Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

1^ giornata – Vergiatese e Olimpia calano il poker, Morazzone ok. Colpo Besnatese

UBOLDO – Uno sceneggiatore hollywoodiano non avrebbe potuto immaginare una trama tanto ironicamente crudele come quella confezionata oggi dal fato. La Vergiatese stende l’Uboldese con un secco 4-1 alla prima giornata di campionato. La confezione la prepara Falco che mette pure il fiocchettino finale, la sorpresa temibile è Maugeri che insacca due volte contro la sua ex squadra e regala ai granata i primi tre punti stagionali. Dopo un mercato così ambizioso non poteva esserci esordio migliore, non si può dire lo stesso per i rossoneri di Uboldo.

UboldesePRIMO TEMPO – Ironico il calendario ci propone un sfida ricca di ex alla prima di campionato. Da un lato la nuova ed ambiziosa Vergiatese, che prova subito a mettere in chiaro le cose con le due incornate di Falco, di poco fuori. Dall’altra l’Uboldese chiamata a fare il definitivo salto di qualità, che fatica ad ingranare. Non basta il doppio miracolo di Menegon, bucato al 19’ da Falco: collo pieno che si insacca nell’angolino basso. Come volevasi dimostrare, al 25’ arriva anche la zampata dell’ex di turno Maugeri, porta la sua firma il raddoppio granata. Si accende solo al 42’ il motore dei rossoneri triangolo strettissimo tra De Milato e Tartaglione che poi fulmina Pappa e accorcia le distanze.

VergiateseSECONDO TEMPO – Sull’onda lunga dei primi quarantacinque minuti, apre il sipario sulla seconda frazione il destro potente di Tartaglione a scaldare i guantoni di Pappa. L’Uboldese c’è. Falco prova a recitare la stessa parte del primo tempo, colpisce di testa ma questa volta trova le mani di un attento Menegon. Che salva di nuovo al 25’ quando Maugeri si invola tutto solo verso la porta. L’11 granata non perdona due volte e all’ennesima disattenzione appoggia in fondo al sacco il tris della Vergiatese. Il castello difensivo rossonero crolla sotto i colpi della sorte: è un rimpallo sfortunato a propiziare il quarto gol ospite al 31’. Di Dio cestina il pokerissimo da due passi, ma per questa volta va bene così.

I MIGLIORI IN CAMPO
Menegon (Uboldese) – voto 6:
nonostante i quattro gol subiti salva più volte la propria porta con interventi super.
Maugeri (Vergiatese) – voto 8: come nel più classico dei clichè firma una doppietta contro la sua ex squadra, coronamento di una buonissima prestazione.

I COMMENTI
Maestroni, allenatore Uboldese:Siamo molto indietro nella preparazione, come lavoro, come rosa. Siamo indietro sotto tutti gli aspetti. Abbiamo lavorato poco rispetto agli altri. Tra primo e secondo tempo non abbiamo giocato male, l’abbiamo riaperta ma abbiamo retto solo quaranta minuti. Non abbiamo ancora i novanta minuti nelle gambe. Loro avevano anche dei cambi superiori ai nostri, la nostra rosa è limitata rispetto alla loro. Hanno investito molto e se lavorano bene posso davvero fare molto bene, insomma o lo vincono loro o lo perdono loro“.
Cavicchia, allenatore Vergiatese:Abbiamo diciannove giocatori nuovi, a parte Martinoia. Ci vorrà del tempo per amalgamarli, ma siamo a buon punto. Siamo una squadra normale che se la giocherà con le altre, di certo non siamo l’ammazza campionato, spero che lo diventeremo. Però ci sono altre squadre che puntano al campionato. La partita poteva già essere chiusa nel primo tempo ma abbiamo sbagliato alcuni gol e questo non deve succedere, dobbiamo migliorare nella cattiveria sotto porta. Dobbiamo chiudere prima le partite per non soffrire“.

