Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio

Prima Categoria girone A 12^ ritorno – RISULTATI, TABELLINI E CLASSIFICA: Allunga la Castellanzese, crolla la Besnatese

CASTELLANZA - Con il fischio del direttore di gara Bonzanini, prende avvio lo scontro tra Castellanzese e Borsanese, valevole per la 12° giornata. La capolista (nella foto a destra) dopo la pesantissima vittoria in casa della Besnatese, vuole assolutamente i tre punti per rimanere in vetta senza patemi, ma dal canto loro gli uomini di Bellotta, memori anche del pareggio dell’andata, non hanno certamente intenzione di darsi per vinti. Dopo appena due minuti è lodevole l’iniziativa di Petruzzi sulla destra, che si porta la palla sul sinistro e crossa per l’accorrente Izzo, ma il numero undici neroverde calcia in corsa e non trova lo specchio della porta. I biancoblù rispondono con Bottini che vola sulla fascia destra ma quando arriva a tu per tu con Piuri si allunga troppo il pallone e riesce solo a trovare l’angolo. I padroni di casa continuano a spingere ma peccano un po’ negli ultimi sedici metri e così la conclusione di Petruzzi al 20’, e quella di Pires due minuti più tardi, sono facile preda di Mennuti. Al 25’ è la volta di Nardone cercare gloria, il suo pregevole sinistro a scendere sfiora soltanto l’incrocio dei pali. Gli uomini di Roncuzzi ci provano ancora al 29’ con Semilia: perfettamente servito in area, cerca un tiro cross rasoterra che nessuno devia in porta lasciando così l’amaro in bocca per un gol che sembrava davvero fatto.
Gli ospiti (nella foto a sinistra), fino a questo momento bravi a chiudersi e ripartire, si affidano più che altro al contropiede e tentano di rendersi pericolosi con i calci da fermo. Al 31’ però costruiscono perfettamente grazie ad un ottimo scambio Morelli-Banfi, con quest’ultimo che riceve in profondità e che di sinistro fa letteralmente la barba al palo più lontano. Prima di chiudere la prima frazione di gara, ancora doppia chance per i neroverdi con la testa di Guariso che non indirizza verso la porta e serve involontariamente Petruzzi che a sua volta di testa da due passi, e a portiere battuto, manda incredibilmente alto.  Duplice fischio e squadre negli spogliatoi a reti inviolate.
Si ricomincia con Roncuzzi che manda sul terreno di gioco forze fresche, ovvero Meriggi e Ruggeri, e i suoi cambi gli danno subito ragione: dopo tre minuti un tiro ribattuto proprio del numero diciassette viene raccolto prontamente da Ricci che di esterno sinistro dal limite, non lascia scampo all’estremo difensore ospite e porta in vantaggio i suoi. Borsano soffre, ma stringe i denti, mentre la capolista guadagna metri. Al 17’ ci prova Nardone dalla distanza, ma il suo tiro rimbalza pericolosamente davanti a Mennuti, senza poi trovare lo specchio di un soffio. Ma gli ospiti continuano a crederci e a lottare su ogni pallone, e al 22’ è sul destro del neoentrato Rizzo la possibilità del pareggio che da posizione favorevole calcia alto. Nell’azione seguente potrebbe arrivare il raddoppio ma Izzo su assist di Ruggeri si lascia ipnotizzare da Mennuti, bravo a distendersi e dire di no. Ancora Guariso protagonista al 25’ con un colpo di tacco per Meriggi ma anche il sinistro dell’esterno finisce a lato. La volontà e il carattere ospite vengono però premiate al 29’ quando Tallarida ruba palla a Meriggi e serve deliziosamente Zappia, che di testa manda sul secondo palo proprio dove Piuri non può arrivare e pareggi i conti. I minuti scorrono, la stanchezza si fa sentire, Borsano prova a gestire mentre Castellanza fatica a riprendere in mano le redini del gioco. E proprio quando il match sembra volgere al pareggio ecco che al 40’ arriva la frittata biancoblù: cross di Meriggi su cui si avventa in anticipo Tomanin che però sventuratamente colpisce in malo modo e manda alle spalle del suo stesso portiere, regalando dunque la rete agli avversari. C’è tempo ancora per una conclusione di Ruggeri che a tu per tu con il numero uno non riesce nemmeno stavolta a chiudere i conti, ma ci pensa il direttore di gara con il suo triplice fischio a far calare il sipario. La capolista si conferma tale, seppur con una buona dose di fortuna, punizione severa per Borsano capace di disputare un ottimo march contro un avversario sicuramente superiore.

