Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

In tre a punteggio pieno, prima vittoria per Morazzone e Belfortese

BREBBIA – Non è servita la prestazione di cuore dei padroni di casa per fermare l’ambiziosa Rhodense e, al termine dei 90’ minuti gli ospiti si sono imposti per 3-0. Le due squadre si sono studiate nei primi minuti di gioco, ma non appena la Rhodense ha alzato i ritmi il muro difensivo del Brebbia ha ceduto sotto i colpi di Caruso al 31’ e di Di Noto al 35’. I padroni di casa hanno cercato di accorciare le distanze, ma nel secondo tempo è ancora uno scatenato Di Noto a chiudere i conti firmando il 3-0 al 27’. Nel quarto d’ora finale gli ospiti non hanno difficoltà a controllare la reazione più di cuore che di testa del Brebbia.

brebbia-rhodensePRIMO TEMPO – Nel primo quarto d’ora le due squadre si studiano, con la Rhodense che amministra il gioco e il Brebbia che prova a rendersi pericoloso in contropiede. Il primo squillo offensivo è infatti dei padroni di casa: angolo tagliato di Marzetta per la testa di Cunati, ma l’incornata del capitano è debole e centrale e non crea problemi a Mantovani. Gli ospiti si fanno vedere concretamente in attacco al 23’ con la punizione dai 25 metri di Sala che sorvola di poco la traversa. Col passare dei minuti la Rhodense sposta progressivamente il suo baricentro in avanti e legittima la superiorità di gioco con il gol del capitano Caruso al 31’: bella incursione a destra di Di Noto che supera un non perfetto Di Taddeo e serve la palla indietro per il compagno che deve solo appoggiare in rete. Al 35’ si ripete lo stesso copione per il raddoppio: De Souza irrompe in area da sinistra (difesa del Brebbia disattenta) e serve in mezzo Di Noto che da pochi passi trafigge un incolpevole Ramazzotti. Il Brebbia prova a reagire un paio di minuti dopo con un’incursione centrale di Abati che si presenta a tu per tu con l’estremo difensore avversario, ma Adami lo blocca con un’aggressiva scivolata da dietro: tante proteste dei padroni di casa, ma per l’arbitro è palla piena. Nei minuti finali buona gestione del vantaggio da parte della Rhodense.

SECONDO TEMPO – Nei primi minuti del secondo tempo il Brebbia cerca di accorciare le distanze aumentando il ritmo di gioco, ma senza risultati. Al 3’ sugli sviluppi di angolo Gaballo si trova il pallone tra i piedi dopo un batti e ribatti, ma la sua conclusione è facile preda di Mantovani. La Rhodense non ci sta a farsi schiacciare e torna a farsi vedere in zona offensiva prima al 10’ con una conclusione potente alta di poco di un veramente ispirato Di Noto e poi con un bel tiro da fuori di De Souza deviato in angolo da Ramazzotti. Il Brebbia prova timidamente a riaffacciarsi in attacco, ma è ancora la Rhodense a colpire al 27’: bella azione di De Souza e palla a rimorchio per il piattone di Di Noto che dal limite dell’area trova l’angolino basso alla sinistra di Ramazzotti siglando così la sua personale doppietta. Il Brebbia cerca di trovare almeno il gol della bandiera, ma il colpo di testa di Cunati al 31’ non centra lo specchio della porta. La Rhodense, però, non sta a guardare e cerca di arrotondare il risultato: tocca ancora a Ramazzotti negare la via del gol agli ospiti deviando in angolo la girata di testa di Prada. Il Brebbia ci prova ancora negli ultimi minuti, ma con deboli tentativi che non impensieriscono Mantovani e dopo 4’ di recupero l’arbitro sancisce la fine del match: Brebbia-Rhodense 0-3.

MIGLIORI IN CAMPO
Squizzato (Brebbia) – voto 6,5: è il faro del centrocampo. Smista il gioco e aiuta in difesa, ma la sua prestazione da sola non basta.
Di Noto (Rhodense) – voto 7,5: domina in attacco e ha gioco facile sulla difesa. Uomo assist in occasione del primo gol e bomber vero nelle altre due occasioni. Torna anche indietro: tuttofare.

