Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pro Patria

Dopo la vittoria di Pordenone, Monza: “Oggi contava solo vincere”.

20141108_170518Chi ben comincia si sa, con tutto ciò che ne segue e il battesimo di Aldo Monza sulla panca biancoblu si accoda alla lista degli esordi fortunati. Nel post partita il tecnico bustocco sgranocchia due biscotti per recuperare le energie: “Abbiamo dei problemi e le avete visti anche oggi in campo. I tre punti però possono regalarci un po’ di fiducia“. Nonostante la stanchezza, dopo un’ora non c’è stato il cambio di modulo che qualcuno si attendeva: “Non eravamo in difficoltà nell’uno contro uno e non mi sembrava necessario cambiare tatticamente”. Un pizzico di sano fondello non ha mai fatto male a nessuno. Un’occhiata ai singoli? “Candido ha fatto quantità e qualità. Baclet non era al 100% ma il suo talento non si discute. Forse siamo mancati un po’ in cabina di regia: lì dobbiamo fare meglio”. Analisi asciutta che soddisfa la platea. Cambio di scena in sala stampa con il “maestro” Foschi che fa i complimenti all’allievo Monza: “Buona la prima Aldo”. Un po’ meno per lui che, al netto della delusione, sfruculia il match con laconico realismo: “Mi assumo la responsabilità della sconfitta. Purtroppo la morale è sempre quella: ci facciamo male da soli”. Confinati fuori della sala stampa causa suscettibilità locale, raccogliamo la soddisfazione misurata del match winner D’Errico.
20141108_172046L’ex Barletta non sciala sulla rete del successo: “Di solito su quelle palle i portieri vanno sul cross…mi è andata bene”. Una volta (visto il problema di crampi), li chiamavano i gol dello zoppo: “No, quello era qui qualche anno fa (l’ex presidente Zoppo, ndr)”. Niente da dire, anche informatissimo sulla recente storia tigrotta. E della querelle rusticana con Oliveira? “Lunedì ho chiesto scusa a chi dovevo. Sono cose di campo”. Capitolo chiuso. La salvezza biancoblu, invece, da oggi è un po’ più aperta.