Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

10^ giornata – Colpo Muggiò a Vergiate, Morazzone e Rhodense tengono il passo. Pioggia di gol a Besnate

VERGIATE –  Partita importante sul campo della Vergiatese per la parte alta della classifica. I padroni di casa, che vengono dalla sconfitta contro la Rhodense, hanno l’opportunità di sorpassare gli ospiti, che domenica scorsa hanno già fermato la Besnatese. Primo tempo bloccato sullo 0-0. Al triplice fischio finisce 0-1 e il Muggiò allunga le distanze in classifica.

VergiatesePRIMO TEMPO –  La partita inizia in modo equilibrato, con un buon fraseggio da parte di entrambe le squadre. La Vergiatese scende in campo con un 5-3-2 sicuro, con Arrigoni alto a sostegno del centrocampo, mentre gli ospiti optano per un più offensivo 4-3-3. Il possesso palla è leggermente a favore dei padroni di casa, che si presentano pericolosamente nell’area avversaria guadagnandosi diversi calci d’angolo. Proprio da un calcio d’angolo nasce la prima occasione significativa del match al 14’, con il pallone che nella mischia finisce tra i piedi di Casas che calcia di forza ma non centra lo specchio della porta. Dopo pochi minuti è Kate a velocizzare il gioco e a liberare in area Arrigoni, che viene fermato dal portiere in modo regolare. Al 23’ Ghidelli viene lanciato verso la porta, ma è troppo defilato sulla sinistra e la sua incursione viene dirottata in calcio d’angolo. Brivido in area, ma la Vergiatese è brava a spazzare via. È ancora la Vergiatese a provarci al 34’, con Falco che cerca la porta da fuori area ma la manca di poco. Il Muggiò fa un buon pressing ma è poco incisivo e non riesce a concretizzare. Il primo tempo finisce con una grande occasione per la Vergiatese, che proprio prima del fischio dell’arbitro colpisce un palo con Kate, che si inventa una giocata sorprendente da fuori area. Le squadre rientrano negli spogliatoi sullo 0-0.

MuggiòSECONDO TEMPO – Le squadre scendono in campo con le stesse formazioni del primo tempo. Si riparte subito a ritmi alti. Malinteso al 2’: Maugeri verticalizza al centro ma i suoi compagni non seguono il pallone e il Muggiò allontana. La Vergiatese chiede un rigore all’8’ per un fallo al limite dell’area su Maugeri. L’arbitro lascia correre ed è solo calcio d’angolo, da cui nasce una buona occasione per i padroni di casa, ma la difesa del Muggiò riesce ad allontanare il pericolo. Si ribalta subito il fronte di gioco e al 17’ il Muggiò si guadagna una punizione dal limite: va al tiro Tentori, che calcia bene superando la barriera ma non trova di poco la porta. All’11’ il gioco si ferma per un intervento falloso su Sessi, che lascia solo momentaneamente il campo. Al 16’ è ancora la Vergiatese a farsi sentire, con Tatani che apre per Maugeri, fermato in area dalla difesa del Muggiò. Dopo una cavalcata sulla fascia destra, al 19’ Tentori mette in mezzo un ottimo pallone, che attraversa l’area sfilando davanti ai compagni e alla difesa della Vergiatese. Gigante ci prova due volte al 24’, ma le sue conclusioni vengono fermate prima da Pappa e poi da Cantoni. Va meglio al Muggiò dopo pochi minuti, sempre con Gigante che trova al centro Ghidelli e gli serve un assist preciso da cui nasce il primo goal della partita. Con un destro di forza e precisione, Ghildelli spiazza Pappa e porta la sua squadra in vantaggio. La Vergiatese chiede un rigore per un fallo al limite dell’area, ma Dell’Oro non è d’accordo. Punizione per il Muggiò al 37’: va al tiro Tentori ma i compagni non trovano il pallone. È ancora il Muggiò a farsi pericoloso in questa fase del match, con Cesana che apre per Norrito che però non arriva sul pallone. Subito dopo ci prova la Vergiatese, con un’incursione sulla sinistra di Arrigoni che mette paura alla difesa avversaria ma non trova la porta. La partita diventa piuttosto nervosa negli ultimi minuti di gioco, con la Vergiatese che prova il tutto per tutto. Il triplice fischio arriva dopo un calcio d’angolo per i padroni di casa. Sale anche Pappa, ma nessuno colpisce. 0-1 a Vergiate.