IL TABELLINO
UBOLDESE – VERGIATESE 1-4 (1-2)
Uboldese: Menegon, Cakollari, Moneta, Amaranto (24’ st Borghi), Razzari, Corrado, Tartaglione, Bartucci (32’ st Marangoni), De Milato (37’ st Airaghi), Martucci (21’ st Maiorano), Petruzzellis. A disposizione: Ceveli, Colombo, Galli, Morelli, Omodei. All: Maestroni.
Vergiatese: Pappa, Pozzobon (41’ st Cattaneo), Cantoni, Fiore, Lombardi, Tatani, Arrigoni, Martinoia, Falco (34’ st Di Dio), Turconi (15’ st Baca), Maugeri (34’ st Inguinbert). A disposizione: Giogetti, Carbone, Suanno, Bertani. All:.
Arbitro: Andreotti di Varese (Letterio – Borella)
Marcatori: pt: 19’ Falco (V), 25’ Maugeri (V), 42’ Tartaglione (U); st: 27’ Maugeri (V), 31’ Falco (V)

Inviato Alessio Colombo

LAVENA PONTE TRESA – Ambizioni differenti per le due squadre che inaugurano oggi il campionato e l’Olimpia non fallisce al debutto casalingo imponendosi per 4-2 sulla Guanzatese. Ospiti che fanno harakiri già ad inizio match prima con Molteni che regala un rigore all’Olimpia, trasformato da La Iacona, e poi con Favero che si fa espellere al 9’. I padroni di casa controllano la partita e dilagano ancora con La Iacona e con la doppietta di Niesi, andando a riposo sul rassicurante risultato di 4-0. Nella ripresa Cara prova a dare il via alla rimonta, ma dopo un paio di minuti si fa espellere. L’Olimpia si limita a gestire sfiorando in alcune circostanze la quinta rete che però non arriva. In chiusura di partita Scaccabarozzi trasforma il rigore che sancisce il definitivo 4-2. Buona la prima per l’Olimpia; tanti rimpianti per la Guanzatese che ha buttato via la partita nei primi 45’ minuti.

OlimpiaPRIMO TEMPO – Inedito 3-5-2 per l’Olimpia con Sassi e Brivio sulle fasce che in fase difensiva vanno ad irrobustire la linea di centrali composta da Calizzi, Zonta e Confeggi; in mezzo al campo Randon è affiancato da Pasci e Manera, mentre davanti agisce l’accoppiata La Iacona-Niesi. Gli ospiti rispondono con un classico 4-3-3 affidandosi al prezioso lavoro del centravanti Girola per la fase offensiva; Favero e De Boni guidano la linea difensiva. Pronti via e l’Olimpia passa subito: Niesi è bravo a girarsi in area; Molteni non è altrettanto abile nel temporeggiare e interviene in maniera fallosa regalando il rigore ai padroni di casa. Dal dischetto La Iacona non sbaglia spiazzando freddamente Fumagalli. Al 9’ Favero reclama un rigore, ma l’arbitro non è dello stesso avviso; il giocatore non ci sta e manifesta il suo disappunto bestemmiando nei confronti del direttore di gara che non ha altra scelta se non quella di esibire il cartellino rosso. Guanzatese in dieci uomini e sotto di un gol con ancora 80’ da giocare. L’Olimpia ne approfitta subito meno di un minuto dopo quando Niesi scherza con la difesa avversaria e mette un cross rasoterra sul quale La Iacona si avventa da vero rapace d’area spingendo facilmente in rete il pallone per la personale doppietta. Papis corre ai riparti inserendo Corti al posto di Sagniella e la Guanzatese prova a scuotersi: al 15’ la punizione di Colombo è respinta dalla barriera, mentre qualche minuto dopo è bravo Rossi ad opporsi di piede al diagonale di Girola. L’Olimpia è però in totale controllo della partita e trova il terzo gol al 35’ con la cavalcata solitaria di Niesi che dal limite dell’area infila Fumagalli con un preciso destro a mezza altezza sul primo palo. Un minuto dopo s’infortuna Girola, poi sostituito da Lamanna, e i padroni di casa provano a sfruttare la momentanea doppia superiorità numerica per infliggere il quarto gol, ma questa volta La Iacona manca l’appuntamento col pallone sul cross di Sassi. Sul ribaltamento di fronte è il neo-entrato Lamanna a provare a dare la scossa con un destro secco, ma Rossi si oppone in due tempi con la collaborazione di Confeggi. Al 45’ l’Olimpia sfiora ancora il poker con il destro dal limite di Manera che sibila a fil di palo. L’appuntamento con il gol è solo rimandato di una manciata di secondi perché al 46’ la difesa ospite si addormenta sul traversone basso di Sassi e Niesi non perdona a porta vuota, raggiungendo La Iacona a quota due nel tabellino marcatori.

