Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

12^ giornata – Rhodense capolista, Morazzone bloccato. Colpo Olimpia, a Besnate non si gioca

GAVIRATE – Deve combattere fino all’ultimo il Gavirate per guadagnare i tre punti contro il Fagnano, quarto risultato utile consecutivo. Se infatti per un’ora piena di gara i padroni di casa erano parsi in controllo del gioco, realizzando due reti con Moro e Cinotti, con il gol di Manuzzato gli ospiti prendono coraggio e si spingono in avanti, ma non riescono a pareggiare.

GaviratePRIMO TEMPO – È un sinistro di Federico Caon, facile presa per Bertagnoli, il primo tiro in porta della partita, iniziata con il Gavirate più presente nella manovra offensiva rispetto agli ospiti, anche se non capace di costruire occasioni interessanti. Ci prova ancora Caon con un bel colpo di testa su suggerimento di Cinotti, quando dopo il primo quarto d’ora il Gavirate continua a proiettarsi nell’area avversaria. Non è un problema per Bertagnoli fermare una punizione dal limite di Moro, mentre Manuzzato si fa vedere in avanti per quanto riguarda il Fagnano, che riesce a respirare un po’ con una serie di calci d’angolo. In una fase centrale di primo tempo molto fisica, il Gavirate si avvicina al vantaggio prima con Cinotti, poi con una bella acrobazia di Caon. Ancora Cinotti prova ad approfittare delle ingenuità difensive del Fagnano, che non riesce a distendersi in avanti e far salire la squadra fino al trentesimo circa, quando trova un paio di buone iniziative sui piedi di Gjoka e Abati. Il vantaggio del Gavirate arriva su una bellissima azione, con Cinotti che si smarca sull’out di sinistra e mette in mezzo un bel pallone sul secondo palo per Moro, che con una coordinazione perfetta realizza una girata che vale l’1-0. Dopo una ribattuta ci prova da fuori Di Noto, ma la palla è molto alta. Il primo tempo finisce sul punteggio di 1-0.

FagnanoSECONDO TEMPO – Comincia bene la ripresa per il Fagnano, che fraseggia con precisione per liberare il tiro di Gloka, bloccato in due tempi da Albè. Gli ospiti si fanno pericolosi quando un pallone insidiosissimo di Manuzzato attraversa tutta l’area senza che né Marjanovic né Gloka possano colpirlo. È il nono minuto quando arriva il raddoppio del Gavirate, con una bella palla di Di Noto che premia il taglio di Cinotti non seguito dall’intera difesa del Fagnano, e il numero 11 del Gavirate batte Bertagnoli con un bel diagonale. Nei munuti successivi il Fagnano cerca di riprendersi e si getta in avanti, senza però costruire qualcosa di pericoloso. Il Gavirate trova sempre qualche traccia sulle fasce laterali, sfruttando l’immenso lavoro di Moro spalle alla porta e la corsa di un infaticabile Cinotti, bravo anche in fase difensiva. Proprio quando il Gavirate sembrava aver congelato la gara, entra Mastromarino che costruisce l’occasione del 2-1, servendo bene Abati, il cui tiro è respinto da Albè sui piedi di Manuzzato, che da due passi accorcia le distanze per il Fagnano. Gli ospiti cercano il tutto per tutto nel quarto d’ora finale, ma quando Esteri lancia Mendez in posizione regolare c’è il solo Clerici in difesa, ed interviene in modo scomposto: calcio di rigore. Si presenta Caon sul dischetto, ma Bertagnoli lo ipnotizza e para il calcio dagli undici metri. I padroni di casa, con Moro prima e Caon poi, falliscono ancora una possibilità per chiudere la partita, con il favore di un Fagnano che è ormai enormemente sbilanciato in avanti. È ormai tempo di recupero quando Mendez, con un paio di grandi giocate, libera Centani in area, ma la difesa ospite è brava ad intervenire. Il Fagnano non riesce a costruire altre occasioni, e la gara si conclude sul punteggio di 2-1

I MIGLIORI IN CAMPO
Gavirate: Moro 8:
non è solo il bellissimo gol in girata, ma tutto il lavoro fatto per aiutare la squadra a garantirgli il premio di migliore in campo. Nel momento di maggiore difficoltà del Gavirate, Moro si abbassa molto, aiuta la difesa ed è sempre presente per far salire la squadra. Insieme a Cinotti, il faro di questa formazione.
Fagnano: Bertagnoli 7: non è il pomeriggio più facile della carriera di Bertagnoli, spesso chiamato in causa sui frequenti attacchi del Gavirate, ma è lui a dare nuove speranze ai suoi parando il rigore di Caon con un grande intervento.

