Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

L’Ispra frena il Gorla, Arsaghese corsara a Busto, brutto scivolone per il Casbeno

BUSTO ARSIZIO – Seconda giornata di campionato e Cas – Arsaghese si preannuncia già come un bel match che potrebbe dire molto su quest’avvio di campionato. Dopo la vittoria di sette giorni fa entrambe cercano conferme e punti. Partita speciale poi per Luca Falvella, e di turno, ritornato al Cas dopo una lunga parentesi in maglia biancorossa. Compatezza e facilità di gioco, oltre che un gran gol di Sciarini, bastano all’Arsaghese per giustiziare un Cas apparso un po’ spaesato e poco reattivo. Al 97’ è 0 a 1.

casPRIMO TEMPO – Passano solo 6 minuti e la gara già si sblocca: ci pensa Sciarini dai venti metri con un sinistro poderoso di prima intenzione a metterla a fil di palo e a regalare la prima gioia ai biancorossi. Subito la chance d’oro per pareggiare i conti con un errato disimpegno Nebuloni – Cardi, la sfera arriva sui piedi di Turconi bravo ad approfittarne ma il numero nove non è letale, prova a piazzarla e manda incredibilmente a lato. Il vantaggio pare aver galvanizzato gli ospiti che giocano con più facilità, al cospetto di una squadra bustocca un po’ contratta ed imprecisa. Le occasioni non fioccano, se non qualche tiro dalla distanza, come quello di Carù al 30’, troppo centrale e Melchiorre blocca. Il Cas si affida ad un paio di fiammate con Falvella prima, conclusione ribattuta, e con Agrello poi che si incunea bene in area ma poi guadagna solo il calcio d’angolo. Al 35’ ci pensa ancora l’ex di turno Falvella a spaventare gli avversari con un bel tiro dalla sinistra che però si stampa sulla traversa. I ritmi sono buoni ma l’affondo manca un po’ così come il giro palla soprattutto da parte dei biancoblù, che così facendo faticano a costruire. Quando mancano un pio di minuti si mette in proprio Carù che riceve in mezzo al campo, si gira bene e va via in velocità ma poi manda ben oltre la traversa. Un solo minuto di recupero e tutti negli spogliatoi. Ordinata e più concreta l’Arsaghese di mister Marsich che grazie ad un gioiello di Sciarini merita il vantaggio, più disorientati e poco lucidi i ragazzi di casa, vedremo se mister Cau saprà dargli la strigliata giusta per rimandarli in campo con un altro piglio.

arsagheseSECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi dopo che il Cas aveva già effettuato una sostituzione in chiusura di primo tempo con Macchi al posto di Lodedo. I ragazzi di Cau conquistano una punizione in zona favorevole, ma lo schema fra Nardone e Agrello non riesce. Ma l’azione più ghiotta è per gli ospiti con l’asse Sciarini- Caimano – Carù: lancio del primo, sponda di testa del secondo, si sistema e tira l’ultimo ma il destro è troppo centrale per impensierire l’estremo difensore di casa. I tecnici provano a giocarsi qualche carta fresca, ma l’inerzia del match pare sempre la stessa: Cas troppo prevedibile e privo di idee, Arsaghese più compatta e lucida. Le squadre iniziano ad allungarsi e gli animi si scaldano: i blues provano quanto meno a prendere coraggio e per poco non pareggiano i conti con Agrello: uscita di Cardi, palla che arriva al numero dieci che senza pensarci troppo prova una semirovesciata al volo, ma il numero uno in maglia iallo chiude benissimo lo specchio e si salva con un ottimo riflesso. Alla mezz’ora si fa ingolosire Colombo quando vede Melchiorre un po’ fuori dai pali e dalla distanza tenta un pallonetto, ma il portiere si allunga e blocca. Nell’azione seguente potrebbe davvero chiudere i conti l’Arsaghese ma Caimano per un soffio non arriva alla deviazione vincente. Risposta del casa due volte con Turconi: il centravanti ci prova prima con un tocco sotto che però non centra il bersaglio e poi con un diagonale che Cardi disinnesca in due tempi. Complice anche un calo fisiologico di Mai e compagni, i bustocchi tentano di guadagnare metri, anche se Arsago non molla e va ancora vicina al raddoppio ancora con Caimano, ma il numero sette di testa con riesce a direzionare in porta. Sembra una maledizione per Caimano che ha la terza chance per far calare il sipario ma questa volta va a sbattere su Melchiorre. Gara accesissima, proseguono i cambi e anche i cartellini non mancano come quello che il direttore di gara riserva a Zaro già in panchina. Punizione dal limite per il Cas, Agrello s’incarica della battuta ma la stampa sulla traversa. In un match infinito anche gli ultimi minuti sono vivissimi. Su una ripartenza ospite Re guadagna il doppio giallo e finisce sotto la doccia. Giusto il tempo di giocare la palla ed arriva il triplice fischio. L’Arsaghese fa tre punti pesanti su un campo tostissimo.

