Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Hockey

Black out al Palalbani, secondo passo falso per le Api

Terza giornata di campionato che segna una delle peggiori serate dell'esperienza oltre confine delle Api. Difficile trovare lati positivi in una serata in cui i varesini non sono stati in grado di entrare mai in partita e dalla quale oltre ad uscire sconfitti, vedono allungarsi la lista degli infortunati con Toletti e Milani che vanno ad aggiungersi a Sansonna, Merzario e Suominen.

Il match si avvia con entrambe le squadre impegnate in grandi contropiedi con le difese che accusano grandi disattenzioni. Fin da subito i varesini accusano penalità pur subendo la fisicità del gioco avversario. Da segnalare due particolari occasioni in cui Barban, colpito da una carica da tergo, rimane a terrà ferito mentre la terna arbitrale fa continuare il gioco senza preoccuparsi delle condizioni fisiche del difensore varesino. Al 08.28 giunge il primo acuto del Chiasso con Marco Medici. Le Api sembrano fuori condizioni fisica e disorganizzate sul campo ghiacciato. Non vi è nemmeno il tempo di accusare il colpo che dopo sette secondi, direttamente dall'ingaggio, parte l'azione da goal di Ceppi che infila difesa varesina rimasta impietrita. I varesini accusano il gioco avversario ed è Bianchi a tener in piedi il risultato favorendo il goal del fratello Matteo, assistito da Toletti al 16.56. Sembra la reazione dei varesini, ma, dapprima l'infortunio dello stesso Toletti coinvolto in uno scontro a centro pista e successivamente il goal di Cetti al 18.33, fissano il drittel sul 3 a 1.

Il secondo periodo si riapre con i Varesini maggiormente ordinati in pista che accusano le veloci incursioni degli avversari a causa della cortissima panchina. Da un precisissimo tiro dalla blu di Barban arriva il secondo goal delle Api al 24.32. Il Chiasso non mostra cedimenti marcando al 27.01 il quarto goal con Dolci seguito al 33.02 da Fibioli e pochi secondi dopo al 33.41 nuovamente da Dolci. In chiusura arriva la reazione d'orgoglio di Teruggia che su azione personale marca il terzo goal delle Api che chiudono il secondo tempo sul 6 a 3.

Il terzo tempo riprende con le Api maggiormente motivate che impegnano la squadra avversaria, assaltano la zona d'attacco e finalmente tengono testa al gioco fisico imposto per tutto il match dal team ticinese. Le api accusano un numero pesantissimo di penalità che costringono il team varesino a giocare in penalty killing senza un attimo di respiro, tenendo testa senza subìre ulteriori marcature. Al 50.37 Tommaso Bianchi viene colpito al volto da un violentissimo slap shot, chiaramente visto dalla direzione di gara che lascia incredibilmente giocare con la porta varesina che rimane sguarnita con Bianchi visibilmente confuso dall'impatto che decide di uscire dai pali cercando di fermare il gioco. Dopo diversi secondi in cui le azioni avversarie proseguivano senza tener conto del ferimento del portiere delle Api, il gioco trova la sua pausa grazie all'intervento della difesa varesina che può finalmente conoscere le decisioni arbitrali con una doppia penalità 2+2 a T.Bianchi ed un 10' ad Asselstine per proteste. Con i varesini che non vedono l'ora di vedere la fine del match vi è ancora il tempo per le marcature di Fibioli al 51.17 , Fossati al 56.00 e Barenco al 58.28 con tutte le marcature eseguite in superiorità numerica, grazie alle penalità accusate, che vedono il loro apice con la penalità partita assegnata a Malacarne a seguito di una carica reputata scorretta.

Dopo una buona prestazione, a ranghi ridotti, con il Cramosina match sicuramente da cancellare per le Api che scenderanno nuovamente in pista sabato 5 Novembre al Palalbani contro Hc Osco che ha venduto cara la vittoria a diverse realtà di alta classifica. Le Api sperano di poter schierare finalmente la loro formazione al completo ,potendo recuperare Merzario, Toletti, Milani, Di Pietro e Sansonna in attesa di conoscere eventuali nuovi innesti per i quali la società sta lavorando per rimediare allo sfortunato inizio di stagione.