Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Big match al Gorla, vittoria in trasferta per il Tradate

GORLA MAGGIORE– Prima giornata e primo big match: a Gorla Maggiore, tra i fumogeni di un pubblico caldissimo nonostante la giornata umida e piovosa, entrano in campo i padroni di casa ed il Cairate di mister Curatolo. Alla fine è il Gorla a condurre in porto un match ben gestito dall’inizio alla fine, vincendo 2 a 1 ma con il passivo che sarebbe potuto essere più pesante. Rimandato il Cairate di Curatolo.

gorla maggiorePRIMO TEMPO – Squadre subito arrembanti fin dalle prime battute con il Gorla che si guadagna nell’immediato una punizione invitantissima, Rimoldi però non trova il bersaglio. Due minuti più tardi è strozzata in gola la gioia dei padroni di casa perché Falsaperna realizza il vantaggio da pochi passi, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco che pare esserci. Ma all’11’ la gioia è reale: calcio di punizione dal limite, Coppola non si fa pregare e col mancino pennella l’1 a 0. Il vantaggio dei locali dura poco perché al 15’ fa tutto benissimo Conconi che con un’azione insistita sui sedici metri, salta il diretto avversario e trova poi l’angolino che vale il pareggio. Non c’è un attimo di tregua in questa partita e al 23’ la trattenuta in area di Algeri su Falsaperna vale il calcio di rigore. Il numero nove s’incarica della battuta e non sbaglia: 2 a 1. Nell’occasione ammonito il difensore ospite. I biancorossi continuano a “muoverla” ascoltando le indicazioni del loro tecnico e continuano ad essere più propositivi, Cairate invece non riesce ad affondare. Bellissima l’azione al 38’ dei gorlesi con Felice, Falsaperna e Coppola: quest’ultimo da dentro l’area la stampa sul palo. E’ ancora Gorla a farsi vivo negli ultimi sedici metri avversari ma i tentativi da fuori di Rimoldi prima e Sangiorgi poi vengono disinnescati dalle parate di Piuri. Il Coppola show continua al 40’ quando ancora una volta cerca gloria, stavolta lo fa da distanza assiderale, ma il suo esterno sinistro non trova l’incrocio per questione di centimetri. E dopo un solo minuto di recupero si va al riposo. Al momento meritato il vantaggio di Ippolito e compagni che sono sembrati in questa prima frazione di gioco più padroni del campo e più propositivi. Deve fare di più il Cairate se vuole impensierire gli avversari.

cairateSECONDO TEMPO – Si riparte e c’è subito un cambio tra le fila del Gorla: fuori Favaretto, dentro Hushi. I biancorossi sembrano più reattivi anche in quest’inizio di ripresa, Cairate riesce appena a conquistare una punizione da zona pericolosa che potrebbe far male. Marazzi spedisce, però, oltre la traversa. Il numero nove cerca di fare a sportellate con la retroguardia di casa ma è sempre troppo isolato, come quando in ripartenza riesce ad avere la meglio e crossare dalla sinistra, non trova, però, compagni dinanzi a Massara. Due minuti più tardi ecco una nuova azione corale del Gorla, azione che trova in Felice l’ultimo interprete, ma la sua staffilata lambisce il palo. Potrebbe chiudere virtualmente i conti Falsaperna, quando a tu per tu non pesca il 3 a 1 per una provvidenziale deviazione della difesa ospite. Altra chance per i locali, stavolta è Sangiorgi che dalla destra trova “solo” l’esterno della rete. Gli uomini di Curatolo si fanno vedere solo con le ripartenze quasi sempre guidate da Marazzi, ma al 21’ l’attaccante fa tutto bene e poi calcia troppo debole, blocca il numero uno di casa. Ci pensa Piuri a tenere a galla i suoi con un doppio provvidenziale intervento nella stessa azione, prima sul piazzato di Ippolito, poi sulla sassata di Felice, mandando in corner. Il Cairate si accende con De Luca al 25’: il numero dieci raccoglie un errato disimpegno di Ippolito s’involaa verso l’area ma strozza troppo il sinistro e manda a lato. Cairate continua a far fatica nella costruzione e si affida di più ai singoli, Gorla invece tiene in mano il pallino del gioco, seppur con qualche imprecisione, senza trovare il guizzo per far scorrere i titoli di coda. Ultimo quarto d’ora, la stanchezza si fa sentire un po’ da entrambe le parti. Al 39’ si rende protagonista di un’altra azione importante Falsaperna quando tiene vivo un pallone che sembrava perso e lo mette in mezzo teso, l’accorrente Felice ci arriva con un attimo di ritardo e tocca male in tuffo. Ancora i padroni di casa imbastiscono l’ennesima bella azione di squadra, Felice sbatte sulla respinta di Piuri, Bonizzi è il più lesto di tutti ed insacca ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Cairate non punge nemmeno quando cerca un insperato pareggio, Gorla regge bene fino al 48’ e si mette in tasca i primi tre punti dell’anno.

