Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio

Caronnese, il bilancio dell’incredibile stagione. Il Presidente Reina: “Noi la terza forza calcistica della provincia”

Un risultato storico in casa Caronnese: per la prima volta la prima squadra ha agguantato i play off della serie D, grazie al quarto posto ottenuto dopo le 34 gare del campionato mentre la Juniores Nazionale è approdata alle fasi finali, dopo aver vinto il campionato all’ultima giornata. All’ottimo piazzamento della Prima Squadra e della serie cadetta il vivaio caronnese ha risposto e messo la classica ciliegina sulla torta con dei risultati eccezionali, due su tutti il primo posto degli Allievi 1998 e dei Giovanissimi 2000.
“Non si può non essere soddisfatti dopo un’annata di questo calibro -racconta Pierluigi Galli, Vice Presidente con delega al Settore Prima Squadra-. Quest’anno abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo preposti, anzi siamo andati oltre. E parlo sia di Prima Squadra che di Juniores Nazionale”.

Walter VagoPer la serie D, la Caronnese si era detta di voler fare un campionato tranquillo ed invece è stato raggiunto il quarto posto con il conseguente accesso ai play off; per la Juniores si volevano conquistare i play off, e così è stato.
“Quest’anno si è deciso di avere sei uomini di esperienza -afferma il direttore tecnico Walter Vago, che già aveva avuto modo di fare un personale bilancio proprio a noi di VareseSport le scorse settimane–, con attorno parecchi giovani. La scelta è stata quella di non toccare nulla anche a metà stagione. La sorpresa iniziale dell’andata non ce l’aspettavamo, così come la continuità trovata nei momenti difficili. Nel corso delle giornate abbiamo capito che la politica dei giovani era stata azzeccata e il gruppo ha mostrato una grande qualità”.

Passando al vivaio, il Settore Giovanile della Caronnese quest’anno si è veramente superato. Alberto Croci, direttore tecnico del vivaio Croci Alberto - caronneserossoblu è raggiante. Per lui, reduce da questa annata veramente eccezionale, stiamo parlando di una grande soddisfazione, soddisfazione e gioia che vuole condividere con tutto lo staff  tecnico fatto da validi e professionali collaboratori.
“La Società da circa due anni ha voluto intraprendere un nuovo percorso a supporto dell’area giovanile. Progetto che in breve tempo ha dato già tanti bei risultati e spunti per continuare a migliorare. Il lavoro di quest’anno si è basato su una forte continuità che ha influito positivamente sul rendimento delle squadre e che ha portato sul podio gli Allievi 1998 e i Giovanissimi 2000 oltre ad un buonissimo piazzamento degli allievi regionali 1997”.

Antonino-ForestieriAnche Antonino Forestieri, responsabile delle attività di base, è molto soddisfatto della stagione appena trascorsa ed è già proiettato a quella futura con delle idee già condivise:
“L’obiettivo e quello di tutto lo staff è in primis di migliorare l’aspetto comportamentale dei piccoli giocatori, attraverso le più semplici attività di gioco e di coordinazione motoria. Di fatto molto spesso i bimbi, specie all’inizio, si trovano impacciati in quanto purtroppo abituati ad uno stile di vita sedentario e pigro. Secondo obiettivo, ma non per questo meno importante, è il dare delle regole: la miglior via per trasferirle in modo chiaro e corretto è dare l’esempio; è quindi l’allenatore che si deve mettere in gioco. Insomma, compito di certo non facile quello dell’allenatore  o  educatore, anche perché spesso sono  le famiglie stesse da educare e da responsabilizzare. Un lavoro sui piccoli che richiede tempo, costanza e tanta pazienza: bisogna sapersi confrontare con il singolo, perché ogni bambino può avere la sua reazione del tutto personale, ma occorre confrontarsi anche con il gruppo, da far crescere unito”.

