gioeli, Thoilard, Allenatore: Senziani.
Amici dello Sport: Heinzl 5.5, Panarese 5 (dal 43’ st Castiglioni sv), Bolognini 5, Turconi 6, Tirelli 5.5, Oldani 6 (dal 30’ pt Nardone 5.5), Caccia 6, Azimonti 5, Berton 6, Agrello 5.5, Cavaleri 5. A disposizione: Ferni, Pesce, Mariani, Gomma, Lodedo, Macchi, Iorfida, Castiglioni, Nardone. Allenatore: Cau
Arbitro: Galatino di Pavia
Marcatori: pt: 8’ D’Ascanio (Au), 31′ Ruggeri (Au); st: 37’ Caccia (Am), 47’ Pasotti (Au)
Note: Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 100 circa. Espulso Ammoniti: Panarese (Am), Busatto (Au), Cavaleri (Am), Castelli (Au), Thoilard (Au), Angoli: 3-6. Recupero: 1’+5’.

Inviata Mariella Lamonica

————————————————————————————————————————————————————

ARCISATE – Valceresio e Tradate si dividono la posta al termine di una partita dagli scarsi contenuti tecnici, nel quale l’aspetto tattico e l’ardore agonistico hanno prevalso sul gioco. Gli ospiti si fanno preferire nel primo tempo, la Valceresio nel secondo. Pareggio giusto per quanto visto in campo.

ValceresioPRIMO TEMPO – .Prima frazione di gioco avara di emozioni. Molta densità a centrocampo, pochi gli spazi nelle attente linee difensive, in una partita dall’alto contenuto agonistico. Sono gli ospiti ad avere maggior controllo del gioco evidenziando buone individualità, Knouzi e Dama su tutti. La prima occasione da rete è dei padroni di casa, con Azzolin che dalla media distanza prova a beffare Drago uscito avventamente, palla appena sopra la traversa della porta completamente vuota. Il gioco espresso dagli ospiti si spegne al momento dell’ultimo passaggio, così la prima unica conclusione in porta per il Tradate arriva al 43’ con un destro dalla lunga distanza di Casotto che Di Cara controlla agevolmente.

TradateSECONDO TEMPO – Le formazioni si presentano alla ripresa del gioco con I medesimi ventidue del fischio di inizio. Nella ripresa è la Valceresio a fare la partita, al 5’, su palla proveniente dalla destra, Azzolin gira a volo di destro dal limite dell’area, Drago smanacciata in angolo. La spinta dei padroni di casa fatica a trovare sbocchi nell’attenta fase difensiva degli ospiti. Al 18 su cross dalla destra, Soave  in area colpisce di testa, palla tra le mani di Drago. Il Tradate non sta a guardare e al 20’ entra pericolosamente in area con Crivellari, ma la difesa chiude al momento del tiro. Il Tradate al 23’ rimane in dieci per l’espulsione di capitan Moretti che, già ammonito, protesta con troppa veemenza guadagnando il secondo giallo e la doccia anticipata. Ospiti alla conclusione con Traore che sugli sviluppi di una incursione personale di Galluzzo controlla e calcia di sinistro al volo, pregevole gesto tecnico in buona coordinazione, ma tiro centrale che Di Cara blocca senza problemi. Nell’ultimo quarto d’ora D’Onofrio prova a vincere inserendo Rigoni per Dell’Orto, ma poco dopo Azzolin rimendia, per fallo di gioco, il secondo giallo, ristabilendo la parità numerica. Sulla punizione per il fallo commesso da Azzolin, Di Cara è bravo a opporsi al violento tiro di Verna.

I MIGLIORI IN CAMPO
Azzolin (Valceresio) 6.5 – 
Il più intraprendente suoi, spinge e chiude con continuità. Sue le poche conclusione in porta. Il secondo giallo preso nei minuti finali non sminuisce la buona prestazione.
Galluzzo (Tradate) 6,5 – Stilisticamente brutto a vedersi, ma efficace. Dalle sue parti non si passa.

I COMMENTI
D’Onofrio (allenatore Valceresio): “potevamo fare qualcosa di più, siamo mancati nell’ultimo passaggio. Pareggio giusto“.
Garantola (Tradate): “buona prestazione contro una squadra imbattuta da tredici giornate. Pareggio giusto“.