I Migliori
Falsaperna 7.5 – Gorla Maggiore: gli interpreti del centrocampo fanno bene il loro, ma il numero nove di casa è non solo colui che porta in vantaggio i suoi, ma quello che crea più scompiglio e che sbaglia meno di tutti. Ispirato.
Piuri 7 – Cairate: Marazzi fa a sportellate con tutti e spesso predica nel deserto, ma se il Cairate resta a galla fino alla fine è per merito della prontezza del suo numero uno.

I commenti
Baratelli (all. Gorla Maggiore):Sono molto contento dei ragazzi e della prestazione di oggi, era importante partire col piede giusto ed era importante contenere le ripartenze del Cairate perché loro in quel frangente sono devastanti. Ci tenevamo a far bene dopo il passaggio del turno di coppa ma per il resto piedi per terra perché la nave è appena uscita dal porto e la navigazione è ancora lunga“.
Pasquali (direttore tecnico Gorla Maggiore):Oltre che fare i complimenti alla mia squadra vorrei fare una precisazione: il Cairate è sceso in campo con un giocatore squalificato, ovvero Macchi, che aveva rimediato un cartellino giallo nei playout con il Brebbia e mi sembra che il comunicato della lega parli chiaro. Sinceramente non mi interessa fare nemmeno ricorso, il campo ha detto la sua, mi sembrava doveroso sottolineare questa cosa perché non è la prima volta che succede“.
Curatolo (all. Cairate):Credo innanzitutto che un arbitro non possa spostare così tanto gli equilibri di una gara perché il rigore non c’era e quella è stata una decisione pesante, ma al di là di questo devo fare i complimenti agli avversari che hanno personalità e che oggi hanno meritato di vincere, anzi se non fosse stato per Piuri il passivo sarebbe anche più pesante. Di sicuro questo non è il Cairate, questi ragazzini pensavano di venire qui dopo il passaggio del turno in coppa, e di vincere facile mentre io in settimana li avevo avvertiti su ciò che li aspettava. Nei prossimi giorni parleremo e vedremo di capire cosa è successo, onestamente avrei preferito perdere con un risultato ancora più netto perché così avrebbero preso maggior coscienza“.

Gorla Maggiore – Cairate 2-1 (2-1)
Gorla Maggiore: Massara 6.5, Favaretto 6 (dal 1’ st Hushi 6.5), Coppola 7, Bernasconi 6.5, Di Simone 6, Mireku 7, Sangiorgi 7, Rimoldi 7, Falsaperna 7.5 (dal 45’ st Bernacchi sv) , Felice 6.5, Ippolito 6.5 (dal 28’ st Bonizzi 6.5). A disposizione: La Fata, Pagani, Foresti, Bernacchi, Bonizzi, Hushi. Allenatore: Baratelli.
Cairate: Piuri 7, Pedotti 5.5, Macchi 5, Curatolo 5.5, Algeri 5.5, Ghiringhelli 6, Cattagni 5.5 (22’ st Porcario 5.5), Shabay 5, Marazzi 6, De Luca 5.5, Conconi 6 (dal 25’ st Putzolu 5.5). A disposizione: Praderi, Mura, Porcario, Diomande, Putzolu, Federico, Macchi. Allenatore: Curatolo.
Arbitro: Cisternini di Seregno
Marcatori: 11’ Coppola (G), 15’ Conconi (C), 23’ rig. Falsaperna (G)
Note: Giornata piovosa, terreno in buone condizioni, spettatori 120 circa. Ammoniti: Macchi (C), Algeri (C), De Luca (C), Rimoldi (C), Conconi (C), Bernasconi (G), Falsaperna (G), Curatolo (C), Sangiorgi (G).  Angoli 3 -0. Recupero: 1’+3’.

