Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Ciclismo

Simone Velasco trionfa al 17° Gran Premio dell’Arno

Solbiate Arno - E’ Simone Velasco del team Work Service a porre il sigillo sul 17° Gran Premio dell’Arno, internazionale Juniores voluta dalla Società Ciclistica Carnaghese a Solbiate Arno, nel varesotto. E’ stato ciclismo spettacolo sul circuito solbiatese, già teatro di un Campionato Italiano, con nel finale l’assolo del corridore che ha lasciato la compagnia del gruppetto che ha caratterizzato le fasi finali della gara. Sono stati 140 i protagonisti delle competizione in rappresentanza di 31 società in una giornata finalmente soleggiata con il vento che a tratti ha ostacolato la marcia dei concorrenti.
Dieci i giri da percorrere. Nel corso della prima tornata c’è l’azione di Bozic ( Adria Mobil) che resta al comando anche nel secondo giro quando riceve rinforzi da Ghellere ( Cipollini Assali). Ripresi i due c’è l’allungo di Peter (Adria Mobil) che guadagna 50″ sul gruppo e resta al comando fino al quarto giro. All’inizio della quinta tornata c’è l’azione che caratterizzerà la gara. Attaccano Sarafic (Radenska), Cianetti (Stabbia) e Velasco (Work Service), su di loro rientrano Rucigaj (Radenska) e Zumerle (Cipollini Assali). Cinque al comando che restano a guidare la corsa fino alla metà dell’ottavo giro, con un vantaggio che supera di poco il minuto. Dal gruppo escono Franco (GB Junior) e Pesavento (Schio), ma non riescono a rientrare sui primi, così come fallisce il riaggancio di Manzan (Rinascita Ormelle) e Moschetti (Busto Garolfo). Al termine dell’ottavo giro dal gruppetto di testa perdono contatto Rucigaj e Cianetti, al comando restano così: Safaric, Velasco e Zumerle quando mancano 28 chilometri alla conclusione. All’inseguimento dei tre si forma un gruppetto di nove composto da: Pesavento (Schio), Moschetti (Busto Garolfo), Franco (GB Junior), Manzan (Rinascita Ormelle), Corbetta (Cremonese), Bagiolli (Canturino), Baggio (Bustese Olonia) e Viviani ( KKR Italia). Quando suona la campana chi fugge ha un vantaggio di 1’02″ sugli inseguitori, il gruppo è più distante. Quando la strada sale verso il centro di Solbiate Arno c’è l’attacco di Simone Velasco che stacca i suoi avversari e giunge braccia al cielo sul traguardo del Gran Premio dell’Arno.

Ordine di arrivo: 1) Simone Velasco (Work Service) km 124 in 3h17’23″ media 37,693, 2) Matic Safaric Kolar (Radenska) a 13″, 3) Marco Zumerle (Cipollini Assali Stefen) a 24″, 4) Nicola Bagioli (Canturino 1902) a 1’03″, 5) Yuri Pessotto (Rinascita Ormelle), 6) Attilio Viviani (KKR Italia), 7) Carlo Franco (GB Junior), 8) Daniel Rupiani (ipollini Assali Stefen), 9) Manuel Pesavento (V. C.Schio 1902), 10) Nicolò Corbetta (CC Cremonese 1891) a 1’15″.

Sergio Gianoli