I MIGLIORI IN CAMPO
Arrigoni (Vergiatese)  6.5 –
Va avanti e indietro sulla fascia, non molla e ci mette l’anima. Avrebbe meritato il goal.
Ghidelli (Muggiò) 7  – Goal decisivo per portare a casa i 3 punti. Si fa vedere durante tutta la partita mettendo pressione alla difesa della Vergiatese.  

I COMMENTI
Cavicchia (allenatore Vergiatese): “La nostra condizione non era ottimale, ma siamo comunque riusciti a tenere bene. Purtroppo non abbiamo creato molte occasioni da rete, ma non meritavamo la sconfitta. Gli avversari hanno tirato solo una volta in porta e hanno trovato il goal.  Peccato per qualche episodio che l’arbitro ha lasciato correre. Il recupero è stato scarso considerando il tempo perso con le sostituzioni e le interruzioni di gioco. È un periodo un po’ sfortunato, ma il campionato è lungo e martedì si riparte con gli allenamenti per prepararci al meglio per la prossima partita. Questa sconfitta dispiace soprattutto per i ragazzi, chi hanno dato il massimo”.
Natobuono (allenatore Muggiò): “La squadra è scesa in campo per divertirsi e fare quello che sappiamo fare. La difesa e il centrocampo sono stati ottimi, in effetti prepariamo le partite concentrandoci sul possesso palla e sul piano atletico. Abbiamo subito poco ed è merito non solo della difesa ma anche dell’attacco. Il nostro portiere è stato decisivo con una grande parata che ha evitato il pareggio della Vergiatese”.

IL TABELLINO
VERGIATESE – MUGGIÒ 0-1 (0-0)
Vergiatese
Pappa 5.5, Pozzobon 6 (dal 28’ st Bertani ), Cantoni 6.5, Casas 6, Lombardi 5.5, Tatani 5.5, Arrigoni 6.5, Baca 6, Falco 6 (dal 36’ st Inguimbert), Kate 6.5, Maugeri 6 A disposizione: Calvaruso, Cattaneo, Brandolin, Trionfo, Martinoia, Turconi, Didio, Bertani, Inguimbert Allenatore: Cavicchia
Muggiò:  Pungente 6, Banfi 6, Brevi 6, Cesana 6, Sessi 6, Ghezzi 5.5, Gigante 6.5, Norrito 6 (dal 45’ Greco), Ghidelli 7 (dal 39’ Alitto 6), Tentori 6.5, Zambrano 6 A disposizione: Mancuso, Sanfilippo, Bonavoglia, Barzan, Greco, Bonetto, Lascala, Ricci, Alitto  Allenatore: Natobuono
Arbitro: Dell’Oro di Sondrio (Maffi, Cattaneo)
Marcatori: st: 27’ Ghidelli (M)
Note: Giornata fredda con pioggia leggera. Terreno pesante e a tratti fangoso. Spettatori circa 150. Ammoniti: Norrito (M), Arrigoni (V), Kate (V), Ghezzi (M). Calci d’angolo: 8-3. Recupero: 1’+3’

 

Inviata: Silvia Alabardi

————————————————————————————————————————————————————

GAVIRATE –  Gavirate e Cob 91 danno vita a una bella partita agonisticamente e tecnicamente valida, terminata con un pareggio, nel quale sono i padroni di casa a poter recriminare qualcosa in più per alcune occasione sprecata. Le due squadre nel corso dei novanta di gioco dimostrano di essere in salute, di saper soffrire e di poter esprimere a tratti anche un buon calcio. Sono gli ospiti a passare in vantaggio con un destro a giro di Amelotti nel corso della prima frazione  di gioco, pareggio dei padroni di casa nella ripresa con Moro a coronamento di una lunga fase di pressione.

GaviratePRIMO TEMPO – Parte con il passo giusto il Gavirate che prende in mano le redini del gioco manovrando bene fino alla trequarti, ma mancando nell’ultimo passaggio. La Cob cresce il con il passare dei minuti affidandosi spesso alle giocate di Amelotti. La prima occasione da gol arriva al 12’ ed è di marca ospite: Pioggia serve una bella palla filtrante per il taglio di Davì che poco dentro l’area conclude a rete, è provvidenziale l’uscita di Teseo che devia in angolo. Al 18’, Miele, per i padroni di casa, è bravo a infilarsi tra Andreotti e Riboldi, la sua conclusione da posizione ravvicinata finisce a lato di poco. La partita è piacevole, tecnicamente valida e giocata a buon ritmo da entrambe le formazioni. Al cross a uscire dalla trequarti di Testa, Miele si avventa sulla palla in tuffo di testa, ma la sfera finisce alta di poco. Al 27’ passano gli ospiti sugli sviluppi di un angolo corto, è bravo Amelotti a sorprendere tutti con una conclusione di interno destro a giro che si infila vicino al secondo palo della porta difesa da Teseo. La reazione dei rossoblù di casa non si fa attendere e il finale di primo tempo vede il Gavirata sfiorare la rete in più di una occasione. Al 30’ respinta corta di testa da parte dell’ottimo Andreotti, sul pallone arriva in corsa Caon che tira di prima intenzione, bravo e fortunato Riboldi che devia la palla sul palo. Cinque minuti più tardi Riboldi è attento a smanacciare un insidios tiro-cross di Di Noto destinato a infilarsi sotto la traversa, sugli sviluppi dell’azione tiro di Centani e palla deviata in angolo. La pressione del Gavirate è incessante, al 36’ Boldini di testa colpisce a botta sicura, questa volta è Genovese Simone a salvare sulla linea di porta. E’ questa l’ultima palla gol della prima frazione di gioco.