GuanzateseSECONDO TEMPO – Doppio cambio in apertura di ripresa per Papis che inserisce Monaco e Borghi al posto di Paganini e Bonella. La Guanzatese inizia con un piglio più aggressivo e trova la via del gol al 2’ con la conclusione mancina di Cara all’altezza dell’area piccola che accarezza la parte bassa della traversa e s’infila alle spalle di Rossi. Cara però cancella subito la bella giocata al 4’ ripetendo l’errore commesso da Favero, rivolgendosi all’arbitro con un ‘espressione blasfema guadagnandosi così il cartellino rosso. Doppia inferiorità numerica che pesa per la Guanzatese, anche se l’Olimpia preferisce non infierire limitandosi alla gestione del pallone. Al 18’ Scaccabarozzi ci prova dalla distanza, facile per Rossi. Al 25’ Brivio penetra in area da sinistra e serve a rimorchio per Piazza che però, a porta spalancata, centra in pieno la traversa. Al 41’ Borghi cade in area toccato da Brivio e l’arbitro concede il penalty, in maniera abbastanza generosa. Dal dischetto Scaccabarozzi non perdona superando Rossi che aveva intuito il tiro. È l’ultima emozione di un match mai realmente combattuto complice l’ingenuità degli ospiti; sicuramente in undici contro undici avrebbero potuto dire la loro.

I COMMENTI
Vincenzo Rinaldi (allenatore Olimpia Calcio 2002): “L’inizio è di buon auspicio, ma c’è ancora tanto da lavorare. Nel primo tempo abbiamo fatto tutto alla perfezione, agevolati anche dalle ingenuità degli avversari, mentre nella ripresa abbiamo leggermente mollato. Oggi andava bene così, ma questo atteggiamento va cambiato se vogliamo realizzare qualcosa di grande. Giudizio sul 3-5-2? Non è sicuramente il mio modulo, ma ha funzionato; c’erano tanti giocatori adattati che si sono disimpegnati bene, ma sicuramente in futuro cambieremo. Mercato? Un difensore serve sicuramente; in attacco valuteremo se fare qualcosa dato che oggi le due punte si sono comportate egregiamente”.
Attilio Papis (allenatore Guanzatese): “Volevamo vincere e con un po’ più di attenzione avremmo anche potuto farlo. Abbiamo regalato subito un rigore ingenuamente e le due espulsioni per bestemmia sono un qualcosa che non deve più succedere. Anche un loro giocatore ha bestemmiato, ma la spiegazione dell’arbitro è stata che l’espressione ingiuriosa non era rivolta a lui, a differenza di quanto fatto dai miei due giocatori. Sicuramente non è per colpa dell’arbitro che abbiamo perso; ci mancavano anche cinque giocatori, ma se abbiamo subìto 4 gol è evidente che qualcosa non ha funzionato. Resto comunque fiducioso per la stagione; faremo bene”.

