Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pro Patria, Serie D

A Levico solo un pari senza reti: 0-0

Levico Terme (TN) – Non perdere la testa. L’obiettivo della gita in Valsugana era chiaramente quello. Ma a Levico la vita è davvero dura. Discreto freddo, ghiaccio, campo piccolo e tattica che (giocoforza) mormora. Finisce 0-0 con rimpianti assortiti e Darfo che scappa.
Javorcic recupera Pedone, sposta Colombo dietro e butta dentro Chiarion per l’acciaccato Cottarelli. Dall’altra parte, Manfioletti non cambia il tradizionale 4-3-3. L’attenzione è tutta su Bertoldi, atipico bomber locale già approdato in doppia cifra.
Domenica ultima allo “Speroni” del 2017 contro la nemesi Ciliverghe. Ma quest’anno è davvero tutta un’altra storia.

LA CRONACA

Secondo tempo

95′ finita: 0-0! Più dura del previsto. Domenica allo “Speroni” con il Ciliverghe.

92′ il Levico spezza il ritmo con i cambi. Gara rompicapo.

90′ ancora 4′ di recupero. È un assedio, ma non si passa.

83′ mischione ed ennesimo angolo. Ma la Pro non sfonda.

79′ entra anche Disabato per Pedone. Assalto finale.

75′ ammonito Pettarin per simulazione. Era una buona opportunità al limite dell’area trentina. Ex Mestre diffidato e fuori col Ciliverghe.

73′ ancora Marito per Bortoluz che non arriva sul cross. A tutta la Pro.

71′ Santana per Le Noci. Da due passi a botta sicura, clamorosa risposta di Bastianello. Occasione enorme, sul corner conseguente nulla di fatto. Incredulo anche l’ex Como per la rete sfumata.

65′ gara a senso unico ma il risultato non si sblocca.

58′ subito Bortoluz, fuori di poco. Pedone sull’esterno, Le Noci trequartista, Bortoluz in coppia con Santana.

56′ Bertoldi pericoloso ma solo sull’esterno della rete. Entrano Bortoluz e Le Noci per Galli e Gucci.

50′ altro corner. Molnar sul secondo palo, paratona di Bastianello. Gol vicino. Levico costretto dietro. Ammonito Brugger.

48′ Bastianello anticipa Santana, Pro ripartita a manetta.

47′ corner per la Pro, se la cava Bastianello.

Javorcic ha dato indicazioni a Bortoluz e Le Noci, entreranno a breve. Pro che attaccherà nella metà campo ghiacciata. Il sole nel frattempo è sceso.

Primo tempo

46′ prima frazione senza sussulti, i cambi saranno decisivi: 0-0!

45′ un minuto di recupero.

40′ si sente il tifo bustocco, servirebbe una scossa.

38′ punizione di Cosentini, respinge Mangano. Si vede anche il Levico.

36′ ancora Pedone in diagonale, bersaglio mancato.

35′ match intricato, i locali hanno intasato tutti gli spazi.

26′ Pedone ha una buona palla al limite, la spara alta.

25′ primo angolo biancoblu, senza esito.

24′ combinazione Gucci/Pedone/Santana, poi esce Bastianello.

20′ Castellan con il sinistro, Mangano a terra.

19′ Santana da fuori a lato. I tigrotti faticano a sfondare.

16′ Pedone carico, recupera palla e spinge la pressione.

13′ contropiede biancoblu, Gucci per Pedone, chiude la difesa trentina. Si poteva fare meglio.

10′ Pedone da fuori, blocca Bastianello. La Pro fa la partita.

5′ avvio equilibrato, Levico molto compatto. Pedone trequartista.

Cottarelli in panca e dentro Chiarion. Manfioletti mischia le carte in mediana. Neve a bordo campo, terreno ghiacciato all’ombra ma nel complesso clima mite. Ottima rappresentanza bustocca. Divise tradizionali.

IL TABELLINO
Levico – Pro Patria 0-0
Levico (4-3-3): Bastianello (98); Brugger, Severgnini, Pregnolato, Acka; Castellan (dal 79′ Pancheri), Cosentini (dal 76′ Xamin), Rinaldo (99) (dall’87′ Nardelli (99); Bertoldi (dal 92′ Fanelli), Alberti (98), Brusco (97) (dall’83′ Andreatta (97). A disposizione: Carletti (99), Micheli, Orsolin (98), Formigoni. Allenatore: Stefano Manfioletti
Pro Patria (3-4-1-2): Mangano (99); Colombo, Molnar, Scuderi (98); Chiarion (98), Gazo, Pettarin, Galli (97) (dal 56′ Bortoluz (97); Pedone (dal 79′ Disabato); Santana, Gucci (dal 56′ Le Noci). A disposizione: Guadagnin (98), Cottarelli (98), Ugo (97), Mozzanica, Agosti (99), Arrigoni (97). Allenatore: Ivan Javorcic
Arbitro: Giuseppe Vingo di Pisa (Albertin / Torresan)
Angoli: 1-7  Ammoniti: Brugger (L), Pettarin  (PP)  Recupero: 1′ pt / 4′ st

LE PAGELLE
LA SALA STAMPA

Giovanni Castiglioni