Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallavolo, Unet Yamamay

Torna la Coppa Cev: niente distrazioni contro il Maritza Plovdiv

Domani sera alle ore 20.30 la UYBA tornerà di nuovo in campo a quattro giorni dalla sconfitta di Novara che ha portato all’eliminazione dalla Coppa Italia. Questa volta, Pisani e compagne saranno impegnate nella gara di andata dei sedicesimi di finale di Coppa Cev, una coppa che la UYBA ha vinto due volte nella sua storia (2010 e 2012). Al Palayamamay arriverà la squadra bulgara del Maritza Plovdiv di coach Ivan Petkov, alla quale le farfalle renderanno visita per il ritorno il prossimo 25 gennaio (ore 18.30).
Il regolamento prevede che a passare al turno successivo sia la squadra che conquista il maggior numero di punti nel doppio confronto. La vittoria per 3-0 o 3-1 vale 3 punti, il successo per 3-2 2 punti, la sconfitta per 3-0 o 3-1 non porta nessun punto mentre il ko per 3-2 consente di ottenere un punto; in caso di perfetta parità tra le due formazioni si procederà con il golden set.

QUI UYBA – La sfida di domani sera ha grande valore per la UYBA sotto tanti punti di vista. I più immediati rimandano all’importanza di ogni match europeo che ha già in sé una grande visibilità e in cui la posta in palio è sicuramente alta. L’obiettivo dichiarato del club bustocco è quello di andare più avanti possibile in Coppa Cev, magari arrivando fino alle prime quattro posizioni, e, per proseguire spediti in questa marcia, le biancorosse devono superare anche l’ostacolo Maritza Plovdiv, obiettivamente alla loro portata.
Quello che in questo momento preme maggiormente, tuttavia, è ritornare alla vittoria che manca dal 21 dicembre, ovvero dalla gara di ritorno dei 32esimi di finale di Coppa Cev giocata in Belgio contro il Gent. Da quel giorno in avanti Pisani e socie hanno collezionato tre sconfitte in altrettante uscite, tutte contro l’Igor Gorgonzola Novara; la prima (26 dicembre) valevole per l’ultima giornata d’andata del campionato, le seguenti due per i quarti di finale di Coppa Italia.

La UYBA deve ritrovarsi in fretta, deve ricompattarsi e reagire ad un momento difficile, deve dimostrare quella cattiveria e voglia di lottare che l’aveva guidata nella prima parte di stagione quando sono arrivate sei vittorie di fila. Gli acciacchi ci sono, è innegabile (Vasilantonaki out, Martinez, Diouf e Pisani non al meglio), ma ci sono anche le possibilità per risollevarsi chiedendo a tutte uno sforzo maggiore. Le attaccanti possono essere di supporto a Diouf, Pisani ha nelle corde quello di essere più pungente in attacco e anche e soprattutto a muro, Witkowska può tornare agli standard ai quali aveva abituato (Spirito è pronta in caso di necessità), Signorile può osare un po’ di più e tutte possono essere più pericolose a servizio perchè è già da quel fondamentale che si costruisce un punto.
Ecco allora che domani sera il Palayamamay si attende una svolta. A calcare il taraflex dovrebbero essere Signorile in regia e Diouf opposto, Stufi e Pisani al centro, Martinez e Fiorin in banda e Witkowska libero e tutte devono cambiare passo.

QUI MARITZA PLOVDIV – Il cammino in Europa delle bulgare è cominciato dai round di qualificazione di Champions League, dove il Matitza Plovdiv ha superato facilmente nel primo turno le kosovare del Drita Gjilan, ma poi è stato estromesso dall’Eczacibasi Istanbul. Ora, retrocesso in Coppa Cev, si trova di fronte alla UYBA.
Per prepararsi al meglio le gialloblu bulgare dal 1° all’8 gennaio sono state impegnate in due amichevoli in Turchia contro il Galatasaray, entrambe perse per 4-0. In campionato, invece, stanno dominando e al momento sono prime a punteggio pieno; hanno lasciato per strada soltanto un set in sette partite disputate.

Guardando al sestetto che coach Petkov dovrebbe schierare, al palleggio ci sarà l’unica straniera in rosa, ovvero la serba Cesljar, in diagonale con l’opposto Tsvetanova; al centro dovrebbero agire Dancheva e Grigorova, in posto quattro le schiacciatrici dovrebbero essere Teneva e Bozdeva mentre Todorova sarà il libero.

I BIGLIETTI – I biglietti sono disponibili per ogni settore su www.volleybusto.com/tickets.php e nei 1000 punti vendita Booking Show. Le biglietterie del Palayamamay saranno aperte dalle ore 19.00. Si ricorda che la gara non è compresa nell’abbonamento stagionale. Ecco di seguito i prezzi:
Parterre: intero 25 euro (ridotto da 2 compiuti a 10 anni non compiuti e over 65: 17 euro, da 0 a 2 anni omaggio senza posto assegnato);
Primo anello numerato: intero 18 euro (ridotto da 2 anni compiuti a 10 anni non compiuti e over 65: 13 euro, da 0 a 2 anni omaggio senza posto assegnato);
Primo anello non numerato: intero 13 euro (ridotto da 6 anni compiuti a 14 anni non compiuti e over 65: 8 euro, da 0 a 6 anni non compiuti omaggio);
Secondo anello non numerato: intero 6 euro (da 0 a 6 anni non compiuti omaggio).

Per gli abbonati (presentando tessera alle casse del Palayamamay):
Parterre intero 20 euro, ridotto 15
Primo anello numerato intero 13 euro, ridotto 8
Primo anello non numerato intero 9 euro, ridotto 6
Secondo anello non numerato: 4.

 

Unet Yamamay Busto Arsizio – Maritza Plovdiv
Unet Yamamay Busto Arsizio: 1 Sartori, 2 Stufi, 3 Signorile, 4 Cialfi, 5 Spirito, 6 Fiorin, 7 Witkowska (L), 8 Martinez, 13 Diouf, 14 Moneta, 15 Berti, 17 Pisani. All. Mencarelli, 2° Musso.
Maritza Plovdiv: 1 Dancheva, 3 Bozdeva, 4 Atanasova, 5 Kovacheva, 8 Dimitrova, 9 Cesljar, 10 Teneva, 11 Grigorova, 12 Usheva, 13 Monova (L), 15 Todorova (L), 18 Chausheva, 19 Tsvetanova. All. Petkov, 2° Kasabov.
Arbitri: Janita Richter – Elisabeth Wurtenberger
Apertura casse e cancelli ore 19.00

Laura Paganini
(foto di Gabriele Alemani http://www.volleybusto.com/)