I MIGLIORI IN CAMPO
Niesi (Olimpia Calcio 2002) – voto 8: partita praticamente perfetta la sua; è la vera spina nel fianco della difesa ospite: si guadagna il rigore, serve l’assist del 2-0 e con una doppietta chiude la partita. Menzione d’onore anche per La Iacona e Sassi.
Scaccabarozzi (Guanzatese) – voto 7: da vero capitano prova a tenere le redini della sua squadra smistando il gioco in mezzo al campo, ma i suoi compagni non sono altrettanto lucidi. Trova il meritato gol dal dischetto, rendendo meno amara una sconfitta che comunque fa male.

IL TABELLINO
OLIMPIA CALCIO 2002 – GUANZATESE 4-2 (4-0)
Olimpia Calcio 2002: Rossi 5.5, Calizzi 6, Brivio 6, Zonta 6.5, Manera 6 (dal 45’ st Chiurato sv.), Pasci 6 (dal 9’ st Piazza 6), Sassi 7.5, Confeggi 7, La Iacona 8, Randon 6.5, Niesi 8 (dal 9’ st Monteverdi 6). A disposizione: Vitareti, Visconti, Montarese, Caliman, Keller, Chiurato, Santillo. Allenatore: Rinaldi
Guanzatese: Fumagalli 5.5, Bonella 5 (dal 1’ st Borghi 6), Molteni 5, Sagniella 6 (dal 13’ pt Corti 5.5), Favero 4, De Boni 5.5, Colombo 6, Scaccabarozzi 7, Girola 6  (dal 36’ pt Lamanna 6.5), Paganini 5 (dal 1’ st Monaco 6), Cara 5. A disposizione: Nava, Puggioni, Raimondi, Pirotta, Imperiali. Allenatore: Papis
Arbitro: Gallo di Seregno (Caggiula-Grimaldi di Legnano)
Marcatori: pt: 3’ rig. La Iacona (O), 10’ La Iacona (O), 35’ Niesi (O), 46’ Niesi (O); st: 2’ Cara (G), 41’ rig. Scaccabarozzi (G)
Note: soleggiato, campo in discrete condizioni. Spettatori: circa 200. Ammoniti: Niesi (O), Zonta (O). Espulsi: Favero (G) al 9’ pt per espressione blasfema; Cara (G) al 4’ st per espressione blasfema. Angoli: 2-2. Recuperi: 3’+3.

Inviato Matteo Carraro

                                                                                                              

LE ALTRE

MUGGIO’-FAGNANO 2-1 (0-1)
Muggiò: Pungente, Sanfilippo, Brevi, Cesana, Sessi, Ghezzi, Greco, Alitto, Ghidelli, Gigante, Zambrano. A disposizione: Mancuso, Ricci, Ricco, Bonetti, Barzan, Norrito, Tantori, Lascala, Bonavoglia. Allenatore: Natobuono.
Fagnano: Bertagnoli, Terzi, Garzonio (dal 22′ st Putignano), Mastromarino, Clerici, Sponga, Manuzzato M., Galbiati (dal 14′ st Lattuada), Manuzzato D., Gjoka, Abati (dal 24′ st Plebani). A disposizione: Trubia, Garri, Brun, Scali, Cicchetti, Beltemacchi. Allenatore: Raza
Arbitro: Vito Emiliano Guarino di Abbiategrasso (Spada-Darwish)
Marcatori: pt: 35′ Manuzzato M. (F); pt: 20′ Ghidelli (M), 30′ Ghezzi (M)
Il Fagnano esordisce in Promozione con una sconfitta per 2-1 sul campo del Muggiò. E’ proprio il Fagnano, però, a farsi più pericoloso nell’intero primo tempo che, infatti, chiude in vantaggio per 1-0. Dopo una rete annullata per fallo di confusione al 3′, è Mattia Manuzzato al 35′ a timbrare il cartellino con un bel tiro appena dentro l’area di rigore su invito in profondità di Gjoka. Il secondo tempo si apre con un rigore negato al Fagnano: Denis Manuzzato è atterrato in area dal portiere di casa, ma l’arbitro non ravvede il fallo. Al 20′ il Muggiò pareggia in mischia con Ghidelli e al 30′ mette la freccia con Ghezzi che, di testa su una sponda di un compagno, batte Bertagnoli per il definitivo 2-1. Il Fagnano, fisicamente stanco, non riesce infatti a recuperare.

