Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallavolo, UYBA Volley

Vittoria con brivido per la UYBA contro Casalmaggiore. A Viadana finisce 3-2 per le biancorosse

Al Pala Pomì di Viadana (MN) la Unendo Yamamay supera per 3-2 (25-23, 25-18, 14-25, 22-25, 17-15) la Pomì Casalmaggiore nel quarto confronto stagionale tra le due squadre, dopo la gara di andata (vinta da Pomì per 3-1) e le doppia sfida degli ottavi di Coppa Italia che aveva premiato le ragazze di coach Beltrami. Ancora una volta in pochi giorni (mercoledì contro l’Imoco Conegliano), il tie-break (o il golden set come successo contro le venete) sorride alle biancorosse, ma quanta sofferenza questa sera. La partita, infatti, sembrava ben indirizzata dopo i primi due set, vinti facilmente da Marcon e compagne che erano riuscite ad arginare bene Zago (27 punti e 50% per lei), l’elemento più pericoloso di Casalmaggiore, e a far male in attacco sia con le bande che con le centrali (bravissima Arrighetti). Ma dal terzo set, le Farfalle hanno ceduto in particolar modo in difesa subendo i colpi di Lipicer, Stevanovic, Gennari e Zago (ottima anche al servizio e autrice di ben 7 ace in totale). Al tie-break, la Unendo Yamamay ha avuto la forza di annullare tre match ball e di strappare i due punti grazie a due muri finali di Wolosz e Arrighetti (21 punti, 67% in attacco e 8 muri sui 12 della squadra), le migliori in campo. A Viadana arriva dunque la seconda vittoria esterna in campionato, ma dopo la prestazione di Treviso e quanto mostrato nei primi due set rimane l’amaro in bocca; il successo poteva essere pieno.

Casalmaggiore schiera al palleggio Letizia Camera in diagonale con Valentina Zago, in banda Lipicer e l’ex Lucia Bacchi, al centro Aguirre e Stevanovic con Imma Sirressi libero. Coach Parisi ripropone la consueta formazione titolare formata da Wolosz-Ortolani, Garzaro-Arrighetti al centro, in banda Marcon-Buijs e Leonardi libero. Dopo l’iniziale panchina di mercoledì, dunque, torna titolare la capitana Marcon e scende in campo senza problemi anche Buijs che in questi giorni non si era allenata.
Buon avvio di primo set per Casalmaggiore che parte forte (5-2) e trova in Zago un porto sicuro sia in battuta sia in attacco (per lei 6 punti in totale nel primo set con 62% in attacco); la Unendo Yamamay ricuce lo strappo con Marcon, Arrighetti e Buijs in pipe (7-7) e poi va per la prima volta in vantaggio con Garzaro dopo un bel servizio di Wolosz che mette in difficoltà Zago (7-8). Le Farfalle subito dopo trovano un break di 4 punti che dal 10-10 le porta sul 10-14 e poi Ortolani scava un margine di 6 punti (11-17). Le biancorosse sembrano in controllo della situazione, ma Casalmaggiore non demorde e con Aguirre, Bacchi e Zago si riavvicina (17-19). Lo scatto decisivo per le ospiti si ha sul 19-21 quando Lipicer sbaglia un diagonale e Arrighetti e Buijs puniscono le padrone di casa (19-24) che si arrendono soltanto sul servizio out di Olivotto (23-25) e dopo aver annullato ben tre set ball. Buona la prestazione complessiva di Marcon e compagne che hanno tenuto bene in difesa e anche in attacco hanno punto: ottima Arrighetti (4 punti con 100% in attacco e un muro), brave anche Buijs (4 punti e 53%) e Marcon (4).
Nel secondo set il copione sembra ripetersi identico al primo, con Casalmaggiore che ci prova al meno all’inizio e arriva per prima al traguardo del time out tecnico (12-10). Immediata la risposta di Busto che risale la china grazie a Buijs, Ortolani e la solita Arrighetti (13-15), questa sera chiamata molto in causa da Wolosz; il vantaggio si amplia sfruttando anche il contributo di Garzaro (16-20) e le Farfalle non hanno problemi a fare loro il secondo set (18-25). A chiudere lo scambio finale è Wolosz, molto ispirata questa sera e autrice di 2 punti nel set; Arrighetti risulta la migliore tra le biancorosse con 6 punti e il 67% in attacco e 2 muri, ma non va sottovalutato anche il gran lavoro di Ortolani (4 punti e 44% in attacco per lei).
Mentre sugli spalti qualche tifoso di casa tentava di infastidire i supporters bustocchi, in campo l’equilibrio del terzo set è rotto molto presto da Zago, il cui servizio in salto mette in costante apprensione la ricezione della Unendo Yamamay: suoi tre ace consecutivi (8-5) e poi il successivo che fissa il punteggio sull’11-5; quando sbaglia, nella metà campo biancorossa si può finalmente tirare un sospiro di sollievo anche se ormai la distanza da colmare è significativa (12-5). Oltre a Zago, si mette in luce anche Stevanovic che in fast conferma il vantaggio di Casalmaggiore (14-9); sul 17-11 coach Parisi decide di richiamare in panchina Wolosz e Ortolani per inserire Petrucci e Bianchini, ma le padrone di casa non hanno cedimenti e nel finale Zago trova altri due ace (23-13) che, di fatto, consegnano il set nelle mani di Pomì che chiude con Gennari sul 25-14.
Nel quarto set le Farfalle partono bene (2-5) ma poi perdono smalto e non riescono ad opporsi a Casalmaggiore che non si dà per vinta: Stevanovic e Zago prima pareggiano i conti e poi portano avanti le compagne (8-7). La Unendo Yamamay si disunisce, cala in ricezione e in difesa e subisce troppo gli attacchi delle padrone di casa. Decisiva è la fuga nella parte centrale del set (17-13) e a nulla valgono i cambi (Bianchini per Buijs e nel finale Michel per Garzaro): le biancorosse non ritrovano il bandolo della matassa ed è notte fonda quando Ortolani è murata da Lipicer (21-16). Soltanto Arrighetti prova a dare la scossa con due muri (22-20) e poi è l’errore di Zago che tiene accese le speranze (23-22), invano perché Gennari fa il 25-22 e manda la due squadre al tie-break.
Davvero combattuto il tie-break, che vede confermata sul taraflex Michel al posto di Garzaro: prima è la Unendo Yamamay a tentare un allungo grazie al muro di Arrighetti (2-4) e a sorridere al cambio di campo (7-8); poi, è Casalmaggiore che pareggia i conti su un errore di Michel (10-10) e a portarsi avanti con un bel muro di Aguirre (12-10). Le Farfalle non si perdono d’animo quando le mantovane si portano sul 14-12 e annullano ben tre match ball con Michel, Bianchini e Arrighetti (14-14). Sottorete si combatte e sono due muri di Wolosz su Gennari (15-16) e di una superba Arrighetti (15-17) a decretare la vittoria della Unendo Yamamay.