I Migliori
Macchi 6– Amici dello Sport: entra nel finale di primo tempo e in un centrocampo che fa fatica è quello che ci mette più volontà e movimento.
Sciarini 7 – Arsaghese: degna di nota tutta la prova corale, ma la perla che decide il match porta la sua firma. Non manca mai nell’aiuto ai compagni.

I commenti
Cau (all. Amici dello Sport):
Quando non vedi un fraseggio, una manovra fatta come si deve, uno schema, niente che significa calcio sinceramente più che arrabbiato sei deluso e ti fai certe domande. Prendi gol dopo 5′ e non vedi reazione, è un peccato. Adesso abbiamo 15 giorni per recuperare, lavorare e rimettersi subito in carreggiata“.
Marsich (all. Arsaghese):Quello che dico sempre ai miei ragazzi è di fare la prestazione, quando fai la prestazione il risultato arriva di conseguenza e oggi è stato così. Siamo contenti, penso sia una vittoria meritata e penso anche che avremmo potuto soffrire meno nel finale se solo l’avessimo chiusa prima, ma oggi va bene così continuiamo a lavorare“.

Amici dello Sport– Arsaghese 0-1 (0-1)
Amici dello Sport: Melchiorre 6, Panarese 6 (dal 27’ st Iorio 6), Bolognini 5.5 (dal 16’ st Castiglioni 6) , Nardone 5.5, Iorfida 6, Re 5.5, Falvella 6, Azimonti 5, Turconi 5.5, Agrello 6, Lodedo 5.5 (dal 38’ pt Macchi 6.5). A disposizione: Silvestri, Borsani, Iorio, Macchi, Mariani, Mazzetti, Castiglioni. Allenatore: Cau.
Arsaghese: Cardi 6.5, Colombo 6.5 (dal 35’ st Guidali), Brivio 6.5, Sciarini 7, Mai 6.5, Nebuloni 7, Caimano 6.5 (dal 47’ st Manfredi sv), Lo Bello 7, Carù 7 (dal 46’ st Pacchioni sv), Zaro 6 (dal 16’ st Cagnetta 6.5), Fontana 6.5 (dal 39’ st Baratelli sv). A disposizione: Franishta, Baratelli, Guidali, Cagnetta, Fueye, Manfredi, Pacchioni. Allenatore: Marsich.
Arbitro: Adragna di Milano.
Marcatori: pt: 6’ Sciarini (Ar)
Note: Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 40 circa. Espulsi: Zaro (Ar) dalla panchina, Re (Am) Ammoniti: Re (Am), Turconi (Am), Colombo (Ar), Fontana (Ar), Iorfida (Am), Cagnetta (Ar). Angoli 2-4. Recupero: 1’+6′.

Inviata Mariella Lamonica

MORAZZONE – Gioca a Morazzone il Casbeno per l’assenza di campi omologati nel Comune di Varese. La partita viene dominata per la maggior parte dell’incontro dagli ospiti che vincono nettamente, prova una timida reazione nel finale la formazione padrona di casa, ma è più confusionaria che organizzata e produttiva. Da segnalare la sospensione per 6 minuti al 30’ del primo tempo a causa della grandine.