I COMMENTI
Pierluigi Contaldo (allenatore Brebbia): “Sulla carta non era una partita facile, ma per i primi 30 minuti siamo stati in partita e abbiamo sbagliato due gol praticamente già fatti. Poi in contropiede loro hanno segnato alla prima occasione e da lì sono emerse le loro qualità e hanno avuto gioco facile per il resto della partita. Sono comunque soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, ma inevitabilmente il bicchiere lo vedo mezzo vuoto; dobbiamo lavorare ancora per crescere”.
Paolo Crucitti (allenatore Rhodense): “Sono molto soddisfatto. Non era una partita facile: il Brebbia è una squadra tosta, ma abbiamo dominato concedendo poco agli avversari e colpendo nei momenti giusti. I ragazzi hanno ripetuto quanto di buono avevano già fatto settimana scorsa contro il Gavirate e questa è la strada giusta. Di Noto? È il nostro punto di forza e per lui ho cambiato la mia idea iniziale di modulo passando da un 4-4-2 al 4-3-1-2 che è più congegnale alle sue caratteristiche; poi ovviamente questi sono solo numeri e quello che conta  è ciò che i ragazzi fanno in campo, ma finché si giocherà così non posso che essere soddisfatto”.

IL TABELLINO
BREBBIA – RHODENSE 0-3 (0-2)
Brebbia (4-4-2): Ramazzotti 6, Verde 5,5 (dal 38’ st. Saturno sv), Hamataj 5,5, Gaballo 6, De Taddeo 5 (dal 41’ st Bardotti sv), Deservi 5,5 (dal 17’ st Quadrelli 6), Cunati 6, Squizzato 6,5 , Abati 6, Scalamandre 5 (dal 31’ st Manfred 5,5), Marzetta 5 (dal 1’ st Roncari5,5). A disposizione: Gritti, Galbignani. Allenatore: Contaldo.
Rhodense (3-4-3): Mantovani 6, Borsani 6, Vitale  6 (dal 31’ st Hyso sv), De Souza 7, Nosotti 6, Adami 6,5, Sala 6, Castelnuovo 6, Beretta 5,5 (dal 17’ st Prada 6), Caruso 7, Di Noto 7,5 (dal 35’st Mainardi sv). A disposizione: Torri, Brignola, Colombo, Tiriolo. Allenatore: Crucitti.
Arbitro: Longoni di Seregno (Golzi-Longoni)
Marcatori: pt: 31’ Caruso (R), 35’ Di Noto (R); st: 27’ Di Noto (R)
Note: pioggia nel primo tempo, sole nel secondo; campo non in perfette condizioni. Spettatori: 120. Ammoniti: De Taddeo (B), Sala (R),  Adami (R), Verde (B). Angoli: 4-4. Recuperi: 0+4

                                                                                                                       Inviato Matteo Carraro

GAVIRATE – All’esordio casalingo, dopo il pareggio esterno di Rho, il Gavirate di Iori soffre, va in svantaggio, ma è bravo a ribaltare il risultato e a imporsi per due reti a uno su un buon Cob 91. Al vantaggio ospite di Turchi al 14’ della ripresa, rispondono Esteri e Oliviero, quest’ultimo con una rete di pregevole fattura. Nell’economia dell’incontro è decisivo Teseo.

gaviratePRIMO TEMPO – Gavirate a trazione anteriore quello schierato dallo squalificato Iori. Davanti a Teseo, una linea a quattro, tre centrocampisti e il tridente offensivo con Fiumicelli sulla sinistra, Moro punta centrale, Palese esterno a destra. Il COB, al suo esordio in campionato dopo aver rispettato il turno di riposo, scende in campo con un’unica punta, Turchi, sopportato da Rossini in da un centrocampo a cinque, dietro una linea a quattro. La partita fatica a decollare, i padroni di casa paiono avere qualcosa in più dal punto di vista tecnico, ma il ritmo è basso e la difesa ospite con i due fratelli Genovese non sbanda. A vivacizzare il match ci pensa un ispirato Fiumicelli che salta spesso il diretto marcatore creando superiorità numerica. Al 5’ è proprio Fiumicelli che, servito sul filo del fuorigioco, prova a superare Pavenelli con un interno destro, ma l’estremo difensore ospite in uscita alta respinge. Passano due minuti e ancora il numero dieci del Gavirate a rendersi protagonista con un’insistita azione personale conclusa con un violento collo interno che Pavenelli respinge con i pugni.  La partita vive una lunga fase di stanca fino al 30’ quando Moro, sugli sviluppi di un calcio da fermo dalla trequarti, da posizione defilata a pochi metri dalla porta, tira di collo destro, ma manca di precisione. La prima conclusione nello specchio della porta da parte degli ospiti arriva al 35’ con Turchi che, servito da Rossini, con una spettacolare mezza rovesciata all’altezza del dischetto di rigore, chiama Teseo all’intervento acrobatico. Prima del duplice fischio c’è tempo di vedere il destro violento di prima intenzione dai venti metri di Biglia che sorvola di poco la traversa.