Cob91SECONDO TEMPO – Le formazioni si presentano in campo senza nessuna novità tra i ventidue in campo. Sono i padroni casa a spingere fin dalle primissimi battute alla ricerca della rete del pareggio. Al 4’ destro a giro dal limite dell’area di Di Noto e palla vicina all’incrocio. Il Gavirate esprime un buon gioco, la Cob si difende senza rinunciare a pungere in ripartenza. Al 10’ una sbagliata apertura di Testa in fase di costruzione è preda di Amelotti che entra in area punta Esteri prendendosi uno spiraglio per il tiro, il suo sinistro rasoterra esce di pochissimo. La partita è viva e vibrante. Al 14’ i padroni di casa in pressing alto recuperano palla davanti all’area di rigore avversaria, Miele viene servito dentro l’area, il numero dieci è bravo e lucido a servire il neo entrato Moro che da due passi deposita in rete la palla del meritato pareggio. Il gol del Gavirate cambia il canovaccio dell’incontro con gli ospiti che prendono campo  andando spesso sugli esterni con Bortolotti e Amelotti costringendo i padroni di casa ad abbassare notevolmente il baricentro. Crippa inserisce forza fresche operando un doppio cambio: fuori Miele e  Centani, dentro Petruzzi e Cinotti.  A stretto giro di boa risponde Provasi dentro Napoli e De Vita, fuori Ghidoni e Pioggia. Nei mintiti finali le squadre non si risparmiano, gli ospiti continuano nella pressione e il fraseggio sugli esterni, il Gavirate si difende con i denti affidandosi a veloci ribaltamenti di fronte. In pieno recupero ultimo sussulto ospite, spunto personale di Amelotti sulla sinistra cross dal fondo per la testa di Davì, Teseo è ben piazzo e blocca. Nel recupero veemente forcing ospite ma Teseo non corre particolari rischi.

I MIGLIORI IN CAMPO
BROGGINI 7  GAVIRATE
: “ottimo senso della posizione, chiusure pulite, da tranquillità a tutto il reparto difensivo”.
GENOVESE 7 COB 91  : “concentrato, puntuale nelle chiusure, non sbaglia nulla”.

I COMMENTI
Crippa (allenatore Gavirate): “pareggio che ci sta stretto per quanto espresso in campo in termini di occasioni da rete”
Provasio (allenatore Cob 91): “oggi ci è mancata un po’ di fortuna, un pareggio nel quale prevale il rammarico”

IL TABELLINO
Gavirate
-Cob 91 1-1  (0-1)
Gavirate
: Teseo 6, Jammeh 6, Cervellin 6 (40’ st , Esteri 6.5, Centani 6 (25’ st Petruzzi 6), Broggini 7, Testa 6, Caon 6, Boldini 6 (35’ st Ricci sv), Miele 6.5 (25’ st Cinotti 6), Di Noto 6 (dal 8’ st Moro). A disposizione: Albe, Gaspari, Daverio, Montagner, Parente, Cinotti. All. Crippa.
Cob 91
: Riboldi 6.5, Ghidoni 6 (25’ st Napoli 6), Genovese D. 6.5, Leone 6,  Genoverse S. 7, Andreotti 7, Bortolotti 6.5 (35’ st Mastrapasqua), Pioggia 6.5 (30’ st De Vita), Personè 6 Amelotti 6.5, Davì 6. A disposizione: Dosoli, Novi, Profeta, Granato, Mastrapasqua, Disca, Di Canio . All. Provasi.
Arbitro:
Sig Mattia Sommaruga di Como.
Marcatori:  pt:: 27’ Amelotti (Cob); st: 14’ Moro (G).
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Bortolotti (Cob). Espulsi: nessuno. Angoli: 5-7. Recupero: 1+4