IL TABELLINO
Valceresio-Tradate 0-0 (0-0)
Valceresio
: Di Cara 6, Di Carluccio 6, Dell’Orto 6 (34’ st Rigoni 6), Iori 6, Soave 6, Carini 6, Cinieri 6, Robustellini 6, Ponti 6, Piccinotti 6, Azzolin 7. A disposizione: Lamia, Giardino, Visconti, Rania, Barozzi, Bosio, Akpa, Rizzo. Allenatore: D’Onofrio.
Tradate: Drago 6, Crivellari 6,5, Verna 6,5, Galluzzo 6,5. Akpolat 6, Casotto 6,5 , Calderaro 6 (10’ st Re 6), Moretti 5, Knouzi 6, Dama 6,5, Traore 6. A disposizione: Grugliano, Pannuccio, Bossi, Camara, Sava, Guerrini, Rossato. Allenatore: Garantola.
Arbitro: Sig. Vincenzo Manno di Milano.
Note: Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 100 circa. Ammoniti: Calderaro (T), Moretti (T), Azzolin (V). Espulsi: Moretti (T) e Azzolin (V) per doppia ammonizione. Angoli: 2-1 . Recupero: 2’+4’.

Inviato Marco Gasparotto

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Le altre partite

Solbiatese Insubria – Folgore Legnano 0-3 (0-1)
Solbiatese Insubria: Policastro, Ferrenti (dal 7’ pt Lo Presti), Castelli, Cafaro (dal 21’ st Visentin), Monticelli, Bossi A. (dal 27’ st Manfredi), Libralon (dal 15’ Bossi L.), Bellumore, Figliolia, Ventura, Lo Giudice (dal 23’ st Mattiuz). A disposizione: Bottani, Cosenza, Lo Presti, Bossi L., Mattiuz, Manfredi, Visentin. Allenatore: Castiglioni
Folgore Legnano: Bertuola, Gadda (dal 33’ st Panozzo), Castellotti, Cattaneo, Monti, Re (dal 47’ st Chiodini), Ciocia, Colombo F. (dal 29’ st Russo), Bertola (dal 6’ st Gazzardi), Moretta, Catalano (dal 45’ st Brun). A disposizione: Colombo A., Panozzo, Russo, Gagliardi, Gazzardi, Chiodini, Brun, Ristori. Allenatore: Colombo
Arbitro: Geminiani di Sesto San Giovanni
Marcatori: pt: 33’ Ciocia (F); st: 23’ Ciocia (F), 46’ Gazzardi (F)
Vince anche in trasferta la Folgore Legnano che sale a quota 28 punti e si tiene perfettamente in zona playoff.
La gara la sblocca Ciocia al 33’ quando si accentra e calcio sul primo palo, battendo Policastro.
Per il raddoppio bisogna attendere la ripresa quando sempre Ciocia, dopo un uno-due con Catalano, a tu per tu trafigge nuovamente il numero uno di casa. La SolbiateseInsubria potrebbe accorciare le distanze con il tentativo a botta sicura di Ventura: slalom del numero dieci risposta pronta di Bertuola, ma sulla respinta è sempre Ventura a fiondarsi sulla sfera ed è semrpe Bertuola a dirgli di no con un riflesso provvidenziale. A chiudere i conti ci pensa Gazzardi in contropiede al 46’, freddo nel siglare la rete che vale il 3 a 0.

CantelloBelfortese – Ispra 0-1 (0-0)
Cantello Belfortese: Boschini, Di Bari, Adamo, Bianchi, Mariano, Ossola, Fontana, Arena F., Candiloro (dal 1’ st Markaj), Pantelis, Lazzarini. A disposizione: Tripodi, Martini, Filippini, Motta, Arena Y., Calemme, Markaj. Allenatore: Criscimanni
Ispra: Sabatino, Volorio, Cerutti, Modde, Magistri, Gaballo, Verde F. (dal 30’ st Bouraya), Dardha, Verde S, Golisciano, Sottocorna (dal 65’ st La Morte). A disposizione: Tenti, Lamorte, Petri, Antonetti, Cammarata, Bouraya, Pomi, Piras. Allenatore: Pasetti
Arbitro: Targa di Como
Marcatori: st: 20’ Golisciano (I)
Tre punti d’oro per l’Ispra di Pasetti che raccoglie risultato pieno in quel di Cantello. Prima sconfitta invece per l’era Criscimanni.
Nel primo tempo c’è un palo colpito di testa da Ossola su punizione di Pantelis, poi qualche palla in area dei padroni di casa ma resta una sfida povera di occasioni.
Nella ripresa gli ospiti alzano il ritmo: Sottocorna spizza di testa una punizione di Golisciano, palla sopra la traversa di poco. Risposta di Lazzarini con un tiro a giro ma Sabatino gli dice di no. Al 20’ ancora Sottocorna conquista una punizione che Golisciano trasforma in rete: Boschini spiazzato e 0 a 1. Ancora un paio di chance per l’Ispra soprattutto quella con La Morte, pallonetto disinnescato del numero uno di casa. I varesini ci provano ma non riescono a sortire effetti pericolosi, Magistri, classe 2000, mette in bacheca una prestazione da veterano, Volorio invece rimedia il secondo giallo per simulazione. Il risultato non cambia più 0 a 1.