LE INTERVISTE
Parisi: ”Sono contento della prestazione delle ragazze, venivamo da una settimana molto impegnativa. Essere andati avanti due set ha dimostrato il nostro buon atteggiamento dopo la partita contro Conegliano, poi è stato difficile mantenere un’intensità alta e quindi la partita si è riaperta ed è stata poi lottata punto a punto. Complimenti alla Pomì, e anche noi bene considerando la nostra condizione, cui abbiamo sopperito con tanto cuore e tanto impegno”.
Bianchini: ”La partita contro Conegliano e la gara di stasera dimostrano che se siamo aggressive e abbiamo voglia di vincere possiamo fare bene”.
Michel: ”Ero molto nervosa prima di entrare ma ho pensato solo a stare concentrata. Sono soddisfatta di aver dato il mio contributo nel tie-break con 4 punti e soprattutto perchè non abbiamo mollato e siamo riuscite a vincere in rimonta”.
Beltrami: ”Mi spiace per le ragazze che non sia arrivata la vittoria. Stiamo cercando di aumentare l’intensità del nostro gioco, sono rammaricato per il primo set, ma dal terzo molto siamo stati molto più continui”.
Zago: “Abbiamo sprecato molto nel primo set, poi abbiamo trovato continuità, me compresa. Peccato per il quinto set ma sappiamo che con loro bisogna lottare fino alla fine”.

Pomì Casalmaggiore – Unendo Yamamay Busto Arsizio 2-3 (23-25, 18-25, 25-14, 25-22, 15-17)
Pomì Casalmaggiore:
Bacchi 3, Olivotto, Sirressi (L), Gennari 13, Quiligotti ne, Aguirre 12, Agrifoglio, Lipicer 14, Camera, Zago 27, Stevanovic 16, Grazietti. Allenatore: Beltrami. Battute errate: 13. Battute vincenti: 9. Muri: 11.
Unendo Yamamay Busto Arsizio: Ortolani 10, Degradi, Garzaro 8, Bianchini 5, Michel 4, Leonardi (L), Marcon 10, Spirito ne, Sloetjes ne,  Buijs 14, Arrighetti 21, Wolosz 3, Petrucci. Allenatore: Parisi. Battute errate: 12. Battute vincenti: 2. Muri: 12.
Arbitri: Fabrizio Padoan – Dominga Lot

LE PAGELLE

Programma 1a giornata di ritorno (domenica 2 febbraio ore 18):
Casalmaggiore – Busto Arsizio 2-3 (23-25, 18-25, 25-14, 25-22, 15-17)
Forlì – Piacenza 0-3 (17-25, 20-25, 15-25)
Novara – Bergamo 3-0 (25-21, 25-18, 25-22)
Modena – Ornavasso 3-0 (25-21, 25-19, 25-22)
Frosinone – Conegliano 0-3 (15-25, 24-26, 7-25)
Riposa: Urbino

Classifica: Piacenza 27 punti (11 partite), Modena 25 (11), Conegliano 24 (11), Bergamo 22 (11), Novara 18 (11), Busto Arsizio 17 (11), Urbino 14 (10), Casalmaggiore 13 (11),  Ornavasso 10 (11), Frosinone 6 (11), Forlì 4 (11).

Laura Paganini
(foto Gabriele Alemani http://www.volleybusto.com/)