cob 91SECONDO TEMPO – I padroni di casa si presentano in campo con De Maddalena al posto di D’Amico, tatticamente non cambia nulla. Per gli ospiti cambio dopo soli 3’ di gioco: dentro Carluccio per Motterlini. Al 14’  nuovo avvicendamento per gli ospiti: fuori Urbano dentro Favarato. La sostituzione è il preludio del vantaggio per i milanesi che passano con Turchi. Il centravanti ospite, scattato sul filo del fuorigioco, riceve palla filtrante da parte di Rossini e batte Teseo in uscita con un astuto tocco sotto. Al gol subito Iori risponde con la sostituzione di Palese con Esteri. Padroni di casa pericolosi al 21’: su traversone dalla destra, torre di Moro per Caon, il tiro a botta sicura dell’esperto centrocampista è deviato dalla tempestiva chiusura di Profeta. Doppia sostituzione per il Gavirate al 24’: fuori Jammeh e Fiumicelli, dentro Petruzzi e Oliviero. Al 28’ ospiti vicinissimi al raddoppio con Turchi che sfugge alla marcatura di Candeliere, ma il suo tocco dalla corta distanza è messo in angolo dalla strepitosa risposta di Teseo.  Un minuto dopo pareggio dei padroni di casa con il neoentrato Esteri che spalle alla porta risolve in mischia con una girata rasoterra che non lascia scampo a Pavanelli.  Il match si accende, è il 34’ quando Turchi scatta nuovamente sul filo del fuorigioco, bravo Teseo a respingere la violenta conclusione del centravanti ospite. Ancora milanesi pericolosi con una bella girata di Genovese S. in mezzo all’area, difesa di casa colpevolmente assente. Al terzo minuto di recupero la rete della vittoria per il Gavirate è siglata dal giovanissimo Oliviero che conclude una serpentina in mezzo all’area con un collo destro che batte per la seconda volta Piovanelli.

I MIGLIORI IN CAMPO
TESEO 7  GAVIRATE: Strepitoso sulla conclusione ravvicinata di Turchi. Legge bene l’azione con uscite tempestive.
ROSSINI 7  COB 91: Fulcro del gioco dei milanesi, imbecca Turchi nell’occasione del gol e non spreca mai un pallone.

I COMMENTI
Iori (allenatore Gavirate): “Loro sono una buona squadra, noi abbiamo giocato meglio nel primo tempo, poi siamo stati bravi a reagire allo svantaggio”.
Provasi (allenatore COB 91) : “Oggi è stato decisivo il portiere avversario. Il pareggio ci stava stretto, ma nonostante il risultato sono soddisfatto della prestazioneˮ.

IL TABELLINO
Gavirate-COB 91 2-1  (0-0)
Gavirate
: Teseo 7, Martignoni 6.5, D’Amico 6 (dal 1’ st  De Maddalena 6), Jammeh 5 (dal 23’ st Oliviero 6.5), Broggini 6.5, Candeliere 5 (dal 42’ st Robustellini sv), Baglio 6, Caon 6, Moro 6.5, Fiumicelli 6.5 (dal 28’ st Petruzzi 6), Palese 5 (dal 15’ st Esteri 6). A disposizione: Berton, Pivetta. All. Iori.
COB 91: Pavanelli 6.5, Desogus 6.5, Genovese D. 6.5, D’Auria 6 (dal 40’ st De Vita sv),  Genovese S. 6.5, Profeta 6, Motterlini 6 (dal 3’ st Carluccio 6), Pioggia 6.5, Turchi 7 (dal 38’ st Cappella 6), Rossini 7, Urbano 6 (dal 14’ st Favarato 6). A disposizione:Riboldi, Andreotti, D’Amico. All.:Provasi .
Arbitro: Alberto Biagio Ferraro di Seregno.
Marcatori:  st: 14’ Turchi (COB), 29’ Esteri (G), 47’ st Oliviero (G).
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Jammeh (G), D’Auria (COB), Pioggia (COB), Turchi (COB), Rossini (COB), Caon (G). Espulsi: nessuno . Angoli: 4-4. Recupero: 1+6

