Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pro Patria

La Pro Patria torna alla vittoria. Alto Adige battuto 1-0

Una è la migliore del 2015 (14 punti su 18, 27 nelle ultime 12 gare), l’altra la peggiore (2 in 6 gare, 4 nelle ultime 12). Ovviamente il best è l’Alto Adige mentre gli ultimi della pista la Pro Patria. Pronostico chiuso? Eh no, perché con una prestazione di spessore i biancoblu si aggrappano ai grandi numeri tornando al successo dopo oltre tre mesi. A decidere Pisani con una testata delle sue. In campo consolidato 4-2-3-1 con Arati al posto di Bovi: il resto sono i reduci di Novara. Dall’altra parte occhio ai soliti noti Fischnaller (a segno nel 2-0 dell’andata) e Branca (cresciuto a due passi dallo “Speroni”). Il Pordenone gioca domani con la Torres. Specchietto retrovisore comunque consigliato.

93′ finisce con il meritatissimo successo della Pro (il terzo stagionale) che torna a vincere dopo 98 giorni: 1-0!

90′ saranno 3 i minuti di recupero.

87′ ultimi minuti di sofferenza per la Pro con l’Alto Adige che spinge senza creare pericoli.

78′ primo cambio per Montanari. Entra Lamorte per Candido: si passa alla difesa a 5.

67′ Candido si inventa un numero prima di essere bloccato da Melgrati. Altra occasione per il 2-0.

58′ botta secca di Novothny bloccata da Melillo.

49′ Pro vicina al gol con Baclet, colpo di testa a lato. In curva compare lo striscione: “14/02: io giuro eterno amore”.

Secondo tempo che si apre con il primo cambio: dentro Shekiladze per Marras nell’Alto Adige. Comunicati gli spettatori, 300 paganti e 474 abbonati.

46′ si chiude dopo 1′ di recupero non segnalato. Buona prova per la Pro.

42′ Pro vicina al raddoppio: Candido pesca Serafini in area, la sua vole’ è a lato. I biancoblu legittimano il vantaggio.

35′ vantaggio della Pro Patria. Candido dalla bandierina, mischia in area risolta da una capocciata nell’angolino di Pisani: 1-0!

27′ conclusione dalla distanza di Palumbo ampiamente a lato.

20′ Serafini si gira nell’area avversaria colpendo a botta sicura: Melgrati si supera di piede. Cresce di tono la spinta biancoblu.

13′ prime emozioni della gara con due corner battuti senza esito dalla Pro. Praticamente impossibile gestire il pallone in alxune zone del campo.

Campo pessimo con vaste zone zuppe d’acqua. Il “presidente” Filippi ha fatto perdere le sue tracce. Dopo Novara salta anche l’appuntamento odierno. Record negativo di presenze allo “Speroni”.

Pro Patria (4-2-3-1): Melillo; Guglielmotti, Botturi, Pisani, Taino; Palumbo, Arati (dall’85′ Giorno); D’Errico, Serafini, Candido (dal 78′ Lamorte); Baclet (dall’87′ Brunori). A disposizione: Perilli, Panizzi, Romeo, Terrani. Allenatore: Marcello Montanari
Alto Adige (4-3-3): Melgrati; Tait, Mladen, Tagliani, Martin; Fink, Bertoni, Branca (dal 58′ Mazzitelli); Marras (dal 46′ Shekiladze), Novothny, Fischnaller (dal 71′ Campo). A disposizione: Miori, Zullo, Allegra, Cia. Allenatore: Adolfo Sormani
Arbitro: Andrea Morreale di Roma 1 (Marcolin / Badoer)
Marcatori: Pisani (PP) al 35′
Ammoniti: Branca (AA), Martin (AA), Tagliani (AA), Fischnaller (AA), Tait (AA)     Angoli:  5-2       Recupero: 1′ / 3′

Giovanni Castiglioni 

LA SALA STAMPA 

LE PAGELLE