I COMMENTI
Crippa (Gavirate): “Dopo il 2-0 abbiamo rallentato un po’ e abbiamo concesso il gol, poi ci siamo ripresi e abbiamo costruito altre occasioni. Aver segnato due gol è un evento, il gol di Moro è un gesto tecnico incredibile, i risultati degli altri campi ci danno grande fiducia. Sono soddisfatto della squadra.”
Ganna (vice Fagnano): “Partita combattuta, abbiamo molte defezioni e dobbiamo uscire da questa situazione. Abbiamo affrontato una bella squadra, la reazione c’è stata ma non è bastato, in questa situazione dobbiamo fare il massimo possibile e basta. Più di così non si poteva fare.”

IL TABELLINO
GAVIRATE – FAGNANO 2-1 (1-0)
Gavirate:
Albè, D’Amico (31’ st Mendez), Jammeh (24’ st Boldini), Esteri, Broggini, Candeliere, Testa (41’ st Petruzzi), Caon, Moro, Di Noto (31’ st Petruzzi), Cinotti (24’ st Centani). A disposizione: Teseo, Cervellin, Gaspari, Petruzzi, Cantani, Pinorini, Boldini, Ricci, Mendez. All. Crippa.
Fagnano: Bertagnoli, Beltemacchi, Paredes Mejia, Galbiati (21’ st Cappio Baccaneto), Clerici, Sponga (24’ st Mastromarino), Manuzzato, Garri (30’ st Brun), Marjanovic, Gjoka, Abati. A disposizione: Trubia, Brun, Mastromarino, Garzonio, Plebani, Albè, Caprioli, Cappio Baccaneto, Cicchetti. All. Raza
Arbitro: Negri di Legnano (Damato-Toniutto)
Marcatori: pt: Moro 38’ (G) st: Cinotti 9’ (G), Manuzzato 27’ (G)
Ammoniti: pt: Galbiati 15’ (F), Caon 42’ (G), Gjoka 44’ (F) st: Jammeh 2’ (G), Paredes Mejia 17’ (F), Cappio Baccaneto 35’ (F)

Inviato Marco Mastrorilli

————————————————————————————————————————————————————

VERGIATE –  Scontro di metà classifica tra la Vergiatese reduce da tre sconfitte di fila, di cui l’ultima contro Base 96 Seveso, e l’Olimpia Calcio che viene da un pareggio senza goal contro la Besnatese. Primo tempo bloccato sullo 0-0. Al triplice fischio il risultato finale è di 0-1. La Vergiatese non riesce a mettere fine alla serie di sconfitte.

VergiatesePRIMO TEMPO –  Esordio di Mister Gatti sulla panchina della Vergiatese, schierata con un 4-4-2 ordinato. L’Olimpia Calcio risponde con un più offensivo 4-3-2-1, con i terzini piuttosto alti. Il match inizia in modo equilibrato con un possesso palla leggermente superiore per gli ospiti. All’8’ sono loro a reclamare un rigore per uno scontro su calcio d’angolo, ma Saffioti lascia correre. Subito dopo è punizione per la Vergiatese: va al tiro Arrigoni che cerca la porta, ma Rossi para facilmente. L’arbitro concede un rigore al 13’ a favore dell’Olimpia per un tocco di mano in area. Va al dischetto La Iacona: il tiro è abbastanza centrale e Pappa fa suo il pallone. L’Olimpia insiste ancora e si fa pericolosa in area. Con un buon intervento Fiore salva una possibile occasione da rete al 15’, mettendo in calcio d’angolo. Pappa ancora decisivo al 19’ con un intervento provvidenziale fuori dai pali. Altro brivido per la Vergiatese al 29’, con Brivio che mette in mezzo un cross teso: Pappa esce ma non arriva sul pallone, che attraversa indisturbato tutta l’area. Grande occasione per Niesi solo davanti al portiere al 37’, ma ancora una volta Pappa difende la porta con un’uscita da manuale. La Vergiatese soffre il pressing avversario e non riesce a rendersi pericolosa in attacco. Mister Gatti coglie il segnale e fa muovere la panchina. Ci aspettiamo dei cambi nel secondo tempo. Finalmente al 44’ i padroni di casa si fanno sentire, con Arrigoni che spinge sulla sinistra, supera un paio di avversari e quasi dal limite del campo mette al centro per Kate, che colpisce bene ma non trova la porta. Si va negli spogliatoi senza recupero né goal nel tabellino.