MEDA-GAVIRATE 1-0 (0-0)
Meda: Gilardi, Ronzoni, Orsi, Marano, Cortinovis, Citterio, Cutuli, Manca, Tallarita L., Battaglino, Vitulli. A disposizione: Cassina, Castella, Viganò, Ballabio, Bianco, Frigerio, Tavella, Galliani, Gatti. Allenatore: Cairoli.
Gavirate: Teseo, Esteri, Cervellin (dal 10′ st D’Amico), Ricci (dal 15′ st Centani), Gaspari, Candeliere, Mendez, Caon, Di Noto, Miele (dal 10′ st Boldini), Cinotti (dal 26′ st Pisoni – dal 35′ Moro). A disposizione: Albe, Jammeh, Testa, Oliverio. Allenatore: Crippa.
Arbitro: Mirko Pelaia di Pavia (D’isa-Maurello)
Marcatori: st: 27′ Tallarita (M)
Nonostante l’ottima partita del Gavirate, il Meda si impone per 1-0 e fa suoi i primi tre punti del campionato. I rossoblù di Caon e Crippa hanno le occasioni migliori per tutto l’arco dei 90′, ma non riescono a segnare. Nel primo tempo, le chance degli ospiti capitano sui piedi di Miele che, però, non trova la gioia del gol. Nei secondi 45′ Cinotti incrocia bene di sinistro, ma il suo tiro è deviato; lo stesso accade al neoentrato Centani, la cui conclusione è tolta dall’angolino da Gilardi, e a Mendez, che costruisce due belle azioni dalla destra. Nel momento migliore del Gavirate, al 27′ arriva il gol del Meda: Tallarita anticipa Esteri e raccoglie un rasoterra teso dal fondo mandando la palla in rete. Il Gavirate si butta in avanti alla ricerca del pareggio e ha una grande possibilità al 38′ con Moro che, però, manda a lato il calcio di rigore che lui stesso si era procurato. Moro ci riprova su azione, così come Caon, ma la palla non entra. Finisce 1-0 per il Meda.

MORAZZONE-RHODENSE 3-0 (1-0) 
Morazzone: Martignoni, Passera (dal 37′ st Scuderi), Colavito, Pozzi, Bosetti, Picetti (dal 42′ st Di Stefano), Bovo, Patella, Ghizzi (dal 31′ st Romeo), Vezzoli (dal 39′ st Pascale), Groppo. A disposizione: Tomasini, Canazza, Egnoletti, Libralon, Loielo. Allenatore: Stincone.
Rhodense: Mantovani, De Giorgio (dal 26′ st Triolo), Formato, Bonizzi, Zanus, Nosotti, Prada (dal 26′ st Meriggi), Battaglia, Gentile, Colombo (dal 37′ st Del Frate), Lodi. A disposizione: Torri, Galbiati, Pastori, Beretta, Rossi. Allenatore: Raspelli.
Arbitro: Lorenzo Garbo di Monza (Golzi-Longoni)
Marcatori: pt: 5′ Bosetti (M); st: 9′ rig. Ghizzi (M), 30′ Ghizzi (M) testa
NOTE – Ammonito Bonizzi (R) al 37′ pt
Netta vittoria del Morazzone che regola con un indiscusso 3-0 la Rhodense, che si è vista ben poco dalle parti di Martignoni. Ad aprire le marcature è Bosetti che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Vezzoli, insacca di testa dopo 5′ di partita. Nel secondo tempo, Ghizzi scatta in profondità su una palla filtrante di Vezzoli ed è atterrato da Bonizzi; l’arbitro fischia il calcio di rigore che lo stesso Ghizzi non sbaglia per il 2-0. Al 30′ Ghizzi firma la sua personale doppietta ancora su un assist (il terzo del pomeriggio) di Vezzoli che, dopo una serie di serpentine sulla sinistra, serve una palla alta al bacio per la testa dell’accorrente Ghizzi.

