Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

UYBA Volley

Sconfitta europea per le Farfalle

Amaro esordio casalingo per l’Unendo Yamamay in Champions League, che perde 1-3 contro il Galatasaray. La formazione turca allenata da Massimo Barbolini prevale nettamente nel gioco d’attacco, con le imprendibili Gioli e Calderon ben servite da Lo Bianco. Molto basse, invece le percentuali di Brinker e soprattutto Kozuch. Con Faucette out per un piccolo stiramento, Parisi schiera Brinker in banda con Marcon, Bauer-Arrighetti al centro, Lloyd in diagonale con Kozuch e Leonardi libero. Barbolini risponde con Lo Bianco-Molnar, Konar al centro con Gioli, Calderon in banda con Ozsoy e libero Esepasa.
Avvio in cui si procede punto a punto fino al primo mini-break per le padrone di casa firmato due volte Bauer (6-4); al primo time out tecnico le Farfalle consolidano il vantaggio (+3): 8-5. Dopo uno scambio lungo con un’ottima difesa di Marcon su una pipe, Kozuch porta al 9-6 con una perfette diagonale. Il Galatasaray pareggia però i conti (12-12) con il muro di Lo Bianco subito da Marcon e poi sorpassa le Farfalle (12-14) con Calderon e Gioli dal centro. Il -2 si mantiene fino al secondo time out tecnico. Le ragazze di Parisi entrano in campo determinate e si riportano subito in pari (16-16) grazie ad un’incomprensione in difesa delle turche e a una schiacciatta di Bauer. Le ospiti tuttavia conquistano di nuovo subito l’inerzia del match con Molnar, una fast di Gioli e Calderon (17-21). In questa seconda parte di set, gli attacchi dalle bande del Galatasaray sono state più efficaci e soltanto al 19° punto (sul 19-24) le biancorosse sono riuscite a murare per la prima volta (contro i 3 avversari). Troppe anche le difese non perfette che hanno costretto ad attacchi scontati.
Si riparte con l’Unendo Yamamay avanti per 3-1 con un muro di Bauer che si ripete per il 6-3. Calderon buca le mani del muro e riporta la sua squadra sul pareggio (7-7). Il muro di Arrighetti prima e la potente schiacciata di Marcon portano al 10-8; il massimo vantaggio nel set (11-8) arriva su un ace di Kozuch. 16-12 al time out obbligatorio che diventa 17-15 con errore di Brinker e quello di Marcon (palla out). Arrighetti sigla il +3 (18-15) e Kozuch mette a terra uno scambio lungo (19-17). Brinker allunga (21-18) e il pubblico comincia a scaldarsi sul punto del 22-19 di Bauer e ancora più sul 23-19. Tutti in piedi per i due set ball e la palla decisiva è schiacciata da Arrighetti che in questo parziale è salita in cattedra. Ottimamente arginate anche Calderon e Molnar che avevano spadroneggiato nel primo periodo.
Arrighetti parte subito forte e stampa un muro (1-0). Calderon con potenza fissa il punteggio sul 3-3; Gioli infila 2 fast consecutive che danno il +2 al Galatasaray (3-5). Bauer riporta a -1 (6-7 e 9-10), ma subito risponde al centro Molnar e Calderon in 4 (10-12). La parità è ristabilita dopo un errore di Calderon (12-12), ma le padrone di casa non riescono a portarsi avanti; subiscono anzi un -3 (12-15 e 13-16). Dopo il time out tecnico, si arriva al -1 targato Bauer e Kozuch che dura poco (15-18) con Bauer che tira fuori e un muro out biancorosso. Le Farfalle pareggiano (18-18) e la gara prosegue punto a punto; Lloyd di prima intenzione per 20-21. La fortuna bacia Calderon sul punto del 21-23 che rimane sulla rete; Gioli poi per il 21-24, prima della battuta sbagliata di Calderon. Le speranze della rimonta biancorossa sono spente dall’ottima Ozsoy (22-25).
Il Galatasaray inizia il set in modo perentorio, con un parziale di 0-4. Lloyd dà la scossa e riavvicina la sua squadra sul -2 (4-6), emulata da Brinker (5-7) e Arrighetti (6-8). Leonardi, non precisissima quest’oggi, non controlla una battuta di Ozsoy che firma l’ace del 7-10. Un “murone” di Bauer ristabilisce la parità sul 12-12, Marcon dà il primo vantaggio del set alle Farfalle (13-12), ribadito da Kozuch (15-12) con due aces consecutivi. L’errore di Bauer al servizio e quello di Brinker consentono alle turche di pareggiare ancora  conto (17-17). Ozsoy sigla il suo 14esimo punto che dà il vantaggio 17-18 alle ospiti (break di 4). Scontro di gioco tra Leonardi e Marcon, ma il gioco riprende e il Galatasaray macina gioco in attacco (18-22). Quattro match point a disposizione per le ospiti che al primo fermano il punteggio sul 20-25 (ace di Ozsoy) e vincono per 3-1.

 

Il tabellino: 
Unendo Yamamay Busto Arsizio-Galatasaray Daikin Istanbul 1-3 (19-25,  25-20, 22-25, 20-25)
Unendo Yamamay Busto Arsizio: Faucette ne, Lloyd 3, Brinker 11, Leonardi (L), Marcon 8, Bauer 14, Kozuch 11, Lombardo, Arrighetti 9, Caracuta ne, Pisani ne, Bisconti. All. Parisi, vice Dagioni. Battute errate: 6, vincenti: 4. Muri: 6.
Galatasaray Daikin Istanbul: Barut, Alici ne, Cayirgan, Molnar 3, Konar 4, Esapasa (L), Alikaya 2, Calderon 27, Ozsoy 20, Lo Bianco 1, Gioli 19, Arslan ne. All. Barbolini. Battute errate: 14, vincenti: 3. Muri: 11.
Arbitri: Zsolt Mezoffy (Hun) e Ivaylo Ivanov (Bul)
Spettatori: 4380

Pool C: ASPTT Mulhouse-Dinamo Romprest Bucarest 3-1 (25-23, 25-12, 23-25, 25-15); Busto Arsizio-Galatasaray 1-3.
La classifica: Galatasaray 6 punti; Busto, Mulhouse 3; Dinamo 0.
Prossimo turno: ASPTT Mulhouse-Busto 13/11 ore 19; Galatasaray-Dinamo 15/11 ore 19.30.

Laura Paganini
(foto di Annalisa Gianoli)