Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro

I tre moschettieri donano il sorriso alla Robur: battuta Desio 79-72

La notte di Hallowen cade a fagiolo per descrivere la partita della Coelsanus contro l’Aurora Desio. Una vittoria gialloblu sarebbe più di un dolcetto dopo le due negative trasferte di Pavia e Crema, ma Desio, anch’essa reduce da due ko, arriva al Campus travestita da strega pronta per lo scherzetto. Si affrontano due dei meno produttivi attacchi del campionato e l’inizio di gara ne da conferma: nei primi 4′ di gioco Varese va a segno solo dalla lunetta con Matteucci, mentre gli ospiti appoggiano tutto il peso offensivo sulle larghe spalle di Politi, bravo a far valere la sua stazza anche in difesa. A parte il pivot classe ’80 i brianzoli non offrono altre alternative; nonostante ciò controllano sempre il match (11-5 al 7′) il che denota le grosse difficoltà difensive roburine ed un attacco che non trova la via del canestro, a parte due lampi di Innocenti e Bolzonella che, perlomeno, riducono lo svantaggio sul finire del primo quarto, 17-21. La sensazione è che alla Coelsanus basterebbe concentrarsi a dovere e pigiare sull’acceleratore per prendere in mano le redini della partita e a capirlo subito è Matteucci: 6 punti e un favoloso assist per Santambrogio confezionano un 10-0 in 3′ minuti che segnano il primo vantaggio gialloblu: 27-21. Sembra la svolta decisiva, ma Corno con tre dardi in rapida successione tarpa subito le ali dei padroni di casa (36-33 al 18′). La momentanea assenza per falli del totem Politi però si fa sentire sul finire del quarto, quando Santambrogio e Innocenti fissano il punteggio del primo tempo sul 45-35. Per gli amanti dello spettacolo, l’inizio del terzo quarto della Robur è degno della serata: un horror. Il merito è di Desio che allungando la difesa a tutto campo toglie il respiro ai padroni di casa, mentre Politi miete vittime in continuazione aggravando di falli i lunghi gialloblu che a turno provano ad arginarlo (50-46 al 25′). Santambrogio dà qualche attimo di respiro ai suoi con 5 punti filati che permettono alla Coelsanus di tenere il naso davanti al 30′, 61-57. Vantaggio che si assottiglia ulteriormente dopo tre minuti dell’ultimo quarto quando Gallazzi sopperisce al riposo preventivo di Politi portando Desio sotto di uno (63-62), ma la mano dall’arco dei frombolieri di coach Villa comincia pian piano a raffreddarsi, mentre i tre senior varesini fanno sfoggio della loro esperienza trovando canestri pesantissimi per il nuovo allungo sul 75-65 al 37′ con un siluro da 7 metri di Matteucci, ultimo acuto prima del quinto fallo personale. L’uscita del capitano è una mazzata terrificante per gli uomini di Passera che subiscono un 7-0 in un amen che ammutolisce il pubblico di casa. Il coach di Casciago ferma l’emorragia con un time-out che porta ad un canestro di Bolzonella e ad un recupero di Santambrogio che finalmente tolgono ogni speranza all’Aurora. Vittoria complicata, sudata, ma tutto sommato meritata per la Robur che smuove la classifica e le permette di guardare al derby con San Giorgio con più tranquillità. La squadra però non può dipendere solo dal talento e l’esperienza dei tre senior, specie contro avversarie ben più quotate di Desio; l’aiuto degli altri uomini in organico è fondamentale se si vuole gareggiare viso a viso contro chiunque e soprattutto per evitare patemi come quelli vissuti stasera fino all’ultimo respiro.

Coelsanus Varese- Rimadesio 79-72 (17-21, 45-35, 61-57)

Coelsanus: Bolzonella 19 (7/10, 1/4), Moalli (0/1), Castelletta 2 (1/4), Cattalani ne, Santambrogio 20 (5/6, 2/6), Matteucci 26 (3/5, 4/8), Maruca 2 (1/2, 0/1), Innocenti 8 (2/6, 1/1), Rovera (0/4), Lenotti 2 (1/2). All. Passera.
Desio: Quartieri 6 (1/2, 0/2), Gallazzi 12 (3/7, 2/5), Politi 23 (7/14), Negri 6 (0/2, 2/4), Esposito 10 (2/4, 1/3), Pellizzoni ne, Novati 2 (1/3, 0/6), Gatto 1 (0/1 da 3), Corno 12 (0/3, 4/7), Colombo (0/3). All. Villa.

 

LE PAGELLE
LA FOTOGALLERY

Matteo Gallo