- LA FOTOGALLERY

LENTATESE-SARONNO 0-2 (0-1) 
Lentatese: Calabrò, Perani, Pozzati, Termine, Castelnuovo, Meroni T, Meroni W. (dal 5′ st Malacarne), Corti (dal 29′ st Fossati) Innocenti, Scavo (dal 5′ st Rampoldi), Salvetti. A disposizione: De Nicolo, Valarezo, Tedesco, Guerriero, Banfi, Marangoni. Allenatore: Milazzo.
Saronno: Mandelli, Puzziferri, Nappi (dal 20′ Confuorto), Parisi, Stevanin, Apella, Guercilena (dal 38′ st Pagani), Rossi (dal 42′ st De Carlo), Surace (dal 9′ Francioso), Graziano, Scavetta (dal 42′ st Lardera). A disposizione: Comi, Maggiore, Zoni, Priolo. Allenatore: Imburgia.
Arbitro: Leonardo Spinelli di Milano (Alimani-Casale)
Marcatori: pt: 45′ Stevanin (S); st: 10′ Graziano (S)
NOTE – Ammoniti: Meroni T. (L), Perani (L), Castelnuovo (L), Stevanin (S), Graziano (S), Rossi (S), Pagani (S)
Dopo una mezz’ora di studio, è del Saronno la prima chance: la combinazione tra Surace e Scavetta porta quest’ultimo ad un soffio dal gol. La Lentatese prova a rispondere con Salvetti, ma Puzziferri è attento e respinge il tentativo della punta di casa. Poco prima del fischio finale del primo tempo, Scavetta impegna severamente Calabrò che dice di no all’attaccante saronnese. Nel secondo minuto di recupero, arriva il vantaggio del Saronno con Stevanin che insacca sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 2′ del secondo tempo, Surace inventa un assist al bacio per Cataldo che firma il raddoppio degli ospiti. Il punteggio non cambierà più.

UNIVERSAL SOLARO-BESNATESE 1-2 (1-1) 
Universal Solaro: Tutone, Prota, Quaglia (dal 45′ st Clerici), Sulka, Leoncini, Greco, Picone (dal 35′ st Scherma), Baglio (dal 30′ st Miculi), Vottari, Bajoni, Mercorillo (dal 33′ st Boniardi). A disposizione: Divenosa, Altovelli, Marazzi, Magro, Paolino. Allenatore: Brucoli.
Besnatese: Novello, Bonizzoni, Cimino, Randon, Passafiume A., Comani, Berardi, Martignoni, Angelucci (dal 33′ st Russo), Dani (dal 13′ st Battistello), Passafiume F. A disposizione: De Stefano, Dalcortivo, Orlando, Covacaiazzo, Delodovici, Benincasa. Allenatore: Rasini.
Arbitro: Daniele Chindamo di Como (Spena-Conti)
Marcatori: pt: 3′ Passafiume F. (B), 39′ rig. Sulka (S); st: 27′ Cimino (B)
NOTE – Mercorillo (US), Cimino (B), Domani (B), Martignoni (B)
Inizia bene il campionato della Besnatese che vince 2-1 a Solaro contro l’Universal. Dopo 3′ la Besnatese passa già in vantaggio con Francesco Passafiume che si infila tra i difensori avversari e, a tu per tu con il portiere, non sbaglia. Al 39′ i padroni di casa pareggiano su rigore trasformato da Sulka. Quasi alla mezz’ora del secondo tempo (27′), Cimino segna di testa il gol vittoria della Besnatese sugli sviluppi di un corner.

COB 91-BASE 96 SEVESO 4-1

 In redazione Laura Paganini

LEGGI ANCHE:
RISULTATI E CLASSIFICA

- ECCELLENZA, 1^ GIORNATA
- PRIMA CATEGORIA, 1^ GIORNATA
- SECONDA CATEGORIA, 1^ GIORNATA