Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

I pensieri di Gina&Pina

Emigrati di lusso

Pina: ciao Gina, tutto a posto?
Gina: ciao Pina. Oh, una meraviglia!
Pina: cià, conta su!
Gina: rompevate tutti le scatole per il caldo? Eccovi accontentati. Pioggia a go go e mò chissà per quanto.
Pina: olla miseria. Non mi sembra che sia scoppiato ‘sto gran nubifragio. Prendila come viene, caldo ha fatto caldo. Ora staremo un po’ umidi e poi arriverà anche il freddo. Con tutta ‘sta menata delle “mezze stagioni” un po’ di logica non ci ammazza mica.
Gina: uè logica. A luglio avevamo la giacca a vento, in agosto siamo diventati una dependance dell’Africa e adesso siamo già a mollo.
Pina: de sciura Giuliacci, o per chi è dei nostri tempi, lady Bernacca! Per una cosa che ancora non viene regolata dalla politica sta tranquilla no?
Gina: va bè. Parliamo d’altro. Anzi no, stiamo ancora un momento sulla politica.
Pina: lassa perd!
Gina: no no speta! Avrai letto o sentito della rogna tra i Comuni e il governo. E’ la vecchia questione riveduta e corretta sul nord che paga e Roma che gode.
Pina: non è proprio così ma vai, te la concedo. E quindi?
Gina: una piccola rivincita Varese se l’è presa! Ai mondiali di canottaggio i varesini Frattini e Luini hanno vinto rispettivamente la medaglia d’oro e quella di bronzo.
Pina: non ti seguo…
Gina: la nostra provincia gode ma chi paga è Roma. I nostri due azzurri sono tesserati per il Circolo Canottieri Aniene che permette loro di vivere di canottaggio. Per le nostre società è impossibile
Pina: hai consigli per una soluzione?
Gina: figurati! Tutta la mia materia cerebrale è impiegata per gestire la pensione, far la spesa e sopravvivere. Certo che avere Luini e Frattini tesserati per le nostre società e magari farli girare nelle scuole e in ogni altra società della nostra provincia…
Pina: cià che mi trasformo nel Marzullo i sogni aiutano a vivere meglio!
Gina: sta zitta! Altrimenti va a finire che i nostri politicanti mantenuti ci fanno una manovrina anche su quelli.
Pina: Varese, Cimberio, Robur, ecc. ecc.?
Gina: è presto dai. Lascia che ne parlino quelli bravi come i nostri due beneamati Cecco e Beppe. Tra qualche settimana diciamo un po’ di stupidate anche noi.
Pina: bè una cosa fammela dire. Abbiamo due amici in serie A: dopo Sannino anche Mangia
Gina: è vero! Chissà cosa combinano. Sicura che Mangia non sia stato ancora esonerato?
Pina: ma dai! Deve ancora cominciare
Gina: perchè Pioli aveva iniziato?
Pina: bè, in effetti ma no dai, il Mangia dura. Certo che ha davanti un bell’anno: supercorso di Coverciano e panchina in Serie A. Mica cacio e pepe. Ma vedrai che ce la fa. Ogni volta che gli è passato davanti un treno ha saputo salirci e conquistarsi il diritto a sedersi in Prima classe. E poi deve tener duro. Così poi lo andiamo a trovare in qualche Cattedrale: San Siro, San Paolo, Marassi, Ferraris.
Gina: e il Sannino? Va che abbiamo anche lui da guardare.
Pina: e chi se lo dimentica? L’ho sentito proprio l’altra sera.
Gina: me l’hai salutato?
Pina: come no!
Gina: e cosa ti ha risposto?
Pina: ma vaffa
Gina: ferma ferma! Ho capito. Lascia stare. Basìn Pina.
Pina: come sempre! Mi chiedi le cose e poi… Basìn Gina