IL TABELLINO
Castellanzese-Borsanese 2-1 (0-0)

Castellanzese: Piuro, Saleri, Ricci, Re (1’ st Meriggi), Piccaredda, Petruzzi (28’ st Simone), Semilia (1’ st Ruggeri), Nardone, Guariso, Pires, Izzo. A disposizione: Dattilo, Iannelli, Pisoni. Possono. Allenatore: Roncuzzi.
Borsanese: Mennuti, Merlotti, Tomanin, Fusetti (40? Sangaletti), Artemi, Banfi, Codespoti (15’ st Rizzo), Morelli, Bottini (27’ st Zappia), Giavini. Tallarida. A disposizione: Fodde, Peloia, Floriano, Pozzi, Gianferrari. Allenatore: Bellotta.
Arbitro: Matteo Bonzanini di Cremona.
Marcatori: st 3′ Ricci (C), Zappia (B), 40′ Tomanin (B) aut.
Note
– Giornata soleggiata, terreno in buona condizioni – Ammoniti: Artemi (B) Saleri (C).

Inviata Mariella Lamonica

CANTELLO – Sfida tra fra le ultime due formazioni che lottano per la salvezza, da una parte la squadra di casa terz’ultima in classifica sfida la penultima che nonostante la classifica è riuscita a strappare la vittoria e sperare ancora nella salvezza. Primo tempo il Cantello più intraprendente degli ospiti che si fanno vedere solamente in una occasione dalle parti di Bandiera. Partita molto maschia giocata per di più a centrocampo. Parte forte la squadra di casa: al 3’ punizione dal limite dell’area, lato sinistro, Cremona s’incarica della battuta e con un sinistro a giro sfiora il goal, solamente un miracolo di Sarati nega il vantaggio. Al 6’ calcio di rigore del Cantello: Novello si invola, a grande velocità, verso la porta avversaria ma viene fermato da Sarati il quale lo attera in area. Dal dischetto va il capitano del Cantello, Bini, che sbaglia calciando fuori alla destra del portiere. Al 9’ la prima occasione per gli ospiti che sfiorano il vantaggio con un tiro dalla distanza, che di poco sfiora il palo. Al 10’ ancora il Cantello con Bini che scatta sul filo del fuorigioco, ma il tiro finisce ampiamente a lato. Ancora un’occasione per la squadra di casa al 33’ su calcio d’angolo, con un colpo di testa da parte di Peverelli. Al 30’ un’altra opportunità per il Cantello con Novello che però spara alto. Incredibile occasione per il Vizzola Ticino al 42’ : rilancio sbagliato della difesa del Cantello che favorisce Pavan il quale serve in profondità Falvella che entra in area e con un sinistro, da solo davanti il portiere, sbaglia calciando fuori.
Inizia il secondo tempo e alla prima vera occasione il vantaggio della squadra di casa: Al 7’ dagli sviluppi di un calcio d’angolo la palla arriva a Novello, che al volo batte Sarati e porta in vantaggio il Cantello. Subito la reazione del Vizzola Ticino al 15 con una punizione di Di Chiara, bravissimo Bandiera in tuffo a respingere la conclusione. SPLENDIDO GOAL DEL VIZZOLA AL 24’: punizione magistrale da 30 metri di Di Chiara che si insacca al sette. Passano solo 4 minuti e arriva il raddoppio del Vizzola Ticino al 28’: ancora su calcio di punizione si rende pericoloso Di Chiara, questa volta però è reattivo Bandiera che però respinge male sui piedi di Falvetta che facilmente tocca in rete. Vizzola Ticino inarrestabile in questi secondi 45 minuti, al33’ ancora con un tiro dalla distanza di Falvella che si stampa sulla traversa. Al 36’ ancora Falvella impensierisce il Cantello, con un tiro dal limite dell’area che però si spegne alto. Nell’ultimo minuto di recupero episodio che poteva portare il Cantello in parità: presunto fallo di rigore per la squadra di casa ma l’arbitro concede solo una punizione dal limite che successivamente non viene capitalizzata e condanna il Cantello ad una sconfitta. Deluso mister Senziani a fine partita: “ Speravamo in un risultato diverso. Per come abbiamo giocato il primo tempo il vantaggio era tutto meritato, nonostante il calcio di rigore sbagliato che poteva portarci già sul 1a0 prima. Nel secondo tempo il Vizzola è entrato in campo con più cattiveria e anche con un pò di fortuna ha trovato due goal che hanno ribaltato il risultato”. Felice invece mister Vanoni “ Ottimo secondo tempo, con due goal fantastici abbiamo ribaltato una partita fondamentale per il nostro cammino verso la salvezza. Nel primo tempo siamo andati sotto e non siamo riusciti a pareggiare, nel secondo invece è scesa in campo un’altra squadra ed è riuscita a ribaltare il risultato”.