Inviato Marco Gasparotto


VERGIATE
– Al “Comunale” di via Uguaglianza è buona la prima per la Vergiatese del trainer Davide Di Cesare che dopo l’esordio con il botto della scorsa settimana a Morazzone, concede il bis davanti al pubblico amico contro il Bresso. Un successo sofferto ma cercato di grande carriera, e capitalizzato con la massima importanza da una delle compagini maggiormente accreditate a recitare un ruolo di spessore nell’intero campionato. Granata dunque non bellissimi ma concreti e capaci di conquistare sei punti in due partite.

vergiatese-bresso azionePRIMO TEMPO – La Vergiatese  inizialmente si schiera con un offensivo 4-3-3 denotando fin dalle prime battute un certo furore agonistico. Gli ospiti rispondono optando per un “romboidale” 4-4-2. La cronaca si apre al 18’ quando Gningue serve Paolillo che calcia tempestivamente in porta ma Massari risponde mettendo in angolo. Al 25’ replicano gli ospiti. Calcio d’angolo dalla destra di Elli, svetta di testa più in alto di tutti capitan Vottari però Marrazzo si supera evitando la capitolazione dei suoi. 60” dopo occasionissima Bresso: Elli scavalca il centrocampo cercando Ghioni che di testa colpisce la parte alta della traversa, gettando nello sconforto il folto pubblico ospite presente sugli spalti che già pregustava il vantaggio.

SECONDO TEMPO – L’inizio della ripresa vede due cambi da ambo le parti. I padroni di casa sono però costretti a sostituire Barbagallo per infortunio. Al 3’ arriva il gol che decide la contesa: Paolillo da fuori raccoglie una respinta corta della difesa e con un fendente teso e calibrato mette il pallone alle spalle di Massari per il vantaggio dei suoi. La risposta del Bresso arriva qualche istante dopo. Formato direttamente su calcio di punizione impegna Marrazzo. Al 17’ ancora i milanesi pericolosi, quando Zumpano semina il panico nell’area di rigore locale ma sul più bello si fa stoppare da un difensore granata. Al 40’ il Bresso ha l’occasione per pareggiare. Cross con il contagiri di Elli per la testa di Vottari che solo in area di rigore di testa fallisce la più facile delle palle gol. Al 45’ Brovelli poi si presenta davanti a Massari ma calcia troppo debolmente e l’occasione per il raddoppio vergiatese sfuma. In pieno recupero Pigazzini manda a lato da buona posizione una palla invitante del mobilissimo Elli.

I MIGLIORI
Paolillo (Vergiatese) – voto 7,5: Realizza il gol che decide il match e dai suoi piedi partono le cose migliori della Vergiatese. Giocatore di indiscusso valore.
Elli (Bresso) – voto 7: Tre assist che meritavano miglior fortuna sono il bilancio di una partita giocata sempre a testa alta senza alcun timore reverenziale. Temerario.

I COMMENTI
Franco Tosca (d.s. Vergiatese): “La cosa importante sono i tre punti. Abbiamo sofferto ma non potevo chiedere di più ai ragazzi dopo la battaglia infrasettimanale di Bareggio. Abbiamo poi alcuni giocatori che sono in ritardo di condizione. Sotto l’aspetto del gioco c’è senz’altro da migliorare ma il risultato comunque ci conforta”.
David Di Cesare (allenatore Vergiatese): “E’ un buon avvio di stagione e in campionato abbiamo fornito due prove di carattere. Bene così. Sottolineerei la prova della difesa che si è rivelata molto solida”.
Gabriele Raspelli (allenatore Bresso): “L’inizio di stagione per noi non poteva essere più sfortunato. Ci gira veramente tutto storto. Anche oggi i ragazzi hanno avuto delle occasioni ma purtroppo non siamo riusciti a concretizzarle. Peccato. Sapevamo del valore assoluto dell’avversario. Abbiamo una squadra molto giovane e questo in alcuni frangenti si fa davvero sentire”.