Vincenzo Mangone, segretario e responsabile organizzativo del vivaio, è un fiume in piena:mangone-thumb
“Terminati i campionati le nostre formazioni sono state protagoniste di numerosi tornei. Grande successo ha avuto la dodicesima edizione del Torneo ‘Città di Caronno Pertusella’, in pieno svolgimento tra la metà di maggio e l’inizio di giugno con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport di Caronno Pertusella e l’autorizzazione della FIGC/LND/SGS del Comitato Regionale Lombardo. Sicuramente da archiviare positivamente anche i primi camp estivi che in due settimane nel mese di giugno raccoglieranno numerosi giovani”. Quest’ultimo è un progetto ambizioso che vedrà coinvolti allenatori qualificati che seguiranno i giovani dalla mattina al tardo pomeriggio dando sfogo alla loro passione calcistica, tramite anche l’educazione al gioco di gruppo. Insomma relax e svago per coltivare una dote e magari comprenderla e sfruttarla al meglio. E giusto per non perdere tempo prezioso sono già aperte le iscrizioni per la prossima stagione; la società sta cercando tutti i giovani nati tra il 1998 e il 2009 da inserire all’interno delle squadre. Per informazioni basta chiamare il numero 029655621 o scrivere alla email [email protected] I massimi organi societari sono molto soddisfatti della stagione sportiva appena trascorsa.

caronnese presidente augusto reina“E’ andata molto bene e l’aspetto che mi è piaciuto di più è stato la collaborazione fra tutto lo staff. Tutto ha funzionato a dovere, tutti hanno dato il loro contributo -esclama il Presidente Augusto Reina-. Crediamo molto ai giovani talenti e confermo i nostri obiettivi anche per i prossimi anni. E non vogliamo solo portare risultati, ma anche migliorare le strutture perché vorrebbe dire chiudere il cerchio. Dopo il Varese Calcio  e la Pro Patria siamo ormai la terza forza della Provincia di Varese e questo è motivo di grande orgoglio”.

“E’ una società sempre più complessa da gestire -la parola di Roberto Fici, Amministratore Delegato-; le necessità sono sempre più forti ma FICI-ROBERTOsiamo comunque molto organizzati e la complessità la facciamo diventare normalità. Sono pochi ad essere così organizzati, ognuno sa cosa fare e quali sono gli obiettivi da raggiungere. Non ci sono grosse difficoltà nella gestione e l’organigramma è ben definito: una buona garanzia anche per il futuro, senza cambiare più di tanto. Abbiamo delle carenze importanti nelle strutture, vorremmo riunire tutta la Società in un unico centro per evitare che un centinaio di ragazzi si spostino in giro ad allenarsi. Non è facile perché non dipende solo da noi, ma anche dal Comune e, ancora più in grande, dallo Stato”.

vannini-lucaLuca Vannini, Direttore Generale, parla di un’attenta politica di revisione dei costi:
“Abbiamo cominciato una riduzione dei costi strategica legata a tutti i compensi dei nostri tesserati e abbiamo ottimizzato tutto quello che avevamo in casa a livello di risorse umane. Siamo diventati bravi a far fruttare le nostre competenze in quelle che chiamiamo le spese intelligenti”. Dobbiamo ridurre ancora le spese, il momento di crisi generale lo recepiamo tutti. E dobbiamo essere bravi a farlo senza compromettere i risultati calcistici…dobbiamo accontentare anche i nostri tifosi”.

Angelo Volontè, Vice Presidente Delegato a Relazioni Pubbliche e Sponsors è uno dei decani della Società:Angelo Volonté
“Sul fronte dei rapporti con l’amministrazione pubblica stiamo avendo delle riunioni con il Sindaco e il suo staff proprio in questi giorni con oggetto l’ampliamento del centro sportivo. Speriamo di trovare insieme le soluzioni in breve tempo. Parlando dei nostri sponsor devo dire che viviamo nell’anomalia positiva di avere grandi amici che sono diventati ormai partners da oltre 20 anni. Ovviamente non c’è crescita. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere forze nuove ma il momento non è facile. Tutto il Consiglio è in prima linea: la situazione certo non è semplice complice la crisi ma l’unione come si dice fa la forza”.

Fabrizio Volonté