IL TABELLINO
Cantello – Vizzola Ticino 1-2 (1-0)
Cantello: Bandiera, Piella, Limido, Caroleo, Peverelli, Dell’Orto, Scarantino (dal 17’st Sorrentino), Cremona, Bini, Vizza, Novello (dal 41’st Pasolini). A disposizione: Cocuzza, Gilardengo, Soragni. Allenatore: Senziani Tiziano.
Vizzola Ticino: Serati, Plebani (dal 19’st Marchiovo), Marenco, mai, Di Chiara, Ferrario, Di Stefano, Cappellato, Lambertini, Pavan (dal 15’st Marchesi), Falvella (dal 45’st Carnovali). A disposizione: Milani, Hodar, Armiraglio, Di Graziano. Allenatore: Vanoni Giovanni.
Arbitro: Sharkawy della sez. di Milano.
Marcatori:
 al 7’ st. Novello (C), al 24’ st. Di Chiara (V), al 28’ st. Falvella (V).
NOTE: AMMONITI: al 7’ pt. Sarati (V), al 28’ pt. Di Stefano (V), al 39’ st Cappellato (V), al 42’ st. Marchesi (V).

Inviato Giacomo Napoli

A breve tutti gli altri tabellini

Gorla Maggiore – Busto 81 1-0 (0-0)
Gorla Maggiore: Castiglioni, Favaretto, Pertile, Mazzon (dal 27’ s.t. Porta), Vallini (dal 44’ s.t. Terzi), Ranieri S., Premoli, Lorenti, Ranieri A. (dal 39’ s.t. Salmaso), Gyoca, Ippolito. A disposizione: Fasciano, Mattiuzzo. Allenatore: Colombo.
Busto 81: Isufi, Belloli, Caristina (dal 40’ s.t. Garavaglia), Placchi, Bianchini, Oldani, Izzo, Saramin, Oldrini, Fumarolo, Monticelli (dal 6’ p.t. Raso e dal 12’ s.t. Raso). A disposizione: Paroni, Scerra, Rizzo. Allenatore: Crucitti.
Marcatore: al 2’ s.t. Mazzon (G)
Partono subito forte il Busto 81 con Izzo che impegna Castiglioni con un bel diagonale. Dopo il primo quarto d’ora cala il forcing degli ospiti, le difese cominciano ad avere il sopravvento e le occasioni latitano. Nella ripresa arriva subito il vantaggio dei padroni di casa con Mazzon che gira in rete di testa un cross di Pertile. Il Busto accusa il colpo e solo con Saramin su punizione riesce a impensierire Castiglioni. Di qui sino al termine non succede più nulla.

