Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

I pensieri di Gina&Pina

Anche noi sul web!

Pina: Ciao Gina, ma ben ritrovata!
Gina: Ciao Pina. Cos’è sto tono ironico. Al contrario di te mi son fatta tutto agosto nella “città giardino” per l’occasione trasformatasi in forno a micro onde.
Pina: racconta
Gina: eh, continua a prendere in giro! A luglio andavo a letto con le calze. Sto mese ho sudato come un cavallo delle Bettole. In più aggiungi le scalmane dell’età ormai ben oltre la terza insomma, sta iniziando la nuova stagione e io sono cotta come uno stufato d’asino!
Pina: ma dai! Su con la vita. Va bè che un’estate intera in casa con il tuo Cecco dev’essere devastante ma adesso si ricomincia insieme, noi due.
Gina: che cu fortuna! Ma si, hai ragione. Quest’anno tra giornale e web saremmo belle impegnate. Da cosa cominciamo?
Pina: facile. Da cosa è già cominciato: il calcio.
Pina: bene. Mi dai la possibilità di lanciare una lancia
Gina: spezzare una lancia, Pina, si dice spezzare una lancia.
Pina: il modo di dire è spezzare una lancia. Io invece voglio lanciarla intera a tutti quei gufi che sparano sul Varese da quando hanno salutato Sannino, Sogliano e compagnia bella strappandosi i capelli. Gli stessi che durante il campionato scorso e anche prima non hanno perso un’occasione per insultarli nemmeno dopo una sconfitta, addirittura al pareggio! Ma perché sti quattro pistola non prendono loro il Varese, visto che blaterano che Rosati e Montemurro ci guadagnano! Avremmo la possibilità di vedere finalmente tradotta in pratica tutta la scienza che urlano dalla tribuna o sparlottano a fine gara attorniati dai loro devoti!
Gina: uella, sei già in forma campionato! Quindi mi sembra di capire che sposi il nuovo corso biancorosso senza riserve.
Pina: io ho sposato il Beppe. Mi basta e avanza! Il Varese lo seguo perché gli sono affezionata. Se va bene sono contenta, se va male mi dispiace. Non insulto nessuno, dovesse stancarmi riempirei la domenica camminando sulla “via del colesterolo” intorno al lago o dal Campo dei Fiori al Forte d’Orino e stop! Non ho i soldi per fare il presidente di una squadra di calcio e se anche li avessi li spenderei per ben altro. Non mi sembra di essere una marziana se la penso così.
Gina: tutt’altro amica mia. Mi sembri un bel condensato di persona civile ed equilibrata. Solo che non tutti vanno allo stadio con il tuo spirito, purtroppo. E si sa che quando uno è innamorato perso dice e fa delle stupidaggini, a volte diventa anche violento.
Pina: ma lascia stare l’amore! Qui si tratta di malattia mentale. E d’altronde guarda che esempi arrivano dall’alto. Governo, opposizione, scuola, scandalo scommesse, Federazione, Lega Calcio, sindacato calciatori ma anche quello degli operai, ecc. ecc..
Gina: alè spara anche sullo sciopero dei calciatori
Pina: sparare! Bombarderei a tappeto! Nell’ennesima dimostrazione di Paese delle banane i tifosi hanno su un piatto d’argento la possibilità di dimostrare di non essere il peggio del calderone. Al via del campionato di serie A tutti a casa. Partite a spalti vuoti . Idem i giornalisti che per un lunedì avrebbero la possibilità di scrivere davvero di sport anziché di gossip, ingaggi, arricchiti malati di onnipotenza ecc. ecc..
Gina: mamma mia. Cos’è che t’ha morso! Prendi fiato
Pina: tranquilla, ho già finito. Solo che quando mi chiedono se sono ottimista o meno sul futuro del Varese mi viene i mente tutto il resto e mi girano le scatole. Sto Varese piccolo o grande che sia, che giochi in uno stadio decrepito o rappezzato, facciamocelo andar bene e finiamola.
Gina: e poi c’è la pallacanestro, la pallavolo, il canottaggio, oohh ce n’è di cose a cui voler bene. Avessi l’età per fare ancora qualcosa
Pina: va bè nel nostro piccolo non siamo messe così male. I nostri giretti li facciamo sempre. La settimana di ferragosto con gli Alpini al Campo dei Fiori non ce la perdiamo da sempre. I tagli a noi non possono farceli perché non abbiamo niente oltre la sopravvivenza. Avanti!
Gina: sono passata dal Palazzetto. Ma cos’è che stanno facendo? E la Cimberio dov’è che s’allena?
Pina: ancora pezze cara Gina. Che lo migliorino ci credo poco. Spero almeno non riescano a peggiorarlo. La Cimberio è in giro dentro e fuori provincia. A Palazzetti stiamo un po’ meglio rispetto agli stadi. Per vedere tutte le novità di quest’anno ci faremo qualche giretto in Valle Olona e Piemonte.
Gina: possibile che non mi fai un commento sul Benny Carbone uomo
Pina: te lo do io il carbone! Con tutto quello che ho scaricato in vita mia per la stufa.
Gina: facciamo alla prossima? Basìn Pina.
Pina: alla prossima. Basìn Gina.