Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pro Patria

Frenata Filippi, no alla cessione delle quote. Torna tutto nelle mani di Vavassori

La soap opera biancoblu aggiunge l’ennesimo capitolo. Con un dispaccio apparso sul sito ufficiale nel pomeriggio, la Pro Patria ha ufficialmente comunicato quanto su queste colonne avevamo anticipato da più di un mese: Carlo Filippi non è mai stato (nè mai lo sarebbe diventato) il presidente del club tigrotto.

“Per sopravvenuti impegni professionali e personali del dott. Carlo Filippi, le parti consensualmente hanno convenuto di non portare a termine la cessione delle quote di Aurora Pro Patria 1919 S.r.l. Si ringrazia il dott. Carlo Filippi per il prezioso contributo dato alla società in questo periodo”.

Al di là della curiosità di sapere quale sia stato il prezioso contributo offerto dal professionista modenese, resta l’avvilente realtà di una squadra relegata all’ultimo posto (dopo la sconfitta di Alessandria e la contemporanea vittoria del Pordenone con il Renate) e in perenne attesa di sistemazione societaria. Insomma, tutto torna nelle mani di Pietro Vavassori. Dov’è la notizia?

Giovanni Castiglioni