GUARDA LA FOTOGALLERY

Inviata Mariella Lamonica

ARCISATE  Prima stagionale bagnata al Peppino prisco di Arcisate, con la Valceresio che domina la prima frazione e chiude in vantaggio per 1-0. Nella ripresa il Tradate cresce e in 5 minuti ribalta il punteggio con la doppietta di Cosentino.

valceresio-tradatePRIMO TEMPO – Calcio d’inizio della Valceresio. Al 5’ primo tiro da parte di Piccinotti ma la conclusione si spegne sul fondo, al 7’ sempre Piccinotti conquista una punizione da limite che Italiano batte benissimo, centrando il palo a portiere battuto. Al 14’ primo cambio per il Tradate fuori il numero 2 Crosti e al suo posto il 14 Casotto. Al 16’ la sblocca il numero 9 della Valceresio Turri che si fa trovare pronto in area dopo una mischia e solo davanti a Menescardi non sbaglia. Il Tradate si vede solo con una punizione al 25’, ma libera agevolmente la difesa di casa. Al 27’ gran tiro a giro di Piccinotti ma si allunga bene Menescardi e salva tutto. Al 28’ reclama per un rigore su Di Carluccio la Valceresio, qualche dubbio resta. Al 32’ tiro dalla distanza per il Tradate con Verna, ma termina lontano dallo specchio. Negli ultimi minuti aumenta l’intensità di gioco degli ospiti, ma senza però rendersi mai pericolosi .Al 44’ ammonito Broggi nel Tradate.

SECONDO TEMPO – Parte ancora forte la Valceresio, all’11 cambio per i padroni di casa fuori Toniolo e dentro il Iori. Ammonito subito il neoentrato. Grande occasione al 13’ per il Tradate con un tiro di Verna rimpallato in corner dalla difesa. Al 15’ rosso diretto per Re della Valceresio per un’entrataccia a centrocampo su Iori. Al 18’ ammonito Paolillo per il Tradate. Al 19’ rosso diretto anche per Giardino per aver fermato troppo duramente Verna lanciato in contropiede. Al 24’ Traversa dalla distanza colpita da Aresi. Cambio Tradate al 26’ Moretti per Broggi, Per la Valceresio escono invece Piccinotti e Italiano per Favaretto e Ndzie. Al 28’ per la Valceresio grande progressione del neoentrato Ndzie che pero spara alto. Al 30’ pareggio del Tradate con il Cosentino messo davanti al portiere dal neoentrato Moretti, subito dopo al 34’ rigore per il tradate per una respinta di mano di Carini su tiro di Cosentino, batte lo stesso numero 9 che spiazza Amborsetti. Ammonito per simulazione Turri al 36’. Al 39’ ottima parata della Ambrosetti su un rasoterra ad incrociare di Galluzzo. Al 40’ cambio Quiroz-Rigoni per la Valceresio. Al 44’ ammonito il Carini per proteste. A nulla serve il forcing finale dei padroni di casa, finisce 2-1 per gli ospiti.

I MIGLIORI IN CAMPO
Italiano (Valceresio) – voto 7: Detta tutte le giocate dei sui e mette ordine in mezzo al campo, non è un caso che la Valceresio si spenga dopo la sua uscita
Cosentino (Tradate) – voto 8: Sale in cattedra a metà ripresa e con una doppietta regala i 3 punti ai suoi.

I COMMENTI 
Roberto Roncoroni, allenatore Valceresio:La partita andava chiusa nel primo tempo, potevamo essere 3-0 a fine primo tempo, e non avendola chiusa col passare del tempo abbiamo perso fiducia in noi stessi e loro si sono caricati facendoci quei 2 gol e portandola a casa alla fine“.
Carlo Belvisi, allenatore Tradate:Sono contento della prova dei miei per la prova di carattere che hanno dimostrato i miei ragazzi, nei primi 20 minuti abbiamo sofferto soprattutto sulle punizioni dal limite, sono contentissimo del risultato e dei 3 punti portati via sul campo di un’ottima squadra, comunque da martedì si torna a lavorare con la testa a domenica “. 