IL TABELLINO
Vergiatese-Bresso 1-0 (0-0)
Vergiatese: Marrazzo 7, Fronte 6,5, Adami 6, Martinoia 6,5, Barbagallo 6 (1’ st Cerri 6,5), Picco 6, Paolillo 7,5, Shala 6, Bianchi 7 (30’ st Loo 6), Gningue 6,5 (21’ st Ruffo 6), Becerri 6 (38’ st Brovelli 6). A disposizione: Fabbricatore, Adzaip, Lo Daino. All. Di Cesare.
Bresso: Massari 6, Fornari 6 (16’ st Re 6), Formato 6,5, Villa 6, Frigato 6 (1’ st Menghetti 6,5), Pecorini 5,5, Ghioni 6 (13’ st Lista 6), Tremolada 6,5 (33’ st Cesana ng), Vottari 5,5, Elli 7, Zumpano 6 (30’ st Pigazzini ng). A disposizione: Radicula, Sala. All. Raspelli.
Arbitro: Biondini di Abbiategrasso 6,5 (Ferrari – Semplici di Abbiategrasso).
Marcatore: st 3’ Paolillo (V)
NOTE - Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Fronte (V), Picco (V), Villa (B), Cerri (V), Brovelli (V). Angoli 5-1 per il Bresso. Spettatori circa un centinaio. Recupero: pt 2’, st 5’.

Inviato Andrea Paleari

LE ALTRE PARTITE

BELFORTESE-UBOLDESE 2-1
Belfortese: Catanese, Lovisetto, Santillo, Da Pos, Ossola, Cereti, Lazzarini (dal 26′ st John), Tarchi, Fontana (dal 36′ st Beretta), Tasco, Arena. A disposizione: Pucci, Marrocco, Vincenzi, Mariano, Furlan. Allenatore: Casaroli.
Uboldese: Menegon, Borgia (dal 25′ st Yessoufou), Fuschi, Maiorano, Trionfo, Galbiati (dal 15′ st Putignano, dal 41′ st Costanzo), Tartaglione, Corrado, Petruzzellis, Martucci, Maugeri. A disposizione: Polidoro, Moneta, Fabbriconi, Colombo. Allenatore: Maestroni.
Arbitro: Vacca di Saronno (Francavilla-Antonicelli)
Marcatori: pt 6′ Maiorano (U), 41′ Lazzarini (B); st 35′ Arena (B)

Prima vittoria per la Belfortese di mister Casaroli che supera niente meno che l’Uboldese. Sono gli ospiti a portarsi avanti con Maiorano già dopo 6′ del primo tempo; il difensore sfrutta appieno un corner e di testa mette la palla sul secondo palo su cui Catanese non arriva. L’1-1 arriva al 41′ con Lazzarini, bravo a ribattere in rete in tap-in una respinta del portiere dopo una punizione di Tasco. Il 2-1 del successo dei padroni di casa è siglato da Arena al 35′ del secondo tempo: l’attaccante è lesto a insaccare su un batti e ribatti in area a seguito di un calcio d’angolo.

LA FOTOGALLERY

 

OLIMPIA-CASTANESE 0-1 (0-1)
Olimpia: Rinadi E., Calizzi, Brivio, Okaingni (dal 17′ st Montarese), Pasci, Visconti, Sassi, Confeggi, Niesi (dal 1′ st Berardi), Ba, Marconi (dal 1′ st Stan). A disposizione: Boschini, Rinaldi A., Dell’Orto, Lanaro. Allenatore: Rinaldi.
Castanese: Giglio, Nejmi, Gazzea, Omodei, Bianchi, Belloli, Venturelli, Dall’Omo (dal 31′ st Lepori), Brigata (dal 39′ st Battiston), Pettinicchio, Panozzo. A disposizione: Ndjaye, De Berardi, Sormani, Zaro, De Paoli. Allenatore: Pasetti.
Arbitro: Corbetta di Como (Brambilla-Daghetta)
Marcatori: pt: 22′ Venturelli (C)
NOTE - Ammoniti: Berardi (O), Belloli (C), Benturelli (C), Brigata (C). Espulso: 37′ pt Calizzi (O) per fallo da ultimo uomo

Dopo la vittoria di settimana scorsa, l’Olimpia inciampa in casa contro la Castanese che espugna il campo di Lavena Ponte Tresa per 1-0 grazie al gran gol dai 25 metri di Venturelli a metà del primo tempo. La partita è stata condizionata dall’espulsione sul finale dei primi 45′ di Calizzi tra i padroni di casa per fallo da ultimo uomo. Nonostante ciò, l’Olimpia ha cercato di recuperare lo svantaggio e nella ripresa ha tentato in tutti i modi di arrivare almeno al pareggio. A dire di no ci ha pensato il palo (su conclusione di Ba) e un paio di salvataggi sulla linea degli ospiti. I tre punti vanno alla Castanese che dopo due giornate è a punteggio pieno.