Inviato Marco Gasparotto

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Besnatese – Base 96 4-4 (3-0)
Besnatese:
Novello (st 1’ De Stefano), Bonizzoni, Cimino, Randon F, Martignoni, Comani (st 21’ Berardi), Berardi, Dani, Angelucci, Bonfante, Passafiume F (st 27’ Cova). A disposizione: Dal Cortivo, Benincasa, Gennari, Macchi, Russo, De Lodovici, Passafiume A. Allenatore: Rasini
Base 96:
Redaelli, Ballabio (st 11’ Ceppi), De Petri, Quitadamo, Mainardi (st 1’ Emiliano), Larese (st 1’ Arienti), Carraro, Molteni N, Ponti (st 17’ Tagliabue), Troiano, Panin. A disposizione: Bonvissuto, De Laurentis, Piva, Elezi, Busnelli. Allenatore: Castellazzi
Arbitro:
Luchi di Milano
Marcatori:
pt 9’ Passafiume (BE), 13’ Randon (BE), 33’ Angelucci (BE); st 8’ Ponti (BA), 29’ Angelucci (BE), 35’ Tagliabue (BA), 45’ Emiliano su rigore e 47’ (BA)
Partita folle e rocambolesca tra Besnatese e Base 96. Alla fine il risultato dice 4-4, con i padroni di casa che recriminano per aver sprecato il triplo vantaggio accumulato nel primo tempo in virtù dei timbri di Passafiume, Randon (tiro-cross dalla trequarti dritto all’incrocio dei pali) e Angelucci (esterno all’angolino a conclusione di un’azione corale). Nella ripresa Ponti accorcia le distanze, ma Angelucci riporta a tre i gol di distanza tra le due squadre. La Base 96 non si arrende e nel giro di dieci minuti va in rete con Tagliabue ed Emiliano: il numero 18 prima accorcia su rigore al 45’, poi in pieno recupero trova l’imbucata centrale che vale il gol del definitivo 4-4.

Saronno – Olimpia 2-5 (2-3)
Saronno:
Comi, Maggiore, Parisi, Ortolan, Confuorto, Stevanin, De Carlo, Appella, Surace, Szekely (pt 42’ Puzziferri), Gennaro (st 1’ Spitaleri). A disposizione Scolfaro, Nappi, Penna, Busnelli, Lardera, Rossi, Francioso. Allenatore: Imburgia.
Olimpia:
Rossi, Calizzi, Brivio, Bottone, Zonta, Visconti, Sassi (st 32’ Niesi), Confeggi (st 40’ Keller), La Iacona (st 38’ Santillo), Manera, Piazza. A disposizione: Vitareti, Chiurato, Pasci, Monteverdi, Caliman, Qosaj. Allenatore: Rinaldi.
Arbitro:
Vezzoli di Bergamo
Marcatori:
pt 5’ Surace (S), 12’ Appella (S), 19’ Manera (O), 26’ La Iacona su rigore (O) e 33’; st 7′ autogol Stevanin (O), 36′ autogol Parisi (O)
L’Olimpia rimonta due gol di svantaggio nei primi minuti e ne piazza cinque che valgono il successo sul campo del Saronno. Partono subito forte i padroni di casa che trovano il doppio vantaggio con il diagonale di Surace e il tiro dal limite di Appella sugli sviluppi di un corner. Manera accorcia al 19’ con una botta dalla distanza, poi ci pensa La Iacona a trovare il pareggio su rigore e il sorpasso al 33’. Nella ripresa gli ospiti prendono il largo: Stevanin concede uno sfortunato autogol nel tentativo di spazzare, imitato nel finale da Parisi che infila la palla nella propria porta.

Guanzatese – Fagnano 1-0 (0-0)
Guanzatese:
Fumagalli, Bonella, Monaco, Sagnella, De Boni, Bruschi, Coppola (st 34’ Puggioni), Scaccabarozzi, Girola (st 1’ Lamanna), Colombo (st 8’ Paganini), Cara (st 41’ Borghi). A disposizione: Nava, Raimondi, Pirotta, Imperiali, Cabrera. Allenatore: Papis
Fagnano: Bertagnoli, Garri (st 18’ Caprioli), Putignano, Galbiati (st 29’ Brun), Clerici, Sponga, Manuzzato M, Ingribelli (pt 29’ Beltemacchi), Manuzzato D (st 1’ Mastromarino), Gjoka (st 34’ Abati), Marjanovic. A disposizione: Trubia, Brun, Abati, Plebani, Garzonio, Cicchetti. Allenatore: Raza
Arbitro:
Carrozzo di Seregno
Marcatori:
st 5’ De Boni (G)
La Guanzatese risolve la pratica Fagnano grazie al colpo di testa di De Boni sugli sviluppi di un calcio di punizione. In precedenza, alla mezz’ora del primo tempo, erano stati gli ospiti a rendersi pericolosi con Manuzzato D, sfortunato nel colpire traversa e palo.