CasbenoPRIMO TEMPO –Calcio d’inizio per il Casbeno, che all’8’ si vede annullare un gol per fallo sul portiere. Al 14’ primo cambio per gli ospiti Ghelfi per Negri. Il neoentrato impiega solo 2’ minuti a sfornare un ottimo assit per Bellin che sotto misura supera La Sala per il vantaggio ospite. Raddoppia la 25’ la Vanzaghellese con Pisoni, con un preciso diagonale ad incrociare. Partita sospesa al 30’ per grandine. Partita ripresa dopo 6’. Finisce senza emozioni un primo tempo segnato dal maltempo.

vanzaghelleseSECONDO TEMPO – Nell’intervallo per il Casbeno restano negli spogliatoi Cattini e Malvestio ed entrano Fracasso e Catiglioni. Al 50’ grande contropiede di Ghelfi a cui però risponde benissimo La Sala e sul tapin errore dello stesso Ghelfi che manca il bersaglio con la porta spalancata. Al 56’ fuori  Robustellini e dentro Mirabella per i padroni di casa. Tris degli ospiti con Ghelfi al 58’ dopo una grande azione in cui scarta anche il portiere. Rispondono subito i padroni di casa con Federico che da fuori sfiora il palo alla destra di Mainini. Lo stesso Federico prende un giallo un minuto dopo per un fallo di mano al limite dell’aerea della Vanzaghellese. Al 70’ fuori Marinello per Bianchi nel Casbeno. All’80’ fuori  Bellin e dentro Mariani per gli ospiti. Al 45’ ammonito Caon per proteste nel Casbeno. Finisce 3-0 per gli ospiti, nonostante il pressing negli ultimi 20’ del Casbeno.

I MIGLIORI IN CAMPO
Robustellini (Casbeno) – voto 6.5: L’unico in grado di saltare l’uomo e di creare qualche problema agli ospiti.
Ghelfi (Vanzaghellese) – voto 7.5: Entra e cambia la partita, primo pallone toccato e assist per l’1-0 di Bellin, nel secondo tempo corona un’ottima prestazione con la gioia personale del 3-0.

I COMMENTI 
Maroni Maurizio, allenatore Casbeno:Brutta partita con ben poco da salvare, siamo stati imballati e non abbiamo creato niente di buono durante tutta la durata della partita, non era questa la partita che dovevamo vincere perché loro sono una signora squadra che lotterà per tutta la stagione per i piani alti della classifica, ma noi ci abbiamo messo nel nostro nel facilitargli la vita”
Turbia Andrea, allenatore Vanzaghellese: “Sono contento dei ragazzi e di come hanno gestito la partita, a parte l’occasione iniziale del Casbeno con il gol annullato per fallo sul nostro portiere non abbiamo neanche rischiato niente, abbiamo sempre avuto il pallino del gioco e potevamo segnarne anche di più nel secondo tempo.”

IL TABELLINO
CASBENO-VANZAGHELLESE
Casbeno: La Sala 6, Del Polpo 5, Cattini 5.5 (45’ pt Fracasso 6), Caon 6, Mazzotta 5.5, Galluzzo 5.5, Malvestio 5 (45’ pt Castiglioni 5.5), Marinello 6 (70’ st Bianchi 6), Federico 6, Bottelli 6, Robustellini 6.5 (56’ st Mirabella 6). A disposizione: Galizia, Secco, Tamborini. All: Maroni 6.
Vanzaghellese:  Mainini 6, Grassi 6, Pisoni 6.5, Vago 6, Finato 6, Diop 6.5, Bellin 6.5 (80’ st Mariani sv), Vacirca 6.5, Negri sv (14’ pt Ghelfi 7.5), Armentano 6.5, Gandolfo 7. A disposizione: Pitaro, Bettio, Volpi, Candido, Rivolta. All: Turbia 7.
Arbitro: Moscatelli di Busto Arsizio
Marcatori: pt: 16’ Bellin (V), 25’ Pisoni (V) st: 58’ Ghelfi (V)
NOTE – Ammoniti: st:60’ Federico (C), 42’ Mirabella (C), 45’ Caon (C). Corner: Casbeno 0 Vanzaghellese 3. Recupero: +2; +5

Inviato Riccardo Gamberoni

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Gli altri risultati 

 