Arsaghese – Gorla 1-2 (0-0)
Arsaghese: Franishta, D’Aloia (dal 1’ st Conserva), Castoldi, Ricci (dal 30’ st Diedhiou), Mai, Nebuloni, Fontana C. (dal 35’ st Guidali), Lo Bello, Fontana M, Gandolfo, Gueye. A disposizione: Cosentino, Bernasconi, Carnaghi, Diedhiou, Guidali, Tamborini, Conserva, Brivio, Carù, David. Allenatore: Marsich
Gorla: Savastano, Hushi, Bernasconi (dal 5’ st Pietroboni), Bahamad, Caristina, Voltan (dal 30’ st Antonini), Bene (dal 15’ st Rimoldi), Puricelli, Morelli, Ippolito, Falsaperna. A disposizione: Galizia, Di Simone, Pietroboni, Rimoldi, Ruggia, Antonini, Mahracha. Allenatore: Contaldo
Arbitro: Feneri di Milano
Marcatori: st: 5’ Gandolfo (A), 10’ Bene (G), 47’ Falsaperna (G)
Un Gorla in extremis grazie alla zampata di Falsaperna passa sull’ostico campo dell’Arsaghese.
Nel primo tempo è uno 0 a 0 scialbo, con le squadre che attaccano ma che concludono poco.
Nella ripresa partono forte i padroni di casa che passano grazie a Gandolfo, abile ad insaccare dopo una bella apertura di Gueye. Ma la risposta ospite è pronta grazie a Bene, il più abile a trovare il colpo vincente in mischia. Bene regala così il pareggio momentaneo grazie alla sua prima rete in maglia grigiorossa. Ippolito e Morelli mandano a fil di palo un paio di staffilate, Nebuloni scatena un’incornata sul palo, il tapin vincente arriva davvero in extremis quando Ippolito recupera un pallone e lo scodella in area, Falsaperna stoppa, trafigge Franishta e ringrazia. 1 a 2 e giù il sipario.

San Marco – Antoniana 4-0 (2-0)
San Marco: Martignoni, Principato (dal 33’ st Petenà), Bellin, Possoni, Primi, Roncato, Gallarati (dal 44’ st Passafiume), Lambertini, Napolitano (dal 19’ st Gallo), Migliore (dal 36’ st Diouf), Vendemmiati (dal 30’ st Vergari). A disposizione: Agliano, Landonio, Vergari, Petenà, Diouf, Gallo, Andreolli, Passafiume. Allenatore: Marchiorato
Antoniana: Paroni, Negri, Venturelli R. (dal 36’ st Maneggia), Mantovan (dal 14’ st Badji), Larocca, Ranieri S., Venturelli A., Santaniello (dal 44’ st Zaroli), Ranieri A., Corbetta (dal 14’ st Macchi). A disposizione: Melchiorre, Maneggia, Badji, Fruttarol, Macchi, Tirdea, Macretti, Ballarati, Zaroli. Allenatore: Pavone
Arbitro: Broyanovskyy di Milano
Marcatori: pt: 25’ 44’ Vendemmiati (S); st: 15’ 29’ Vendemmiati (S)
Ci pensa Vendemmiati che con un poker regala la vittoria ai suoi nel derby con l’Antoniana.
A partire forte però sono gli ospiti che con Ranieri prima e Corbetta poi non trovano, da posizione invitante, la via del gol. La via del gol la imbecca però Vendemmiati che al 25’ sigla l’1 a 0 con un tapin dopo la respinta di Paroni sul mancino di Napolitano. Per il raddoppio sempre firmato Vendemmiati bisogna attendere il 44’ quando riceve raccoglie una palla dopo la spizzata di Gallarati e a sua volta di testa fa centro.
Nella ripresa il tris arriva al 15’: traversone di Bellin, Vendemmiati stoppa, si accentra e fa esplodere un mancino che termina la sua corsa all’incrocio. Ma non è tutto perché al 29’ sempre l’attaccante serve il poker con una rasoiata che non lascia scampo al Paroni.

Luino – Union Tre Valli 1-2
Luino: 
Braccio, Testa, Iozzino, Bellini, Berisha, Dozzio, Belkhadir, Andreani, Tansini, Pezzi, Silipo. A disposizione: Passera, Folisi, Scaglioni, Pizzuti, Caputo, Notturno, Righetto, Granati, Rognoni. Allenatore: Granai
Union Tre Valli: Zullo, Trizio, De Maddalena, Benedetto, Londino, E. Pastorelli, Borella, Grosset, Frigeri (dal 33′ st Gilardi), Harabi (dal 25′ st Binda A.), Touili. Allenatore: Iori.
Arbitro: Frigerio di Como
Marcatori: pt: 25′ Harabi (T); st: 5′ Dozzio (L), 25′ Borella (U).

In redazione Mariella Lamonica