Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Serie D, Varese Calcio

L’emergenza in difesa dell’Arconatese. Livieri: “Dobbiamo essere compatti”

Il prossimo avversario del Varese è l’Arconatese, squadra già affrontata due anni fa nel campionato di Eccellenza. In quella stagione i concorretti diretti erano proprio i gialloblù che lo scorso anno sono riusciti a vincere il campionato d’Eccellenza e a conquistare la promozione diretta in Serie D. Per il club fondato novant’anni fa si tratta della prima partecipazione storica in questa categoria e l’obiettivo non può che essere la salvezza.  Lo scorso anno la squadra si è imposta con  76 punti davanti al Pavia che invece la promozione in D se l’è dovuta conquistare ai playoff.

arconatese 2A guidare l’Arconatese c’è sempre il tecnico Giovanni Liveri. La partenza non è stata semplice e finora i numeri parlano di una sola vittoria, due pareggi e quattro sconfitte, l’ultima domenica scorsa in casa dalla capolista. I gialloblù di Arconate si ritrovano dunque nella zona bassa con cinque punti in classifica, due in meno del Varese.

In campo non ci sarà Vavassori, espulso con la Caronnese e quindi squalificato: “Peccato perché fino all’espulsione ce la potevamo giocare – il commento amaro dell’allenatore -. Fino a lì c’è stata una buonissima prestazione da parte nostra. Mi piacerebbe davvero disputare i secondi tempi in parità numerica con gli avversari. Come il Varese, il punto debole della squadra è la difesa con 12 reti subite, comunque due in meno rispetto agli avversari, di cui sette nelle ultime due partite con le favorite Pro Sesto (quattro) e Caronnese (tre): “Dietro siamo in emergenza, comunque commettiamo degli errori di lettura e valutazione delle situazioni che possiamo evitare” il parere del tecnico che sulla situazione generale della squadra aggiunge: “Le cose stanno comunque migliorando, perché sbagliamo di meno e facciamo sempre meglio i movimenti giusti. I giocatori hanno capito che non abbiamo, come altre squadre, giocatori pesanti che possono fare la differenza da soli; per noi nulla può prescindere dall’essere una squadra compatta che si muove con assoluta sinergia tra tutti i suoi reparti”.

Elisa Cascioli