Ispra – Gorla Maggiore 2-2 (1-1)
Ispra: Khingava, Volorio, Dardha, Palatrasio, Vallini, Oldrini, Sartorio, Lombardo, Reggiori, Della Torre, Corrado. A disposizione: Mattioni, Cerutti, Smeraglia, Piras, Barile, Fagnani, Verde. Allenatore: Colombo.
Gorla Maggiore: Massara, Hushi, Coppola, Bernasconi, Di Simone, Mireku, Sangiorgi, Rimoldi, Falsaperna, Felice, Ippolito. A disposizione: Betti, Pagani, Mazzon, Favaretto, Bernacchi, Bene, Bonizzi. Allenatore: Baratelli.
Arbitro: Saffioti di Como
Marcatori: pt: 30’ Falsaperna (G), 33’ Reggiori (I); st: 35’ Ippolito (G), 50’ Reggiori (I)
Arriva in extremis il gol dell’Ispra Calcio che riesc così a fare uno sgambetto al lanciatissimo Gorla. A passare in vantaggio sono gli ospiti grazie al tapin vincente di Falsaperna su cross di Ippolito. Tre minuti più tardi riporta tutto in equilibrio Reggiori che a sua volta sfrutta al meglio un assist di Volorio e con il piattone beffa Massara.
Il nuovo sorpasso Gorla arriva a 10’ dal termine quando stavolta è Ippolito a battere tutti sul tempo da centro area. Ma proprio quando sembra finita al 95’ arriva una punizione dei padroni di casa dai venti metri che vede Reggiori calciare sul primo palo e battere il giovane Betti, subentrato ad un acciaccato Massara. Non c’è più tempo, è pari e patta fra Ispra e Gorla Maggiore.

LA FOTOGALLERY

San Marco – Fagnano 1-2 (1-1)
San Marco: Colombo, Landonio, Principato, Caccia, Caristina, Roncato, Bellin, Gallarati, Antonello, Lambertini, Diouf. A disposizione: Polimeni, Primi, Salmoiraghi, Cortellaro, Zaydane, Loche, Bellani. Allenatore: Rasini.
Fagnano: Bertagnoli, Terzi, Scali, Di Nola, Cicchetti, Ranieri S., Manuzzato M., Beltemacchi (dal 10’ st Ranieri A.), Manuzzato D., Crea, Spadaccino. A disposizione: Guerrini, Cancian, Moretta, Mastromarino, Ranieri A., Brun. Allenatore: Raza.
Arbitro: Legnazzi di Gallarate
Marcatori: pt: 21’ Caccia (S), 41’ rig. Crea (F); 11’ Ranieri A. (F).
Crea e Ranieri castigano una San Marco volenterosa ma che commette qualche ingenuità di troppo.
A sbloccare la gara ci pensa Caccia che dopo una belle azione corale riceve la sponda di petto in area di Diouf e di prima intenzione batte Bertagnoli. Il pareggio arriva al 41’: Spadaccino salta Landonio, viene atterrato e guadagna un calcio di rigore nonostante la palla fosse poi finita sui piedi di Crea e fosse andata in rete. Dal dischetto sempre Crea non sbaglia e fa 1 a 1.
Nella ripresa si fa trovare subito pronto il neo entrato Ranieri A. che al 10’ varca la linea di gioco e all’11’ approfitta di un’incomprensione fra difensore e portiere avversario inserendosi e mandando in rete. Ancora qualche azione da ambo le parti, il risultato non cambia più e Fagnano fa bottino pieno.

Folgore Legnano – Tradate 3-3 (1-1)
Folgore Legnano: Bertuola, Cozzi, Maggio, Colombo F., Corizzo, Morelli, Russo, Colombo F., Qaku, Catalano, Scandroglio. A disposizione: Colombo A., Ristori, Rizzo, Ciocia, Tagliabue, Carpentieri, Giffoni. Allenatore: Garantola.
Tradate: Menescardi, Casotto, Gariboldi, Aresi, Paolilio, Crosta, Bouraya, Guerrini, Cosentino, Verna, Broggi. A disposizione: Coppetti, Moretti, Basaglia, Mastroianni, Grassi, Sementa. Allenatore: Belvisi
Arbitro: Pinci di Gallarate
Marcatori: pt: 3’ Cosentino (T), 28’ Colombo F. II (F); st: 14’ Verna (T), 16’ Cozzi (F), 39’ Moretti (T), 47’ Ristori (F).
Rocambolesco pareggio tra Folgore e Tradate che alla fine devono accontentarsi di un punto ciascuno.
Passano gli uomini di Belvisi con il solito Cosentino che dopo 3’ insacca con un siluro all’incrocio dei pali. Per il pareggio bisogna attendere il 28’ quando dopo un calcio d’angolo la sfera schizza fuori area, sul secondo palo è ben appostato Colombo Federico che di controbalzo riporta tutto in parità.
Gli altri gol arrivano tutti nella ripresa. Prima ci pensa Verna a far sorridere i suoi quando dopo un ottimo scambio con Cosentino si ritrova a tu per tu e non sbaglia, 1 a 2, poi il difensore Cozzi salito per un calcio d’angolo non si lascia sfuggire l’occasione e in scivolata trafigge Menescardi. Ma non è ancora finita. Tradate si riporta avanti sfruttando al meglio un contropiede dove il cinisco di Moretti nell’uno contro uno con Bertuola è provvidenziale. 3 a 2. Ma all’ultimo respiro ecco la zampata di Ristori: Catalano tenta ma vede la sua conclusione respinta, si avventa sulla sfera e a quel punto mette in mezzo, il numero tredici al volo non perdona e fa 3 a 3.