 

UNIVERSAL SOLARO-GUANZATESE 0-1 (0-0)
Universal Solaro: Drago, La Groia, Franco (dal 36′ st Leoncini), De Giovanni (dal 24′ st Sulka), De Boni, Sponga, Emiliano, Clerici, Del Vecchio (dal 38′ st Donato), Fichera (dal 18′ st Scavone), Morales. A disposizione: De Lorenzi, Quaglia, Valenti. Allenatore: Leo.
Guanzatese: Di Marco, Bonella, Sarra, Sagnella, Pisano, Spotti, Colombo, Binda, Girola (dall’11′ st Schifano), Zanoni (dal 23′ st Lamanna), Brunetti (dal 29′ st Paghini). A disposizione: Maugeri, Marinoni, Amade, Vittani. Allenatore: Porro.
Arbitro: Pullara di Varese (Bertola-Fusco)
Marcatori: st: 49′ Binda (G)
NOTE – Ammoniti: De Boni (US), Fichera (US), Sula (US), La Groia (US), Pisano (G)

Universal Solaro beffata al 49′ del secondo tempo. Proprio sul triplice fischio, la Guanzatese segna il gol della vittoria con Binda sfruttando al massimo un passaggio difensivo sbagliato da parte dei padroni di casa. Il Solaro, però, non ha affatto demeritato e ha sfiorato più volte il gol con Fichera ed Emiliano; quest’ultimo ha colto anche un palo e su di lui poteva starci anche un rigore.

 

BESNATESE-MORAZZONE 1-2 (0-1)
Besnatese: Novello, Corcione (dal 44′ st Innocenti), Cimino, Pellegrini (dal 37′ st Dal Cortivo), Comani, Randon F. (dal 20′ st Dani), Passafiume, Randon A., Bonfante, Martignoni, Angelucci (dal 40′ st Rappa). A disposizione: Savastano, Salvadori, Battistello. Allenatore: Epifani.
Morazzone: Palamini, Russo, Colavito, Pantelis, Martini, Milani (dal 44′ st Loielo), Vezzoli (dal 5′ st Berton), Pascale (dal 32′ st Costa), Ghizzi (dal 42′ st Rossi), Molla (dal 5′ st Lo Presti), Facchin. A disposizione: Beltrame, Sorrentino, Rossi. Allenatore: Dallo.
Arbitro: Pozzi di Varese (Montanelli-Galloti)
Marcatori: pt: 33′ Ghizzi (M); st: 5′ Passafiume (B), 21′ Colavito (M)

Dopo il ko interno di settimana scorsa, il Morazzone si riscatta e passa per 2-1 a Besnate. Sono gli ospiti a portarsi avanti al 33′ del primo tempo con Ghizzi che beffa il portiere di casa con un pallonetto da fuori area. I padroni di casa si procurano un calcio di rigore (fallo di mano), ma Angelucci non segna. L’1-1, però, arriva al 5′ del secondo tempo con Passafiume che ruba palla ai centrali rossoblù e incrocia sul secondo palo. Al 21′ ecco la rete della vittoria per il Morazzone firmata Colavito di testa. La Besnatese avrebbe una chance in pieno recupero per pareggiare, ma Angelucci da pochi metri mette alto di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

 

LENTATESE-BASE 96 SEVESO 1-0
Lentatese: La Rosa, Meroni W. (dal 32′ st Gaiotto), Perani, Lessio, Meroni T., Greco, Passante (dal 50′ st Savasta), Bajoi, Mastrapasqua (dal 24′ st Marazzi), Longoni (dal 22′ Personé), Malacarne (dal 38′ st Mantica). A disposizione: Englaro, Gulmini. Allenatore: Brucoli.
Base 96 Seveso: Redaelli, De Petri (dall’11 st Carraro), Laresse, Cicola, Piva (dal 40′ st Corbetta), Rondina, Drago, Molteni N., Ponti, Molteni T. (dal 28′ st Tagliabue), Molteni A. A disposizione: Giraldi, Ba, Guerriero, Ceppi. Allenatore: Borghi.
Arbitro: Luchi di Milano (Vignolo-Villa)
Marcatori: pt: 15′ Longoni (L)
NOTE - Meroni W (L), Longoni (L), Personé (L), Molteni (B), Carraro (B), Radaelli (B)

Basta un gol al 15′ del primo tempo di Longoni alla Lentatese per avere la meglio sulla Base 96 Seveso. I padroni di casa, dunque, volano a 6 punti dopo due giornate e si confermano a punteggio pieno così come Castanese e Vergiatese.

 

RISULTATI E CLASSIFICA

In redazione Laura Paganini