IL TABELLINO
VALCERESIO – TRADATE 1-2  (1-0)
Valceresio: Ambroetti 6, Soave 6, Giardino 5, Carini 6.5, Bosio 6, Di Carluccio 6, Quiroz 6 (40’ st Rigoni 6), Italiano 7 (26’ st Favaretto 6), Turri 6.5, Piccinotti 7 (26’ st Ndzie 5.5), Toniolo 6 (11’ st Iori 6)  A disposizione: Di Rita, Borin, Visconti. All: Roncoroni 6.
Tradate:  Menescardi 6.5, Crosti sv (14’ pt Casotto 6.5), Gariboldi 6, Galluzzo 7, Paolillo 6.5, Aresi 6.5, Re 5.5, Basaglia 6, Cosentino 8, Verna 7, Broggi 6.5 (26 st Moretti 7). A disposizione Coppetti, Guerrini, Costantino, Galmarini, Grassi. All: Belvisi 7.
Arbitro: Barlocco di Legnano
Marcatori: pt: 16’ Turri (V), st: 30’ 34’ Cosnetino (T)
NOTE – corner: Valceresio 7 Tradate 4. Recupero: +2; +4

 Inviato Riccardo Gamberoni

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Le altre gare

Antoniana – Amici dello Sport 0-1 (0-0)
Antoniana: Salvadori, Negri, Bertoloti, Lo Piccolo, Di Bari, Pastanella, Corbetta, El Harrouchi, Ana Petre, Ferrario, Gorletta. A disposizione: Gioria, Marangia, Saporiti, Ballarati, Monticelli, Locci, Rossi. Allenatore: Airoldi.
Amici dello Sport: Melchiorre, Tirelli (dal 1’ st Castiglioni), Bolognini (dal 30’ st Borsani), Re, Iorfida (dal 18’ st Macchi), Panarese, Falvella (dal 35’ st Lodebo), Azimonti, Turconi, Agrello, Nardone (dal 37’ st Iorio). A disposizione: Ferni, Castiglioni, Lodebo, Borsani, Iorio, Macchi, Mariani. Allenatore: Cau.
Arbitro: Villano di Gallarate
Marcatori: st: 15’ Iorfida (Am)
Il derby bustocco lo decide capitan Iorfida con un colpo di testa al 15’ della ripresa che vale i tre punti. Primo tempo equilibrato, da segnalare solo la traversa di Azimonti con un tiro da trenta metri. Nella ripresa c’è più Cas che oltre al gol fa registrare una bella punizione di Agrello sventata da Salvadori e un tapin mancato di Nardone da pochi passi. Padroni di casa nervosi nel finale finiscono in nove: espulsi Bertoloti per doppio giallo e Ana Petre.

Arsaghese – Union Tre Valli 1-0 (1-0)
Arsaghese: Cardi, Battistelli (dal 30’ pt Cagnetta), Brivio, Sciarini, Mai, Nebuloni, Caimano, Mantovan (dal 10’ pt Lo Bello). Carù, Zaro (dal 11’ st Colombo), Fontana. A disposizione: Franishta, Baratelli, Colombo, Lo Bello, Cagnetta, Rossi, Manfredi. Allenatore: Marsich.
Union Tre Valli: De Leo, Roca, Bosetti, Gandini (dal 19’ st Souiai), Napoli (dal 19’ st Gilardi), Trizio, Testa, Bellini, Binda, Londino, Follis (dal 19’ Frigeri). A disposizione: Lucisano, Campana, Sandoval, Dozzio, Souiai, Gilardi, Frigeri. Allenatore: Vincenzi.
Arbitro: Di Ronza di Busto Arsizio
Marcatori: pt: 5’ Caimano (A)
Passa l’Arsaghese con un tapin vincente di testa dopo 5’ di Caimano che segna raccogliendo una respinta corta di De Leo su tiro di Sciarini. L’occasione per pareggiare i conti per l’Union Tre Valli arriva alla mezz’ora quando Nebuloni commette un fallo di mano che l’arbitro giudica rigore. Cardi però si supera e respinge al mittente il penalty di Testa.
Nella ripresa altra paratona di Cardi dopo appena 3’, poi i biancorossi potrebbero pareggiare con un contropiede fulmineo di Fontana, che sparacchia sul portiere. Il risultato non cambia più, sorride l’Arsaghese.