Valceresio – Antoniana 2-2 (1-1)
Valceresio: Ambrosetti, Soave, Quiroz, Iori (dal 25’ st Visconti), Carini, Di Carluccio (dal 28’ st Toniolo), Favaretto (dal 35’ st Barassi), Italiano, Turri (dal 30’ st Ndzie), Piccinotti, Nigro. A disposizione: Di Rita, Borin, Visconti, Bosio, Ndzie, Toniolo, Barassi. Allenatore: Roncoroni.
Antoniana: Salvadori, Negri, Bertoloti, Lo Piccolo, Di Bari, Pastanella, Gorletta, El Harrouchi, Corbetta, Ferrario, Saporiti. A disposizione: Rossi, Marangia, Cavelli, Rossi, Locci, Buongiorno, Lualdi. Allenatore: Airoldi.
Arbitro: Colombo di Varese
Marcatori: pt: 20’ Corbetta (A), 30’ Piccinotti (V); st: 15’ Favaretto (V), 30’ Corbetta (A)
Impattano Valceresio ed Antoniana, che si rincorrono per tutto il match e che alla fine si dividono la posta in palio.
Passano gli ospiti al 20’ con Corbetta, il più lesto su una respinta di Ambrosetti. A pareggiare i conti ci pensa Piccinotti che riceve fuori area dopo un errato disimpegno e la mette nell’angolino. Nella ripresa è vantaggio locale con Favaretto che su assist di Iori, entra in area e castiga Salvadori sul primo palo. La Valceresio spreca in diverse occasioni il gol che potrebbe chiudere i conti e l’Antoniana la punisce: è ancora Corbetta a trovare l’eurogol da venticinque metri che toglie la ragnatela dal sette. Triplice fischio, è 2 a 2.

Cairate – Luino Maccagno 3-0 (2-0)
Cairate: Piuri, Pedotti, Putzolu, Curatolo, Algeri, Ghiringhelli, Shbaj, Mura, Marazzi, De Luca, Malatesta. A disposizione: Prederi, Conconi, Diomande, Porcaro, Cattagni, Cobianchi, Federico. Allenatore: Curatolo.
Luino Maccagno: Crugnola, Cortez, Romano, Vallone, Iozzino, Ghelfi , Pollio, Castorino, Bosetti (dal 1’ st Tansini), Morandi, Diana. A disposizione: Esposito, Galbiati, Vecchio, Tansini, Loforte, Caputo, Silipo. Allenatore: Nesret.
Arbitro: Toniutto di Como.
Marcatori: pt: 41’ 45’ rig. De Luca (C); 45’ Marazzi (C).
Dopo il ko di domenica scorsa mette in tasca la prima vittoria dell’annata il Cairate di mister Curatolo.
Gli ospiti partono bene ma trovano subito la pronta risposta di Piuri su Diana, e per vedere la prima rete bisogna attendere il 41’ quando De Luca apre le marcature. Nemmeno 5’ più tardi è lo stesso De Luca a trasformare un penalty e a mandare tutti al riposo sul 2 a 0.
Provano a scuotersi un po’ gli ospiti e lo fanno soprattutto con l’ingresso di Tansini. Ma il solito Piuri ed anche un pizzico di sfortuna (vedi palo interno di Diana e palla che carambola sulla riga senza entrare) non gli permettono di accorciare le distanze e così al 90 arriva anche il contropiede di Marazzi che fa scorrere i titoli di coda. Cairate batte Luino 3 a 0.

In redazione Mariella Lamonica