Olgiate Olona – Besnatese 4-1 (1-1)
Olgiate Olona: Ferrario, Paolillo, Arrighetti, Pavesi, Aimone, Pacchioni, Sergio (dal 35’ s.t. Bono), Corrupato (dal 1’ s.t. Battilana), Baldisser (dal 43’ s.t. Pilloni), Di Nola, Busatto. A disposizione: Biundo, Vignola, Camazza, Malatesta. Allenatore: Palazzi.
Besnatese: Bertagnoli (dal 30’ s.t. Nogarotto), Monaco, Bordoni, Vitaliano, Stevanin (dal 15’ s.t. , Furlotti), Budelli, Bianchi, Randon, Esposito, Caimano (dal 25’ s.t. Mastromarino), Didoné. A disposizione:, Guglielmo, , Cinotti, Tapparo, Maddalena. Allenatore: Piana.
Marcatori: 22’ p.t. Sergio (O); su rig. 30’ Budelli (B); 10’ s.t. (rig) Baldisser (O); 17’ s.t. Arrighetti (O); 30’ s.t. Busatto (O).
Partita dal doppio volto. Il primo tempo prevalentemente di marca ospite, con la formazione di Piana che prima recupera l’iniziale svantaggio e poi spreca più di una occasione per il vantaggio. A passare in vantaggio, invece, nella ripresa è l’Olgiate Olona con Baldisser che trasforma al 10’ del s.t. un penalty. Da questo momento in poi sono solo gli ospiti a menare le danze e a legittimare il successo con le reti di Arrighetti e Busatto, per il definitivo 4-1. Da segnalare l’esordio del giovane Bono, classe 1994.

Solbiatese-Rasa Calcio 0-1 (0-1)
Solbiatese:
Pattaro, Cuviello, Salonna, Castoldi (dal 28’ s.t. Tomasoni), Rimoldi, Galmarini, Maniscalco, Toma, Sinopoli (dal 21’ s.t. Castiglioni), Napolitano. A disposizione: Crippa,  Cavinato, Lunardi. Allenatore: Rimoldi
Rasa:
Grisotto, Tenconi (dal 21’ s.t. Agosti), Nuorese, Ndzie, Mostarda, Mazzotta, Iconis (dal 30’ s.t. Caon), Scaglia (dal 30’ s.t. Marchesi), Milano, Maschiocchi, Basaglia. A disposizione: Casilli, Marocco, Magliano, Rossi A. Allenatore: Barassi.
Marcatori:
15’ p.t Milano (R)La posta in palio è la salvezza e le due formazioni sono bloccate dalla tensione. I padroni di casa sono lontani parenti della bella formazione degli ultimi quattro turni e capitolano su l’unico tiro in porta della formazione ospite, quello scagliato al 15’ da Milano in posizione di dubbio fuorigioco.  C’è tutta la partita davanti e tanto tempo per recuperare, ma nella prima frazione la reazione dei padroni di casa stenta ad arrivare e il tabellino delle occasioni rimane lindo. Nel secondo tempo la Solbiatese entra con piglio più deciso. Napolitano prima semina da solo lo scompiglio ma, il suo cross non trova nessuno dei suoi pronto a insaccare. È ancora l’avanti di casa a farsi pericoloso, ma a conclusione di una bella azione personale è Grisotto a dire no. Nel finale la palla del pareggio capita sui piedi di Tomansoni, ma la sua bella girata si spegne sui guantoni di Grisotto, insieme alle speranze di salvezza dei padroni di casa.