OlimpiaSECONDO TEMPO – Come c’era da aspettarsi, cambia la formazione per la Vergiatese. Fuori Falco e dentro Inguimbert. Mister Rinaldi, invece, conferma gli 11 del primo tempo. Arriva proprio a inizio secondo tempo la prima bella azione ella Vergiatese, con Arrigoni che accelerando sulla fascia sinistra arriva a fondo campo e mette al centro per Pozzobon, a cui manca soltanto un pizzico di precisione in più per sbloccare la partita con la sua conclusione. Buon tiro di Pasci da fuori area all’11’, fermato da un attento Pappa. Il gioco si interrompe momentaneamente al 13’ per un fallo su Bottone, che causa a Kate l’ammonizione. Vergiatese un po’ più grintosa nel secondo tempo. Al 26’ ci prova ancora Pozzobon con un cross dalla destra che finisce diretto tra i guantoni di Rossi. Da una possibile opportunità per la Vergiatese, sprecata da Kate che non centra il pallone al limite dell’area, nasce un contropiede per l’Olimpia che coglie la difesa dei padroni di casa alla sprovvista. Dopo un po’ di confusione in area, con un primo intervento di Pappa e un paio di rimpalli, La Iacona insacca facilmente davanti alla porta vuota. 0-1 a Vergiate. La Vergiatese prova subito a riaprire la partita su un calcio d’angolo, ma Rossi è bravo a parare. Reclamano un rigore i padroni di casa per un presunto fallo di mano su una conclusione da fuori area di Bertani. L’arbitro non fischia e subito dopo anche l’Olimpia chiede un rigore, ma il gioco continua. La partita diventa piuttosto nervosa da entrambe le parti e Saffioti giustamente non risparmia i cartellini.

I MIGLIORI IN CAMPO
Bertani (Vergiatese) 6.5 –  Entra con grinta nel secondo tempo creando qualche buona azione di gioco.
La Iacona (Olimpia Calcio) 7 – Suo il goal della vittoria che regala 3 punti alla squadra in questa trasferta non scontata.

I COMMENTI
Gatti Roberto (allenatore Vergiatese):
“Una partita complicata, soprattutto nel primo tempo, in cui gli avversari potevano andare benissimo in vantaggio in almeno un paio di occasioni, ma siamo riusciti a contenerli. Nel secondo tempo è andata molto meglio e meritavamo anche il goal, ma purtroppo non abbiamo concretizzato e da una nostra imprecisione è nata la ripartenza dell’Olimpia. Peccato perché il loro goal è arrivato proprio nel nostro momento migliore. Con un po’ di attenzione in più avremmo potuto conquistare almeno un punto. Non è cambiato l’andazzo delle ultime sconfitte, ma cambierà sicuramente”.
Rinaldi Vincenzo (allenatore Olimpia Calcio): “Una vittoria meritata. Nel primo tempo avremmo potuto andare in vantaggio persino di 3 goal. Loro erano sempre in difficoltà e li abbiamo pressati bene senza rubare niente. La partita è stata positiva, ma il campionato è ancora lungo. La Vergiate è bene attrezzata, proprio come noi, e ci giocheremo senz’altro una buona posizione in classifica. Le vittorie più belle non arrivano casualmente ma sono volute, come quella di oggi, che aumenta sicuramente la nostra autostima e ci permette di capire i nostri difetti e punti di forza”.