Lentatese – Morazzone 1-2 (1-0)
Lentatese:
Tagliabue, Perani, Pozzati, Termine, Fagone, Meroni T, Banfi (st 43’ Sandri), Guerriero (st 17’ Corti), Salvetti, Fossati (st 17’ Pozzoli), Rampoldi. A disposizione: Calabrò, Abadi, Fontana, Monti, Riso, Perucchini. Allenatore: Martinelli
Morazzone: Martignoni, Canazza (st 27’ Boscolo), Colavito, Pozzi, Patella, Piceti, Groppo, Libralon (st 33’ Bosetti), Ghizzi, Vezzoli (st 46’ Bovo), Romeo (st 37’ Giordano). A disposizione: Tomasini, Di Stefano, Egnoletti, Costa, Chakir, Giordano. Allenatore: Stincone
Arbitro:
Viola di Abbiategrasso
Marcatori:
pt 30’ Banfi (L); st 35’ Ghizzi (M), 42’ Giordano (M)
Successo esterno del Morazzone che sbanca, in rimonta, il campo della Lentatese. Padroni di casa avanti alla mezz’ora del primo tempo con Banfi, che mette dentro in tap-in la conclusione di Salvetti respinta da Martignoni. Gli ospiti pareggiano al 35’ della ripresa con Ghizzi al termine di una bella triangolazione con Vezzoli, e trovano il definitivo raddoppio a pochi minuti dal termine con Giordano.

Uboldese – Rhodense 0-1 (0-0)
Uboldese:
Ceveli (pt 29’ Bertoldo), Papillo, Bartucci, Valenzano, Razzari (st 23’ Airaghi), Corrado, Petruzzellis, Maiorano, Muzzupappa, Bartucci (st 38’ Marangoni), Morelli (st 27’ Galli). A disposizione: Soldi, Omodei, Cakollari, Berti, Galli. Allenatore: Maestroni
Rhodense:
Mantovani, Pastori (st 14’ Borsani), Formato, Bonizzi, Degiorgio, Galbiati, Zanus, Colombo (st 14’ Prada), Beretta (st 34’ Incoronato), Caruso (st 46’ Tiriolo), Battaglia. A disposizione: Rusco, Borsani, Meriggi, Lodi, Gentile. Allenatore: Raspelli
Arbitro:
Riganese di Legnano
Marcatori:
st 18’ Caruso (R)
La Rhodense vince di misura contro una buona Uboldese, più volte vicina al gol con Muzzupappa, Galli e Petruzzellis. A portare a casa i tre punti sono però gli ospiti. Decisivo un contestato rigore trasformato da Caruso al 18’ del secondo tempo.

Solaro – Meda 1-0 (1-0)
Solaro:
Divenosa, Messaoudi, Baglio, Bajoni, Paolillo, Leoncini, Prota, Mercorillo (st 25’ Franco), Scherma (st 14’ Vottari), Sulka, Miculi (st 44’ Boniardi). A disposizione: Tutone, La Groia, Magro, Morales, Quaglia, Robbiani. Allenatore: Crucitti
Meda: Cassina, Ronzoni, Castella, Marano, Cortinovis (pt 34’ Fumagalli), Parravicini, Tavella (st 22’ Frigerio), Orsi, Galliani (st 9’ Vitulli), Cutoli, Manca (st 22’ Bianco). A disposizione: Giraldi, Busneri, Citterio, Bertani, Viganò. Allenatore: Cairoli
Arbitro:
De Pascalis di Milano
Marcatori:
pt 17’ Miculi (S)
Il Solaro supera il Meda per 1-0. Decide la rete di Miculi al 17’ del primo tempo su assist di Scherma. Gli ospiti vanno più volte vicini al pareggio: prima colpiscono un palo in mischia al 35’, poi nella ripresa la punizione di Vitulli si stampa sul palo. Il Solaro sfiora il raddoppio con Vottari (tiro fuori), ma è nuovamente il Meda ad avere la palla dell’1-1. L’arbitro assegna il rigore al minuto 42’, sul dischetto si presenta Cutoli che si fa però ipnotizzare da Divenosa.

In redazione Indro Pajaro