Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Varese Calcio

Poker alla Juniores che piazza due reti

ULTIMO ESAME – Prove di formazione per il Varese di Bettinelli che si appresta a concludere la stagione. Domenica alle 16 al “Franco Ossola” è in programma l’ultima partita dell’anno, la finale playoff contro il Gozzano. La squadra vuole chiudere in positivo una stagione amara vista la mancata promozione in Lega Pro che era l’obiettivo finale.

PRIMO TEMPO - Oggi pomeriggio Bettinelli ha diretto i suoi nell’amichevole (due tempi da 35′) disputata contro la Juniores e terminata 4-2 per la formazione maggiore. Ad aprire le marcature sono stati proprio i baby con Fontana, a segno dopo solo un minuto. Nel primo tempo hanno ribaltato la situazione Innocenti, su rigore fischiato a Gucci al 23′, e lo stesso Gucci, dopo la bella parata di Scapolo al 27′, ha ribaltato il risultato con un gol di testa in mischia al 28′.

LE FORMAZIONI - Nel primo tempo il tecnico ha dato spazio al 3-4-1-2 con Pissardo tra i pali, Luoni, Ferri e Viscomi in difesa, Talarico e Ortolani esterni alti con in mezzo i giovani Zazzi e Benucci. In avanti Innocenti a suportare Lercara e Gucci. Nella ripresa ha mantenuto il modulo con Bordin tra i pali, Bonanni, Simonetto e Ortolani in difesa; Cusinato, Gazo, Bottone e Granzotto a centrocampo e in avanti Rolando, Giovio e Moretti.

SECONDO TEMPO - Al 15′ da segnalare il palo colpito di testa da Simonetto su corner. Al 18′ è arrivato il 3-1 firmato Giovio dopo un bello scambio con Granzotto. Al 20′ i due si sono restituiti il favore con il 98′ che è andato a segno imbeccato dall’attaccante. Al 24′ la Juniores ha trovato il raddoppio con un gran gol da lontanissimo di Buba, promettente centrocampista degli Allievi classe 2001.

PROGRAMMA - Domani pomeriggio la squadra si allenerà di nuovo ad Albizzate dove sabato mattina svolgerà la consueta rifinitura. Unico assente al match di domenica sarà l’indisponibile Becchio; ci saranno Piraccini e Scapini che oggi hanno corso a parte precauzionalmente.

Elisa Cascioli