IL TABELLINO
VERGIATESE – OLIMPIA CALCIO 0-1 (0-0)
Vergiatese
: Pappa 6, Cattaneo 6.5, Tatani 6 (dal 28’ st Bertani 6.5), Martinoia 6 (dal 19’ st Casas 6), Trionfo 6, Fiore 6.5, Arrigoni 5.5, Pozzobon 6.5, Falco 5.5 (dal 1’ st Inguimbert 5.5), Kate 5, Maugeri 6. A disposizione: Calvaruso, Cantoni, Di Dio, Turconi, Baca, Casas, Inguimbert, Lombardi Bertani. Allenatore: Gatti Roberto.
Olimpia Calcio: Rossi 6, Calizzi 6.5, Brivio 6.5, Bottone 6, Zonta 6.5, Visconti 6.5, Sassi 6, Pasci 6, La Iacona 7, Manera 6 (dal 9’ st Monteverdi 6), Niesi 6 (dal 19’ st Randon 6). A disposizione: Vitareti, Chiurato, Monteverdi, Randon, Caliman, Keller, Piazza, Santillo, Qosaj. Allenatore: Rinaldi Vincenzo.
Arbitro: Saffioti di Como (Cicognani, D’Orto)
Marcatori: st: 23’ La Iacona (O)
Note: Giornata serena. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 100. Ammoniti: Falco (V), Kate (V), Brivio (O), Bottone (O), Calizzi (O), Inguimbert (V), Sassi (O). Calci d’angolo: 4-5. Recupero: 0’+3’

Inviata Silvia Alabardi

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Besnatese – Saronno (non disputata)
Arbitro:
Sacchi di Lecco
A Besnate la partita non comincia nemmeno a causa dell’impossibilità da parte del Saronno di schierare un XI di partenza. Sono infatti solo tre (Appella, Puzziferri e Parisi) i giocatori a disposizione degli ospiti, che per la prima volta nella loro ultracentenaria storia si vedono costretti a non giocare un incontro. Il Saronno perderà la sfida a tavolino per 0-3, per la società è in arrivo anche una sanzione.

Cob91 – Morazzone 1-1 (0-0)
Cob91:
Dosoli, Bortolotti, Genovese D, Leone, Genovese S, Ghidoni, Davì, De Vita, Personè, Amelotti, Mastrapasqua. A disposizione: Marelli, Profeta, Pioggia, Novi, Napoli, Andreotti, Stellari, Granato, Morin. Allenatore: Provasi
Morazzone:
Martignoni, Canazza, Colavito, Pozzi, Bosetti, Picetti, Groppo, Patella, Ghizzi, Boscolo, Giordano. A disposizione: Tomasini, Egnoletti, Costa, Libralon, Pascale, Bovo, Vezzoli, Chakir, Corti. Allenatore: Stincone
Arbitro:
Esposito di Bergamo
Marcatori:
st 41’ Personè (C), 45’ Ghizzi su rigore (M)
Accade tutto negli ultimi 5’ della sfida tra Cob91 e Morazzone. I padroni di casa sbloccano l’equilibrio con Personè al 41’, ma in pieno recupero ci pensa Ghizzi a trasformare il rigore che rimette tutto in parità.

Guanzatese – Meda 2-1 (2-0)
Guanzatese:
Fumagalli, Bonella, Monaco, Sagnella, De Boni (st 35’ Favero), Bruschi, Puggioni (st 13’ Borghi), Scaccabarozzi (st 38’ Imperiali), Paganini, Colombo (st 19’ Lamanna), Carà. A disposizione: Nava, Raimondi, Corti, Cabrera, Pirotta. Allenatore: Vizza
Meda:
Giraldi, Castella (st 7’ Vitulli), Orsi, Tavella (st 7’ Marano), Cortinovis, Parravicini, Cutuli, Bianco, Tallarita, Battaglino, Fumagalli. A disposizione: Rolatello, Citterio, Viganò, Busnelli, Frigerio, Manca, Galliani. Allenatore: Cairoli
Arbitro:
Guarino di Abbiategrasso
Marcatori:
pt 15’ Sagnella (G), 33’ Carà (G); st 45’ Battaglino su rigore (M)
Due super gol siglati nel giro di un quarto d’ora consentono alla Guanzatese di sconfiggere il Meda. Il vantaggio arriva al 15’ con una botta di Sagnella dritta all’incrocio dei pali. Il raddoppio è invece opera di Carà al 33’ con un tiro a incrociare da fuori area dopo aver saltato tre difensori. I padroni di casa hanno altre due occasioni per calare il tris nella ripresa con Carà (tiro alto) e Lamanna (tentativo parato da Giraldi in uscita), ma ad andare a segno stavolta è il Meda con il rigore di Battaglino allo scadere.

