Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Hockey

Api Assassine incontenibili, travolto 7 a 1 l’Ascona

Terzo successo consecutivo casalingo per i Killer Bees, che battono, in una sorta di “Derby della Terza Lega”, l'Ascona con un eloquente 7 a 1, mostrando i progressi visti nelle ultime due precedenti esibizioni. Eppure la vigilia per i varesini non era nata sotto una buona stella, perchè oltre al convalescente Suominen (ora a Tradate per la riabilitazione), e ad altri infortunati, ammalati o fermati da impegni di lavoro, Giancarlo Merzario dovrà rimanere fermo per parecchio tempo per la probabile rottura dei legamenti del crociato sinistro con possbilità di operazione chirurgica. Anche l'Ascona, però, si presenta al Pala Albani con diverse assenze e nel corso della gara dovrà fare a meno anche del difensore Gaudenzi.
Si parte a buon ritmo con gli ospiti che chiamano in causa un paio di volte Tommaso Bianchi, il quale però si destreggia con bravura. Prima della metà del tempo uno-due micidiale dei padroni di casa in appena 18″ con le reti di Capitan Tommaso “Tommy” Teruggia e del Top Scorer Derek Toletti, entrambe in superiorità numerica. Ascona subisce visibilmente il colpo e i varesini allora approfittano cinicamente andando a segno con Rizzo al 10'52″ su assist di Toletti. Reazione degli asconesi, che riducono le distanze con una bella serpentina di Kühni al 14'48″ che buca la difesa varesina. E' un fuoco di paglia. Bastano infatti 53″ dall'inizio del periodo centrale alla compagine di casa per riportarsi sul triplo vantaggio grazie a Sansonna. I varesini controllano gli sterili attacchi dei ticinesi, che impegnano in un lavoro di routine un attento Tommaso Bianchi. Al 31'14″ con l'uomo in più è Teruggia con un preciso tiro nel sette a dare il cinque a uno, che chiude ogni vellità ospite. C'è tempo ancora per due marcature con Rizzo al 35'07″, in short-hand e Toletti al 51'38″, doppiette personali per i due.
Una buona prestazione corale, con voti al di sopra della sufficienza per tutti. Una nota di merito, a Nicola Barban che si è sacrificato per tutti i sessanta minuti sia in ripiegamento, sia nell'impostazione del gioco e a proporsi in attacco senza mai lasciare spazi al ficcante contropiede di Angeloni e compagni.
Con questi tre punti, i Killer Bees risalgono al quinto posto in classifica con dodici punti in sei incontri ai margini delle posizioni di vertice. Prossimo impegno la trasferta alla pista della Siberia di Ascona contro l'HC Locarno, ancora a zero punti e al momento peggiore attacco della lega. Un impegno non trascendentale e sicuramente alla portata dei bosini, ma da non sottovalutare. Importante sarà continuare nella striscia positiva, anche perchè le quattro formazioni che precedono i Killer Bees si scontreranno tra di loro in un week-end “infuocato” sportivamente parlando.

Tabellino:
Varese Killer Bees: T. Bianchi (Albanesi); Ballarate, Cesarini; Vischi; Barban, Bianchi M.; Toletti, Rizzo, Asselstine; Teruggia, Sansonna, Tamagnini, Malacarne. Coach. Cacciatore.
HC Ascona: Decarli (dal 31'14″ Tomamichel); Gaudenzi, Kalbermatten; Kühni, Demaldi; Beltrami, Ruggeri; Naretto, Knecht, De-Camilli; Angeloni, Adami. Coach: Nicora.
Marcatori: 09'16″ Teruggia (Tamagnini in 5 vs 3/esp. Ruggeri e Demaldi) (1-0); 09'34″ Toletti (Vischi in 5 vs 4/esp. Demaldi) (2-0); 10'52″ Rizzo (Toletti) (3-0); 14'48″ Kühni (3-1); 20'53″ Sansonna (4-1); 31'14″ Teruggia (Rizzo in 5 vs 4/esp. De-Camilli) (5-1); 35'07″ Rizzo (in 4 vs 5/esp. Sansonna ) (6-1); 51'38″ Toletti (Rizzo, Asselstine) (7-1).
Arbitri: Case e Riva.