Valceresio A. Audax – Amici dello Sport 0-1 (0-1)
Valceresio:
Di Rita, Patella, Sinatra, Casco (dal 36’ s.t. Zikaj), Franzetti, Amoroso (dal 28’s.t. Ciullo), Bruno, Pedoia, Memaj, Puce, Broggini (dal 18’ s.t. Markaj). A disposizione: Rusconi, Zanetti, Simeoni. Allenatore: Casaroli
Amici dello Sport:
Fermi, Borsani D., Vettori, Borsani A., Iorfida, Azimonti, Martin (dal 13’ s.t. Castiglioni), Battigion, Bacirca, Del Vecchio (dal 19’ s.t. Raimondi), Pirri (dal 28’ s.t. Canizzaro). A disposizione: Masotto, Crespi, Colace, Grampa. Allenatore: Grassi.
Marcatore:
al 30’ p.t. Martin (A)
Una partita influente ai fini della classifica che finisce 8 ammonti sul tabellino del Sig. Barca. Inizia bene la Valceresio con Broggini manda alto da buona posizione. Il gol ospite arriva al 30’ con Del Vecchio che, in dubbia posizione di fuorigioco, serve in mezzo all’area Martin che mette in rete. Nella ripresa la Valceresio va all’arrembaggio. Gli episodi più significativi sono nel finale. Prima al 40’ quando gli ospiti reclamano con forza il calcio di rigore per fallo su Markay, poi allo scadere quando Franzetti di testa spedice incredibilmente alto da pochi passi.

Leggiuno – Arseghese 1-0 (0-0)
Leggiuno:
Borghese, Gemmo, Sculati, Foglia, Fedele, Malatrasio, Di Mauro, Cizzico (dal 42’ s.t. De Brasi),  Reggiori, Mazzuchelli (dal 30’ s.t. Agnero), Rossano (dal 15’ s.t. Falzetti). A disposizione: Sarzola, Romano, Fall, Colombo. Allenatore: Bittoni.
Arsaghese:
Galizia, Castoldi, Clerici (dal 20’ s.t. Marques), Mantovan (dal 25’ s.t. Putignano), Bidoglio, Nebuloni, D’Anna, Monza, Montagnoli, Ferrario, Ianni (dal 1’ s.t. Scala). A disposizione: Mazzucchelli, Sisca, Brum, Farinone. Allenatore: Baratelli.
Marcatore:
10’ s.t Foglia.
Primo tempo equilibrato e vivace, con gli ospiti che colpisco la traversa con Ferrario e un clamoroso errore di D’Anna sottomisura e i padroni di casa più volte pericolosi. Nella ripresa è un monologo del Leggiuno che passa in vantaggio con Foglia che su azione di calcio d’angolo salta più in alto di tutti e insacca. Da qui al triplice fischio finale l’Arsaghese, priva della giusta tensione agonistica, non riesce mai a impensierire l’esperto Borghese e la partita si conclude con il meritato successo degli uomini di Bittoni.

I risultati 12^ di ritorno 

Cantello Calcio – Vizzola Ticino 1-2
Castellanzese 1921 – Borsanese 2-1
Gorla Maggiore – Busto 81 1-0
Ispra Angera Calcio – Brebbia 2-2
Leggiuno – Arsaghese 1-0
Olgiate Olona – Besnatese 4-1
Solbiatese – Rasa Calcio 0-1
Valceresio A. Audax – Amici dello Sport 0-1

LA CLASSIFICA
Castellanzese 64 punti (27 partite giocate)
Besnatese 58 (27)
Busto 81 53 (27)
Gorla Maggiore 49 (27)
Olgiate Olona 46 (27)
Amici dello Sport 41 (27)
Valceresio 39 (27)
Arsaghese 33 (27)
Leggiuno 32 (27)
Borsanese 30 (27)
Rasa Calcio 29 (27)
Ispra Angera 27 (27)
Brebbia 27 (27)
Cantello 26 (27)
Vizzola Ticino 23 (27)
Solbiatese 19 (27)

Prossimo Turno 13^ di ritorno (27 aprile – ore 15.30)
Amici dello Sport – Solbiatese
Arsaghese – Castellanzese 1921
Besnatese – Valceresio A. Audax
Borsanese – Olgiate Olona
Brebbia – Leggiuno
Busto 81 – Ispra Angera Calcio
Cantello Calcio – Gorla Maggiore
Vizzola Ticino – Rasa Calcio