Lentatese – Rhodense 0-3 (0-0)
Lentatese:
Tagliabue, Perani, Meroni W, Termine, Fagone (st 37′ Sandri), Meroni T, Banfi, Corti (st 23′ Salvetti), Fossati (st 37′ Pozzoli), Perucchini (st 15′ Malacarne), Rampoldi. A disposizione: De Nicolo, Siani, Fontana, Riso, Guerriero. Allenatore: Martinelli
Rhodense:
Mantovani, Tiriolo (st 42′ Prada), Borsani (st 43′ Pastori), Bonizzi, Meriggi, Galbiati, Zanus (st 17′ Formato), Castelnuovo, Gentile (st 33′Beretta), Caruso, Battaglia (st 13′ Colombo). A disposizione: Rusco, Hyso, Lodi. Allenatore: Raspelli
Arbitro:
Malerba di Sesto San Giovanni
Marcatori:
st 30’ Caruso (R), 40’ Colombo (R), 46’ Prada (R)
La Rhodense passa sul campo della Lentatese e balza da sola in testa alla classifica. Succede tutto nell’ultimo quarto d’ora del secondo tempo. Caruso sblocca al 30’ in contropiede, Colombo raddoppia dieci minuti più tardi approfittando di un batti e ribatti in area. Infine, in pieno recupero, Prada mette il sigillo definitivo finalizzando un cross da sinistra.

Uboldese – Base 96 2-1 (1-1)
Uboldese:
Menegon, Soldi (st 16’ Papillo), Bartucci, Colombo, Valenzano, Marangoni (st 24’ Morelli), Tartaglione, Maiorano, Petruzzellis (st 43’ Galli), Martucci (st 18’ Corrado), Muzzupappa (st 41’ Razzari). A disposizione: Salvadore, Cakollari, Berti, Airaghi. Allenatore: Maestroni
Base 96:
Redaelli, Ballabio (st 38’ Mainardi), De Petri, Quitadamo, Cicola, Larese, Carraro, Molteni N, Ponti, Emiliano (st 18’ Troiano), Panin. A disposizione: Bonvissuto, Arienti, De Laurentis, Molteni, Elezi, Ceppi, Tagliabue. Allenatore: Castellazzi
Arbitro:
Cisternini di Seregno
Marcatori:
pt 27’ Muzzupappa (U), 29’ Panin (B); st 24’ Tartaglione (U)
L’Uboldese supera di misura la Base 96. I padroni di casa vanno avanti al 27’ del primo tempo con il pallonetto di Maiorano, ma vengono riacciuffati poco dopo da Panin che punisce una disattenzione di Soldi. Nella ripresa, però, ci pensa Tartaglione con un tiro dal limite a siglare il gol decisivo che fissa il punteggio sul 2-1.

Solaro – Muggiò 2-1 (1-0)
Solaro:
Dossena, Messaoudi, Baglio, Bajoni (st 23’ Morales), Paolillo, Quaglia, Prota, Franco, Miculi, Sulka, Mercorillo (st 41’ Vottari). A disposizione: Macchi, La Groia, Greco, Robbiani, Strafezza, Scherma, Boniardi. Allenatore: Crucitti
Muggiò:
Mancuso, Banfi (st 1’ Sanfilippo), Brevi, Cesana, Ricci, Ghezzi, Gigante, Barzan (st 13’ Lascala), Ghidelli, Alitto (st 19’ Norrito), Gagliano (st 39’ Volpi). A disposizione: Pungente, Bonavoglia, Greco, Lascala, Bonetto, Norrito, Sessi. Allenatore: Natobuono
Arbitro:
Pastori di Busto Arsizio
Marcatori:
pt 46’ Miculi (S); st 12’ Sulka su rigore (S), 22’ Cesana (M)
Il Solaro risolve la pratica Muggiò vincendo per 2-1 grazie alle reti di Miculi poco prima dell’intervallo e di Sulka, che al 12’ della ripresa trasforma il rigore concesso per fallo su Messaoudi. Il Muggiò, che al 42’ del primo tempo aveva colpito un doppio palo nella stessa azione, accorcia le distanze al 20’ con Cesana in mischia, ma non riesce ad agguantare il pari.

In redazione Indro Pajaro