San Marco  – Vanzaghellese 1-2 (0-1)
San Marco: Colombo, Principato, Bellin, Possoni, Caristina, Roncato, Caccia, Gallarati, Antonello, Lambertini, Vendemmiati. A disposizione: Polimeni, Landonio, Salmoiraghi, Diouf, Bellani, Cortellaro, Bugini. Allenatore: Rasini.
Vanzaghellese: Mainini, Grassi, Pisoni, Mombrini, Finato, Foglia, Belln, Vacirca, Negri, Armentano, Gandolfo. A disposizione: Pitaro, Diop, Bettio, Vago, Mesiti, Volpi, Rivolta. Allenatore: Trubia.
Arbitro: Toniutto di Como
Marcatori: pt: 10’ Foglia (V); st: 10’ rig. Caristina (S), 30’ rig. Gandolfo (V)
La Vanzaghellese strappa tre punti importanti in casa della San Marco. L’1 a 0 lo firma Foglia che di testa ben appostato sul secondo palo sblocca la gara. I padroni di casa rispondono con un tiro dai 25 metri di Possoni ma si stampa sull’incrocio dei pali.
Nella ripresa il pareggio arriva al 10’ grazie alla trasformazione di un rigore dell’ultimo arrivato Caristina. Subito dopo la Vanzaghellese resta anche in inferiorità perché Foglia rimedia il secondo giallo e finisce anzitempo sotto la doccia. Ma c’è un altro episodio chiave intorno alla mezz’ora ovvero la trattenuta in area di Gallarati che il direttore di gara giudica irregolare. Tiro dal dischetto per gli ospiti, Gandolfo fa centro e fissa il risultato sul 1 a 2.

Luino Maccagno – Casbeno 2-1 (0-0)
Luino Maccagno: Crugnola, Cortez, Romano, Vallone, Iozzino, Ghelfi , Pollio, Castorino, Galbiati, Morandi, Bosetti. A disposizione: Esposito, Vecchio, Caputo, Silipo, Faraj, Lo Forte, Vigano. Allenatore: Nesret.
Casbeno: La Sala, Del Popolo, Cattini, Marinello, Mazzotta, Galluzzo, Robustellini, Caon, Federico, Gaudio, Fracasso. A disposizione: Bianchi, Mirabella, Malvestio, Manfredelli, Secco, Tamborini. Allenatore: Maroni.
Arbitro: Meneghel di Gallarate
Marcatori: st: 17’ Gaudio (C), 20’ 45’ Cortez (L).
Primo tempo a reti bianche, succede tutto nelle ripresa.
L’1 a 0 è ad opera di Gaudio che di testa ben appostato sul secondo palo sfrutta al massimo un corner di Caon. Casbeno lamenta un fallo di mano in area, ma tre minuti più tardi è già pareggio con Cortez, il più lesto in mischia. Quando sembra che il pareggio sia scritto ecco il vantaggio dei padroni di casa, ancora con Cortez che scatta sul filo del fuorigioco e castiga nuovamente il numero uno ospite, fissando il punteggio sul 2 a 1 finale.

Fagnano – Folgore Legnano 2-1 (1-0)
Fagnano: Bertagnoli, Terzi, Scali, Di Nola, Ranieri S., Cicchetti, Manuzzato M., Beltemacchi, Manuzzato D., Crea, Spadaccino. A disposizione: Maso, Bacchion, Carpentieri, Brun. Allenatore: Raza.
Folgore Legnano: Colombo A., Cozzi, Corizzo, Cattaneo, Morelli, Russo, Colombo F., Qaku, Colombo F., Tagliabue, Scandroglio. A disposizione: Monzani, Chiodini, Ciocia, Carpentieri, Sowe, Ristori, Rizzo. Allenatore: Garantola.
Arbitro: Garbo di Monza
Marcatori: pt: 3’ Crea (F); st: 23’ rig. Crea (F), 43’ Carpentieri (FL).
Dopo le fatiche di coppa, Fagnano si ripete e anche in campionato inizia con il piede giusto.
Gli uomini di Raza passano con Crea al 3’ che di testa la spizza e fa centro. Per il raddoppio, sempre firmato Crea, bisogna attendere il secondo tempo, quando l’attaccante realizza anche dal dischetto. La Folgore non ci sta ed accorcia le distanze con Carpentieri al 43’, ottimo il suo tiro al volo, ma non c’è più tempo e la posta in palio è tutta dei padroni di casa.

In redazione Mariella Lamonica